Home Libri
A-
A+

Domanda 1: Noi crediamo che il ritorno del Signore significherà che i credenti verranno innalzati direttamente nel Regno dei Cieli, poiché è scritto nella Bibbia: “Poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insiem con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore” (1 Tessalonicesi 4:17). Voi testimoniate che il Signore Gesù è ritornato; allora perché noi ora siamo sulla terra e non siamo ancora rapiti?

Risposta:

Dobbiamo sperare nel ritorno del Signore in base alle profezie di cui Egli Stesso parlò. Questo è il modo più corretto di attendere il ritorno del Signore. Chi state citando esattamente? State citando le parole del Signore o le parole degli uomini? “Poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insiem con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria”, chi lo ha detto? Sono parole del Signore Gesù? Il Signore Gesù non ha mai detto niente di simile. Nemmeno lo Spirito Santo l’ha mai detto. Le parole a cui credete, e che citate, sono di Paolo. Le parole di Paolo rappresentano le parole del Signore Gesù? Egli può rappresentare Dio? Solo Dio conosce la risposta a questo mistero. Se noi esseri umani corrotti osiamo dare interpretazioni e giudizi alla cieca, come in questo caso, stiamo commettendo un peccato abominevole. Paolo non era Cristo. Era solo una normale persona corrotta. I suoi scritti sono pieni di idee umane impure e di fantasie. Le sue parole non sono la verità; pertanto, non possiamo portarle come prove. Tutte le prove si devono basare sulle parole di Dio nella Bibbia. Questo è in linea con la verità. È sbagliato indagare il rapimento e l’ingresso nel Regno dei Cieli sulla base delle parole di persone della Bibbia, in particolare di Paolo, e non sulla base delle parole del Signore Gesù, poiché solo le parole del Signore Gesù sono la verità; solo le Sue parole hanno autorità. Solo il Signore Gesù è Cristo, il Re del Regno dei Cieli. Perché non cercate nelle parole del Signore Gesù la verità e la volontà di Dio? Per quale motivo, al contrario, usate le parole degli uomini come base della vostra ricerca? Questo è in armonia con la volontà del Signore? Questo vi rende incline a seguire l’uomo e a percorrere il vostro personale sentiero. Dio creò gli essere umani dall’argilla. Li incaricò di adempiere ai propri doveri in terra e di gestire il resto delle Sue creazioni. Richiese loro che Gli obbedissero, Lo venerassero e Lo onorassero, e impose che il loro posto fosse sulla terra, non in cielo. Inoltre, Dio ci disse ancora molto tempo fa che avrebbe stabilito il Suo Regno in terra. Peraltro, Egli dimorerà con noi esseri umani sulla terra e i regni della terra dovranno essere trasformati in regni governati da Cristo. Di conseguenza, il Regno di Dio verrà alla fine creato in terra, non in cielo. Molte persone si aspettano sempre di essere innalzate in cielo. Si tratta delle loro personali concezioni e fantasie, di un loro desiderio eccentrico. Ciò non è affatto in accordo con la verità, né con la realtà dell’opera di Dio.

Vediamo cosa disse il Signore Gesù: “Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com’è fatta nel cielo” (Matteo 6:9-10). Il Signore Gesù ci disse chiaramente che il Regno di Dio è in terra, non in cielo. La volontà di Dio dovrà essere fatta sia in terra che in cielo. Leggiamo da Apocalisse 21:2-3: “E vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, scender giù dal cielo d’appresso a Dio…. Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini; ed Egli abiterà con loro, ed essi saranno suoi popoli, e Dio stesso sarà con loro e sarà loro Dio”. Andiamo a Apocalisse 11:15: “Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del suo Cristo; ed egli regnerà ne’ secoli dei secoli”. Queste profezie menzionano “il tabernacolo di Dio con gli uomini” “…la nuova Gerusalemme, scender giù dal cielo d’appresso a Dio” “Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del suo Cristo”. Questo dimostra che Dio costruirà il Suo Regno in terra e che qui dimorerà al fianco dell’umanità. I regni del mondo diventeranno tutti regni di Cristo e dureranno in eterno. Se crediamo che il Regno di Dio è in cielo sulla base delle nostre personali concezioni e fantasie, se crediamo che, quando il Signore giungerà, ci innalzerà in cielo, le Sue precedenti parole non saranno forse state vane? In realtà, il risultato finale del piano di gestione di Dio per salvare l’umanità è la creazione del Regno di Dio in terra. Dio Onnipotente - Cristo degli ultimi giorni - svolge la Sua opera di giudizio e purificazione dell’umanità allo scopo di creare un gruppo di vincitori sulla terra. Coloro che ottengono la salvezza di Dio, vengono resi perfetti e diventano vincitori sono coloro che sanno praticare le parole di Dio e seguire la Sua via sulla terra. Sono il popolo del Suo Regno. Dopo che questi vincitori saranno stati creati, la volontà di Dio sarà fatta in terra. Poi verrà creato il Regno di Cristo in terra e Dio avrà piena gloria. Alla fine, Egli compirà le profezie contenute nel Libro dell’Apocalisse. Siamo ancora confusi su questi fatti? Quale luogo il Signore Gesù ha preparato per noi? Egli ordinò che dovessimo nascere negli ultimi giorni, incontrarLo in terra al Suo ritorno, accettare la purificazione di Dio ed essere perfezionati, e diventare vincitori, in modo da poter compiere la volontà di Dio e che tutti i regni in terra siano trasformati in regni di Cristo. Questa è la volontà di Dio. Dio viene in terra, eppure noi cerchiamo di andare in cielo. In questo modo, non stiamo forse andando contro l’opera di Dio e la Sua volontà? Se ci innalzasse in aria, beh, lassù non c’è cibo, né un posto dove poter vivere: come faremo a sopravvivere? Queste non sono forse tutte concezioni e fantasie nostre? Il Signore farebbe una cosa simile? Il fatto che possiamo pensarla in questo modo dimostra che siamo davvero infantili. È proprio come se avessimo la testa tra le nuvole!

Il Regno di Dio verrà creato in terra durante gli ultimi giorni. La destinazione finale dell’umanità sarà sulla terra, non in cielo. Ciò è stato ordinato da Dio. Dio Onnipotente dice: “Dio tornerà alla Propria posizione originaria e ogni persona tornerà al proprio posto. Queste sono le destinazioni in cui Dio e l’uomo rispettivamente andranno a stare al termine dell’intera gestione operata da Dio. Dio ha la destinazione propria di Dio e l’uomo quella propria dell’uomo. Durante il Suo riposo, Dio continuerà a guidare l’esistenza dell’intera umanità sulla terra. Nella luce di Dio, l’uomo renderà lode all’unico vero Dio in cielo. … Quando l’umanità accede al riposo, significa che l’uomo è divenuto autentica creazione; l’umanità venererà Dio dalla terra e condurrà una normale esistenza umana. Gli uomini non saranno più disobbedienti nei confronti di Dio né Gli resisteranno; essi faranno ritorno all’originaria vita di Adamo ed Eva. Queste sono le rispettive vite e destinazioni di Dio e dell’umanità dopo il loro ingresso nel riposo. La sconfitta di Satana è l’esito inevitabile della guerra tra Dio e Satana. In tal modo, l’ingresso di Dio nel riposo al termine del Proprio lavoro di gestione e la completa salvezza dell’uomo e il suo ingresso nel riposo divengono, allo stesso modo, esito inevitabile. Il luogo di riposo dell’uomo è sulla terra, mentre il luogo di riposo di Dio è in cielo. Durante il proprio riposo, l’uomo venererà Dio e vivrà sulla terra, durante il Proprio riposo, Dio guiderà quel che resta dell’umanità …” (“Dio e l’uomo entreranno nel riposo insieme” in La Parola appare nella carne). Dio Onnipotente ci ha detto chiaramente che, quando la Sua opera di gestione sarà completa, sia Dio che l’uomo riposeranno. Il luogo di riposo di Dio è in cielo, mentre per noi umani è ancora in terra. Ma, in quel momento, Dio condurrà le persone rimanenti a vivere sulla terra. Si tratta di una bella destinazione che Dio ha preparato per noi esseri umani. È anche il Regno di Dio compiuto in terra. Se crediamo in Dio da molti anni, ma non siamo ancora in grado di capire questo, ciò non significa forse che non comprendiamo la verità, né le parole del Signore?

Beh, che cos’è davvero il rapimento? La maggior parte delle persone è confusa al riguardo. Il mistero del rapimento dei santi venne rivelato soltanto all’arrivo di Dio Onnipotente. Dio Onnipotente dice: “‘Essere rapiti’ non significa essere rapiti da un luogo in basso verso un luogo che si trova più in alto, come immaginano le persone. Questo è un errore enorme. L’essere rapiti si riferisce alla Mia predestinazione e alla Mia selezione. È destinato a tutti quelli che ho predeterminato e scelto… Questo è decisamente incompatibile con le idee delle persone. Coloro che in futuro avranno un posto nella Mia casa sono tutti quelli che sono stati rapiti davanti a Me. Questo è assolutamente veritiero, non cambierà mai e non può essere confutato da nessuno. È il contrattacco contro Satana. Tutti coloro che ho predestinato saranno rapiti davanti a Me” (Discorsi e testimonianze di Cristo al principio). Le parole di Dio Onnipotente sono molto chiare. “Essere rapiti” non è ciò che pensiamo - essere portati in aria dalla terra e incontrare il Signore tra le nuvole. Né significa essere portati in cielo. Significa che quando Dio torna sulla terra per proferire le Sue parole e svolgere la Sua opera, sentiremo la Sua voce e saremo in grado di seguirLo e di obbedire alla Sua opera degli ultimi giorni. Questo è il vero significato dell’essere rapiti innanzi al trono di Dio. Tutti coloro che possono distinguere la voce del Signore, trovare la verità nelle parole di Dio Onnipotente, accettare la verità e ritornare a Dio Onnipotente sono le vergini sagge. Essi sono l’oro, l’argento e le pietre preziose che sono stati “rubati” a Dio e che hanno fatto ritorno alla Sua casa, poiché sono tutti dotati di buona levatura morale e possono comprendere e accettare la verità. Possono comprendere la voce di Dio. Sono coloro che hanno davvero ricevuto il rapimento. Sono i vincitori che verranno creati quando Dio svolge la Sua opera, scendendo in segreto sulla terra negli ultimi giorni. Sin da quando Dio Onnipotente ha cominciato la Sua opera degli ultimi giorni, sempre più persone tra quelle che hanno davvero sete dell’apparizione di Dio hanno riconosciuto la Sua voce nelle parole di Dio Onnipotente. Una dopo l’altra hanno accettato l’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni. Sono state rapite innanzi al trono di Dio per incontrarLo di persona e hanno accettato di innaffiare e di nutrirsi delle Sue parole. Hanno acquisito un’autentica conoscenza di Dio. La loro indole corrotta è stata purificata e sono riuscite a vivere la realtà della verità nelle parole di Dio. Hanno già ottenuto la ricca salvezza di Dio. Queste persone sono già state rese vincitori prima dell’arrivo delle grandi catastrofi. Sono state guadagnate da Dio come primi frutti. Coloro che si aggrappano alle proprie concezioni e fantasie e attendono alla cieca che giunga il Signore e li porti in cielo, che rifiutano l’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni sono le vergini stolte. Sono coloro che saranno abbandonati da Dio. Sono destinati a soffrire durante i disastri; piangeranno e digrigneranno i denti. Questo è un dato di fatto.

da Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno

Come dovremmo intendere il concetto di “rapimento”? Usiamo il rapimento per spiegare il modo in cui Dio salva l’uomo da questa condizione e sotto questo dominio e lo colloca in quella condizione e sotto quel dominio. Tuttavia, ogni qualvolta le persone pensano al rapimento, la vedono solo come l’essere innalzati in aria. Ciò non è forse sbagliato? Se, ad esempio, si è nati in un villaggio arretrato e sperduto e, successivamente, si è stati incaricati di lavorare in una grande città, potremmo descrivere la cosa nel linguaggio umano come l’essere stati elevati da un villaggio sperduto per lavorare e vivere in una grande città. Non è forse questo il significato di “essere elevati”? Tale elevazione è forse diversa dall’essere sollevati in aria, come immaginato dall’uomo? Quale di queste è la realtà? Ecco perché diciamo che “rapimento” si riferisce all’essere innalzati da una certa condizione a un’altra determinata condizione: è questa l’elevazione! Questa elevazione non consiste nell’essere innalzati da terra o nell’essere innalzati dalla terra allo spazio: non significa questo. Si riferisce, al contrario, all’essere innalzati a un livello ancora superiore, a un ruolo ancora più alto o addirittura a un posto di categoria superiore. Questa è l’elevazione. Ad esempio, noi eravamo originariamente contadini e operai del livello più basso dell’umanità corrotta, senza uno status sociale, disprezzati dagli altri, vittime di repressione e sfruttamento, senza il diritto di parola, e ora, all’improvviso, veniamo innalzati come il popolo dell’Età del Regno: questa condizione non è forse di “elevazione”? All’inizio eravamo l’umanità corrotta, il livello più basso dell’umanità nel mondo oscuro del male e ora, improvvisamente, veniamo innalzati con l’ascensione per essere il popolo del Regno di Dio, persone che sono cittadine dell’Età del Regno. Se veniamo elevati per essere il popolo dell’Età del Regno, non si tratta forse di ascensione? Questo è il vero rapimento. Bene, alcuni dicono: “Non sto forse continuando a vivere qui? Non sto forse continuando a fare lo stesso lavoro? Ciò di cui mi nutro e che indosso, non sono forse sempre le stesse cose? Come è possibile che non mi senta a un livello alto?” L’essere stato, o meno, rapito non può essere determinato da quanto ti senti in alto o in basso. Quando arriverà il giorno in cui questo fatto sarà rivelato, chi pensi sia in alto verrà eliminato, mentre tu, anche se potresti pensare di non aver ottenuto nulla, continuerai a vivere: come lo spiegherai? Questo significato del popolo del Regno è autentico, non è così? Verrà il giorno in cui questo fatto sarà confermato. Quel giorno dirai: “Oh, sono stato davvero rapito, ma non ne sono consapevole: l’opera di Dio è davvero straordinaria”. Se non possiedono la verità, le persone non si renderanno conto di questo rapimento; vivranno nella grazia senza conoscere la grazia. Questo è il significato pratico del rapimento; questo lo dovresti capire. Dio ti protegge e nessun disastro si abbatterà su di te; questo non spiega forse che sei già stato rapito, che fai parte del popolo eletto di Dio, del popolo dell’Età del Regno? Riesci a spiegare questa domanda? Un giorno riconoscerai che: “Questo è un dato di fatto, la mia condizione è certamente diversa. Nonostante le persone nel mondo mi considerino ancora un operaio o un contadino, agli occhi di Dio sono una persona dell’Età del Regno; di conseguenza, sono davvero stato rapito e sto già godendo della grazia del rapimento”. Questo è il significato pratico dell’ascensione. Se non comprendi ciò che viene chiamato “rapimento” e, affidandoti alla tua immaginazione, credi che il rapimento consista nell’essere innalzati in aria, beh, allora desideri solo essere innalzato in aria.

da “Risposte a domande provenienti da vari luoghi sulla diffusione del Vangelo” in Solo credendo in Dio Onnipotente ci si può salvare

Dapprima avete accettato l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni perché vedete che il Signore Gesù è tornato, che Egli è venuto incarnato come Figlio dell’Uomo e ha iniziato ad affermare la verità e compiere la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni, per questo lo accettate. Questo significa che siete stati elevati, elevati al cospetto di Dio, sollevati in aria per incontrare il Signore. Cosa significa “aria”? Diffondere il vangelo e parlare online non è forse questo “nell’aria”? Non sono forse “nell’aria” le parole che dico a voi oggi? La gente chiede: “Dov’è l’aria?” “L’aria” è un pronome e rappresenta la questione se siamo in paradiso o sulla terra. Parlando molto letteralmente, siamo sulla terra, ma godiamo di una vita in comunione con Dio, mangiamo e beviamo la parola di Dio, che è l’acqua del fiume della vita che scorre dal trono, quindi viviamo come se fossimo in paradiso. Questo ha un significato reale, perché dove siamo? Siamo in paradiso o siamo sulla terra? È difficile dirlo, quindi usiamo l’espressione “nell’aria” per descriverlo. Quindi, questo è un significato. Mi congratulo con voi per essere stati elevati al trono di Dio a banchettare con l’Agnello, cioè a banchettare con Dio.

da Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita (Serie 130)

Alcuni replicano: “Originariamente credevo nel Signore Gesù. Ora che ho udito una completa testimonianza della verità della Bibbia dai predicatori della Chiesa di Dio Onnipotente, in particolare, ho udito le espressioni di Dio Onnipotente, che sono tutte verità ed evidentemente la voce di Dio, ed essa ha risposto a quanto detto nella Rivelazione ‘Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese’ (Apocalisse 2:7). una volta, quindi, che ho udito tutte le parole di Dio Onnipotente, ho confermato una cosa: il Signore è tornato, il Signore Gesù è tornato, Egli è Dio Onnipotente”. In questo modo non siamo noi coloro che verranno elevati al cospetto del Signore perché crediamo in Dio Onnipotente? Apparteniamo a coloro che verranno elevati dal Signore. Quali profezie della Bibbia abbiamo realizzato? Il Signore Gesù disse: “E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro!” (Matteo 25:6), e, “Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20). “Ecco, io vengo come un ladro; beato colui che veglia e serba le sue vesti onde non cammini ignudo e non si veggano le sue vergogne” (Apocalisse 16:15). Queste profezie si sono avverate. Ora siamo con il Signore, e il Signore cena con noi. Come si chiama questa “cena”? Esiste un luogo nella Bibbia dove il Signore Gesù la chiama “alla cena delle nozze dell’Agnello”. Cosa significa “alla cena delle nozze dell’Agnello”? Perché si chiama “alla cena delle nozze dell’Agnello”? “Agnello” è Cristo, e il matrimonio dell’Agnello significa che Cristo viene per completare un gruppo di persone, per aumentare il numero delle persone. Egli completerà i Suoi agnelli, i prescelti per essere i vincitori. Egli farà di queste persone coloro che sopravvivranno prima del disastro; per questo si chiama “partecipare alla cena”. “alla cena delle nozze dell’Agnello”, “nozze” significa acquisire, e cosa succede dopo avere acquisito? Diventiamo una famiglia. Quindi, quando si spiega la scrittura, in alcuni luoghi si dice che Cristo è lo sposo, la Chiesa è la sposa. Questo è chiamato “matrimonio” e qualcosa deve essere acquisito. A proposito di acquisire, questo è in relazione all’opera di Dio negli ultimi giorni, l’opera di giudizio e punizione, l’opera di giudizio a partire dalla Casa di Dio. Le persone prima sperimentano la conquista di Dio, poi saranno purificate, perfezionate e apprezzate e rese complete dopo la conquista; l’opera del giudizio a partire dalla Casa di Dio è questo passo. Dopo che gli uomini hanno sperimentato l’opera di Dio negli ultimi giorni e sono divenuti compatibili con Cristo, l’opera di giudizio a partire dalla Casa di Dio arriva così a conclusione. Al termine di tutto questo, cosa sono coloro nel regno di Dio che sono stati perfezionati? Sono un gruppo di vincitori che sono stati perfezionati prima del disastro; questi sono i vincitori. Quale è la posizione dei vincitori nel regno di Dio? Essi sono chiamati “Pilastri del Regno di Cristo”. Dio completerà un gruppo di persone, un gruppo di vincitori, prima del disastro, e questi vincitori diventeranno i pilastri del regno di Cristo. Non pensate che questa sia una importantissima benedizione? Questa benedizione è importantissima.

da Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita (Serie 130)