L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

1. Comunicare “lealtà a Dio”

L’opera di Dio si sta già avvicinando alla fine. Ad ognuno Dio chiede: “A chi sei fedele?” Questa domanda posta da Dio, risveglia il cuore delle persone, che iniziano ad autovalutarsi. Forse le persone non si sono mai prese sul serio, ma questa volta dovrebbero farlo. Dio stabilisce chi Gli appartiene in termini di chi Gli è fedele e allo stesso modo determina la sorte di ogni persona. Ciò ha senso. Se si è fedeli a Dio, naturalmente si appartiene a Lui e si è acquisiti da Lui. Questo genere di persona meriterà le lodi di Dio. Se si è fedeli a Dio, bisogna portare come prova abbastanza buone azioni, senza fare affidamento su semplici parole o pensieri. Che cosa vuol dire, quindi, “essere leali a Dio”? “Lealtà a Dio” significa che, in qualsiasi questione, si sceglie Dio. Lo si ama, si adora solamente Lui, Gli si può obbedire ed esserGli leali, in tutto ciò che viene da Lui. Si rigetta e si abbandona Satana, la carne e le varie persone e cose, senza più essere legati a loro. Si abbandona tutto per potersi spendere in tutto per Dio. Coloro che sono leali a Dio sono così, perché Egli occupa un posto nel loro cuore. Pertanto, amano Dio e svolgono i loro doveri senza che nient’altro li trattenga. Non sentono il peso del mettere in pratica la verità, al punto da rimanere leali addirittura fino alla morte e da non tradire Dio. Coloro che amano altro non sono mai in grado di staccarsi dalle persone, dalle questioni e dalle cose che li trattengono. Pertanto, per loro è difficile mettere in pratica la verità; e questo è assolutamente naturale. Nei periodi di grande tribolazione, coloro che adempiono al proprio dovere hanno vissuto alcune situazioni di questo genere e hanno reso testimonianza di lealtà a Dio. Ma non sono ancora perfetti e devono continuare a lavorare sodo. Coloro che svolgono il loro compito solo in modo superficiale non dimostrano alcuna lealtà osservabile e, pertanto, in essi manca il recare testimonianza e sono necessari sforzi molto maggiori per supplire a questa mancanza. La testimonianza di fedeltà a Dio è la testimonianza del vincitore, e solo chi vince viene perfezionato realmente ed è lodato da Dio. Se si cerca di essere leali a Dio, bisogna liberarsi da tutto, per poter svolgere il proprio dovere: mondo, famiglia, compresi coniuge e figli, madre e padre, in modo da essere completamente leali a Dio. Questa è la sola, vera espressione di lealtà a Dio. Dio non utilizza regole per limitare le persone e tutto ciò che esse fanno deve basarsi sulla fede e sul vero amore per Dio. Se si vuole essere leali a Dio, bisogna mettere da parte tutto il resto e fare tutto ciò che Lo soddisfa. Penso che questo sia completamente ragionevole e che non sia una richiesta esagerata. I principi della pratica delle persone dipendono dalla fede e dalle richieste di Dio in momenti diversi. Il momento finale non è irrilevante. In questo momento critico, se non si è leali a Dio, lo si rimpiangerà per tutta la vita. Coloro che vincono sono “Essi son quelli che seguono l’Agnello dovunque vada”, “non hanno amata la loro vita, anzi l’hanno esposta alla morte”, “partecipare alle tribolazioni di Cristo, al Suo Regno e alla Sua pazienza”. Questa è la testimonianza di lealtà a Dio, la testimonianza di chi vince, degna delle lodi divine. Ciò che Dio richiede alle persone è che Lui possa rendere perfetti i vincitori; le persone dovrebbero capire il cuore di Dio. L’ultima fase della testimonianza è resa in questo modo. Ciò che si è fatto nel passato non basta.

Rendere una testimonianza di lealtà a Dio implica diversi aspetti. Non si possono soddisfare tutte le condizioni, ma la vera qualità su cui si basa la lealtà a Dio è qualcosa che tutti devono possedere. Nel nostro cuore c’è posto solo per Dio, che si eleva sopra tutto il resto e nulla sta al di sopra di Lui. Tutto ciò che si fa deve mirare alla lealtà a Dio e non a conquistarsi il favore degli altri Tutto ciò che si dice o si compie risponde a Dio ed è in obbedienza a Dio. In qualsiasi modo si svolgano i propri doveri, si può avere successo solo quando si ha un cuore veramente leale a Dio. Cercando di essere leali a Dio, dovremmo valutare le lezioni dei precedenti fallimenti. Svolgere i propri doveri meccanicamente e senza serietà, non tenendo Dio nel proprio cuore, con intenzioni adulterate da altri motivi o scopi, impedirà di svolgerli bene. Si deve anche prestare attenzione ai cambiamenti della propria indole, approfondire la ricerca della verità e possedere il vero amore per Dio. Questa è l’unica soluzione. Tutte quelle persone svolgono i propri doveri pensando alle benedizioni e avendo paura di essere punite ed eliminate. Quindi, non possono fare a meno di svolgerli meccanicamente, perché non agiscono con piena volontà e pensano sempre alle benedizioni. Costoro non sono né coscienziosi né ragionevoli. Pensano sempre al coniuge, ai figli e, ancor di più, si curano della carne. Alla fine, chi può salvare le persone? Chi concede il diritto di esistere? Chi può decidere su qualsiasi cosa riguardi l’uomo? Se non si riesce a capire tutto questo, come ci si può considerare davvero credenti? Ciò che si è capaci di amare col cuore è ciò a cui si sarà fedeli. Chi non riesce ad amare Dio è una persona davvero disumana. Come può essere leale a Dio? Avete diversi anni di esperienza dell’opera di Dio; non sapete, quindi, quali cambiamenti sono avvenuti in voi stessi e quanto vicini siete alla salvezza? Se vi rendete conto della vostra natura corrotta, come potete non sapere ancora come comportarvi? Dovreste sapere ancora meglio cosa significhi “essere umani”. Quali vantaggi, alla fine, potete trarre dal vivere per il vostro coniuge e i vostri figli? Perché, per una volta, non riuscite a vivere per Dio? Con quest’ultima opportunità, dovreste ricambiare l’amore di Dio vivendo per Lui. Raramente si ha la possibilità di dimostrare la propria lealtà a Dio, poiché ci sono tante cose che legano l’uomo. L’uomo è così meschino! Questa è l’ultima possibilità; quindi bisogna essere chiari. Non si può continuare ad essere leali alle persone, alle questioni e alle cose che si amano; non si può più essere leali al coniuge, ai figli e ai genitori e, ancora peggio, ai propri cuccioli del cuore. Bisogna metterli da parte ed essere assolutamente leali a Dio. Le persone care, e ancora di più i vostri tanto amati cuccioli, non hanno il potere di salvarvi. Solo Dio può salvarvi. Questa è una questione di vita o di morte. Con questo intendete dire che, anche quando affronterete la morte, trascurerete la vita?

In questo momento critico finale, bisognerebbe dare la priorità assoluta a: nutrirsi e dissetarsi delle parole di Dio, fare qualunque cosa venga affidata da Dio, svolgere i propri doveri, soddisfare Dio e la gloria di Dio. Questo è l’unico modo per essere leali a Dio. I santi che sono venuti prima di noi spesso hanno detto: “Non ha importanza quanto otteniamo o quanto perdiamo; dobbiamo prestare attenzione alla volontà di Dio”. Questo dovrebbe essere il motto di tutte le persone. Le azioni specifiche sono: se Satana interferisce, il primo compito è quello di proteggere la testimonianza e l’opera di Dio, e di usare la verità per sconfiggere Satana; se si affronta il peccato o la tentazione, per prima cosa bisogna glorificare Dio, e non si può peccare contro Dio e umiliarLo; se ci sono persone, questioni o cose che intralciano l’adempimento dei propri doveri, allora ciò che Dio ha affidato a ognuno viene prima di tutto e bisogna liberarsi da ogni legame ed essere leali a Dio; se e quando sorgono questioni vitali per i propri interessi personali, allora gli interessi della famiglia di Dio hanno la priorità. È essenziale tralasciare gli interessi personali ed essere gentili con il cuore di Dio. Se gli affari mondani comportano obblighi e limitazioni, adempiere il proprio dovere e soddisfare Dio devono essere la priorità e bisogna mettere tutto il resto da parte per dedicarsi a Dio.

Questo è il momento in cui si comincia ad adorare correttamente Dio. Dobbiamo rimuovere tutti i falsi dei dal nostro cuore. Le persone che considerate come idoli o che vi guidano non dovrebbero più avere alcun posto nel vostro cuore. Nessuno dovrebbe avere lo stesso posto di Dio nel vostro cuore. Anche le persone migliori sono pur sempre creature e non possono esserGli paragonate. Dobbiamo adorare soltanto Dio e, al massimo, mostrare agli altri soltanto del rispetto. Soltanto verso Dio dobbiamo avere un atteggiamento di lealtà, amore, obbedienza e adorazione. Soltanto questo tipo di persona crede veramente in Dio e Gli è leale. Coloro che amano le persone e non Dio sono i più confusi e in errore di tutti e quelli con meno coscienza e buonsenso, e dovrebbero essere eliminati. Dio ha dato all’umanità tutto il Suo amore e, per poterla salvare, ha pagato il prezzo più alto. Ma non ha ricevuto l’amore delle persone, e questa è la cosa più triste di tutte. In questa fase finale, tutto dipende dagli sforzi delle persone. Perché non si riesce ad amare Dio? Vale la pena rifletterci bene e impegnarsi in questo. Solo chi ama Dio possiede la verità. Chiunque riesca a raggiungere e a superare gli standard nell’avere un amore genuino per Dio è un campione da record e un eroe. Tutti voi dovete lottare: non dovete essere codardi.

Se colui che crede tratta davvero Dio come dovrebbe, allora riesce ad adorarLo normalmente. Nell’adempimento dei suoi doveri, riesce ad essere leale a Dio a un grado tale da obbedirGli anche fino alla morte. Questa è una vera espressione di lealtà a Dio. Se si crede in Dio, ma non si riesce ad esserGli leali, questa fede non è reale e, in qualche modo, è blasfema. Se credete in Dio, perché non riuscite a trattarLo come tale? In questo caso, c’è un problema riguardo alla vostra fede. È falsa, ha altri scopi ed è una fede ingannevole. Se credete in Dio, fatelo solennemente, con tutto il cuore, come priorità e come Dio richiede. Credete in Dio affidandovi alla coscienza e alla ragione umana: soltanto questo tipo di fede è reale e può soddisfare Dio. Solo questo tipo di fede è in accordo col cuore di Dio. Questo tipo di fede può avere successo e non comporterà vergogna e fallimento.

Pagina successiva:Vari aspetti dell’umanità normale

Potrebbero interessarti anche