Domanda 12: voi testimoniate che il Signore è tornato e sta compiendo la Sua opera di giudizio iniziando nella casa di Dio negli ultimi giorni. Ciò sembra divergere dal giudizio del grande trono bianco nel libro dell’Apocalisse. Molte persone nei circoli religiosi credono è che il giudizio del grande trono bianco sia indirizzato ai non credenti che appartengono al demonio Satana. Quando il Signore verrà, i credenti saranno portati in cielo e allora Egli manderà le catastrofi per distruggere i miscredenti. Questo è il giudizio innanzi al grande trono bianco. Voi testimoniate all’inizio del giudizio di Dio negli ultimi giorni, ma non abbiamo visto Dio portare alcuna catastrofe per distruggere i non credenti. Quindi, come potrebbe essere il giudizio del grande trono bianco?

Estratti di sermoni e di condivisioni per la consultazione:

Chiunque capisca veramente la Bibbia sa che il giudizio davanti al trono bianco detto nell’Apocalisse è una visione dell’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni. Il Dio Onnipotente incarnato è venuto a esprimere la verità e a svolgere la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni, iniziando a purificare e a salvare l’umanità corrotta. Questo significa che il giudizio davanti al grande trono bianco è già iniziato. Il giudizio deve iniziare dalla casa di Dio. Innanzitutto, creerà un gruppo di vincitori prima del disastro. Poi, Dio rovescerà i grandi disastri e premierà il bene, punendo il male, finché quest’epoca malvagia non sarà distrutta. Il giudizio di Dio davanti al grande trono bianco negli ultimi giorni sarà così compiuto. Allora Dio apparirà apertamente per poter iniziare una nuova era. Ora ciò che vediamo è del tutto chiaro. Si è visto il presagio del disastro – quattro lune di sangue di seguito. I grandi disastri sono ormai vicini. All’arrivo del grande disastro, coloro che resistono a Dio, che Lo giudicano o che Gli si oppongono, e pure la malvagia covata del diavolo Satana, saranno tutti distrutti nel disastro. Non è proprio questo il giudizio davanti al grande trono bianco? Dalle profezie della Bibbia possiamo capire che il ritorno del Signore è suddiviso in due fasi: la venuta segreta e la venuta manifesta. Dapprima, il Signore verrà come un ladro, il che significa che il Dio incarnato arriva in segreto per dire la verità e svolgere il Suo giudizio negli ultimi giorni. Lo scopo principale è di perfezionare un gruppo di vincitori. Questo rende vera la profezia che dice che “il giudizio ha da cominciare dalla casa di Dio”. La Sua opera di giudizio è iniziata quando il Dio incarnato è arrivato in segreto per poter esprimere la verità e per poter giudicare tutta quanta l’umanità. La prima parte è quella di iniziare il giudizio dalla casa di Dio. Con questo, Dio purifica e salva coloro che ascoltano la Sua voce e sono portati davanti a Lui, trasformandoli in vincitori. Così l’opera di Dio si compirà, e inizieranno i grandi disastri. Dio userà i disastri per punire e distruggere questo vecchio mondo. Il giudizio di Dio negli ultimi giorni raggiungerà così il suo culmine. Quando Dio appare apertamente sulle nuvole, la Sua opera di giudizio sarà assolutamente completa. Successivamente apparirà il Regno di Dio. E questo compie la profezia della nuova Gerusalemme che scende giù dal cielo. Proprio come dice Dio Onnipotente: “Un aspetto dell’opera di Dio è conquistare l’intera umanità e acquisire il popolo eletto mediante le Sue parole. Un altro aspetto è conquistare tutti i figli della ribellione mediante varie catastrofi. Questa è una parte dell’opera di Dio su vasta scala. Solo in questo modo si può realizzare pienamente il Regno in terra che Dio desidera, e questa è la parte dell’opera di Dio che è come oro fino” (“Capitolo 17” di Interpretazione dei misteri delle “Parole di Dio all’intero universo” in La Parola appare nella carne). Le parole di Dio Onnipotente riassumono la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni con estrema precisione. Possiamo comprenderla facilmente. Il giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni è il giudizio davanti al grande trono bianco profetizzato nell’Apocalisse. Secondo l’opera di giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni, possiamo anche capire di cosa parla la profezia dell’Apocalisse per quanto riguarda l’apertura dei libri per poter giudicare i defunti e l’apertura del libro della vita. In realtà, l’apertura dei libri per giudicare i morti è il giudizio di Dio Stesso verso tutti quanti coloro che Lo negano e che oppongono resistenza anche a Lui. E questo giudizio è anche la loro condanna, la loro punizione, la loro distruzione. E l’apertura del libro della vita si riferisce al giudizio che comincia esattamente dalla casa di Dio, cioè Dio Stesso, Cristo degli ultimi giorni, Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, che esprime la verità per giudicare e purificare tutti coloro che vengono portati davanti al Suo trono. Questi eletti che accettano il giudizio di Dio Onnipotente e vengono portati davanti alla Sua presenza sono tutti oggetti del giudizio, della purificazione e della salvezza di Dio. Il giudizio che comincia dalla casa di Dio ha lo scopo di perfezionare questo gruppo di persone prima del disastro. Solo questo gruppo di persone è composto dalle vergini sagge, persone i cui nomi sono registrati nel libro della vita, i 144.000 vincitori profetizzati dal Libro dell’Apocalisse, coloro che entreranno nel Regno dei Cieli per ereditare la vita eterna. Questo compie ciò che è stato profetizzato nell’Apocalisse 14:1-5: “Poi vidi, ed ecco l’Agnello che stava in piè sul monte Sion, e con Lui erano centoquaranta quattoromila persone che aveano il Suo nome e il nome di Suo Padre scritto sulle loro fronti. E udii una voce dal cielo come rumore di molte acque e come rumore di gran tuono; e la voce che udii era come il suono prodotto da arpisti che suonano le loro arpe. E cantavano un cantico nuovo davanti al trono e davanti alle quattro creature viventi ed agli anziani; e nessuno poteva imparare il cantico se non quei centoquaranta quattromila, i quali sono stati riscattati dalla terra. Essi son quelli che non si sono contaminati con donne, poiché son vergini. Essi son quelli che seguono l’Agnello dovunque vada. Essi sono stati riscattati di fra gli uomini per esser primizie a Dio ed all’Agnello. E nella bocca loro non è stata trovata menzogna: sono irreprensibili”.

L’opera di giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni compie del tutto la visione del giudizio davanti al grande trono bianco che viene profetizzato nel Libro dell’Apocalisse. Il grande trono bianco simboleggia la santità di Dio, così come la sua autorità. Ma come possiamo conoscere la Sua autorità? Lo sappiamo tutti. Dio creò il cielo e la terra e tutte le cose con la Sua parola. Egli la usa per guidare, purificare e salvare l’umanità, per poter realizzare tutto quanto. La parola di Dio rappresenta la Sua autorità. Proprio come la parola di Dio dice: “Se parlo, accadrà. Se ordino, sarà saldo” (“Capitolo 21” dei Discorsi di Cristo al principio in La Parola appare nella carne). “Ciò che ho detto deve essere preso in considerazione, ciò che è preso in considerazione deve essere portato a termine, e questo nessuno può modificarlo; è un assoluto” (“Capitolo 1” delle Parole di Dio all’intero universo in La Parola appare nella carne). L’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni è l’opera della parola. Dio usa la Sua parola per controllare l’intero universo, per controllare tutta l’umanità. Usa la parola per guidare, per provvedere all’umanità, e ora utilizza la Sua parola per giudicare e purificare l’umanità. Dio Onnipotente dice: “Desidero portare gente da ogni parte del mondo alla terra di Canaan, e così continuo a far sentire la Mia parola nella terra di Canaan per controllare l’intero universo. In questo momento, non c’è luce su tutta la terra se non da Canaan, e tutti gli uomini sono minacciati dalla fame e dal freddo” (“Il rombo dei sette tuoni – profezia che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo” in La Parola appare nella carne). “Dunque, negli ultimi giorni, quelli in cui Dio Si fa carne, Egli utilizza principalmente la parola per realizzare tutto e rendere tutto manifesto” (“Tutto viene compiuto dalla parola di Dio” in La Parola appare nella carne). “Tutti coloro che sono malvagi saranno castigati dalle parole sulla bocca di Dio, tutti coloro che sono giusti saranno invece benedetti dalle Sue parole e tutto sarà da esse stabilito e reso completo. Egli, inoltre, non mostrerà alcun segno o miracolo; tutto sarà compiuto attraverso le Sue parole, le quali produrranno dei fatti. Tutti sulla terra celebreranno le parole di Dio; adulti e bambini, maschi e femmine, vecchi e giovani, tutti si assoggetteranno alle Sue parole” (“Il Regno Millenario è arrivato” in La Parola appare nella carne).

L’espressione della parola di Dio Stesso è come il lampo che esce da levante e si può vedere fino a ponente. Essa purifica e perfeziona chi torna davanti al trono di Dio, e rivela tutti quei farisei ipocriti e menzogneri che odiano la verità, così come tutta la gente malvagia che nega e resiste a Dio. Allo stesso tempo, abbatte tutti i figli della disubbidienza. Il giudizio di Dio Onnipotente sulla terra negli ultimi giorni mostra che Dio Onnipotente è già seduto e che governa sul Suo trono. Anche se questo vecchio, malvagio, empio mondo di oscurità esiste ancora, vari grandi disastri che lo distruggeranno stanno per accadere molto presto. Non vi è forza al mondo che possa distruggere il Regno di Dio, né alcuna forza che possa abolire l’opera di Dio o ostacolare il progresso della Sua opera. Dio che usa la Sua autorità per svolgere il giudizio sulla terra equivale al Suo trono nei cieli: è qualcosa che nessuno può scuotere e che nessuno può cambiare. Questo è un dato di fatto. Come dice Dio Onnipotente: “Il Regno si espande nel mezzo dell’umanità, si forma nel mezzo dell’umanità, si erge nel mezzo dell’umanità; non c’è alcuna forza che possa distruggere il Mio Regno” (“Capitolo 19” delle Parole di Dio all’intero universo in La Parola appare nella carne). Questa è l’autorità e il potere manifestati dalla parola di Dio. La parola di Dio che come sappiamo, esercita il potere sulla terra è Cristo che governa sulla terra. Questo è Dio Stesso che già governa seduto sul Suo trono sulla terra. Questo è sufficiente per dimostrare che il Regno di Dio è già disceso sulla terra. Questo qui è un fatto che nessuno può permettersi di negare. Noi possiamo vedere che la volontà di Dio Onnipotente è già completamente fatta così in terra come in cielo. Il Signore Gesù disse: “Venga il Tuo regno; sia fatta la Tua volontà anche in terra com’è fatta nel cielo” (Matteo 6:10). Il libro dell’Apocalisse 11:15-17 inoltre profetizzò: “Ed il settimo angelo sonò, e si fecero gran voci nel cielo, che dicevano: ‘Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del Suo Cristo; ed Egli regnerà ne’ secoli dei secoli’. E i ventiquattro anziani seduti nel cospetto di Dio sui loro troni si gettaron giù sulle loro facce e adorarono Iddio, dicendo: ‘Noi Ti ringraziamo, o Signore Iddio onnipotente che sei e che eri, perché hai preso in mano il Tuo gran potere, ed hai assunto il regno’”. Queste parole sono già diventate realtà. Queste sono tutte le verità compiute dal giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni.

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

La Mia giustizia, la Mia maestà e il Mio giudizio non mostrano misericordia per Satana. Ma per voi, servono a salvarvi, eppure siete semplicemente incapaci di capire la Mia indole e nemmeno conoscete i principi dietro le Mie azioni” (“Capitolo 90” dei Discorsi di Cristo al principio in La Parola appare nella carne). Di che cosa parla questo brano della parola di Dio? Parla dell’effetto della giustizia di Dio, della Sua maestà e del Suo giudizio sulle persone. Qual è tale effetto? Alcuni non riescono a comprenderlo. “La Mia giustizia, la Mia maestà e il Mio giudizio non mostrano misericordia per Satana”. Qual è il significato di queste parole? Alcuni dicono: “Il significato di queste parole è che la giustizia, la maestà e il giudizio di Dio sono rivolti a Satana, non alle persone”. Questa interpretazione è giusta o sbagliata? (Sbagliata.) Alcuni la interpretano in questo modo. È un’interpretazione erronea o assurda. Qui è detto inoltre: “Ma per voi, servono a salvarvi”. Che cosa significa? “Voi” si riferisce al popolo eletto di Dio, a tutti coloro che accolgono l’opera di Dio. Per l’intero popolo eletto di Dio e per coloro che veramente credono in Lui, che cosa sono la giustizia, la maestà e il giudizio di Dio? Servono alla salvezza. Alcuni ritengono che questo sia contraddittorio e dicono: “Non dimostrano alcuna misericordia verso Satana, ma servono a salvare le persone, e allora la giustizia, la maestà e il giudizio di Dio sono rivolti a Satana o alle persone?” Questo interrogativo è facile da risolvere o no? Alcuni possono pensarla così: “Fra le persone, alcune appartengono a Satana, al diavolo, e alcune appartengono al popolo eletto di Dio, che è l’oggetto della salvezza. Così, per Satana, la giustizia, la maestà e il giudizio di Dio sono rivelazione, eliminazione o punizione. Per il popolo eletto di Dio, per coloro che veramente credono in Lui, servono interamente alla salvezza, alla purificazione, al perfezionamento”. Questa interpretazione è giusta o sbagliata? Questa interpretazione è giusta. Simili persone hanno trovato la via. Allora ditemi: è Satana o è il popolo eletto di Dio a dover subire il giudizio giusto, maestoso e adirato di Dio? (Tutti.) Tutti devono accettarlo. Nessuno può non accettarlo. In altri termini, nessuno può sfuggirvi; questa è la verità. Alcuni dicono: “Dio pronuncia le Sue parole, ma né i miscredenti né le persone religiose né le persone appartenenti a Satana le ascoltano o le leggono!” Se non le ascoltano e non le leggono, possono sfuggire al giudizio e al castigo di Dio? Sfuggono al giudizio e al castigo delle parole di Dio, ma possono forse sfuggire alla Sua ira e alle catastrofi da Lui inviate? Possono sfuggire al giudizio e al castigo con fatti reali? Nessuno può sfuggirvi. Se voi non accettate il giudizio e il castigo delle parole di Dio, dovete accettare il giudizio e il castigo con fatti reali. Allora, qual è il giustizio e il castigo con fatti reali? La catastrofe! Perciò il giudizio di Dio dal gran trono bianco negli ultimi giorni è già cominciato.

Il giudizio delle parole di Dio è rivolto al popolo eletto di Dio. Il giudizio dei fatti reali, il giudizio e la punizione della catastrofe sono rivolti ai miscredenti. Così, in questo modo, vi sono due aspetti dell’opera di giudizio, che vengono attuati simultaneamente. Questo non può essere ignorato. Alcuni dicono: “Il popolo eletto nella famiglia di Dio sta subendo il giudizio e il castigo di Dio, ma i miscredenti mangiano, bevono e si divertono e non hanno accettato il giudizio e il castigo di Dio!” Il giudizio e il castigo dei fatti reali per loro sono diversi dal giudizio e dal castigo delle parole. Il giudizio e il castigo delle parole durano a lungo, ma il giudizio e il castigo dei fatti reali arriveranno in tempi brevi, in un istante. È come per i forti terremoti, quando le persone mangiano, bevono e si divertono, poi, all’improvviso, “crac”, la terra trema e le persone vogliono scappare, ma non ci riescono e tutte rimangono uccise. Vedete, il giudizio e il castigo dei fatti reali sono rapidi, transitori, improvvisi e difficili da percepire. Il giudizio e il castigo delle parole sono diversi. Occupano un certo periodo di tempo. Le persone devono nutrirsi e dissetarsi delle parole di Dio. Talvolta non se ne sono nutrite o dissetate, oppure se ne sono nutrite e dissetate, ma non le hanno prese a cuore. Alcuni le hanno prese a cuore, ma non hanno sperimentato il giudizio. Non sperimentarlo non è accettabile. La prima volta che lo sperimentano, potranno non essere in grado di obbedire, non ne hanno conoscenza né comprensione. Dopo un certo periodo di tempo, ne avranno una comprensione parziale e, dopo averlo sperimentato un po’ più a lungo, potranno capire più a fondo, e allora si potranno produrre il vero pentimento e il vero cambiamento. Questo è il processo della ricerca della verità. Dal non capire al capire. L’obbedienza deriva dal capire e la conoscenza deriva dall’obbedire. Questo processo richiede molto tempo. Per conseguire risultati, alcuni impiegano dieci o vent’anni e altri da venti a trent’anni. È così che funziona. Quando sperimentiamo il giudizio e il castigo delle parole di Dio, che cosa fanno i miscredenti? Mangiano, bevono, si divertono, dormono e sognano! Quando noi avremo subìto il giudizio e il castigo a sufficienza e saremo purificati e cominceremo a gioire e a lodare Dio, quando il popolo di Dio sarà stato reso perfetto da Dio, per i miscredenti arriverà la catastrofe. E quando arriverà la catastrofe, sarà il momento della loro morte! Il giudizio e il castigo di Dio dal gran trono bianco negli ultimi giorni è così? (Sì.) Adesso avete capito: “Ecco com’è il giudizio da parte del gran trono bianco! Il giudizio e il castigo delle parole sono interiori e l’arrivo e la punizione della catastrofe sono esteriori. Coloro che non credono in Dio e coloro che si oppongono a Dio devono morire tutti nella catastrofe”. Qual è il rapporto temporale fra il giudizio e il castigo interiori delle parole e la punizione esteriore delle catastrofi? Sincrono. I miscredenti anche adesso hanno catastrofi di ogni genere, ma queste non sono tanto gravi, né vengono classificate come catastrofi devastanti. Quando il popolo eletto di Dio sarà stato reso completo, quando comparirà un gruppo di vincitori, “crac”, discenderà la catastrofe. Quando discenderà, allora la catastrofe costituirà il giudizio e il castigo utilizzati per sistemare i miscredenti. Questo giudizio e questo castigo sono colmi di ira e maestà!

da “Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita”

Pagina precedente: Domanda 11: voi rendete testimonianza che Dio Onnipotente esprime la verità e sta compiendo la Sua opera di giudizio degli ultimi giorni, ma io credo che la nostra fede nel Signore Gesù e la nostra accettazione dell’opera dello Spirito Santo implichino che abbiamo già subito l’opera di giudizio di Dio. A dimostrazione di questo, ecco qui le parole del Signore Gesù: “Perché, se non Me ne vo, non verrà a voi il Consolatore; ma se Me ne vo, Io ve Lo manderò. E quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia, e al giudizio” (Giovanni 16:7-8). Noi crediamo che, sebbene il Signore Gesù compì l’opera di redenzione, nel giorno della Pentecoste, dopo che Egli fu salito al cielo, lo Spirito Santo discese e operò negli uomini: “[…] convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia, e al giudizio”. Queste parole dovrebbero riferirsi all’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni; perciò, la questione che mi piacerebbe ricercare è: quali sono esattamente le differenze tra l’opera di giudizio degli ultimi giorni svolta da Dio Onnipotente e l’opera del Signore Gesù?

Pagina successiva: Domanda 13: molte persone nel mondo religioso credono che il Signore Gesù che dice “È compiuto” (Giovanni 19:30) sulla croce sia prova che l’opera di salvezza di Dio sia stata già totalmente compiuta, eppure voi testimoniate che il Signore è tornato nella carne per manifestare la verità e compiere l’opera di giudizio, iniziando dalla casa di Dio per salvare pienamente l’umanità. Quindi, esattamente, come si dovrebbe comprendere l’opera di Dio per salvare l’umanità? Non capiamo questo aspetto della verità, quindi per favore spiegatecelo.

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Chatta con noi su Messenger
Chatta con noi su WhatsApp

Contenuti correlati

33. Cos’è il rapimento prima della catastrofe? Cos’è un vincitore che viene creato prima della catastrofe?

L’uomo sarà reso pienamente completo nell’Età del Regno. Dopo l’opera di conquista, l’uomo sarà sottoposto ad affinamento e tribolazione. Coloro che sono in grado di superare la prova e di rendere testimonianza durante la tribolazione sono coloro che alla fine saranno resi completi; sono i vincitori. Durante questa tribolazione all’uomo viene chiesto di accettare l’affinamento, che è l’ultima istanza dell’opera di Dio.

26. Come si può ottenere l’opera dello Spirito Santo?

Il lavoro dello Spirito Santo cambia di giorno in giorno, salendo sempre più in alto ad ogni passo; la rivelazione di domani risulta così più elevata di quella di oggi, salendo passo dopo passo sempre più in alto. Tale è l’opera mediante la quale Dio perfeziona l’uomo.

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Linea Spazio

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro