Testimoni per Cristo degli ultimi giorni (Le venti verità del testimoniare Dio)

Contenuti

IV. È necessario portare testimonianza per l’aspetto della verità riguardante la relazione tra le tre fasi dell’opera di Dio e i Suoi nomi

1. Perché Dio viene chiamato con nomi diversi in epoche diverse? Quali sono i significati dei nomi di Dio?

Parole di Dio attinenti:

Dovresti sapere che originariamente Dio non aveva alcun nome. Ne ha assunto solo uno, o due, o molti perché doveva compiere un’opera e guidare l’umanità. Qualunque sia il nome con cui Egli viene chiamato, non è scelto liberamente da Lui? Ha bisogno di te, una creatura, per deciderlo? Il nome con cui Dio viene chiamato dipende da ciò che l’uomo e il linguaggio umano possono comprendere, ma questo nome non può essere sintetizzato dal genere umano.

da “La visione del lavoro di Dio (3)” in La Parola appare nella carne

Come tale, in ogni epoca in cui Dio realizza personalmente la Sua opera, utilizza un nome che si addice al periodo, per sintetizzare l’opera da Lui compiuta. Egli usa un nome particolare, quello che racchiude il significato del periodo, per rappresentare la Sua indole in quell’epoca. Dio usa il linguaggio umano per esprimere la Propria indole.

da “La visione del lavoro di Dio (3)” in La Parola appare nella carne

Potrebbe il nome di Gesù, “Dio con noi”, rappresentare interamente l’indole di Dio? Potrebbe esprimere pienamente Dio? Se l’uomo dicesse che Dio potrebbe essere chiamato solo Gesù e non potrebbe avere alcun altro nome perché Dio non può mutare la Sua indole, allora tali parole sarebbero delle bestemmie! Ritieni che il nome di Gesù, Dio con noi, potrebbe rappresentare Dio nella Sua interezza? Dio può essere chiamato con molti nomi, ma tra questi vari nomi, non ve n’è uno che potrebbe condensare tutto ciò che Dio ha, non ve n’è uno che potrebbe rappresentarLo pienamente. Dio ha molti nomi, dunque, ma questi vari nomi non possono esprimere in pieno l’indole divina, perché è troppo ricca e si estende al di là della conoscenza umana. Il linguaggio dell’uomo è incapace di ricapitolare completamente Dio. L’uomo ha soltanto un vocabolario limitato con cui definire tutto ciò che sa dell’indole divina: grande, onorevole, meravigliosa, insondabile, suprema, santa, giusta, saggia, e così via. Troppe parole! Tale vocabolario limitato non è in grado di descrivere quel poco che l’uomo ha visto dell’indole di Dio. In seguito, molte persone hanno aggiunto più parole per descrivere meglio il fervore nel loro cuore: Dio è troppo grande! Dio è troppo santo! Dio è troppo amorevole! Oggi, espressioni come queste hanno raggiunto il loro apice, ma l’uomo è ancora incapace di definire Dio in modo chiaro. Per l’uomo, Dio ha quindi molti appellativi, eppure Lui non ha un nome, ed è così perché l’essere di Dio è immenso e il linguaggio umano è troppo inadeguato. Un termine o un nome particolare è incapace di rappresentare Dio nella Sua interezza. Dio può quindi avere un nome fisso? Dio è così grande e santo, perché non Gli permetti, dunque, di cambiare il Suo nome in ogni nuova era?

da “La visione del lavoro di Dio (3)” in La Parola appare nella carne

Alcuni affermano che il nome di Dio non cambi, allora perché il nome di Jahvè è diventato Gesù? L’arrivo del Messia è stato annunciato; allora perché è arrivato un uomo dal nome di Gesù? Perché il nome di Dio è cambiato? Questo lavoro non è stato portato a termine tanto tempo fa? Dio non può svolgere un nuovo lavoro in questi tempi? L’opera del passato può essere modificata e il lavoro di Gesù può andare avanti a partire dal lavoro di Jahvè. Allora l’opera di Gesù non può essere seguita da un altro lavoro? Se il nome di Jahvè si può trasformare in Gesù, allora non si può anche modificare il nome di Gesù? Questo non è insolito e la gente pensa così[a] soltanto per via della sua mentalità ristretta. Dio sarà sempre Dio. A prescindere dai cambiamenti del Suo lavoro e del Suo nome, la Sua indole e la Sua saggezza rimarranno per sempre immutate. Se pensi che Dio possa essere chiamato soltanto Gesù, allora sai troppo poco. Osi dire che Gesù sarà sempre il nome di Dio, che Dio sarà sempre il nome di Gesù e che non cambierà mai? Osi dire con certezza che è il nome di Gesù che ha concluso l’Età della Legge e che concluderà anche l’età finale? Chi può dire che la Grazia di Gesù potrà concludere quest’epoca?

da “Come può l’uomo che ha definito Dio nelle sue concezioni ricevere le rivelazioni di Dio?” in La Parola appare nella carne

Se l’opera di Dio in ogni epoca fosse sempre la stessa, e fosse sempre chiamato con il medesimo nome, come potrebbe conoscerLo l’uomo? Dio deve essere chiamato Jahvè e, a parte un Dio denominato Jahvè, un altro chiamato con qualsiasi altro nome non è Dio. Se Dio può essere chiamato soltanto Gesù e non con un altro nome se non Gesù; a parte Gesù, Jahvè non è Dio, e Dio Onnipotente non è nemmeno Dio. L’uomo crede che sia vero che Dio è onnipotente, ma Dio è un Dio con l’uomo; Dio va chiamato Gesù, perché Dio è con l’uomo. Per farlo, si deve seguire la dottrina e vincolare Dio a un ambito. L’opera che Dio realizza, dunque, in ogni epoca, il nome con cui Egli è chiamato, e le sembianze da Lui assunte e ogni fase della Sua opera sino ad oggi non seguono un’unica regola, e non sono soggette ad alcun vincolo. Egli è Jahvè, ma è anche Gesù, come pure il Messia e Dio Onnipotente. Il Suo operato può cambiare gradualmente, e ci sono mutamenti corrispondenti nel Suo nome. Nessun singolo nome Lo può rappresentare interamente, ma tutti i nomi con cui viene chiamato sono in grado di rappresentarLo e l’opera che compie in ogni epoca rappresenta la Sua indole.

da “La visione del lavoro di Dio (3)” in La Parola appare nella carne

In ogni epoca Dio compie una nuova opera e viene chiamato con un nuovo nome; come potrebbe fare la stessa opera in epoche diverse? Come potrebbe vivere nel passato? Il nome di Gesù fu scelto per l’opera della redenzione, verrà quindi chiamato ancora con lo stesso nome quando ritornerà negli ultimi giorni? Realizzerà ancora l’opera di redenzione? Com’è che Jahvè e Gesù sono uno, eppure sono chiamati con nomi diversi in epoche differenti? Non è forse perché la Loro opera è diversa in queste epoche? Un unico nome può rappresentare Dio interamente? Dio deve essere chiamato con un nome diverso in un’epoca differente; e deve utilizzare il nome per modificare l’epoca e rappresentarla, poiché un solo nome non può rappresentare pienamente Dio Stesso e ogni nome può rappresentare solo l’indole di Dio durante una certa epoca e ha unicamente bisogno di rappresentare la Sua opera. Pertanto, Dio può sceglierSi qualsiasi nome che si addice alla Sua indole per rappresentare l’intera epoca.

da “La visione del lavoro di Dio (3)” in La Parola appare nella carne

E così, ogni volta che Dio viene, è chiamato con un nome solo, rappresenta un’età, ed inaugura un nuovo percorso; e in ogni nuovo percorso, assume un nuovo nome, il che dimostra che Dio sia sempre nuovo e mai vecchio, e che la Sua opera progredisce sempre. La storia va sempre avanti, e l’opera di Dio avanza sempre. Affinché il piano di gestione di seimila anni giunga al termine, deve continuare a progredire. Ogni giorno Egli deve realizzare una nuova opera, ogni anno deve farla; Egli deve aprire nuove strade, inaugurare nuove epoche, dare inizio a un operato nuovo e più grande, e introdurre nuovi nomi e nuove opere.

da “La visione del lavoro di Dio (3)” in La Parola appare nella carne

Note a piè di pagina:

a. Il testo originale riporta “che è”.