Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Cento domande e risposte su come investigare la vera via

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Array

La ricerca non ha prodotto risultati

`

32. In passato ho resistito all’opera di Dio Onnipotente, l’ho condannata e ho detto cose blasfeme. Dio mi salverà ugualmente?

La risposta viene dalla parola di Dio:

Nel periodo dell’opera di salvezza di Dio, tutti coloro che possono essere salvati lo saranno fino al limite massimo, nessuno sarà scartato, poiché lo scopo dell’opera di Dio è quello di salvare l’uomo. Durante il periodo della salvezza dell’uomo da parte di Dio, tutti coloro che non saranno in grado di realizzare un cambiamento nella loro indole, che non saranno capaci di obbedire completamente a Dio, diventeranno oggetto di punizione. Questa fase dell’opera, l’azione della parola, apre all’uomo tutte le vie e i misteri che egli non comprende, così che possa capire la volontà di Dio e ciò che Lui gli richiede, che possa avere le condizioni per mettere in pratica la parola di Dio e ottenere dei cambiamenti nella propria indole. Per compiere la Sua opera, Dio utilizza solo parole, e non punisce le persone solo perché sono un po’ ribelli, poiché ora è il tempo dell’opera di salvezza. Se tutti coloro che sono ribelli fossero puniti, nessuno avrebbe l’opportunità di essere salvato; tutti sarebbero puniti e cadrebbero nell’inferno. Lo scopo delle parole che giudicano l’uomo è di consentirgli di conoscere se stesso e di obbedire a Dio; non è quello di punirlo per mezzo del giudizio delle parole. Nel periodo dell’opera delle parole, molte persone manifesteranno il loro ribellismo, la loro resistenza e disobbedienza nei confronti di Dio incarnato. Ma Egli non li punirà per questo, ma metterà da parte coloro che sono corrotti nel profondo e non possono essere salvati. Consegnerà la loro carne a Satana, e in alcuni casi metterà fine alla loro vita. Coloro che rimangono continueranno a seguire e sperimentare trattamento e potatura. Se, mentre seguono, non riescono ancora ad accettare trattamento e potatura e diventano sempre più degenerate, queste persone avranno perso la loro possibilità di salvezza. Ogni singola persona che ha accettato la conquista delle parole avrà ampie opportunità di salvezza. La salvezza di Dio mostra a ognuna di queste persone la massima benevolenza, cioè esse vengono trattate con la massima tolleranza. A condizione che le persone tornino indietro dal cammino errato, che si possano pentire, Dio concederà loro l’opportunità di ottenere la Sua salvezza. Quando le persone si ribellano per la prima volta contro Dio, Egli non desidera metterle a morte, ma fa tutto ciò che può per salvarle. Se, effettivamente, qualcuno non lascia spazio alla salvezza, Dio lo mette da parte. Egli è lento nel punire perché desidera salvare tutti coloro che possono essere salvati. Egli giudica, illumina e guida le persone solo con le parole, e non utilizza una verga per metterle a morte. L’uso delle parole per salvare le persone costituisce lo scopo e la rilevanza della fase finale dell’opera.

da “Dovreste mettere da parte le benedizioni della posizione e comprendere la volontà di Dio per la salvezza dell’uomo” in La parola appare nella carne

In molti si oppongono a Dio e tra di essi esistono vari tipi di opposizione a Dio. Così come ci sono svariati tipi di credenti, similmente ci sono svariati tipi di persone che si oppongono a Dio, ognuna diversa dall’altra. Non uno di quelli che non riconoscono chiaramente lo scopo dell’opera di Dio può essere salvato. Indipendentemente da come l’uomo possa essersi opposto a Dio in passato, quando l’uomo arriva a capire lo scopo dell’opera di Dio e dedica i suoi sforzi a soddisfare Dio, i suoi precedenti peccati saranno cancellati da Dio. Finché l’uomo cerca la verità e la pratica, Dio non terrà conto di ciò che l’uomo possa aver fatto. Invece, è sulla base della pratica della verità da parte dell’uomo, che Dio giustifica l’uomo. Questa è la giustizia di Dio. Prima che l’uomo abbia visto Dio o sperimentato la Sua opera, a prescindere da come l’uomo agisca nei confronti di Dio, Egli non ne tiene conto. Tuttavia, una volta che l’uomo abbia visto Dio e abbia fatto esperienza della Sua opera, ogni atto e azione dell’uomo viene iscritto negli “annali” da Dio, perché l’uomo ha visto Dio e ha vissuto nell’ambito della Sua opera.

Quando l’uomo avrà effettivamente constatato quello che Dio ha ed è, avrà visto la Sua supremazia e sarà davvero giunto a conoscere l’opera di Dio, e inoltre, quando la sua precedente indole sarà cambiata, allora questi si sarà completamente liberato della sua indole ribelle che si oppone a Dio. Si può dire che ogni uomo si è un tempo opposto a Dio e che ogni uomo Gli si è un tempo ribellato contro. Tuttavia, se ti impegni a obbedire al Dio incarnato e da quel momento in poi soddisfi il cuore di Dio con fedeltà, pratichi la verità che dovresti, esegui il tuo dovere come si dovrebbe e osservi le regole come saresti tenuto a fare, ciò significa che sei uno di coloro che sono disposti a mettere da parte il proprio spirito di ribellione pur di soddisfare Dio e che possono essere resi perfetti da Dio. Qualora ti rifiutassi di comprendere i tuoi errori e non fossi sinceramente pentito; qualora persistessi nei tuoi atteggiamenti ribelli e non avessi affatto a cuore di partecipare all’opera divina e di soddisfare Dio, allora, da sciocco e ostinato quale saresti, sarai certamente punito e non sarai mai reso perfetto da Dio. In quanto tale, sei nemico di Dio oggi e domani, e lo rimarrai anche il giorno dopo; sarai per sempre un avversario di Dio e nemico di Dio. Come potrebbe Dio fartela passare liscia?

da “Tutti coloro che non conoscono Dio sono coloro che si oppongono a Dio” in La parola appare nella carne

Dio questa volta non è venuto per abbattere gli uomini, bensì per salvare le persone nella massima misura possibile. Chi è completamente esente da errori? Se tutti fossero abbattuti, allora come la si potrebbe chiamare salvezza? Alcune trasgressioni vengono compiute di proposito e altre involontariamente. Nelle questioni involontarie si può cambiare dopo averle riconosciute, dunque Dio ti colpirebbe prima del cambiamento? È così che Egli salva gli uomini? No, di certo! A prescindere che tu trasgredisca involontariamente o a causa di una natura ribelle, ricorda soltanto: “Affrettati e torna alla realtà!” Procedi senza indugio, indipendentemente dalla situazione che si verifica, devi andare avanti. Dio sta operando per salvare gli uomini e non colpirà a caso chi vuole salvare. Indipendentemente dal tuo grado di trasformazione, se anche Dio finisse per abbatterti, lo farebbe sicuramente con rettitudine; quando arriverà quel momento, Egli ti consentirà di capirlo. Al momento la tua unica responsabilità è di proseguire senza indugio, ricercare una trasformazione e adoperarti per compiacerLo; dovresti preoccuparti solamente di adempiere al tuo dovere in conformità con la volontà di Dio. Su questo non c’è dubbio! In ultima analisi, non importa in che modo Dio ti tratta, lo fa sempre con rettitudine; non dovresti dubitarne o preoccupartene. Anche se adesso non riesci a comprendere la rettitudine di Dio, ci sarà un giorno in cui ti convincerai. Dio non è di sicuro come un funzionario statale o il re dei demoni! Se cercate attentamente di comprendere questo aspetto, allora col tempo crederete fermamente che l’opera di Dio sia quella di salvare gli uomini e di trasformare la loro indole. Dato che si tratta dell’opera di trasformazione dell’indole delle persone, se queste non rivelano la loro indole, allora non sarà possibile far nulla e non ci sarà alcun risultato. Ma dopo aver rivelato la tua indole, continuare sarà problematico, offenderà i decreti amministrativi e Dio Stesso. Egli infliggerà diversi gradi di retribuzione e tu pagherai il prezzo per le tue trasgressioni. …

È stato detto in precedenza: gli eventi del passato possono essere cancellati da un tratto di penna. Il futuro può essere usato per sostituire il passato; la tolleranza di Dio è infinita. Ma queste parole contengono dei princìpi. Ciò non significa che, per quanto grande sia il peccato che hai commesso, alla fine Dio lo cancellerà con un colpo di penna. Tutta l’opera di Dio ha delle regole. In passato esisteva questo genere di decreto amministrativo: colui che ha commesso un determinato peccato prima di accettare il nome di Dio, che partecipi; se commette di nuovo quel peccato dopo aver avuto accesso, che sia trattato in un determinato modo; se commette ripetutamente lo stesso peccato, allora che venga espulso. Dio nella Sua opera ha sempre perdonato gli uomini nella massima misura possibile; da questo punto di vista, si può notare che quest’opera è realmente quella di salvare le persone.

da “È volontà di Dio salvare le persone nella massima misura possibile” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Pagina precedente:Quando Gesù svolse la Sua opera, guarì i malati, scacciò i demoni e operò segni e miracoli. Perché Dio Onnipotente non compie segni e miracoli nella Sua opera?

Pagina successiva:Nella Bibbia si dice che non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini e che l’unico Salvatore è Gesù Cristo, lo stesso ieri, oggi e sempre. Ma oggi perché credete in Dio Onnipotente?

Potrebbero interessarti anche