Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Cento domande e risposte su come investigare la vera via

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultato della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

`

16. La fede in Dio Onnipotente permetterà davvero a qualcuno di non perire e di avere la vita eterna?

Versetti biblici di riferimento:

E asciugherà ogni lagrima dagli occhi loro e la morte non sarà più; né ci saran più cordoglio, né grido, né dolore, poiché le cose di prima sono passate. E Colui che siede sul trono disse: Ecco, io fo ogni cosa nuova, ed aggiunse: Scrivi, perché queste parole sono fedeli e veraci (Apocalisse 21:4-5).

La risposta viene dalla parola di Dio:

La via della vita non è una cosa che possa essere detenuta da chiunque, né è facilmente ottenibile da tutti. Questo perché la vita può provenire solo da Dio, vale a dire che soltanto Dio Stesso ne possiede la sostanza, senza di Lui non vi è alcuna via della vita, e quindi solo Egli è la fonte della vita e la sorgente inesauribile dell’acqua viva di vita. Da quando ha creato il mondo, Dio ha compiuto molte opere concernenti la vitalità della vita, opere che donano la vita all’uomo e ha pagato un prezzo elevato affinché l’uomo potesse acquisire la vita, poiché Egli Stesso è vita eterna ed Egli Stesso è la via attraverso cui l’uomo viene fatto risorgere. Dio non è mai assente dal cuore dell’uomo e vive continuamente fra gli uomini. È la forza motrice della vita dell’uomo, il fondamento della sua esistenza e un ricco deposito per la sua vita dopo la nascita. Egli fa rinascere l’uomo e gli consente di vivere tenacemente in ogni suo ruolo. Grazie alla Sua potenza e alla Sua inestinguibile forza vitale, l’uomo è vissuto generazione dopo generazione, e in tutto questo la potenza della vita di Dio è stata il sostegno dell’esistenza dell’uomo e per tutto questo Dio ha pagato un prezzo che nessun uomo ordinario ha mai pagato. La forza vitale di Dio può prevalere su ogni potenza; inoltre, è superiore a ogni potenza. La Sua vita è eterna, la Sua potenza è straordinaria, la Sua forza vitale non viene facilmente sopraffatta da alcun essere creato né da alcuna forza nemica. La forza vitale di Dio esiste e irradia il suo splendore luminoso, indipendentemente dal tempo e dal luogo. La vita di Dio rimane per sempre immutata, nonostante tutti i sovvertimenti del cielo e della terra. Tutte le cose passano, ma la vita di Dio rimane per sempre, poiché Egli è la fonte e la radice dell’esistenza di tutte le cose. La vita dell’uomo trae origine da Dio, l’esistenza del cielo è opera di Dio, e l’esistenza della terra deriva dalla potenza della vita di Dio. Nessun oggetto dotato di vitalità può trascendere la sovranità di Dio, e nessun essere dotato di vigore può sottrarsi all’ambito della Sua autorità. In tal modo ognuno, chiunque sia, deve sottomettersi al dominio di Dio, ognuno deve vivere sotto il Suo comando, e nessuno può sfuggire al Suo controllo.

Forse adesso desideri ricevere la vita o forse desideri acquisire la verità. In ogni caso vuoi trovare Dio, trovare il Dio su cui fare affidamento e che può fornirti la vita eterna. Se desideri acquisire la vita eterna, devi prima capirne la fonte e sapere dov’è Dio. Ho già detto che soltanto Dio è vita immutabile e soltanto Lui possiede la via della vita. Poiché la Sua vita è immutabile, è anche eterna; poiché solo Dio è la via della vita, Egli Stesso è anche la via della vita eterna.

…………

Il Cristo degli ultimi giorni dona la vita e offre la via duratura e perpetua della verità. Questa verità è il cammino attraverso cui l’uomo guadagnerà la vita e l’unico cammino con cui egli conoscerà Dio e sarà da Lui approvato.

da “Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in La Parola appare nella carne

La vita donata da Dio all’uomo sia senza fine e svincolata da carne, tempo o spazio. Questo è il mistero della vita che Dio ha riservato all’uomo e la prova che la vita ha origine da Lui. Sebbene molti possano non credere che la vita abbia avuto origine da Dio, l’uomo inevitabilmente gode di tutto ciò che viene da Dio, sia che creda o che non creda nella Sua esistenza. Se Dio dovesse un giorno cambiare improvvisamente il Proprio cuore e desiderasse reclamare tutto ciò che esiste nel mondo e riprenderSi la vita che Egli ha dato, allora tutto cesserebbe di esistere. Dio usa la Sua vita per sostenere tutte le cose sia viventi che prive di vita, mantenendo tutto in buon ordine, in virtù del Proprio potere e della Propria autorità. Questa è una verità che nessuno può concepire né facilmente comprendere e queste incomprensibili verità sono la manifestazione stessa e la prova tangibile della forza vitale di Dio. Ora, lascia che ti confidi un segreto: la grandezza e la potenza della vita di Dio non possono essere concepite da alcuna creatura. È così ora, era così allora, e così sarà nel tempo che verrà. Il secondo segreto di cui voglio renderti partecipe è questo: la sorgente della vita viene da Dio, per tutta la creazione, qualunque sia la differenza di forma o di struttura. Qualsiasi tipo di essere vivente tu sia, non puoi andare in senso contrario al percorso di vita che Dio ha stabilito. In qualsiasi caso, desidero solo si comprenda che, senza la cura, la protezione e la provvidenza di Dio, l’uomo, per quanto si sforzi o si dia da fare, non può ricevere ciò che gli è stato destinato. Senza il sostentamento vitale proveniente da Dio, l’uomo perde il senso del valore del vivere e perde il senso dello scopo della vita. Come potrebbe Dio permettere a un uomo che spreca il valore della Sua vita di essere così spensierato? Pertanto ti esorto di nuovo a non dimenticare che Dio è la fonte della tua vita.

da “Dio è la sorgente della vita dell’uomo” in La Parola appare nella carne

Una volta completata l’opera di conquista, l’uomo sarà condotto in un mondo bellissimo. Questa vita, di certo, esisterà ancora sulla terra, ma sarà affatto diversa da quella odierna. È la vita che attende l’uomo quando tutto il genere umano sarà stato conquistato; sarà un nuovo inizio per l’uomo sulla terra, e per l’umanità sarà la prova che l’uomo è entrato in un nuovo e splendido regno. Sarà l’inizio della vita dell’uomo e di Dio sulla terra. Il presupposto di un’esistenza così bella deve essere che, una volta purificato e conquistato, l’uomo si sottometta dinanzi al Creatore. Dunque, l’opera di conquista giunge all’ultima fase dell’opera di Dio, che precede l’approdo dell’uomo al meraviglioso destino. Un’esistenza simile è la vita futura dell’uomo sulla terra, è la vita più bella sulla terra, l’esistenza a cui l’uomo aspira, quella che non ha mai raggiunto nella storia del mondo. È l’esito finale dell’opera di gestione di seimila anni, quello a cui il genere umano ambisce di più, nonché la promessa di Dio all’uomo. Nondimeno, tale promessa non può realizzarsi subito: l’uomo accederà al destino futuro solo una volta completata l’opera degli ultimi giorni e una volta che egli sarà stato pienamente conquistato, ovvero quando Satana sarà stato sconfitto per sempre. L’uomo sarà affinato e privato della sua natura peccaminosa poiché Dio avrà sconfitto il Maligno, il che significa che non vi sarà alcuna invasione delle forze ostili e che nessuna forza ostile potrà aggredire la carne dell’uomo. Dunque l’uomo sarà libero e puro – sarà entrato nell’eternità. …oggi, questi non sta bene perché[a] il Maligno fomenta ancora ulteriori tensioni sulla terra e l’intero disegno di Dio non si è ancora compiuto. Una volta che Satana sarà stato sconfitto, l’uomo sarà completamente libero; quando egli guadagnerà Dio e si sottrarrà alla potestà del Maligno, contemplerà il Sole di giustizia. La vita dovuta all’uomo normale sarà riconquistata; tutto quello che l’uomo normale deve possedere – come l’abilità di distinguere il bene dal male, comprendere come mangiare e vestirsi e la capacità di vivere normalmente – tutto ciò sarà riconquistato. Seppure Eva non fosse stata tentata dal serpente, dopo essere stato creato in principio, l’uomo avrebbe dovuto vivere una vita ordinaria. Avrebbe dovuto mangiare, vestire e condurre la vita di un uomo normale sulla terra. Nonostante ciò, dopo che egli divenne depravato, questa esistenza si trasformò in un sogno irrealizzabile e nemmeno oggi l’uomo osa immaginare simili cose. Infatti, la bella vita che egli desidera è un’esigenza: se tale non fosse il suo destino, allora la sua esistenza depravata sulla terra non avrebbe mai fine; e se non esistesse una vita così bella, allora né la sorte di Satana né l’età soggetta alla sua potestà sulla terra avrebbero mai fine. L’uomo deve entrare in un regno irraggiungibile dalle forze della malvagità e, quando ciò accadrà, sarà la prova che Satana è stato sconfitto. … Quando l’uomo giungerà al destino eterno, adorerà il Creatore e, poiché ha guadagnato la salvezza ed è entrato nell’eternità, non perseguirà alcun obiettivo né dovrà preoccuparsi di essere assediato da Satana. In quel tempo, l’uomo conoscerà il suo posto e adempirà al suo dovere; e tutti compiranno il proprio dovere, pur non essendo castigati o giudicati. In quel tempo, l’uomo sarà una creatura sia nell’identità che nello stato. Non esisterà più alcuna distinzione fra alto e basso; ciascuno adempirà soltanto a una diversa funzione. Nondimeno, l’uomo vivrà ancora in un destino regolare e appropriato al genere umano; compirà il suo dovere per venerare il Creatore e un genere umano simile sarà quello dell’eternità.

da “Ridare una vita normale all’uomo e condurlo a un destino meraviglioso” in La Parola appare nella carne

Note a piè di pagina:

a. Il testo originale recita “oggi, è perché”.

Pagina precedente:In che modo le tre fasi dell’opera di Dio si rafforzano gradualmente per fare sì che le persone vengano salvate?

Pagina successiva:Alcuni hanno detto: “Se seguiamo la via del Signore Gesù e ci comportiamo secondo le Sue prescrizioni, se siamo umili e pazienti, se amiamo i nostri nemici, se portiamo la croce, se mortifichiamo il nostro corpo, se predichiamo e se svolgiamo il lavoro e rendiamo testimonianza a Lui, se ci impegniamo in queste cose, diventeremo santi”. Perché è sbagliato dirlo?

Potrebbero interessarti anche