L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Registrazione dei discorsi di Cristo

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

La differenza tra cambiamenti esteriori e cambiamenti di indole

Che cosa sapete riguardo ai cambiamenti di indole? L’essenza dei cambiamenti di indole e dei cambiamenti di comportamento è diversa, e anche i cambiamenti di pratica sono diversi: sono tutti di essenza differente. I più pongono un accento particolare sul comportamento nella loro fede in Dio e, di conseguenza, intervengono cambiamenti nel loro comportamento. Quando cominciano a credere in Dio, smettono di competere con gli altri, smettono di lottare con gli altri e di insultarli, smettono di fumare e di bere, non rubano beni pubblici – nemmeno un semplice chiodo o un’asse di legno – e si spingono perfino a non rivolgersi al tribunale quando subiscono perdite o torti. Senza dubbio, nel loro comportamento avvengono in effetti alcuni cambiamenti. Poiché, dopo aver cominciato a credere in Dio, si sentono particolarmente bene per aver accettato la vera via, e poiché hanno anche assaporato la grazia dell’opera dello Spirito Santo, sono particolarmente ferventi, e non vi è nulla che non possano abbandonare o intraprendere. Eppure, dopo avere creduto per tre, cinque, dieci o trent’anni, poiché non vi è stato alcun cambiamento nella loro indole di vita, alla fine scivolano di nuovo nei loro vecchi modi, la loro arroganza e la loro altezzosità aumentano, ed essi cominciano a lottare per il potere e il profitto, bramano il denaro della Chiesa, fanno qualunque cosa favorisca i loro interessi, anelano al prestigio e ai piaceri e diventano parassiti della casa di Dio. La maggior parte dei capi, in particolare, vengono abbandonati. E che cosa dimostrano questi fatti? I cambiamenti che riguardano soltanto il comportamento sono insostenibili. Se non si modifica l’indole di vita delle persone, prima o poi si manifesterà il loro lato malvagio. Poiché la fonte dei cambiamenti del loro comportamento è il fervore, abbinato a una certa opera dello Spirito Santo in quel momento, è facilissimo per loro divenire ferventi o essere buoni per un certo periodo. Come dicono i miscredenti: “Compiere una buona azione è facile, il difficile è compiere buone azioni per tutta la vita”. Gli esseri umani sono incapaci di compiere buone azioni per l’intera vita. Il loro comportamento è guidato dalla vita; comunque sia la loro vita, così è il loro comportamento, e solo ciò che viene rivelato naturalmente rappresenta la vita e la propria natura. Le cose false non possono durare. Quando Dio opera per salvare l’uomo, non è per adornarlo di buon comportamento; l’opera di Dio ha lo scopo di modificare l’indole delle persone, di farle rinascere come persone diverse. Pertanto il giudizio, il castigo, le prove e l’affinamento dell’uomo a opera di Dio hanno tutti lo scopo di modificarne l’indole, affinché egli possa conseguire obbedienza assoluta e fedeltà a Dio, nonché la normale adorazione di Dio. Questo è lo scopo dell’opera di Dio. Comportarsi bene non è la stessa cosa che obbedire a Dio, tanto meno equivale a essere in armonia con Cristo. I cambiamenti di comportamento si basano sulla dottrina e nascono dal fervore; non si basano sulla vera conoscenza di Dio, né sulla verità, tanto meno si fondano sulla guida dello Spirito Santo. Anche se vi sono momenti in cui una parte di ciò che fanno le persone è guidata dallo Spirito Santo, questa non è l’espressione della vita, tanto meno equivale a conoscere Dio; per quanto sia buono il comportamento di una persona, non dimostra che obbedisca a Dio né che metta in pratica la verità. I cambiamenti di comportamento sono un’illusione momentanea, sono la manifestazione dello zelo e non l’espressione della vita. Così quando vedete certe persone che, nel pieno dello zelo, possono fare delle cose per la casa di Dio e perfino rinunciare a certe cose, non lodatele mai. Tutto ciò che potete fare è guidare tali persone in direzione della verità, verso il cammino della vita; non potete smorzarne l’entusiasmo. Le persone zelanti sono spesso fortemente motivate e hanno aspirazioni; per la maggior parte bramano la vera via e sono persone che Dio ha predestinato e prescelto. Per la maggior parte, le persone zelanti sono sinceri credenti in Dio; se qualcuno è un nuovo credente e non è zelante, questo è preoccupante. Sono gli zelanti a essere condotti più facilmente verso la retta via.

Le persone possono comportarsi bene, ma ciò non significa necessariamente che siano in possesso della verità. Il fervore delle persone può solo indurle ad attenersi alla dottrina e a seguire le regole; coloro che sono privi della verità non hanno modo di risolvere problemi sostanziali, e la dottrina non può prendere il posto della verità. Coloro che hanno modificato la propria indole sono diversi. Hanno in sé la verità, mostrano discernimento in tutte le questioni, sanno come agire secondo la volontà di Dio, come agire secondo i principi della verità, come agire per soddisfare Dio, e capiscono la natura della corruzione che rivelano. Quando vengono rivelate le loro idee e concezioni, sono in grado di mostrare discernimento e rinunciare alla carne. Così viene espresso il cambiamento di indole. L’aspetto principale di un cambiamento di indole è che le persone possiedono sia verità sia chiarezza e, quando eseguono le cose, mettono in pratica la verità con relativa precisione e in loro non emerge altrettanto spesso la corruzione. In genere, chi ha avuto un cambiamento di indole appare piuttosto ragionevole e dotato di discernimento e, in conseguenza della sua comprensione della verità, non emergono in altrettanta misura il senso di presunzione e l’arroganza. Tali persone sono in grado di vedere tutto con chiarezza, perciò non diventano arroganti dopo avere acquisito tale chiarezza. Sono in grado di avere una comprensione misurata di quale sia il posto dell’uomo, di come comportarsi in maniera ragionevole, di come essere ligi al dovere, di che cosa dire e che cosa non dire, e di che cosa dire e che cosa fare a quali persone. Ecco perché viene detto che persone di questo genere sono relativamente ragionevoli. Coloro che modificano la propria indole vivono veramente le sembianze di un essere umano e possiedono la verità; non sono soggetti all’influenza degli altri. Coloro che hanno avuto un cambiamento di indole sono più saldi, non tentennano e, in qualunque situazione si trovino, sanno svolgere adeguatamente il proprio dovere e sanno come fare le cose per soddisfare Dio. Coloro la cui indole è cambiata non si concentrano su che cosa fare per apparire buoni a livello superficiale: possiedono chiarezza interiore riguardo a che cosa fare per soddisfare Dio. Pertanto, dall’esterno può sembrare che non siano tanto entusiasti o che non abbiano fatto alcunché di grandissimo, ma tutto ciò che fanno è significativo, è prezioso e ha risultati pratici. Coloro la cui indole è cambiata sicuramente possiedono in grande misura la verità: lo possono confermare il loro modo di vedere le cose e i principi che seguono nelle loro azioni. Coloro che non possiedono la verità assolutamente non hanno avuto un cambiamento di indole. Questo non vuol dire che chi è maturo nella propria umanità avrà necessariamente un cambiamento di indole; ciò avviene con la massima probabilità quando alcuni dei veleni satanici presenti nella natura della persona cambiano per via della sua conoscenza di Dio e della sua comprensione della verità. Vale a dire, tali veleni vengono purificati e la verità espressa da Dio mette radici nella persona, diventa la sua vita e il fondamento della sua esistenza. Soltanto allora diviene una persona nuova, e la sua indole, pertanto, cambia. Questo non vuol dire che la sua indole esteriore sia più mite di prima, che un tempo fosse arrogante ma adesso le sue parole siano ragionevoli, che un tempo non ascoltasse nessuno ma adesso sappia ascoltare gli altri: non si può dire che questi cambiamenti esteriori siano cambiamenti di indole. Naturalmente, i cambiamenti di indole includono effettivamente tali situazioni, ma l’aspetto davvero fondamentale è che la sua vita interiore è cambiata. La verità espressa da Dio diventa la sua vita, alcuni dei veleni satanici interiori sono stati eliminati, il punto di vista della persona è mutato completamente e non è per nulla allineato a quello del mondo. Tale persona vede chiaramente le macchinazioni e i veleni del gran dragone rosso; ha compreso la vera essenza della vita. Così i suoi valori per la vita sono cambiati: ciò costituisce il cambiamento davvero fondamentale e l’essenza di un cambiamento di indole.

Su quale base vivevano le persone in precedenza? Tutti vivono per sé stessi. Si salvi chi può e il diavolo si prenda gli ultimi: questo è il riassunto della natura dell’uomo. Credere in Dio viene fatto per sé stessi, e ottenere benedizioni ancora di più. Gettare via cose per Dio, spendersi per Dio ed essere fedeli a Dio: tutto questo viene fatto per sé stessi. In sintesi, è tutto allo scopo di acquisire benedizioni per sé. Nel mondo, tutto è per beneficio personale. Credere in Dio significa acquisire benedizioni, ed è per ottenere benedizioni che si getta via tutto, e per ottenere benedizioni si possono sopportare grandi sofferenze. Queste sono tutte prove empiriche della natura corrotta dell’uomo. Tuttavia, coloro che vanno incontro a un cambiamento di indole sono diversi. Come vivere in maniera significativa, come compiere i doveri di una persona perché sia degna di essere definita umana, come adorare Dio e come obbedire a Dio e soddisfarLo: ritengono che questo sia il fondamento dell’essere una persona e sia un loro obbligo, in conformità ai principi inalterabili del cielo e della terra. Altrimenti non saranno degni di essere definiti umani, non vi sarà alcun senso, ed essi saranno colmi di vanità. Gli esseri umani dovrebbero vivere per soddisfare Dio, per compiere bene il proprio dovere e per vivere una vita significativa, cosicché anche quando moriranno si sentiranno soddisfatti senza il minimo rimpianto e non avranno vissuto invano. Confrontando questi due tipi di situazione, vediamo che la seconda è una persona la cui indole è cambiata e, poiché la sua indole di vita è cambiata, il modo di vedere la vita è certamente mutato. Con valori diversi, non vivrà mai più per sé, e la sua fede in Dio non sarà mai più allo scopo di acquisire benedizioni per sé. Potrà dire: “Dopo aver conosciuto Dio, che cos’è per me la morte? Conoscere Dio mi ha consentito di vivere una vita significativa. Non ho vissuto invano e non morirò con rimpianti: non ho di che lamentarmi”. Non è forse un diverso modo di vedere la vita? Pertanto, la causa principale di un cambiamento dell’indole di vita è possedere interiormente la verità e avere conoscenza di Dio; il proprio modo di vedere la vita è cambiato, e i valori sono diversi da prima. Il cambiamento parte dall’interno e dalla vita; sicuramente non è solo un cambiamento esteriore. Certi nuovi fedeli, dopo aver cominciato a credere in Dio, si sono lasciati alle spalle il mondo secolare; quando incontrano miscredenti non hanno nulla da dire e raramente si incontrano con parenti e amici, e i miscredenti dicono: “Questa persona è davvero cambiata”. Allora tali fedeli pensano: “La mia indole è davvero cambiata: i miscredenti dicono che io sono cambiato”. In realtà, la loro indole è davvero cambiata? No. Sono soltanto cambiamenti esteriori. Nella loro vita non vi è stato alcun cambiamento, e la loro vecchia natura rimane radicata in loro, completamente intatta. Talvolta, gli esseri umani sono avvinti dal fervore per via dell’opera dello Spirito Santo; avvengono alcuni cambiamenti esteriori ed essi compiono alcune buone azioni. Ma ciò non equivale a un cambiamento di indole. Tu sei senza la verità, la tua visione delle cose non è cambiata, addirittura non è diversa da quella dei miscredenti, e i tuoi valori e il tuo modo di vedere la vita non si sono modificati. Non hai nemmeno un cuore che veneri Dio, cioè proprio il minimo che dovresti possedere. Nulla potrebbe essere più lontano dal cambiamento di indole. Per conseguire un cambiamento di indole, l’aspetto davvero fondamentale è perseguire la comprensione di Dio e avere di Lui una comprensione vera. Prendi Pietro, per esempio: quando Dio voleva consegnarlo a Satana, egli disse: “Puoi consegnarmi a Satana. Tu sei Dio, Tu sei onnipotente. Tutto è nelle Tue mani; come faccio a non lodarTi per le cose che fai? Ma se, prima di morire, potessi conoscerTi, sarebbe meglio”. Pietro riteneva che nella vita delle persone conoscere Dio fosse la massima importanza; dopo aver conosciuto Dio, ogni genere di morte sarebbe andato bene, e ogni modo in cui Dio la gestisse sarebbe andato bene. Riteneva che conoscere Dio fosse l’aspetto cruciale; se non avesse conseguito la verità, non sarebbe mai rimasto soddisfatto, ma nemmeno si sarebbe lamentato nei confronti di Dio. Con tale spirito, con una tale brama di perseguire la conoscenza di Dio, per Pietro il modo di vedere la vita cambiò davvero. Da questa affermazione possiamo vedere che la sua indole cambiò, che egli era una persona la cui indole era cambiata. Al termine di questa esperienza, Dio disse che Pietro era colui che meglio Lo conosceva e Lo amava veramente.

Se uno non possiede la verità, la sua indole non può mai cambiare. Anche se è un capo della Chiesa, non sarà in grado di svolgere l’effettiva attività di capo; si limiterà ad agire nominalmente ed eseguirà soltanto lavoro amministrativo. Soltanto coloro che veramente sanno nutrire la Chiesa e fornire la verità e la vita sono coloro che possiedono la verità. In questo momento, voi siete in un periodo di formazione, all’epoca del vostro ingresso. Quando verrà il momento in cui sarete veramente entrati nella realtà della verità, soltanto allora potrete guidare gli altri. Soltanto coloro che possiedono la verità e coloro la cui indole di vita è cambiata sono capi degni di questo nome.

Pagina precedente:Colui che manca della verità non può guidare gli altri

Pagina successiva:Ciò che si deve sapere sulla trasformazione dell’indole

Potrebbero interessarti anche