Pane quotidiano 53

Se Gesù Si fosse incarnato con la disposizione di giudizio, maledizione e intolleranza delle offese dell’uomo, allora l’uomo non avrebbe mai avuto la possibilità di essere redento, e sarebbe rimasto per sempre nel peccato; e così il piano di gestione seimila non sarebbe andato più in là dell’Età della Legge. L’Età della Legge sarebbe durata per seimila anni, i peccati dell’uomo sarebbero divenuti ancor più numerosi e più gravi, e la creazione dell’umanità sarebbe stata vana. Gli uomini non sarebbero stati in grado di servire Jahvè sotto la legge, mentre i loro peccati avrebbero superato quelli di primi esseri umani creati.

Pagina precedente: Pane quotidiano 52

Pagina successiva: Pane quotidiano 54

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

Pane quotidiano 58

L’opera realizzata in questo momento ha mandato avanti l’opera dell’Età della Grazia; cioè, l’opera dell’intero piano di gestione della...

Pane quotidiano 38

Fintanto che l’opera della salvezza non sia stata compiuta, la gestione di Dio non sarà in grado di giungere a perfetto compimento....

pane quotidiano 41

Le tre fasi dell’opera sono state compiute da un unico Dio; questa è la visione più grande, ed è l’unica via per conoscere Dio. Le tre fasi...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro