Discorsi di Cristo degli ultimi giorni (Selezioni)

Contenuti

Dio Stesso, l’Unico V

La santità di Dio (II)

Buonasera a tutti! (Buonasera, Dio Onnipotente!) Oggi, fratelli e sorelle, intoniamo un inno. Trovatene uno che vi piace e che avete già cantato abitualmente. (Vorremmo intonare un inno della parola di Dio: “Amore puro senza macchia”).

Ritornello: “Amore” si riferisce a un’emozione pura e immacolata, dove usate il cuore per amare, sentire e ponderare. In amore non esistono condizioni, barriere e distanze. In amore non esistono sospetto, frode, patto e astuzia. In amore non vi è scelta e nulla è impuro.

1. Se provate un amore simile, allora non ingannate, non lamentatevi, non tradite, non ribellatevi, non prendete né domandate di ricevere tutto o una certa quantità. Se amate, allora vi sacrificate volentieri.

2. Se provate un amore simile, allora sopportate di buon grado le avversità e cooperate con Dio. Abbandonereste tutto quello che possedete per Dio: la vostra famiglia, il vostro futuro, la vostra gioventù e il vostro matrimonio. Altrimenti il vostro amore non è amore, ma inganno e tradimento!

È stata scelta una bella canzone. Vi piace cantarla? (Sì). Che cosa provate dopo averla intonata? Riuscite a sentire questo genere di amore in voi? (Non ancora). Quali parole della canzone ti commuovono più profondamente? (Forse “In amore non esistono condizioni, barriere e distanze. In amore non esistono sospetto, frode, patto e astuzia. In amore non vi è scelta e nulla è impuro”. Eppure scorgo ancora dell’impurità dentro di me e percepisco anche dove tento di stringere dei patti con Dio, le aree in cui non sono all’altezza; così, quando penso a me stesso oggi, non ho davvero raggiunto un tipo di amore che sia puro e senza macchia). Se non hai raggiunto un tipo di amore puro e senza macchia, che genere di amore provi? Quale livello di amore porti in te? (Sono soltanto alla fase in cui desidero cercare e bramo ardentemente). Basandoti sulla tua statura morale e usando parole tue in base alle tue esperienze, quale livello hai raggiunto? Hai commesso una frode, hai delle lamentele? (Sì). Porti delle richieste nel cuore, ci sono cose che vuoi e che desideri da Dio? (Sì, ci sono queste cose adulterate). In quali circostanze si manifestano? (Quando la situazione che Dio ha predisposto per me non coincide con la mia idea di come dovrebbe essere oppure quando i miei desideri non sono stati soddisfatti, mostro questo tipo di indole corrotta). Cantate spesso questa canzone? Potreste spiegare come interpretate le parole “amore puro senza macchia”? E perché Dio definisce così l’amore? (Io stesso amo molto questo brano perché riesco davvero a capire che questo amore è un amore completo. Tuttavia, mi sento piuttosto distante da questo modello. Ora mi trovo semplicemente nella fase in cui desidero privarmi di certe cose e sopportare dei sacrifici nella ricerca della verità, ma non appena qualcosa incide sul mio futuro e sul mio destino, mi sento in conflitto. Capisco che dentro di me nutro poca fiducia in Dio). (Adesso sento di essere ancora molto lontano dal conquistare il vero amore, ma ci sono degli ambiti in cui sono riuscito a compiere dei progressi in questa direzione, anche grazie alla forza che mi hanno dato le parole di Dio e al fatto che in simili circostanze coopero con Dio attraverso la preghiera. Tuttavia, quando questo coinvolge le mie opinioni sull’esistenza, sento che talvolta non riesco a superarle). In quei momenti, hai mai pensato a quello che potrebbe ostacolarti? Hai mai riflettuto su questi problemi? (Sì, ci ho riflettuto e sono perlopiù il mio orgoglio e la mia vanità, come pure le aspettative sul mio futuro e sul mio destino, che costituiscono un grande impedimento). Quando le aspettative sul tuo futuro e il tuo destino rappresentano un grande impedimento, hai mai riflettuto sul perché di un simile ostacolo? Come potrebbero questo futuro e questo destino divenire un ostacolo? Che cosa desideri dal tuo futuro e dal tuo destino? (Non ho capito bene questo tema, talvolta mi ritrovo in situazioni in cui penso di non avere né futuro né destino o credo addirittura di non avere una destinazione in ciò che Dio mi ha rivelato. In questi momenti mi sento molto debole e penso che questo sia diventato il mio grandissimo impedimento. Tuttavia, dopo un periodo di esperienza e di preghiera, la situazione può giungere a un punto di svolta, ma spesso la questione mi disturba ancora). A che cosa ti riferisci veramente quando parli di “futuro e destino”? (Significa che quando Dio dispone delle circostanze per me, non mi sento adatto a soddisfare le Sue richieste. Alle volte mi domando se Dio mi Si riveli o meno e non credo di avere un destino o una meta, e mi sento molto debole). A che cosa vi riferite veramente quando parlate di “futuro e destino”? Potete indicare alcunché? È un disegno oppure qualcosa che avete immaginato o che potreste in effetti vedere? È una cosa reale? (È il destino). Che cos’è il destino? Che cos’è il futuro? Nel vostro cuore dovreste chiedervi a che cosa si riferisce l’intima preoccupazione che nutrite circa il vostro futuro e il vostro destino. (È l’essere salvato e il sopravvivere, e la speranza di diventare gradualmente adatto all’uso da parte di Dio e di soddisfare il modello compiendo il mio dovere. Queste cose vengono spesso rivelate da Dio e sento di non essere all’altezza). Altri fratelli e sorelle, dovreste spiegare come interpretate l’espressione “amore puro senza macchia”? (Dagli individui non proviene niente di impuro ed essi non sono controllati dal proprio futuro e dal proprio destino. A prescindere da come Dio li tratta, sono in grado di obbedire assolutamente alla Sua opera, come pure di obbedire alle Sue orchestrazioni e seguirLo fino alla fine. Soltanto questo genere di amore per Dio è amore puro e senza macchia. Solo quando mi confronto con questo scopro che, da quando credo in Dio, posso, in apparenza, essermi privato di certe cose o avere sopportato dei sacrifici, ma non sono mai riuscito a donare veramente il mio cuore a Dio. Quando Dio mi svela, mi sento come se fossi stato qualificato come un individuo che non può essere salvato e indugio in queste circostanze negative. Mi vedo compiere il mio dovere, eppure al contempo mi osservo nel tentativo di stringere dei patti con Dio, incapace di amarLo con tutto il mio cuore, e penso sempre alla mia destinazione, al mio futuro e al mio destino. Ricordo che la fratellanza dell’uomo un tempo disse che avremmo dovuto ripagare l’amore di Dio compiendo il nostro dovere, che l’amore deve essere espresso sinceramente e non solo con parole vuote. Rispetto a ciò mi sento molto distante da questo amore).

Sembra che abbiate intonato spesso questa canzone e che tu ne abbia una certa comprensione e che vi siano dei nessi con le tue esperienze attuali. Nondimeno, quasi tutti hanno livelli differenti di accettazione delle frasi contenute in “Amore puro senza macchia”: alcuni sono volenterosi, altri cercano di tralasciare il loro futuro; alcuni cercano di mettere in disparte le loro famiglie, altri non cercano di ricevere alcunché, e altri ancora esigono da se stessi di non ingannare, non lamentarsi né ribellarsi a Dio. Perché Dio vorrebbe suggerire questo tipo di amore e pretendere che le persone Lo amino in questa maniera? È un genere di amore che possono raggiungere? Ossia, sono capaci di amare così? Le persone possono capire di non esserne in grado poiché non tutte posseggono questo tipo di amore; e quando ciò accade ed esse sono fondamentalmente ignoranti sull’amore, Dio pronuncia queste parole che esse non conoscono. Poiché le persone vivono in questo mondo, vivono nella propria indole corrotta, se provassero questo tipo di amore o se lo potessero possedere, senza pretese né richieste, desiderose di dedicarvisi e disposte a sopportare la sofferenza e ad abbandonare tutto ciò che possiedono, come sarebbe considerato colui che ha questo tipo di amore agli occhi altrui? Non sarebbe perfetto? (Sì). Esiste una persona tanto perfetta in questo mondo? Non esiste, vero? Non esiste affatto in questo mondo, a meno che non viva in isolamento, giusto? Pertanto, alcuni (tramite le loro esperienze) compiono uno sforzo enorme per corrispondere alla descrizione fornita da queste parole. Trattano se stessi, frenano se stessi e tradiscono persino se stessi costantemente: tollerano la sofferenza e abbandonano le proprie idee. Rinunciano ai modi in cui si sono ribellati a Dio, rinunciano ai propri desideri e alle proprie necessità. Eppure, alla fine, non riescono ancora a soddisfare quei requisiti. Perché ciò accade? Dio afferma che queste cose forniscono alla gente un modello da seguire, così conoscerà il livello preteso da Dio. Nondimeno, Dio dichiara mai che le persone debbano raggiungere subito questo modello? Dio indica mai in quanto tempo debbano raggiungerlo? (No). Dio afferma mai che le persone devono amarLo in questa maniera? È quanto si sostiene in questo passaggio? No, non è così. Dio sta solo parlando alle persone dell’“amore” a cui si riferiva. E per quanto riguarda coloro che sanno amare e trattare Dio in questa maniera, quali sono le Sue richieste? Non è necessario soddisfarle all’istante o subito, perché le persone non sono in grado di farlo. Avete mai pensato a quale genere di condizioni devono soddisfare per amare in questa maniera? Raggiungeranno gradualmente questo amore leggendo di frequente queste parole? (No). Quali sono dunque le condizioni? Innanzitutto, le persone come possono essere libere dal sospetto su Dio? (Solo gli onesti possono esserlo). E sull’essere liberi dalla frode? (Devono essere anch’essi onesti). Ed essere degli individui che non desiderano stringere patti con Dio? Anche costoro devono essere onesti. E a proposito dell’astuzia? A che cosa si riferisce questo brano dicendo che non vi è scelta in amore? Si riferisce all’essere una persona onesta? Vi sono moltissimi dettagli in questo passaggio; la capacità di Dio di proporre o di definire questo tipo di amore, di esprimerlo in questa maniera, che cosa conferma? Possiamo dire che Dio possiede questo tipo di amore? (Sì). Dove lo vedete? (Nell’amore di Dio per l’uomo). L’amore di Dio per l’uomo è condizionato? (No). Esistono barriere o distanze fra Dio e l’uomo? (No). Dio ha sospetti sull’uomo? (No). Dio osserva l’uomo e lo comprende, giusto? (Sì). Mmh, Egli comprende davvero l’uomo. Dio è ambiguo verso l’uomo? (No). Poiché Dio parla così perfettamente di questo amore, il Suo cuore o la Sua sostanza sarebbero tanto perfetti? Le persone hanno mai definito l’amore in questa maniera? (No). In quali circostanze l’uomo ha definito l’amore? In che modo parla dell’amore? Non corrisponde al donare o all’offrire? (Sì). La definizione umana di amore è semplice e manca di sostanza.

La definizione che Dio dà dell’amore e il modo in cui ne parla sono collegati a un aspetto della Sua sostanza, ma quale? L’ultima volta abbiamo parlato di un argomento molto importante, è un tema che è già stato sollevato e dibattuto molte volte, ed è una parola che ricorre spesso nel corso sulla fede in Dio benché sembri contemporaneamente conosciuta e sconosciuta alle persone, ma perché? È una parola che deriva dalle lingue dell’umanità e fra gli uomini la sua definizione è sia distinta che vaga, ma qual è questa parola? (Santità). Ah, santità: questo era l’argomento di cui abbiamo parlato. Abbiamo accennato all’argomento, ma la nostra discussione era incompleta. In base alla parte che abbiamo esaminato l’ultima volta, tutti hanno ottenuto una nuova comprensione della sostanza della santità di Dio? (Sì). Quale ritenete che fosse la nuova comprensione? Ossia, che cosa in quella cognizione o in quelle parole vi ha fatto sentire che la vostra comprensione della santità di Dio era diversa o cambiata rispetto a ciò che ho comunicato sulla santità di Dio? Ricordate? Vi ha colpiti? (Dio afferma di sentire con il Suo cuore; esso è puro. Questo è un aspetto della santità). Questo è parte di essa, vi è altro da aggiungere? (C’è santità quando Dio è adirato con l’uomo, ed è senza macchia). (Nell’autorità di Dio vedo la Sua perfezione, la Sua fedeltà, la Sua saggezza e la Sua autorità su tutte le cose. Comprendo questi aspetti). “Autorità su tutte le cose”, ossia l’autorità di Dio, adesso stiamo parlando della santità di Dio. (Riguardo alla santità di Dio, comprendo che vi siano ira e misericordia nella Sua indole retta, il che mi ha molto colpito; inoltre, ha sollevato il tema che l’indole retta di Dio è unica, aspetto di cui in passato non avevo una simile cognizione o definizione. Eppure nel momento di condivisione con Te, hai parlato dell’ira di Dio che è diversa dalla collera dell’uomo. È qualcosa che nessuna creatura possiede. L’ira di Dio è una cosa positiva e di principio; nasce dalla sostanza innata di Dio. Ciò accade perché Dio vede qualcosa di negativo e così libera la Sua ira. Nella Sua misericordia, vedo inoltre che nessuna creatura la possiede. Sebbene l’uomo compia atti amorevoli o azioni giuste che sono considerati simili alla misericordia, essi sono tuttavia impuri e vi è un motivo alla base di questo. Alcuni tipi della cosiddetta misericordia sono addirittura finti e vuoti. Nondimeno ho visto la salvezza di Dio quando manifesta la misericordia alle persone e questa misericordia pone l’uomo direttamente sul cammino della salvezza; mette le persone sulla retta via per credere in Dio affinché ricevano il loro bellissimo destino e la speranza. Dunque la misericordia di Dio è posseduta nella Sua sostanza e pertanto, anche se Egli distruggesse una città a causa della Sua ira, poiché ha una sostanza misericordiosa potrebbe, in ogni tempo e in ogni luogo, salvare e proteggere gli abitanti di quella città. Questo è ciò che capisco). Hai una certa comprensione dell’indole retta di Dio.

Rispetto alle domande che vi ho appena posto, la maggioranza di voi ha riconosciuto che l’amore di Dio è tanto grande e tanto reale, ma vi manca la conoscenza della sostanza santa di Dio. Riguardo all’argomento della nostra discussione, tratterò dell’ambito che concerne la conoscenza della santità di Dio. Le persone molte volte associano l’indole retta di Dio alla Sua santità e tutte conoscono e hanno sentito alcuni dettagli di questa indole. Inoltre, molte accostano spesso la santità all’indole retta di Dio nella loro comunicazione con i fratelli, affermando che l’indole retta di Dio è santa. Tutti conoscono la parola “santo”, che è di uso comune, ma rispetto alle sue connotazioni quali sono le espressioni della santità di Dio che le persone possono cogliere? Che cosa ha rivelato Dio che le persone possono riconoscere? Temo che nessuno lo sappia. Affermiamo che l’indole di Dio è retta ma, se consideri l’indole retta di Dio e dici che è santa, il concetto appare un po’ vago, un po’ confuso. Perché? Sostieni che l’indole di Dio è retta o sostieni che la Sua indole retta è santa, dunque nei vostri cuori come qualificate la santità di Dio, come la comprendete? Ossia, le persone riconoscerebbero come santo ciò che Dio ha rivelato e ciò che riguarda tutto quello che Egli ha ed è? Hai riflettuto su questo in passato? Quello che ho visto è che le persone spesso pronunciano parole di uso comune o enunciano frasi che sono state dette più e più volte, pur non sapendo nemmeno quello che stanno dicendo. È proprio come dicono tutti, e lo dicono d’abitudine, quindi diventa una frase fatta. Tuttavia, se dovessero esaminare e studiare davvero i dettagli, scoprirebbero che ne ignorano il vero significato o a cosa si riferisce. Proprio come la parola “santo”, nessuno sa esattamente a quale aspetto della sostanza di Dio ci si sta riferendo riguardo alla Sua santità. Circa il fatto di conciliare armonizzare la parola “santo” con Dio, nessuno ha cognizione e i cuori delle persone sono confusi e generici nel modo in cui riconoscono che Dio è santo. Eppure, se ci si pensa, in che modo Dio è santo? Qualcuno lo sa? Temo che la questione non sia abbastanza chiara. Oggi esamineremo l’argomento per riconciliare la parola “santo” con Dio affinché le persone possano apprendere il contenuto attuale della sostanza della santità di Dio, il che impedirà ad alcuni di utilizzare abitualmente la parola in maniera noncurante e di pronunciare delle parole in modo casuale quando ne ignorano il significato, o addirittura se sono o meno corrette e accurate. Si è sempre detto così: tu hai detto, io ho detto... è diventato un modo di esprimersi e perciò la gente ha macchiato, senza volere, la parola “santo”.

Riguardo alla parola “santo”, in apparenza sembra molto facile da comprendere, giusto? Quantomeno le persone credono che significhi pulito, immacolato, sacro e puro, come nell’inno “Amore puro senza macchia” che abbiamo appena cantato, dove “santo” e “amore” sono associati, il che è corretto; è parte di questo, l’amore di Dio è parte della Sua sostanza, eppure non è la sua interezza. Tuttavia, nell’opinione popolare la parola è associata a elementi considerati generalmente puri e lindi o che il singolo ritiene siano immacolati o incontaminati. Per esempio, alcuni sostengono che il fiore di loto sia limpido: in che modo le persone hanno imparato a definire così il fiore di loto? (“Il fiore di loto cresce nel fango eppure fiorisce immacolato.”) Fiorisce senza essere macchiato dall’acqua sporca, quindi la gente ha iniziato ad accostare l’aggettivo “santo” a questa parola. Alcuni hanno considerato anche delle storie d’amore altrui e il loro contenuto come santo, o avrebbero visto alcuni protagonisti fittizi meritevoli di essere definiti santi. Inoltre, alcuni consideravano le figure bibliche o altre di cui è scritto nei libri di contenuto spirituale quali, ad esempio, santi, apostoli o altri che un tempo seguirono Dio mentre Egli svolgeva la Sua opera—considerano alcune delle esperienze spirituali avute come se fossero sante. Tutto ciò venne concepito dalle persone e sono concezioni proprie delle persone. Perché hanno simili concezioni? La ragione è una sola e molto semplice: perché le persone vivono nell’indole corrotta e dimorano in un mondo malvagio e lordo. Tutto quello che vedono, tutto quello che toccano, tutto quello che vivono è il male di Satana e la corruzione di Satana nonché la trama, la lotta intestina e la guerra che colpiscono l’umanità sotto l’influsso del Maligno. Pertanto, anche quando Dio compie la Sua opera sulle persone o Si rivolge a loro e dimostra la Sua indole e la Sua sostanza, esse non sono in grado di vedere o accettare ciò che è la santità. Inoltre, questa è la ragione per cui la gente spesso afferma che Dio è santo. Poiché le persone vivono nella lordura e nella corruzione e sono sotto il dominio di Satana, non vedono la luce e non conoscono le questioni o gli elementi positivi e, inoltre, non conoscono la verità. Pertanto, nessuno sa davvero che cosa è santo. Ciò detto, esistono cose sante o persone sante in mezzo a questa umanità corrotta? (No). Possiamo affermare con certezza che no, non ve ne sono, perché solo la sostanza di Dio è santa. Riguardo alla santità della sostanza di Dio, l’ultima volta abbiamo comunicato un po’ in merito e questo è servito come ispirazione affinché le persone conoscessero la santità di Dio, ma non basta. Non può aiutarle in maniera sufficiente a conoscere appieno la santità di Dio, né può aiutarle in maniera sufficiente a comprendere che la santità di Dio è unica. Inoltre, non può permettere in maniera sufficiente alle persone di comprendere l’aspetto del vero significato di santità poiché è affatto incarnato in Dio. Pertanto, è necessario continuare la nostra comunicazione su questo argomento. Nella terza sezione del nostro incontro abbiamo discusso tre argomenti, quindi adesso affronteremo il quarto e inizieremo leggendo le Scritture.

4. La tentazione di Satana

(Mt 4:1-4) Allora Gesù fu condotto dallo Spirito su nel deserto, per esser tentato dal diavolo. E dopo che ebbe digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame. E il tentatore, accostatosi, gli disse: Se tu sei Figliuol di Dio, di’ che queste pietre divengan pani. Ma egli rispondendo disse: Sta scritto: Non di pane soltanto vivrà l’uomo, ma d’ogni parola che procede dalla bocca di Dio.

Con queste parole il diavolo provò innanzitutto a tentare il Signore Gesù. Qual è il contenuto delle parole pronunciate dal diavolo? Prosegui nella lettura. (“Se tu sei Figliuol di Dio, di’ che queste pietre divengan pani”). Il diavolo pronunciò queste parole, che erano alquanto semplici, ma il loro contenuto essenziale presenta forse un problema? (Sì). Quale? Disse “Se tu sei Figliuol di Dio”, dunque nel suo cuore, sapeva che il Signore Gesù era il Figlio di Dio? Sapeva che era Cristo? (Sì). Dunque perché disse “Se fossi”? (Provava a tentare Dio). Certo, stava cercando di tentare Dio, ma qual era il suo scopo nel fare ciò? Disse: “Se tu sei Figliuol di Dio”. Nel suo cuore sapeva che Gesù Cristo era il Figlio di Dio, questo gli era evidente, ciononostante ubbidì a Lui o Lo adorò? (No). Che cosa voleva fare? Desiderava agire così e pronunciare queste parole per fare adirare il Signore Gesù e quindi indurLo ad abboccare all’amo, e trarre in inganno il Signore Gesù affinché agisse secondo il suo modo di pensare e venisse preso all’amo. È questo il significato del passaggio? Nel suo cuore sapeva esattamente che questo era il Signore Gesù Cristo, eppure continuava ancora a esprimersi in quel modo. Non è questa la natura di Satana? Qual è la natura di Satana? (Essere furtivo, malvagio e non avere timore di Dio). Non ha timore di Dio. Quale azione negativa stava compiendo? Non voleva attaccare Dio? Desiderava usare questo metodo per attaccarLo e disse: “Se tu sei Figliuol di Dio, di’ che queste pietre divengan pani”. Non è questa l’intenzione malevola di Satana? (Sì). Che cosa cercava davvero di fare? Il suo scopo è molto chiaro: tentava di impiegare questo metodo per contestare la posizione e l’identità del Signore Gesù Cristo. Disse: “Se tu sei Figlio di Dio, di’ che queste pietre divengan pani. Se non lo fai, allora non sei il Figlio di Dio e semplicemente non compi quest’opera”. È questo il significato del passaggio? Desiderava usare questo metodo per aggredire Dio, desiderava smantellare e distruggere la Sua opera; tali sono la malignità e l’astuzia di Satana. La sua malvagità è la normale espressione della sua natura. Sebbene sapesse che il Signore Gesù Cristo era il Figlio di Dio, l’autentica incarnazione di Dio Stesso, non poteva che agire così, incalzare Dio e continuare ad aggredirLo e sforzarsi di turbare e distruggere la Sua opera e inimicarseLo.

Analizziamo adesso la frase pronunciata da Satana: “di’ che queste pietre divengan pani”. “Trasformare le pietre in pane” significa qualcosa? Non ha alcun significato. Se il cibo non manca, perché non sfamarsi? Perché è necessario trasformare le pietre in alimenti? Queste parole significano qualcosa? (No). Sebbene all’epoca digiunasse, il Signore Gesù aveva di che nutrirsi? Aveva del cibo? (Sì). Dunque, qui osserviamo l’uso insensato che Satana fa di questa frase. Nella sua insidiosità e nella sua malizia riconosciamo la sua irragionevolezza e la sua assurdità, giusto? Satana compie innumerevoli atti. Conosci la sua natura maliziosa e lo vedi distruggere l’opera di Dio. È odioso ed esasperante. Eppure, d’altra parte, non scorgi una natura infantile e assurda dietro le sue parole e le sue azioni? (Sì). Questa è una rivelazione sulla natura del Maligno; tale è la sua natura e compirà questo genere di azioni. Per gli uomini, la frase è illogica e risibile. Eppure simili parole possono invero essere pronunciate da Satana. Possiamo affermare che è ignorante? Assurdo? Il male satanico è ovunque e si rivela costantemente. E come risponde il Signore Gesù? (“Non di pane soltanto vivrà l’uomo, ma d’ogni parola che procede dalla bocca di Dio”). Queste parole sono potenti? (Lo sono). Perché le definiamo tali? (Sono la verità). Esatto. Queste parole sono la verità. Ora, l’uomo vive di solo pane? Il Signore Gesù digiunò per quaranta giorni e quaranta notti. Digiunò fino a morire? (No). Non morì di fame, perciò Satana lo avvicinò suggerendoGli di trasformare le pietre in cibo pronunciando questo genere di parole: “Se trasformi le pietre in cibo, non avrai allora di che mangiare? Non dovrai allora smettere di digiunare, di affamarti?” Tuttavia il Signore Gesù rispose: “Non di pane soltanto vivrà l’uomo”, ossia, sebbene l’uomo viva in un corpo fisico, quello che lo sostenta, quello che permette al suo corpo di vivere e respirare non è il cibo, ma tutte le parole pronunciate dalla bocca di Dio. Da un lato, l’uomo considera queste parole come verità. Le parole gli danno fede, gli fanno sentire che può affidarsi a Dio, che Dio è la verità. Dall’altro lato, vi è un aspetto pratico in queste parole? (Sì). Perché? Perché il Signore Gesù ha digiunato per quaranta giorni e quaranta notti ed è ancora lì, è ancora vivo. Si tratta di un’illustrazione? Qui il punto è che Egli ha digiunato, non ha mangiato alcunché per quaranta giorni e quaranta notti. Ed è ancora vivo. Questa è la dimostrazione potente alla base della Sua frase. La frase è semplice ma, per quando riguarda il Signore Gesù, Gli fu impartita da qualcun altro o la elaborò solo per quello che Satana Gli aveva detto? Pensaci. Dio è verità. Dio è vita. La verità di Dio e la vita furono un’aggiunta tardiva? Nacquero dall’esperienza? (No). Sono innate in Dio, il che significa che la verità e la vita risiedono nella sostanza di Dio. Qualunque cosa Gli accada, ciò che Egli rivela è verità. Questa verità, questa frase (che il suo contenuto sia più o meno breve) può far vivere l’uomo, donargli la vita; può permettergli di ottenere, dentro di sé, chiarezza e verità sul cammino della vita e permettergli di avere fede in Dio. Questa è la fonte dell’uso che Dio fa di questa frase. La fonte è positiva, quindi questo aspetto positivo è santo? (Sì). La frase di Satana deriva dalla natura di Satana. Il Maligno svela la sua natura malvagia, la sua natura maliziosa, sempre e ovunque. Ora, queste rivelazioni sono fatte spontaneamente? (Sì). Qualcuno lo incita? Qualcuno lo aiuta? Qualcuno lo costringe? (No). Le esprime di propria iniziativa. Questa è la natura maligna di Satana. Qualunque cosa Dio faccia e comunque la faccia, il Maligno Lo incalza. La sostanza e le vere caratteristiche di ciò che Satana dice e fa sono la sostanza di Satana – sostanza maligna, sostanza malevola. Adesso, proseguendo nella lettura, che altro dice Satana? Leggiamo.

(Mt 4:5-6) Allora il diavolo lo menò seco nella santa città e lo pose sul pinnacolo del tempio, e gli disse: Se tu sei Figliuol di Dio, gettati giù; poiché sta scritto: Egli darà ordine di suoi angeli intorno a te, ed essi ti porteranno sulle loro mani, che talora tu non urti col piede contro una pietra.

Parliamo innanzitutto di questa frase di Satana. Disse: “Se tu sei Figliuol di Dio, gettati giù”, e poi citò le Scritture: “Egli darà ordine di suoi angeli intorno a te, ed essi ti porteranno sulle loro mani, che talora tu non urti col piede contro una pietra”. Che sensazione provi quando ascolti le parole di Satana? Non sono molto infantili? Sono infantili, insensate e disgustose. Perché dico questo? Il Maligno è sempre occupato a tramare delle stoltezze, crede di essere molto intelligente e spesso cita le Scritture (addirittura la parola di Dio) che prova a ritorcere contro Dio per attaccarLo e tentarLo. Il suo scopo è distruggere il piano dell’opera di Dio. Nondimeno, noti qualcosa in quello che Satana ha detto? (Vi sono delle intenzioni sinistre). Il Maligno è sempre stato un tentatore; non parla sinceramente, si esprime in maniera indiretta con la tentazione, la lusinga e la seduzione. Satana tenta tanto Dio quanto l’uomo: crede che entrambi siano ignoranti, stolti e incapaci di comprendere la vera natura delle cose. Satana pensa che tanto Dio quanto l’uomo non capiscano la sua sostanza e non si rendano conto di quali sono la sua astuzia e il suo intento sinistro. Non è in questo che dimostra la sua stoltezza? (Sì). Inoltre, Satana cita apertamente le Scritture; così facendo, pensa di assicurarsi la credibilità e che non saprai cogliervi alcuna imperfezione o evitare di essere ingannato. Non è in questo che si dimostra assurdo e infantile? (Sì). Proprio come quando alcuni predicano il Vangelo e danno testimonianza di Dio, i non credenti non si esprimono forse come Satana? Hai sentito le persone dire qualcosa di simile? (Sì). Provi disgusto quando senti cose analoghe? (Sì). Quando ti senti disgustato, provi anche repulsione e odio? (Sì). Quando provi questi sentimenti sei in grado di riconoscere che Satana e l’indole corrotta che egli forgia nell’uomo sono maligni? Nel cuore ti rendi mai conto, per esempio, che “Dio non parla mai così. Le parole di Satana recano attacchi e tentazione, le sue parole sono assurde, risibili, infantili e disgustose. Tuttavia, nei Suoi discorsi e nelle Sue azioni Dio non avrebbe mai utilizzato metodi come questo per parlare o compiere la Sua opera, e non ha mai fatto così”? Certo, in questa situazione la percezione che le persone provano al riguardo è minima ed esse non comprendono la santità di Dio; riescono solo ammettere che la parola di Dio è verità, ma non sanno che la verità in sé è santità. Con la vostra statura morale attuale, riuscite solo a percepire che “tutto quello che Dio dice è verità, ci è utile e dobbiamo accettarla”; a prescindere dall’essere o meno in grado di accettarla, affermi senza eccezione che la parola di Dio è verità e che Dio è verità, ma ignori che la verità è santità in sé e che Dio è santo. Dunque, che cosa rispose Gesù alle parole di Satana?

(Mt 4:7) Gesù gli disse: Egli è altresì scritto: Non tentare il Signore Iddio tuo.

Esiste la verità in questa frase pronunciata da Gesù? (Sì). Vi è verità in essa. All’apparenza sembra un comandamento da seguire; è una frase molto semplice, che tuttavia sia l’uomo sia Satana hanno spesso violato. Dunque, il Signore Gesù gli disse: “Non tentare il Signore Iddio tuo”, poiché questo è ciò che il Maligno spesso faceva compiendo ogni sforzo possibile – si potrebbe addirittura affermare che lo faceva in maniera spudorata. Non temere Dio né provare rispetto di Dio nel cuore è la natura essenziale di Satana. Dunque, anche quando il Maligno era accanto a Dio e poteva vederLo, non sapeva fare altro che tentarLo. Pertanto, il Signore Gesù disse a Satana: “Non tentare il Signore Iddio tuo”. È una frase che Dio gli ha ripetuto molte volte. Non è opportuno usare queste parole anche oggi? (Sì). Perché? (Perché anche noi tentiamo spesso Dio). Le persone spesso tentano Dio, ma perché? Perché traboccano di un’indole satanica corrotta? (Sì). Dunque le parole di Satana riportate sopra vengono pronunciate spesso dalle persone? (Sì). In quali situazioni? Si potrebbe affermare che dicano cose analoghe e le rivelino spontaneamente incuranti del momento e del luogo. Questo dimostra che l’indole umana è esattamente la stessa indole corrotta di Satana. Il Signore Gesù ha pronunciato una frase semplice, che rappresenta la verità e di cui la gente ha bisogno. Tuttavia, in questa situazione il Signore Gesù stava discutendo con Satana? Vi era qualcosa di conflittuale in ciò che disse a Satana? (No). In che modo il Signore Gesù riconobbe la tentazione di Satana nel Suo cuore? Si sentì disgustato e respinto? (Sì). Il Signore Gesù si sentì respinto e disgustato ma non discusse con Satana, men che meno si mise a parlare di grandi princìpi, giusto? (Sì). Perché? (Il Signore Gesù non desiderava rispondere a Satana). Perché non desiderava rispondere a Satana? (Perché Satana è sempre uguale a se stesso, non può mai cambiare). Potremmo affermare che Satana è irragionevole? (Sì). Satana può riconoscere che Dio è verità? Satana non comprenderà mai che Dio è verità e non ammetterà mai che Dio è verità; questa è la sua natura. Inoltre, che cos’altro della natura del Maligno è ripugnante per le persone? Nei suoi sforzi di tentare il Signore Gesù, che cosa credeva dentro di sé? Sebbene le sue manovre fossero vane, Satana provò a tentare Dio in qualsiasi modo. Sebbene venisse punito, ci provò in qualsiasi modo. Sebbene non ne ricavasse niente di buono, agì comunque così, insistette e si oppose a Dio fino alla fine. Che genere di natura è questa? Non è maligna? (Sì). Colui che si infuria quando viene menzionato Dio, Lo ha forse visto? Colui che si adira quando viene menzionato Dio, Lo conosce? Non sa chi è Dio, non crede in Lui e Dio non gli parla. Dio non lo ha mai disturbato, quindi perché dovrebbe arrabbiarsi? Potremmo definire malvagia questa persona? (Sì). Si tratterebbe di un individuo dalla natura malevola? Di tutte le tendenze che ci sono al mondo (che riguardi il divertimento, il cibo, persone famose, bella gente), nessuna lo disturberebbe, ma se si menziona la parola “Dio” si adira; non sarebbe l’esempio di una natura maligna? Ciò funge da prova soddisfacente della natura malvagia dell’uomo. Adesso, parlando di voi stessi, vi sono momenti in cui si cita la verità, o in cui si pongono in evidenza le situazioni in cui Dio mette alla prova l’umanità, oppure in cui si menzionano le parole del giudizio di Dio contro l’uomo e voi vi sentite contrariati, respinti e non desiderate ascoltare? Il vostro cuore forse si domanda: “Com’è questa verità? Non dicono tutti che Dio è verità? Questa non è la verità, sono chiaramente parole di ammonimento di Dio all’uomo!” Alcuni potrebbero addirittura provare disgusto: “Questo accade ogni giorno, le prove che Egli ci invia sono menzionate quotidianamente così come il Suo giudizio; quand’è che tutto finirà? Quando riceveremo la nostra bella destinazione?” Non si sa da dove nasce questa ira irragionevole. Che genere di natura è questa? (Maligna). È sollecitata dalla natura maligna di Satana. Riguardo a Dio e con riferimento alla natura malvagia di Satana e all’indole corrotta dell’uomo, Egli non discute né litiga con le persone, e non solleva un polverone quando esse agiscono per ignoranza. Non vedrete Dio sostenere opinioni simili a quelle delle persone, né Lo vedrete adottare i punti di vista degli uomini, le loro conoscenze, la loro scienza o filosofia oppure la loro immaginazione nel gestire le cose. Tutto quello che Dio fa e rivela, infatti, ha a che vedere con la verità. Ossia, ogni parola che Dio pronuncia e ogni azione che Egli compie riguardano la verità. Questa verità non una fantasia infondata; questa verità e queste parole sono espresse da Dio in virtù della Sua sostanza e della Sua vita. Poiché queste parole e la sostanza di ogni cosa che Dio ha realizzato sono verità, possiamo dire che la sostanza di Dio è santa. In altre parole, tutto quello che Dio dice e fa porta vitalità e luce alle persone; permette loro di vedere le cose positive e la realtà di queste stesse cose, e orienta l’umanità verso la strada della luce affinché possa camminare sulla retta via. Queste cose sono definite in virtù della sostanza di Dio e della sostanza della Sua santità. Lo avete capito, giusto? Continueremo con una lettura tratta dalle Scritture.

(Mt 4:8-11) Di nuovo il diavolo lo menò seco sopra un monte altissimo, e gli mostrò tutti i regni del mondo e la lor gloria, e gli disse: Tutte queste cose io te le darò, se, prostrandoti, tu mi adori. Allora Gesù gli disse: Va’, Satana, poiché sta scritto: Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto. Allora il diavolo lo lasciò; ed ecco degli angeli vennero a lui e lo servivano.

Poiché Satana, il diavolo, aveva fallito nei suoi due precedenti inganni, ha tentato ancora una volta: ha mostrato al Signore Gesù tutti i regni del mondo e la loro gloria e Gli ha chiesto di adorare il diavolo. Questa circostanza che cosa ti insegna sulla vera natura del diavolo? Satana, il diavolo, non è assolutamente spudorato? (Sì). Quanto può essere svergognato? Tutto è stato creato da Dio, eppure Satana ribalta la questione e lo mostra a Dio dicendo: “Guarda la ricchezza e la gloria di tutti questi regni. Se mi adori, io Te le darò”. Non si tratta forse di un capovolgimento dei ruoli? Satana non è uno spudorato? Dio ha realizzato ogni cosa, ma era per il Suo piacere? Dio ha dato tutto all’umanità, ma il Maligno desiderava impossessarsene e dunque è arrivato a dire: “Adorami! Adorami e io Ti darò tutto questo”. Questo è il volto orrendo di Satana, che è assolutamente inverecondo, siete d’accordo? Egli non conosce nemmeno il significato della parola “vergogna” e questo è un altro esempio della sua malvagità. Non sa neppure che cosa sia la “vergogna”. Satana evidentemente sa che Dio ha creato ogni cosa e che gestisce e ha autorità su tutto. Ogni cosa appartiene a Dio, non all’uomo, tantomeno al Maligno; eppure, Satana, il diavolo, ha spudoratamente detto che avrebbe dato ogni cosa a Dio. Ancora una volta, il Maligno non sta ancora facendo qualcosa di assurdo e immorale? Adesso Dio lo odia ancora di più, giusto? Eppure, qualunque cosa Satana abbia cercato di fare, il Signore Gesù è forse caduto nell’inganno? (No). Che cosa ha detto il Signore Gesù? (“Adora il Signore Iddio tuo”). Questa frase ha un significato reale? (Sì). Che genere di significato? Nelle Sue parole scorgiamo il male e la spudoratezza del Maligno. Se dunque l’uomo adorasse Satana, quale sarebbe la conclusione? Riceverebbe il potere e la gloria di tutti i regni? (No). Che cosa riceverebbe? L’umanità diventerebbe invereconda e risibile come Satana? (Sì). Dunque, non sarebbe diversa dal Maligno. Pertanto, il Signore Gesù ha pronunciato questa frase che è importante per tutti: “Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto”, in cui si afferma che, eccetto il Signore, eccetto Dio Stesso, se servi un altro, se adori Satana il diavolo, sguazzi nella sua stessa lordura. Allora condivideresti la spudoratezza del Maligno e la sua malvagità e, proprio come lui, tenteresti Dio e Lo attaccheresti. Quale sarebbe, dunque, la tua fine? Saresti reietto, abbattuto e annientato da Dio, non è forse così? Dopo avere tentato molte volte invano il Signore Gesù, Satana ci ha riprovato? Si è arreso e quindi se ne è andato. Questo che cosa dimostra? Dimostra che la natura maligna di Satana, la sua malizia e la sua assurdità e la sua astuzia non meritano di essere menzionate davanti a Dio perché il Signore Gesù ha sconfitto il Maligno con tre sole frasi, dopodiché questi è fuggito precipitosamente con la coda fra le gambe, troppo imbarazzato per mostrarsi ancora e non ha provato a tentarLo di nuovo. Poiché il Signore Gesù aveva sconfitto questa tentazione di Satana, poteva proseguire facilmente l’opera che doveva compiere e farsi carico dei compiti esposti dinnanzi a Lui. Tutto quello che il Signore Gesù ha detto e realizzato in questa situazione ha qualche significato pratico per ognuno se lo si applica adesso? (Sì). Che genere di significato pratico? Sconfiggere Satana è facile? (No). Dunque qual è il punto della questione? Le persone devono comprendere chiaramente la natura maligna di Satana? Devono avere una comprensione approfondita delle tentazioni di Satana? (Sì). Se mai sperimenterai le tentazioni del Maligno nella vita e riuscirai a comprendere la natura malvagia di Satana, saprai sconfiggerla? Se conosceste l’assurdità e la malizia del Maligno, gli stareste ancora accanto e attacchereste Dio? (No). Se comprendeste come la malizia e la spudoratezza di Satana vengono rivelate attraverso di voi – se distingueste chiaramente e conosceste questi aspetti – aggredireste e tentereste Dio in questa maniera? (No, non lo faremmo). Che cosa farete? (Ci ribelleremo a Satana e lo abbandoneremo). È un atto facile da compiere? (No). Non è facile, le persone devono pregare assiduamente, devono presentarsi di frequente innanzi a Dio e devono sempre interrogarsi farsi un esame di coscienza. Devono ubbidire alla disciplina di Dio e al Suo giudizio e castigo, solo così si sottrarranno a poco a poco al dominio e al controllo di Satana.

Possiamo riassumere gli elementi costitutivi della sostanza di Satana in base a quello che ha detto. Innanzitutto, la sostanza del Maligno si può definire generalmente malefica, il che contrasta con la santità di Dio. Perché affermo che la sostanza di Satana è malefica? Si deve guardare alle conseguenze delle sue azioni sulle persone per capirlo. Satana corrompe e controlla l’uomo, l’uomo agisce sotto l’indole corrotta di Satana, abita un mondo corrotto da Satana e vive in mezzo a persone corrotte. Le masse sono inconsapevolmente possedute e assimilate dal Maligno e l’uomo pertanto ha la natura malevola del Maligno. In base a tutto quello che Satana ha detto e ha fatto, possiamo comprendere la sua arroganza, la sua astuzia e malizia. In particolare, come si manifesta la sua arroganza? Egli desidera sempre occupare la posizione di Dio? Satana desidera sempre eliminare l’opera di Dio e la posizione di Dio e impossessarsene in modo che le persone lo seguano, lo sostengano e lo adorino; tale è la sua natura arrogante. Eppure, quando corrompe le persone, lo fa in maniera scaltra e ingannevole: quando compie il suo lavoro sulle persone, non spiega loro apertamente come rifiutare e opporsi a Dio. Quando Satana tenta Dio, non dice esplicitamente: “Ti sto tentando, sto per attaccarti”; dunque, quale metodo utilizza? (La seduzione). Seduce, induce in tentazione, aggredisce e dispone le sue trappole, cita addirittura le Scritture. Satana parla e agisce in diverse maniere per realizzare i suoi sinistri obiettivi. Quando il demonio lavora così, che cosa si può evincere da quello che si manifesta nell’uomo? Le persone non sono arroganti? L’uomo risente della corruzione di Satana da millenni e quindi è diventato arrogante e straordinariamente presuntuoso, nonché scaltro, malizioso e irragionevole, giusto? Tutto questo succede a causa della natura di Satana. Poiché la sua natura è maligna, egli ha infuso nell’uomo una natura malevola e ne ha reso l’indole corrotta e malevola. Pertanto l’uomo vive sotto l’indole corrotta satanica e, come Satana, contrasta Dio, Lo attacca e Lo tenta nella misura in cui non Lo adora né Lo venera nel suo cuore. Giusto?

Riguardo alla santità di Dio, sebbene possa essere un tema noto, durante la discussione potrebbe diventare un po’ confuso per alcuni e il contenuto potrebbe risultare un po’ complesso. In passato, le persone trattavano di rado il tema della santità di Dio, quindi non lo comprendono. Tuttavia non preoccupatevi, vi aiuterò a capire che cos’è la santità di Dio. Vedo che è un concetto un po’ difficile da assimilare, quindi diciamo innanzitutto questo: se desideri imparare a conoscere qualcuno, basta che osservi il suo operato e il risultato delle sue azioni e potrai cogliere la sostanza della persona. Dunque, per prima cosa esaminiamo la santità di Dio da questa prospettiva. Abbiamo detto che la sostanza di Satana è malvagia e malevola, quindi il suo operato nei confronti dell’uomo è continuamente finalizzato a corromperlo. Satana è il male, quindi le persone che ha traviato sono di certo malvagie, giusto? Chi potrebbe affermare che “Satana è il male, ma forse gli uomini che egli ha traviato sono dei santi”? Che battuta, vero? Sarebbe possibile? (No). Dunque non pensare a ciò in questi termini; piuttosto, parliamone in quest’ottica: Satana è il male, questa è la sua sostanza ed è reale, non si tratta solo di parole vuote. Non stiamo tentando di diffamare Satana; stiamo soltanto dichiarando la verità e la realtà, come pure i fatti che la suffragano. Questo potrebbe ferire alcune persone o un certo gruppo di persone, ma non vi è alcun intento doloso; oggi forse udirete questo e proverete disagio, ma un giorno non lontano, quando saprete riconoscerlo, biasimerete voi stessi e sentirete che ciò di cui abbiamo parlato oggi vi è molto utile e prezioso.

Potremmo affermare che la sostanza di Satana è malvagia, quindi le conseguenze delle sue azioni sono inevitabilmente malevole o quantomeno risentono della sua malvagità? (Sì). Dunque, in che modo Satana corrompe l’uomo? Dobbiamo dare innanzitutto uno sguardo, in particolare, al male visibile e percepibile suscitato dal Maligno nel mondo e nell’umanità; ci avete mai pensato prima? Forse non ci avete riflettuto molto, quindi lasciatemi evidenziare diversi punti principali affinché possiate capire come Satana travia l’uomo. Esiste una teoria chiamata evoluzione; tutti la conoscono, giusto? Evoluzione e materialismo, questi ambiti della conoscenza non sono forse oggetto di studio da parte dell’uomo? (Sì). Dunque, Satana usa dapprima la conoscenza per corrompere l’uomo e poi la scienza per far sì che le persone si interessino alle conoscenze, alla scienza e alle cose misteriose o a quelle che desiderano esplorare; in altre parole, Satana utilizza le conoscenze scientifiche per fuorviare l’uomo. Successivamente, per corrompere l’uomo il Maligno impiega la cultura tradizionale e la superstizione, quindi le tendenze sociali. Sono tutti elementi con cui le persone entrano in contatto nella propria vita quotidiana e sono tutti collegati a quello che è loro vicino, a ciò che esse vedono, odono, toccano e sperimentano. Si potrebbe dire che circondano ciascuno di noi, sono inevitabili e inestricabili. L’umanità non può evitare di essere influenzata, infettata, controllata e legata da queste cose; non ha il potere di respingerle.

Parleremo innanzitutto della conoscenza. La conoscenza non è forse considerata una cosa positiva da tutti? O, quantomeno, le persone pensano che la connotazione della parola “conoscenza” sia positiva e non negativa. Dunque, perché in questa sede menzioniamo il fatto che Satana usa innanzitutto la conoscenza per corrompere l’uomo? La teoria dell’evoluzione non è un aspetto della conoscenza? Le leggi scientifiche di Newton non sono parte della conoscenza? L’attrazione gravitazionale terrestre è parte della conoscenza, giusto? (Sì). Allora perché la conoscenza è annoverata fra gli strumenti cui Satana ricorre per corrompere l’umanità? Qual è la vostra opinione in merito? La conoscenza ha in sé anche solo un briciolo di verità? (No). Dunque qual è la sua sostanza? (Essa contrasta la verità). Su quale base viene appresa la conoscenza studiata dall’uomo? È fondata sulla teoria dell’evoluzione? La conoscenza che l’uomo esplora, il suo sunto, si fonda sull’ateismo? (Sì). Dunque, tutta questa conoscenza è associata a Dio? È associata all’adorazione di Dio? È associata alla verità? (No). In che modo Satana utilizza la conoscenza per fuorviare l’uomo? Ho appena detto che nulla di questo sapere è collegato all’adorazione di Dio o alla verità. Alcuni la pensano così: “Potrebbe non avere niente a che vedere con la verità, ma non è fonte di corruzione per le persone”. Qual è la vostra opinione in merito? Tramite la conoscenza avete appreso che la felicità degli uomini dipendeva da quello che creavano con le loro mani? La conoscenza vi ha mai insegnato che il destino dell’uomo era nelle sue mani? (Sì). Che discorso è questo? (È un’assurdità). Esatto! È un’assurdità! È complicato dibattere della conoscenza. Puoi dire semplicemente che un ambito della conoscenza non è niente più che la conoscenza. Si tratta di un campo del sapere che si apprende sulla base dell’ateismo e sulla mancanza di comprensione del fatto che Dio ha creato tutte le cose. Quando le persone studiano questo tipo di conoscenza, non vedono Dio come Colui che ha l’autorità su tutte le cose, non vedono Dio come il responsabile o Colui che gestisce tutte le cose. Esse non fanno altro che ricercare senza fine, esplorare e studiare le risposte scientifiche in quel settore della conoscenza. Tuttavia, se le persone non credono in Dio e perseguono solo la ricerca, non troveranno mai le risposte vere, giusto? La conoscenza ti dà solo un mezzo di sostentamento, ti fornisce solo un lavoro, ti dà solo un reddito in modo che tu non soffra la fame, ma non ti aiuterà mai a conoscere Dio, non ti aiuterà mai a credere in Lui e a obbedirGli; la conoscenza non ti terrà mai lontano dal male. Più ti applichi nello studio della conoscenza, più vorrai ribellarti a Dio, analizzare Dio, tentare Dio e opporti a Dio. Dunque, sulla base della tua esperienza, la conoscenza che cosa insegna alla gente? Tutta la filosofia di Satana. Le filosofie e le regole di sopravvivenza di Satana che si trovano negli uomini corrotti hanno a che vedere con la verità? (No). Non hanno nulla a che fare con la verità, anzi sono l’esatto opposto. Le persone spesso dicono che “la vita è movimento”; che genere di discorso è questo? (Un’assurdità). Le persone sostengono anche che “l’uomo è ferro, il riso è acciaio, l’uomo si sente affamato se salta un pasto”; che parole sono queste? (Un’assurdità, sono parole di Satana). È una credenza errata addirittura peggiore e disgustosa da sentire. Dunque, la conoscenza è qualcosa di cui tutti sanno. Della cosiddetta conoscenza dell’uomo, Satana ha impregnato un bel po’ della sua filosofia di vita e del suo pensiero. E, così facendo, permette all’uomo di adottare il suo pensiero, la sua filosofia e il suo punto di vista affinché possa negare l’esistenza di Dio, negare l’autorità di Dio su tutte le cose e il dominio sul suo destino. Dunque, gli studi dell’uomo progrediscono ed egli percepisce che, quanta più conoscenza sviluppa, tanto più l’esistenza di Dio diviene vaga e l’uomo potrebbe addirittura pensare che Dio non esiste; ciò, a causa dei punti di vista, dei concetti e dei pensieri che Satana ha instillato nella mente umana. Poiché il Maligno insinua questi pensieri nella mente dell’uomo, le persone non ne sono forse corrotte? (Sì). L’uomo su cosa basa la propria vita attualmente? Dipende davvero dal sapere? No, egli fonda la sua vita sui pensieri, sulle opinioni e sulle filosofie di Satana che sono nascosti nella conoscenza. Questo è il nucleo della corruzione che Satana lavora nell’uomo, questo è l’obiettivo del Maligno e il suo metodo per corrompere l’uomo.

A. Il modo in cui Satana usa la conoscenza per corrompere l’uomo

Parleremo innanzitutto dell’aspetto più superficiale di questo argomento. Quando avevate lezione di cinese a scuola, la lingua e la scrittura potevano fuorviare le persone? No. Le parole possono corrompere le persone? (No). Le parole non corrompono le persone; sono uno strumento per parlare e comunicare con Dio. Inoltre, la lingua e le parole sono il modo in cui Dio attualmente parla alle persone, sono strumenti, sono una necessità. Uno più uno fa due: questa è conoscenza, giusto? Due per due fa quattro: questa è conoscenza, giusto? Ma può corromperti? Si tratta di buon senso e di una regola, quindi non può traviare le persone. Dunque quale conoscenza corrompe le persone? È quella che si mischia alle visioni e ai pensieri di Satana: il Maligno cerca di instillare queste opinioni e questi pensieri nell’umanità attraverso la conoscenza. Per esempio, vi è qualcosa di sbagliato in un saggio scritto? (No). Dunque, dove sta il problema? Le opinioni e l’intento dell’autore durante la stesura del testo, come pure il contenuto dei suoi pensieri (si tratta di elementi spirituali) possono corrompere le persone. Per esempio, se stessi guardando uno spettacolo televisivo, quali contenuti potrebbero modificare la tua visione? Quello che gli artisti hanno detto, le parole stesse potrebbero corrompere le persone? (No). Quali elementi sarebbero traviati? Sarebbero i pensieri e i contenuti fondamentali dello spettacolo, che rappresenterebbero le opinioni del regista, e le informazioni racchiuse in queste opinioni che potrebbero influenzare i cuori e le menti delle persone. È corretto? (Sì). Sapete a che cosa Mi riferisco quando dico che Satana usa la conoscenza per corrompere le persone? (Sì, lo sappiamo). Non fraintenderete, giusto? Così, quando leggete di nuovo un romanzo o un saggio, potete giudicare se i pensieri che vi sono espressi possono o meno corrompere l’umanità o contribuire a essa? (Possiamo farlo un minimo). È qualcosa da studiare e sperimentare con calma, non lo si può comprendere subito e con facilità. Per esempio, quando si investiga o si studia un ambito della conoscenza, alcuni aspetti positivi di quella conoscenza possono aiutarti a comprendere un po’ del senso comune al riguardo e ciò che andrebbe evitato. Prendi, per esempio, l’“elettricità”: è un ambito della conoscenza, giusto? Saresti ignorante se non sapessi che l’elettricità può dare una scossa alle persone, giusto? Ma una volta compreso questo campo della conoscenza, non sarai distratto quanto tocchi qualcosa di elettrico e saprai usare l’elettricità. Queste cose sono entrambe positive. Vi è chiaro di che cosa stiamo discutendo circa il modo in cui la conoscenza corrompe le persone? (Sì). Se capite, non continueremo a parlarne oltre, poiché nel mondo si studiano molti tipi di conoscenze e dovete prendervi il tempo di distinguerli.

B. Il modo in cui Satana usa la scienza per corrompere l’uomo

Che cos’è la scienza? Quasi tutti non la tengono forse in grande considerazione e la giudicano complessa? (Sì, è vero). Quando si menziona la scienza, la gente non pensa forse: “Si tratta di qualcosa che le persone normali non possono cogliere, è un argomento che solo i ricercatori scientifici o gli esperti possono affrontare. Non ha alcuna relazione con noi gente normale”? Esiste tuttavia una relazione? (Sì). In che modo Satana utilizza la scienza per corrompere le persone? Non parleremo di altro se non di quello che le persone riscontrano di frequente nella propria vita. Hai sentito parlare dei “geni”, giusto? (Sì). È un termine che conosci, vero? I geni sono stati scoperti grazie alla scienza? Di preciso, che significato hanno per le persone? Non le inducono a pensare che il corpo è un oggetto misterioso? Quando le persone vengono introdotte in questo argomento, non vi è chi (specialmente i curiosi) vorrà saperne di più o vorrà più dettagli? I curiosi concentreranno la propria energia su questo tema e, quando non saranno impegnati, cercheranno informazioni sui libri e in Internet per apprendere maggiori informazioni in proposito. Che cos’è la scienza? Per chiamare le cose con il loro nome, la scienza sono i pensieri e le teorie delle cose di cui l’uomo è curioso, cose che sono sconosciute e taciute da Dio; la scienza sono i pensieri e le teorie dei misteri che l’uomo desidera esplorare. Quale pensi che sia l’ambito della scienza? Potresti dire che racchiude tutte le cose, ma in che modo l’uomo compie il lavoro della scienza? Attraverso la ricerca? Comporta il fatto di ricercare i dettagli e le leggi di queste cose per poi formulare teorie dubbie su quello che tutti pensano: “Questi scienziati sono davvero fantastici! Sono così dotti e hanno così tanta conoscenza per comprendere queste cose!”. Provano moltissima ammirazione per queste persone, giusto? Che genere di opinioni hanno i ricercatori scientifici? Non desiderano studiare l’universo, ricercare le cose misteriose nel loro campo di interesse? Qual è il risultato finale? In alcune scienze vi è chi trae le proprie conclusioni da congetture, in altre chi si affida all’esperienza umana per le proprie argomentazioni, e in un altro settore ancora vi è chi giunge ai propri risultati in base all’esperienza o alle osservazioni storiche e generali. È corretto? (Sì). Dunque, che cosa fa la scienza per le persone? Semplicemente, permette loro di vedere gli oggetti nel mondo fisico e soddisfa la curiosità dell’uomo, senza consentirgli di comprendere le leggi attraverso cui Dio esercita il Suo dominio su tutte le cose. L’uomo sembra trovare le risposte grazie alla scienza, ma queste risposte sono sconcertanti e danno solo una soddisfazione temporanea, una soddisfazione che serve soltanto a confinare il cuore dell’uomo nel mondo fisico. L’uomo pensa di avere già avuto le risposte dalla scienza cosicché, davanti a qualsiasi questione, si basano sulla propria visione scientifica per dimostrarla o accettarla. Il cuore dell’uomo viene posseduto e sedotto dalla scienza al punto che egli non ha più la testa per conoscere Dio, adorarLo e credere che ogni cosa derivi da Lui e che debba cercare le risposte in Lui. Non è forse vero? Puoi constatare che più una persona crede nella scienza, più diventa assurda, convinta che tutto abbia una soluzione scientifica, che la ricerca possa risolvere qualsiasi cosa. Le persone non cercano Dio e non credono che esista; addirittura, ci può essere chi, pur seguendoLo da tanti anni, si mette a studiare i batteri per capriccio o cerca informazioni per avere delle risposte. Persone simili non considerano tali questioni nell’ottica della verità e, nella maggior parte dei casi, desiderano affidarsi alle opinioni e alle conoscenze o alle risposte scientifiche per risolvere i problemi; ma non si affidano a Dio e non Lo cercano. Persone simili hanno Dio nel cuore? (No). Alcune desiderano addirittura ricercare Dio nello stesso modo in cui studiano la scienza. Per esempio, molti esperti di religione hanno visitato il luogo in cui l’arca si adagiò dopo il diluvio. Hanno visto l’arca, ma nella sua apparizione non vedono l’esistenza di Dio. Credono solo ai racconti e alla storia e questo è il risultato della loro ricerca scientifica e dello studio del mondo fisico. Se studi le cose materiali, siano esse microbiologia, astronomia o geografia, non troverai mai un risultato che asserisca che Dio esiste o che ha autorità su tutte le cose. È così? (Sì). Dunque che cosa fa la scienza con l’uomo? Non lo allontana da Dio? Questo non è forse consentire alle persone di studiare Dio? Questo non rende le persone più dubbiose sull’esistenza di Dio? (Sì). Dunque in che modo Satana desidera utilizzare la scienza per corrompere l’uomo? Il Maligno non vuole forse usare le conclusioni scientifiche per ingannare e intorpidire le persone? Satana sfrutta le risposte ambigue per regnare nei cuori delle persone affinché esse non cerchino né credano all’esistenza di Dio e siano perciò sospettose di Dio, Lo rinneghino e si lascino allontanate da Lui. Ecco qual è la ragione per cui affermiamo che questo è uno dei modi in cui Satana corrompe le persone.

C. Il modo in cui Satana usa la cultura tradizionale per corrompere l’uomo

Sono molti gli elementi considerati parte della cultura tradizionale? (Sì). Che significato ha la cultura tradizionale? (È stata tramandata dagli antenati). È che sia stata tramandata dagli avi, questo è un aspetto. Le famiglie, i gruppi etnici e anche la razza umana hanno perpetuato i loro stili di vita sin dal principio oppure hanno tramandato i costumi, le pratiche e le regole che si sono gradualmente radicati nei pensieri delle persone. Che cosa se ne fanno le persone di tutte queste cose? Le considerano parte integrante della propria vita. Le prendono e le reputano regole di vita da osservare, e sono sempre poco inclini a cambiarle o ad abbandonarle, perché sono perpetuate dai loro antenati. Ci sono altri aspetti della cultura tradizionale, come quello che è stato tramandato da Confucio o Mencio, oppure quello che è stato insegnato al popolo dal taoismo e dal confucianesimo cinese che è diventato parte integrante di ognuno. Non è vero? (Sì). Che cosa include questa cultura tradizionale? Include le festività da celebrare? Per esempio, in cima all’elenco ci sono la Festa di Primavera, la Festa delle lanterne, la festa del Qingming (Giorno degli antenati), la Festa delle barche-drago, come pure la Festa internazionale del lavoro, la Festa dei bambini, la Festa di metà autunno e la Giornata nazionale. Alcune famiglie celebrano addirittura altre festività oppure festeggiano gli anziani che raggiungono una certa età o i bambini che compiono un mese e quelli che compiono cento giorni. Sono tutte feste tradizionali. Sullo sfondo di queste festività non vi è forse la cultura tradizionale? Quali sono le fondamenta della cultura tradizionale? Hanno qualcosa a che vedere con l’adorazione di Dio? In qualche modo indicano alle persone di praticare la verità? (No). Esistono delle festività in cui le persone offrono sacrifici a Dio, si recano all’altare di Dio e ricevono la Sua parola? Esistono festività simili? (No). Che cosa fanno le persone in tutte queste festività? (Adorano Satana. Mangiano, bevono e si divertono). In tempi moderni sono considerate occasioni per mangiare, bere e divertirsi. Dunque qual è la fonte alla base della cultura tradizionale? Da chi proviene la cultura tradizionale? (Satana). Da Satana. Sullo sfondo delle festività tradizionali, Satana instilla delle idee nell’uomo. Quali? Una di queste è assicurarsi che le persone ricordino i propri antenati? Per esempio, durante il Festival del Qingming le persone puliscono le tombe degli avi e offrono dei sacrifici così non si dimenticano dei loro antenati, giusto? Inoltre, Satana si assicura che si ricordino di essere patriottiche, come accade con la Festa delle barche-drago. E la Festa di metà autunno? (Riunioni di famiglia). Su che cosa si fondano le riunioni di famiglia? Per quale ragione si tengono? (Per mettere la famiglia e le emozioni al primo posto). Per comunicare e legarsi emozionalmente, giusto? Certo, che si tratti di celebrare la Vigilia del nuovo anno lunare o la Festa delle lanterne, ci sono svariate motivazioni alla base di queste occasioni di festa. Tuttavia, quando si descrive la ragione fondamentale, ciascuna rappresenta un modo di Satana per instillare la propria filosofia e il proprio pensiero nelle persone, in modo che esse si allontanino da Dio e non sappiano dove Si trova, e offrano sacrifici agli antenati o a Satana, oppure sia solo una scusa per mangiare, bere e divertirsi perseguendo i desideri della carne. Man mano che si celebra ognuna di queste festività, i pensieri e le opinioni del Maligno si conficcano nella mente dell’uomo senza che nemmeno se ne avveda. Quando le persone raggiungono o superano la mezza età, queste cose, questi pensieri e punti di vista satanici sono ormai saldamente radicati nei loro cuori. Inoltre, le persone fanno del loro meglio per trasmettere senza riserve queste idee (siano esse giuste o sbagliate) alla generazione successiva. È vero? (Sì). Dunque, in che modo la cultura tradizionale e le festività corrompono le persone? (Le persone sono costrette e legate dalle regole di queste tradizioni in modo tale che non hanno né tempo né energia per cercare Dio). Questo è un aspetto. Per esempio, tutti festeggiano il Capodanno lunare; se non lo facessi, ti sentiresti triste? Non penseresti: “Ahimè, non ho festeggiato il nuovo anno. Il giorno del Capodanno lunare è stato orribile e non l’ho celebrato; sarò sfortunato tutto l’anno”? Non ti sentiresti a disagio? (Sì). E forse un po’ spaventato, vero? Vi sono addirittura delle persone che non fanno sacrifici per i propri avi da anni e improvvisamente fanno un sogno in cui un defunto chiede loro del denaro – che cosa provano? “È triste che un morto abbia bisogno di denaro da spendere! Brucerò delle banconote per lui, se non lo facessi sarebbe ingiusto. Noi vivi potremmo incappare in qualche guaio se non brucio della cartamoneta, chi può dire quale tragedia può colpirmi?”. Ci sarà sempre un’ombra di paura e di preoccupazione nei loro cuori. Dunque chi causa questa preoccupazione? (Satana). È Satana. Non è questo uno dei modi in cui il Maligno corrompe l’uomo? Usa diversi mezzi e scuse per controllarti, per minacciarti e legarti, nella misura in cui cadi in uno stato di confusione e snervamento e ti sottometti a lui; è così che il Maligno corrompe l’uomo. Spesso, quando le persone sono deboli o non sono del tutto consapevoli della situazione, possono agire in maniera confusa senza accorgersene, ossia cadono sotto il controllo di Satana senza rendersene conto e potrebbero agire inconsciamente senza sapere che cosa stanno facendo. È in questo modo che il Maligno corrompe l’uomo. Oggigiorno alcune persone sono addirittura riluttanti a rinunciare alle tradizioni culturali radicate nel profondo e, semplicemente, non riescono a separarsene. È soprattutto quando sono deboli e passive che desiderano celebrare questo genere di festività e desiderano incontrare Satana e soddisfarlo ancora una volta, in modo da confortare intimamente anche se stessi. Non è forse così che accade? (Sì). Su che cosa si fondano le tradizioni culturali? È la mano nera di Satana che tira le fila dietro le quinte? È la sua natura maligna che manipola e controlla le cose? È Satana che controlla tutto questo? (Sì). Quando le persone vivono in una cultura tradizionale e celebrano questo tipo di feste tradizionali, potremmo affermare che questo sia un ambiente in cui vengono ingannate e corrotte da Satana? Non sono felici di essere corrotte dal Maligno? Non è forse così? (Sì). È qualcosa che noi tutti dobbiamo riconoscere, giusto? E qualcosa che tutti conosciamo.

D. Il modo in cui Satana usa la superstizione per corrompere l’uomo

Conoscete la parola “superstizione”, vero? Nella superstizione, con cosa si viene spesso in contatto? (Con i falsi dei). Qui vi sono delle similarità sovrapponibili alla cultura tradizionale, ma non ne parleremo oggi; invece, esaminerò quelle che riscontri più spesso: la divinazione, la cartomanzia, la bruciatura dell’incenso e l’adorazione di Budda. Alcuni praticano la divinazione, altri adorano Budda e bruciano l’incenso, mentre altri ancora si fanno leggere le carte o si fanno predire il futuro attraverso la lettura delle caratteristiche facciali. Quanti di voi si sono fatti predire il futuro o leggere il volto? È qualcosa a cui la maggior parte delle persone è interessata, giusto? (Sì). Perché? Che genere di beneficio si ricava dalla cartomanzia e dalla divinazione? Che genere di soddisfazione si ottiene? (Curiosità). È solo curiosità? Non è possibile. Qual è l’obiettivo della divinazione? Perché viene praticata? Non è per conoscere il futuro? Alcuni si fanno leggere il viso per conoscere il futuro, altri per sapere se avranno fortuna o no. Alcuni lo fanno per sapere come andrà il loro matrimonio, altri ancora per sapere che cosa porterà loro l’anno nuovo. Alcuni si fanno leggere il volto per sapere le prospettive dei loro figli e conoscerne tutti gli aspetti; alcuni uomini d’affari lo fanno per sapere quando denaro guadagneranno così da poter essere guidati nel loro operato. Alcuni desiderano soltanto sapere quale sarà la loro sorte e che cosa riserva loro il futuro. È solo per soddisfare la curiosità? (No). Quando le persone si fanno leggere il viso o si dedicano a questo genere di cose, è per il loro vantaggio personale futuro e credono che tutto questo sia strettamente connesso alla loro sorte. Queste pratiche sono utili in qualche modo? (No). Perché non lo sono? Non è una bella cosa conoscere qualcosa del proprio futuro? La conoscenza ti aiuta quando potresti trovarti in difficoltà, così potresti evitare i problemi se li conoscessi in anticipo, giusto? Farsi predire il futuro ti permetterebbe di avere una guida, affinché il prossimo anno possa essere positivo e tu possa diventare ricco grazie a degli affari di successo. Non è vantaggioso? (No). Che sia vantaggioso non ha niente a che vedere con noi, non ne parleremo oggi; la nostra discussione non riguarda questo aspetto e questo tema. In che modo Satana usa la superstizione per corrompere l’uomo? Quello che le persone sanno di cose come la divinazione, la lettura del viso e la cartomanzia è che tramite esse possono conoscere la loro sorte futura e come sarà il loro cammino, ma chi ha il controllo su queste cose? (Dio). È nelle mani di Dio. Riguardo a Satana, impiegando questi metodi, che cosa desidera che sappiano le persone? Egli desidera usare la lettura del viso e la cartomanzia per dire alle persone che conosce il loro fato, desidera dire loro che conosce queste cose e che ne ha il dominio. Il Maligno vuole trarre vantaggio da simili opportunità e sfruttare questi metodi per controllare le persone, affinché esse ripongano ciecamente fede in lui e obbediscano a ogni sua parola. Per esempio, come ti sentiresti se ti leggessero il volto, se un cartomante chiudesse gli occhi e ti raccontasse con grande chiarezza tutto quello che ti è successo negli ultimi anni? Improvvisamente penseresti: “Questo cartomante ha tutta la mia ammirazione! È così preciso! Prima d’ora non ho mai raccontato il mio passato a nessuno, come poteva conoscerlo?”. Non sarebbe stato troppo difficile per Satana conoscere il tuo passato, giusto? Dio ti ha guidato fino a oggi, e Satana ha pure corrotto le persone lungo la via e ti ha seguito. Satana è uno spirito malvagio; il passare dei decenni per te non è niente per lui, e non gli risulta difficile sapere queste cose. Quando ti rendi conto che ciò che il Maligno ha detto è esatto, non gli stai forse dando il tuo cuore? Il tuo futuro e la tua sorte non dipendono forse dal suo dominio? In un attimo il tuo cuore lo rispetterà o lo adorerà, mentre le anime di alcuni possono essere già strappate da lui. E chiederai subito al cartomante: “Poi cosa dovrei fare? Che cosa dovrei evitare nel prossimo anno? Che cosa non devo fare?”. E allora il cartomante risponderà: “Non devi andare in quel posto, non devi fare questo; non indossare abiti di un certo colore; non dovresti andare molto spesso nel posto tale e tal altro e di certe cose devi farne di più…”. Non prenderesti subito a cuore ogni sua parola? (Sì). La memorizzeresti più velocemente della parola di Dio. Perché la imprimeresti tanto in fretta nella mente? (Perché mi è utile). Perché vorresti fare affidamento su Satana per la buona fortuna, non accade forse questo quando il demonio si impossessa del tuo cuore? Quando fai quello che dice e le sue parole si avverano come predetto, non vorresti ritornare da quella persona per scoprire che cosa ti riserverà la sorte l’anno prossimo? (Sì). Farai qualsiasi cosa Satana ti dica ed eviterai quello che ti dice di evitare, non obbedisci forse a tutto quello che dice? Verrai condotto speditamente sotto la sua ala, fuorviato e posto sotto il suo controllo. Questo succede perché credi che dica la verità, e perché credi che conosca la tua vita passata, la tua vita presente e quello che il futuro ha in serbo per te; questo è il metodo che il Maligno usa per controllare le persone. Ma, in realtà, chi ha davvero il controllo? È Dio Stesso, non Satana. In questo caso, egli sta solo usando i suoi trucchi per ingannare le persone ignoranti, ingannare chi vede solo il mondo fisico credendo e affidandosi a lui. Dunque, costoro ricadranno sotto il dominio di Satana e ubbidiranno a ogni sua parola. Ma il Maligno non allenta mai la presa quando le persone vogliono credere in Dio e seguirLo? No, non la allenta mai. In questa situazione, le persone cadono davvero sotto il controllo di Satana? (Sì). Potremmo dire che il comportamento di Satana a tale riguardo è davvero spudorato? (Sì). Perché lo potremmo dire? (Satana usa il raggiro). Mmh, perché i trucchi di Satana sono fraudolenti e ingannevoli. Il Maligno è spudorato e induce le persone a pensare che egli controlli la loro vita e le inganna inducendole a pensare che egli controlla il loro destino. In questo modo gli ignoranti gli obbediscono completamente, a lui bastano una o due frasi per raggirarli e loro, confusi, si inchinano davanti a lui. È vero? (Sì). Dunque, che tipo di metodi usa Satana, che cosa racconta per far sì che tu gli creda? Per esempio, potresti non avergli detto quanti sono i membri della tua famiglia, ma egli potrebbe affermare che siete in tre, inclusa una figlia di sette anni, e potrebbe anche dire l’età dei tuoi genitori. Se all’inizio avessi dei sospetti e dei dubbi, dopo aver sentito dire queste cose non penseresti che sia un po’ più credibile? (Sì). E allora Satana potrebbe dichiarare: “Oggi è stata una giornata difficile al lavoro, i tuoi superiori non ti danno il riconoscimento che meriti e ti ostacolano sempre”. Udite queste parole, penseresti: “È proprio così! Le cose non stanno andando bene al lavoro”. In questo modo ti fideresti un po’ di più a Satana. Allora egli direbbe qualcos’altro per ingannarti, facendoti credere un po’ di più in lui, e a poco a poco scopriresti di essere incapace di resistere o di nutrire ancora sospetti. Satana usa solo alcuni trucchi banali, addirittura dei trucchetti insignificanti, per affascinarti. Una volta suggestionato, non saprai orientarti, sarai smarrito e comincerai a seguire quello che dice il Maligno. Questo è il metodo del “oh, così brillante” che Satana usa per corrompere l’uomo, con cui cadi inconsapevolmente nella sua trappola e vieni sedotto. Vedi, Satana ti racconta delle cose che le persone immaginano siano belle, quindi ti dice quello che devi e non devi fare ed è così che, senza accorgertene, inizi a percorrere il cammino che vuole lui. Una volta intrapresa questa via, non vi saranno che guai per te; penserai sempre a quello che Satana ha raccontato e a quello che ti ha detto di fare, e sarai inconsciamente posseduto da lui. Perché ciò accade? Perché l’uomo manca della verità e pertanto non è capace di contrastare la tentazione e la seduzione del Maligno. Di fronte alla malvagità di Satana e alla sua astuzia, alla sua perfidia e alla sua malizia, l’uomo è tanto ignorante, ingenuo e debole, vero? Non è questo uno dei modi in cui Satana corrompe l’uomo? (Sì). L’uomo viene gradualmente e inconsapevolmente raggirato e ingannato dai vari metodi del Maligno, a causa della sua incapacità di distinguere ciò che è positivo da ciò che è negativo. L’uomo manca di statura morale e della capacità di trionfare su Satana.

E. Il modo in cui Satana usa le tendenze sociali per corrompere l’uomo

Le tendenze sociali sono un fenomeno nuovo? (No). Dunque, quando sono iniziate? Si potrebbe affermare che nacquero quando Satana cominciò a corrompere le persone? (Sì). Che cosa riguardano? (Lo stile dell’abbigliamento e il trucco). È qualcosa con cui le persone hanno spesso a che fare. Lo stile dell’abbigliamento, la moda e le tendenze sono un piccolo aspetto. C’è qualcos’altro? Contano anche i detti popolari di cui si parla spesso? Contano gli stili di vita che le persone desiderano? Contano le stelle della musica, le celebrità, le riviste e i romanzi che piacciono alle persone? (Sì). Quale aspetto di queste tendenze ritenete che possa corrompere l’uomo? Quale fra queste tendenze è la più allettante secondo voi? Alcuni dicono: “Ormai abbiamo una certa età (quaranta, cinquanta, sessanta, settanta oppure ottant’anni) e non possiamo adattarci a queste tendenze che non attirano più la nostra attenzione”. È corretto? (No). Altri dicono: “Non seguiamo le celebrità, è una cosa che fanno i giovani quando sono adolescenti e ventenni; inoltre, noi non vestiamo alla moda, lo fa chi si cura della propria immagine”. Dunque quale di queste tendenze può corrompervi? (I detti popolari). Questi detti possono fuorviare le persone? Eccone uno, e potete capire se è corruttivo o meno: “I soldi fanno girare il mondo”. È una tendenza? Non è una cosa ben peggiore rispetto alle tendenze della moda e dei gourmet che avete menzionato? (Sì). “I soldi fanno girare il mondo” è la filosofia di Satana e prevale in ogni società umana. Potreste affermare che è una tendenza poiché è stata impartita a tutti e ormai è impressa nel loro cuore. Le persone sono passate dal non accettare questo detto all’abituarcisi così tanto che, quando sono entrate in contatto con la vita reale, a poco a poco gli hanno accordato una tacita approvazione, ne hanno riconosciuto l’esistenza e infine lo hanno approvato. È vero? (Sì). Questo processo non è quello di Satana che corrompe l’uomo? Forse quelli di voi che siedono qui non comprendono questa massima alla stessa maniera, ma ciascuno ha diversi gradi di interpretazione e di riconoscimento secondo quello che ha visto intorno a sé e le proprie esperienze personali, giusto? A prescindere da quanto ciascuno abbia sperimentato questo detto, quale effetto negativo può avere nel cuore di una persona? (La gente può pensare che con il denaro si può ottenere tutto e lo terrebbero in gran conto). C’è qualcosa che viene rivelato attraverso l’indole umana delle persone in questo mondo, inclusi voi che sedete qui. Come viene interpretato? È l’adorazione del denaro. È difficile strapparsela dal cuore? Molto! La corruzione che Satana lavora nell’uomo sembra davvero profonda! Possiamo affermarlo? (Sì). Dunque, una volta che il Maligno usa questa tendenza per traviare le persone, come si manifesta in loro? Non pensate forse che non potrete sopravvivere senza denaro in questo mondo, che sarebbe impossibile farlo anche solo un giorno? (Sì). Tanto la condizione di un individuo quanto la sua rispettabilità si basano sulla quantità di denaro posseduto. La schiena dei poveri è piegata dalla vergogna, mentre i ricchi godono della loro condizione elevata. Sono fieri e orgogliosi, parlano con voce stentorea e vivono nell’arroganza. Questo detto e questa tendenza che cosa portano alle persone? Molte non considerano forse il guadagno di denaro come degno di essere conseguito a qualsiasi costo? Molte non sacrificano forse la propria dignità e integrità alla ricerca di più denaro? Molte non perdono forse l’opportunità di compiere il loro dovere e di seguire Dio a causa del denaro? Questa non è una perdita per le persone? (Sì). Satana non è bieco quando usa questo metodo e questa massima per corrompere a tal punto l’uomo? Non si tratta di un trucco malevolo? Man mano che passi dall’obiettare all’accettare questo detto popolare in quanto verità, il tuo cuore cade sotto il dominio di Satana e così impari inconsapevolmente a vivere secondo questo criterio. Fino a che punto questo detto ti ha influenzato? Forse conosci la retta via, forse conosci la verità, ma sei incapace di perseguirla. Forse conosci chiaramente la parola di Dio, ma non sei disposto a pagarne il prezzo, non sei disposto a soffrire per pagarne il prezzo. Invece, preferisci sacrificare il tuo stesso futuro e il tuo destino per opporti a Dio sino alla fine. Non importa che cosa dica Dio, non importa cosa faccia Dio, non importa quanto comprendi che l’amore che Dio ha per te è grande e profondo: manterresti comunque cocciutamente la rotta e pagheresti il prezzo di questo motto. Ciò significa che essa controlla già il tuo comportamento e i tuoi pensieri e che preferisci che il tuo destino sia governato da questo detto piuttosto che rinunciarvi completamente. Le persone si comportano così, sono dominate e manipolate da questo proverbio. Non è questo l’effetto della corruzione di Satana sull’uomo? Non sono queste la filosofia e l’indole corrotta del Maligno che si radicano nel tuo cuore? Se ti comporti così, Satana non ha forse raggiunto il suo obiettivo? (Sì). Capisci come ha corrotto l’uomo questa maniera? (No). Non lo hai capito. Riesci a percepirlo? (No). Non lo hai percepito. Vedi il male di Satana in tutto questo? (Sì). Satana corrompe l’uomo in ogni tempo e luogo. Satana impedisce all’uomo di difendersi dalla corruzione e lo rende inerme davanti a essa. Satana ti fa accettare i suoi pensieri, le sue opinioni e le cose malvagie che derivano da lui nelle situazioni in cui non sei consapevole e quando non hai coscienza di ciò che ti sta accadendo. Le persone accettano assolutamente queste cose, senza alcuna eccezione. Le hanno a cuore e le custodiscono come un tesoro, si lasciano manipolare da esse e ci si trastullano, e così facendo la corruzione del Maligno si fa sempre più profonda.

I diversi metodi precedentemente descritti che Satana impiega per corrompere l’uomo sono ovvi e tutti li hanno sperimentati; il Maligno li usa e sono inevitabili. L’uomo possiede la conoscenza e alcune teorie scientifiche, vive sotto l’influsso della cultura tradizionale di cui ciascuno è erede. L’uomo è tenuto a tramandare la cultura tradizionale che ha ricevuto da Satana, inoltre agisce di concerto con le tendenze sociali che il Maligno gli ha fornito. Invece di essere inseparabile da Satana, cooperando in tutto quello che egli compie in ogni epoca, accettando la sua astuzia, la sua arroganza, la sua malizia e malvagità, dopo aver posseduto questa indole satanica l’uomo è felice o infelice di vivere in questa umanità e questo mondo? (Infelice). Perché sostieni questo? (Egli è vincolato da queste cose e la sua vita è una lotta amara). Mmh. Potresti vedere qualcuno che porta gli occhiali e ha l’aria molto saggia; potrebbe non urlare mai, essere eloquente, ragionevole e, inoltre, per la sua età avanzata, potrebbe aver vissuto molte esperienze ed essere molto preparato; potrebbe saper trattare nel dettaglio e con grande cognizione di causa questioni più o meno importanti; potrebbe anche avere una serie di teorie per valutare l’autenticità e la ragione delle cose; e le persone potrebbero osservare la sua condotta e il suo aspetto, vedere come si comporta e valutare la sua integrità e il suo carattere senza trovare alcun difetto in lui. Individui simili si occupano soprattutto delle tendenze sociali e non sono mai considerati antiquati; anzi, sono all’avanguardia e alla moda. Sebbene egli possa essere più vecchio, è sempre al passo con i tempi e non è mai troppo vecchio per imparare. All’apparenza, nessuno può trovargli dei difetti, eppure all’interno egli è assolutamente e completamente corrotto da Satana. All’apparenza non vi è nulla di sbagliato: egli è gentile, raffinato, possiede delle conoscenze e una certa moralità; ha integrità e quello che sa è paragonabile a ciò che conoscono i giovani. Tuttavia, rispetto alla sua natura e alla sua sostanza, questa persona è un modello vivo e operante di Satana, è l’immagine sputata di Satana. Questo è il “frutto” della corruzione che Satana compie nell’uomo. Quello che ho detto può risultarvi doloroso, ma è tutto vero. L’insieme delle conoscenze che l’uomo studia, la scienza che egli comprende e la strada che imbocca per adattarsi alle tendenze sociali, senza eccezione, sono strumenti della corruzione di Satana. Questo è assolutamente vero. Pertanto, l’uomo vive all’interno di un’indole completamente corrotta da Satana e non può sapere quale è la santità di Dio o la Sua sostanza. Ciò avviene perché i modi con cui Satana corrompe l’uomo sono apparentemente perfetti; non si può dedurre dal comportamento di un individuo quando c’è qualcosa di imperfetto. Tutti portano avanti normalmente il proprio lavoro e vivono la propria vita regolare; leggono libri e quotidiani come al solito, studiano e parlano come sempre; alcuni hanno addirittura imparato a mantenere una facciata di moralità in modo da poter scambiare convenevoli, essere educati e cortesi, essere comprensivi, amichevoli e utili agli altri, essere caritatevoli, evitando di innervosirsi e di sfruttare gli altri. Tuttavia, la loro indole satanica corrotta è profondamente radicata; la sostanza non può essere modificata affidandosi alle apparenze. A causa di questa sua sostanza, l’uomo non è in grado di conoscere la santità di Dio e, nonostante l’essenza della santità di Dio sia resa pubblica all’uomo, questi non la prende sul serio. Ciò accade perché Satana ha già preso completo possesso dei sentimenti, delle idee, delle opinioni e dei pensieri dell’uomo con diversi strumenti. Questa possessione e corruzione non sono temporanee o occasionali; sono presenti sempre e ovunque. Pertanto, ci sono molte persone che credono in Dio da tre o quattro anni (addirittura cinque o sei) e si aggrappano ancora ai pensieri e alle visioni che Satana ha instillato in loro come se tentassero di tenersi stretto un tesoro. Poiché l’uomo ha accettato la natura malvagia, arrogante e maliziosa di Satana, inevitabilmente le sue relazioni interpersonali sono spesso animate dal conflitto, da discussioni e da incompatibilità, che sono generati a causa della natura arrogante del Maligno. Se Satana avesse donato delle cose positive all’umanità – per esempio, se il confucianesimo e il taoismo della cultura tradizionale accolta dall’uomo fossero considerati cose belle –, le persone dello stesso tipo potrebbero andare d’accordo dopo averle accettate, giusto? Allora perché esiste una divisione tanto grande fra coloro che hanno accettato le medesime cose? Perché ciò accade? La ragione è che queste cose derivano da Satana e Satana crea divisione fra le persone. I doni di Satana, per quanto decorosi o importanti possano apparire, portano e suscitano nella vita dell’uomo soltanto arroganza e nient’altro che l’astuzia della natura maligna di Satana. Non è forse vero? Se un uomo potesse mascherarsi, possedere un grande bagaglio di conoscenze o avere una buona istruzione, troverebbe difficile nascondere la propria indole satanica corrotta. Non importa in quanti modi si dissimuli, e non importa che tu pensi a lui come a un santo, o se ritieni che sia perfetto o un angelo, non importa quanto tu lo creda puro: come sarebbe la sua vita dietro le quinte? Quale sostanza coglieresti nella rivelazione della sua indole? Senza dubbio vedresti la natura malvagia di Satana. Si potrebbe dirlo? (Sì). Per esempio, ammettiamo che conosciate qualcuno vicino a voi che ritenete o avete ritenuto una brava persona, forse qualcuno che avete persino considerato un idolo. Con la tua statura morale attuale, che cosa pensi di questa persona? Consideri dapprima se ha l’umanità, se è onesta, se prova amore vero per le persone, se le sue parole e le sue azioni recano beneficio e aiutano gli altri. (No). La cosiddetta gentilezza, il cosiddetto amore o bontà rivelati in questo caso, che cosa sono in realtà? È tutta apparenza, è tutto falso. Questa facciata dietro le quinte ha un ulteriore scopo malefico: mira a far sì che quella persona sia adorata e idolatrata. Vi è chiaro? (Sì).

Che cosa recano all’umanità i metodi che Satana utilizza per corrompere le persone? Hanno qualcosa di positivo? (No). Innanzitutto, l’uomo sa distinguere il bene dal male? (No). Vedi, in questo mondo, che si tratti di una persona straordinaria, di un giornale o di un’emittente radiofonica, diranno che questo o quello è buono o cattivo, vero? (No). È corretto? (No). Le loro valutazioni degli eventi e delle persone sono corrette? (No). C’è verità in esse? (No). Questo mondo o questa umanità valutano le cose positive e negative in base agli standard della verità? (No). Perché le persone non hanno questa capacità? Hanno studiato a lungo e sono molto erudite nelle scienze, le loro abilità non sono sufficientemente grandi? Perché non sanno distinguere fra ciò che è positivo e ciò che è negativo? Perché ciò accade? (Perché le persone non possiedono la verità; scienza e conoscenza non sono la verità). Tutto quello che Satana reca all’umanità è male e corruzione e manca della verità, della vita e della via. Per il male e la corruzione che il Maligno porta all’uomo, puoi affermare che Satana abbia amore? Puoi affermare che l’uomo abbia amore? Alcuni potrebbero dire: “Ti sbagli, ci sono tante persone nel mondo che aiutano i poveri o i senzatetto. Queste non sono forse brave persone? Ci sono anche organizzazioni benefiche che operano il bene, non si adoperano forse per il bene?”. Dunque cosa affermiamo in proposito? Satana usa diversi metodi e teorie per corrompere l’uomo; la corruzione dell’uomo è un concetto vago? No, non lo è. Satana fa anche cose concrete, che riguardano tutta una serie di cose mascherate da elementi positivi, e di azioni decisamente ingannevoli, che Satana compie con il suo intento e il suo scopo. Le persone corrotte e Satana sono la stessa cosa; inoltre, si trovano in questo mondo e nella società che promuovono un punto di vista o una teoria. In ogni dinastia e in ogni epoca promuovono una teoria e instillano dei pensieri negli uomini. Questi pensieri e queste teorie si radicano progressivamente nel cuore delle persone che iniziano ad adeguare il proprio stile di vita secondo questi parametri; non diventano inconsapevolmente Satana? Le persone non sono una cosa unica con Satana? Una volta divenute un tutt’uno con il Maligno, qual è infine il loro atteggiamento verso Dio? Non è lo stesso del Maligno? Nessuno osa ammetterlo, giusto? È spaventoso! Le persone sono Satana e la loro natura è satanica. Perché sostengo che la natura di Satana è maligna? Lo si determina e analizza in base a quello che il Maligno ha fatto e svelato; non è infondato dire che Satana è il male. Se avessi appena detto che Satana è il male, che cosa pensereste? Pensereste: “Ovviamente Satana è il male”. Così vi domanderò: “Quale aspetto di Satana è malvagio?” Se rispondete: “La resistenza di Satana a Dio è malvagia”, non vi starete ancora esprimendo con chiarezza. Adesso abbiamo illustrato i particolari in questa modalità; comprendete il contenuto specifico della sostanza del male di Satana? (Sì). Ora che avete raggiunto una comprensione della natura maligna di Satana, quanto capite di voi stessi? Queste cose sono collegate? (Sì). Questo nesso vi ferisce? (No). Vi è utile? (Sì). E quanto vi è utile? (Moltissimo!) Parliamo dei particolari; non voglio sentire parole ambigue. A quale entità si riferiscono le parole “molto grande”? (Sappiamo che cosa odia Dio, quali cose Gli si oppongono; i nostri cuori intendono qualcosa in proposito). Mmh, vi è altro da aggiungere? Quando parlo della sostanza della santità di Dio, è necessario che lo faccia anche della sostanza maligna di Satana – qual è la vostra opinione? (Sì, è necessario). Perché? (Il male di Satana pone la santità di Dio in grande rilievo). È così? Questo è in parte corretto, nella misura in cui, senza il male di Satana, le persone non conoscono la santità di Dio; è esatto. Tuttavia, è corretto affermare che la santità di Dio esiste solo in virtù del suo contrasto con la malvagità di Satana? Questa argomentazione non è adeguata. La santità di Dio è la sostanza intrinseca di Dio; sebbene Dio la riveli o agisca, Egli possiede questa sostanza intrinseca che viene naturalmente svelata, è intrinseca in Dio Stesso ed è sempre esistita, ma l’uomo non può vederla. L’uomo vive dell’indole corrotta di Satana e della sua sostanza corrotta, non conosce la santità o il contenuto specifico della santità di Dio. È vero? Dunque, pensi sia necessario che parliamo dapprima della sostanza malvagia di Satana? (Sì, lo è). Vedi, abbiamo comunicato numerosi aspetti dell’unicità di Dio e non abbiamo menzionato la sostanza di Satana, giusto? Alcuni possono esprimere dei dubbi e dire per esempio: “Stai parlando di Dio Stesso, perché parli sempre del modo in cui Satana corrompe le persone e di quanto è maligna la sua natura?”. Avete tacitato questi dubbi? (Sì). In che modo li avete messi a tacere? (Attraverso le parole che Dio ci ha comunicato, abbiamo distinto quello che è male). Se le persone discernono il male e ne hanno una definizione precisa, se riescono a capire chiaramente il contenuto specifico e la manifestazione del male, la sua fonte e la sua sostanza – se si parla della santità di Dio, come stiamo facendo in questo momento – allora capiranno distintamente o distintamente riconosceranno che questa è la santità di Dio, la vera santità. Se non parlo del male di Satana, alcuni potrebbero erroneamente credere che ci sono cose che le persone realizzano nella società e fra gli individui (oppure in questo mondo) che possono essere collegate alla santità. Questo punto di vista non è sbagliato? (Sì). Ho quindi parlato della sostanza di Satana. Che tipo di comprensione della santità di Dio avete raggiunto tramite le vostre esperienze in anni recenti, in base alla conoscenza della parola di Dio e al fatto di sperimentare la Sua opera nella vostra vita? Forza, parlatene. Non dovete usare delle parole gradevoli all’orecchio, dovete solo esprimervi in base alle vostre esperienze: la santità di Dio consiste proprio solo nel Suo amore? È semplicemente l’amore di Dio che definiamo santità? Sarebbe una visione eccessivamente unilaterale, giusto? Non lo sarebbe forse? (Sì). Dunque, oltre all’amore di Dio esistono altri aspetti della sostanza di Dio che avete capito? (Sì). Che cosa avete capito? (Dio detesta le feste e le festività, i costumi e le superstizioni; questa è la santità di Dio). Hai detto soltanto che Dio detesta certe cose; Dio è santo perciò detesta delle cose, è questo il significato? (Sì). Alla base di questo, che cos’è la santità di Dio? La santità di Dio non ha un contenuto sostanziale, se non il fatto che Egli detesta delle cose? Mentalmente state pensando: “Poiché Dio odia queste le cose maligne, si può dire che Dio è santo”? Questa non è forse una congettura? Non è una forma di deduzione e di giudizio? Qual è il tabù più grande quando si tratta di capire la sostanza di Dio? (Tralasciare la realtà). È tralasciare la realtà per parlare di dottrine, questo è il tabù più grande che ci sia. Altro? (La speculazione e l’immaginazione). La speculazione e l’immaginazione, anche questi sono dei tabù molto forti. Perché la speculazione e l’immaginazione non sono utili? Sono elementi su cui congetturi e che immagini, elementi che puoi davvero vedere? (No). Sono la vera sostanza di Dio? (No). Cos’altro è tabù? È tabù elencare semplicemente qualche parola dal suono gradevole sulla sostanza di Dio? (Sì). Non è presuntuoso e insensato? Giudizio e congettura sono insensati, proprio come scegliere delle parole solo perché hanno un bel suono. Altro? Anche la lode vuota è assurda, giusto? (Sì). Dio ama ascoltare le persone che parlano di questo tipo di nonsenso? (No). Qual è un sinonimo di “non amare” qualcosa? (Provare disagio). Egli prova disagio nell’ascoltarlo! Dio guida e salva un gruppo di persone e quando esse odono le Sue parole non comprendono mai quello che Egli intenda. Qualcuno potrebbe domandare: “Dio è buono?”, ed essere risponderebbero: “Buono!” “Quanto buono?” “Tanto, tanto buono!” “Dio ama l’uomo?” “Sì!” “Quanto?” “Tantissimo!” “Puoi descrivere l’amore di Dio?” “È più profondo del mare, più alto del cielo!”. Questo non è assurdo? Questo nonsenso non è simile a quello che avete appena detto: “Dio odia l’indole corrotta di Satana, pertanto Dio è santo”? (Sì). Quello che avete appena affermato non è assurdo? Da dove proviene la maggioranza delle cose insensate che vengono pronunciate? (Da Satana). Provengono da Satana. Le cose assurde a cui si dà voce derivano soprattutto dall’irresponsabilità e dall’irriverenza delle persone verso Dio. Potremmo affermare ciò? (Sì). Non avevi alcuna comprensione eppure continuavi a profferire parole illogiche, questo non è essere irresponsabile? Non è irrispettoso verso Dio? Attraverso lo studio hai acquisito del sapere, un po’ di ragionamento e di logica, che hai usato in questa sede e, inoltre, hai operato in tal modo nel conoscere Dio. Credi che Dio Si senta a disagio udendo questo? Come potete conoscere Dio attraverso questi metodi? Non suona strano? Pertanto, quando si tratta della conoscenza di Dio, si deve essere cauti; se conosci Dio, parla solo di questo. Parla in maniera onesta e pratica, non abbellire le tue parole con complimenti ripetitivi e non usare la lusinga; a Dio non serve ciò e questo genere di cose proviene da Satana. L’indole di Satana è arrogante e al Maligno piace essere lusingato e ascoltare parole dolci. Satana sarà lieto e felice se le persone elencano tutte le parole dolci che hanno appreso e le usano per lui. Eppure a Dio questo non serve; a Dio non servono l’adulazione e la lusinga e non ha bisogno che la gente dica sciocchezze e Lo lodi ciecamente. Dio aborre tutto ciò e non ascolterà nemmeno la lode e la piaggeria quando non hanno a che vedere con la realtà. Dunque, quando le persone lodano ciecamente Dio e quello che dicono non corrisponde a quanto hanno nel cuore, e quando ciecamente fanno dei voti a Dio e Lo pregano incuranti, Dio non ascolta affatto. Devi assumerti la responsabilità di quello che dici. Se non sai qualcosa, ammettilo semplicemente; se sai qualcosa, esprimila in maniera pratica. Ora, per quanto riguarda il contenuto attuale della santità di Dio, ne avete una comprensione specifica? Adesso non oserete dire cose insensate, giusto? Non state blaterando, ma non potete smettere di parlare, quindi dovreste avere una qualche comprensione, giusto? Ci state pensando? Lo state gestendo coscienziosamente, vero? Ora potete parlare. (Quando ho svelato la mia ribellione, quando ho trasgredito, ho ricevuto il giudizio e il castigo di Dio, quindi ho visto la santità di Dio. E quando sono caduto in situazioni e ambienti che non erano conformi alle mie aspettative, ho pregato per queste cose e ho cercato di capire le volontà di Dio e Dio mi ha illuminato e mi ha guidato con le Sue parole, ho visto la Sua santità). Mmh, questo deriva dalla tua esperienza, giusto? (Quando Dio guida le persone lungo il cammino ed esercita la Sua autorità su di loro, in ciò vedo la santità di Dio. Di fatto, in quello che Dio ha appena detto riguardo a come Satana corrompe l’uomo e riguardo all’uomo che vive nella corruzione e nell’afflizione del Maligno, all’uomo che non ha alcun controllo in merito, vedo davvero la santità di Dio attraverso la Sua opera sull’uomo). (Da questo ho capito che Dio ha detto che l’uomo è corrotto e ferito da Satana in questo modo. Nondimeno, Dio ha donato tutto per salvarci e in ciò vedo la Sua santità). Questa è una maniera realistica di parlare ed è vera conoscenza. Esistono punti di vista differenti in merito? (Non so se la mia comprensione sia corretta o meno. Nelle parole che Dio ci ha appena comunicato, ravviso il male di Satana in quello che il demonio dice e fa. Nel primo incontro con Dio, è stato detto che Dio ha spiegato all’uomo quello che poteva e non poteva mangiare e che le parole di Dio rivelavano pulizia e schiettezza; da questo comprendo la santità di Dio. Questo è quanto posso aggiungere). Mmh. Rispetto a quello che avete sentito dire da queste persone, le parole di chi suscitano maggiormente il vostro accordo? Il discorso di chi, le parole di chi erano più vicini all’argomento della nostra comunione odierna, quale era il più realistico? Com’era il discorso dell’ultima sorella? (Bello). Esprimi il tuo accordo a quello che ha detto, che cosa ha espresso che ha centrato l’obiettivo? Puoi essere diretto, dire quello che devi dire senza preoccuparti di sbagliare. (Nelle parole appena pronunciate dalla sorella, ho udito che la parola di Dio è diretta e molto chiara, assolutamente diversa dalle perifrasi di Satana. Vi ho colto la santità di Dio). Mmh, questo ne è parte. Avete sentito tutti quello che è stato appena detto? (Sì). Era giusto? (Sì). Facciamo un bell’applauso alla sorella. Molto bene. Vedo che avete raggiunto qualche punto fermo in questi due incontri recenti, ma dovete continuare a impegnarvi il più possibile. La ragione per cui dovete sforzarvi molto è che la comprensione della sostanza di Dio è una lezione molto complessa; non è un qualcosa che si capisce dalla sera alla mattina o che può essere spiegato chiaramente in poche parole.

Ogni aspetto dell’indole satanica corrotta delle persone, la loro conoscenza, la filosofia, i pensieri e le opinioni e gli aspetti individuali le ostacolano notevolmente nella conoscenza della sostanza di Dio; dunque, quando udite questi argomenti, alcuni di essi possono essere al di là della vostra portata, altri possono essere incomprensibili, mentre altri ancora possono fondamentalmente non corrispondere alla realtà. A prescindere da questo, ho udito della vostra comprensione della santità di Dio e so che nei vostri cuori state cominciando ad apprezzare quello che ho detto e comunicato sulla santità di Dio. So che nei vostri cuori il desiderio di comprendere la sostanza della santità di Dio sta iniziando a germogliare. Ma che cosa Mi rende ancora più felice? Il fatto che alcuni di voi sono già capaci di usare parole molto semplici per descrivere la propria conoscenza della santità di Dio. Sebbene sia una cosa semplice da dire, e sebbene l’abbia detto in precedenza, nel cuore della maggioranza di voi questo deve ancora ricevere un’approvazione o essere impresso. Nondimeno, alcuni hanno accolto queste parole nel proprio intimo e questo è piuttosto bello ed è un buon inizio. Spero che gli argomenti su cui ragionate – o gli argomenti che sono al di là della vostra portata – siano profondi e che continuerete a fare degli incontri e a stringere sempre più fratellanze. Per le questioni che vanno oltre la vostra portata ci sarà qualcuno che vi potrà guidare ulteriormente. Se vi impegnare a riunirvi di più per analizzare gli ambiti che sono alla vostra portata, lo Spirito Santo compirà la Sua opera e voi svilupperete maggiore comprensione. Capire e conoscere la sostanza di Dio fornisce un aiuto incommensurabile all’ingresso nella vita delle persone. Spero che non ignoriate ciò, né che lo consideriate un gioco; perché conoscere Dio è la base essenziale e il fondamento della fede dell’uomo in Dio e la ricerca dell’uomo della verità e della salvezza, una cosa di cui non si deve fare a meno. Se l’uomo crede in Dio eppure non Lo conosce, e se l’uomo vive di norme e dottrine, non raggiungerà mai la salvezza, nemmeno se agisci e vivi conformemente alle parole superficiali della verità. Ossia, se la tua fede in Dio non si basa sulla Sua conoscenza, è insignificante. Comprendete, giusto? (Sì, comprendiamo). Il nostro incontro termina qui per oggi.

4 gennaio 2014