L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Testimonianze per Cristo degli ultimi giorni

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

Domanda 31: quando il Signore Gesù venne a compiere la Sua opera, i farisei ebrei, con ferocia, Lo sfidarono, Lo condannarono e Lo inchiodarono alla croce. Ora che Dio Onnipotente degli ultimi giorni è venuto per compiere la Sua opera, anche i pastori e gli anziani religiosi, con pari ferocia, Lo sfidano e Lo condannano, inchiodandoLo ancora una volta a una croce. Perché i farisei ebrei e i pastori e gli anziani religiosi odiano a tal punto la verità e avversano Cristo in questo modo? Qual è esattamente la loro natura ed essenza?

Risposta:

Chiunque crede nel Signore sa che i farisei resistettero al Signore Gesù, ma quale fu la radice, la vera sostanza della loro resistenza? Si può dire che in duemila anni di storia della religione, nessuno ha mai saputo la risposta a questa domanda. Nonostante la maledizione del Signore Gesù verso i farisei fosse stata scritta nel Nuovo Testamento, nessuno è stato in grado di discernere la sostanza dei farisei, non è questo il caso? Quando Dio Onnipotente arriva negli ultimi giorni, Egli rivela la vera risposta a questa domanda. Leggiamo le parole di Dio Onnipotente: “Volete sapere il motivo per cui i farisei si opposero a Gesù? Volete conoscere la sostanza dei farisei? Essi erano pieni di fantasie sul Messia. Per di più, credevano soltanto che il Messia sarebbe arrivato, ma non ricercavano la verità della vita. E così, ancora oggi attendono ancora il Messia, perché non conoscono affatto la via della vita e ignorano quale sia la via della verità. Dite, queste persone così stupide, ostinate e ignoranti come potrebbero guadagnarsi la benedizione di Dio? Come potrebbero contemplare il Messia? Resistevano a Gesù perché non conoscevano la direzione dell’opera dello Spirito Santo, ignoravano la via della verità descritta a parole da Gesù, e inoltre non comprendevano il Messia. Dal momento che non avevano mai visto il Messia e non erano mai stati in Sua compagnia, commisero l’errore di tributare un insulso omaggio al nome del Messia, mentre si opponevano alla Sua sostanza con qualsiasi mezzo. Fondamentalmente, questi farisei erano ostinati e arroganti, e disobbedivano alla verità. Il principio della loro fede in Dio è: a prescindere da quanto sia profonda la Tua predicazione e da quanto sia elevata la Tua autorità, Tu non sei il Cristo a meno che Tu non venga chiamato il Messia. Questi punti di vista non sono assurdi e ridicoli?” (“Nel momento in cui contemplerai il corpo spirituale di Gesù, Dio avrà creato nuovi cieli e nuova terra” in La Parola appare nella carne).

Dio Onnipotente lo dice molto chiaramente. La radice della condanna e della resistenza dei farisei al Signore Gesù risiede nel fatto che non riverirono Dio né cercarono la verità in alcun modo. Nel loro intimo, erano testardi e arroganti e non osservarono la verità. I farisei limitarono Dio alle proprie concezioni e immaginazioni, entro i valori letterali della Bibbia. Loro si attennero solo al nome del Messia. Non importa quanto siano profonde e corrette le prediche del Signore Gesù, quanto le Sue parole siano la verità, e per quanta autorità e potere abbiano, dato che il Suo nome non era il Messia, i farisei si opposero a Lui e Lo condannarono. I farisei non solo mancarono di accettare le verità espresse dal Signore Gesù, ma Lo tentarono e cercarono di coglierLo in errore. Per esempio, tentarono il Signore Gesù chiedendoGli di quale autorità Si serviva per eseguire i miracoli e intenzionalmente Gli chiesero se potevano pagare le tasse a Cesare. Domandarono al Signore Gesù se Egli fosse il Figlio di Dio, il Cristo, ecc. Il Signore Gesù ribatté i loro piani malvagi con la verità e la sapienza. I farisei non avevano alcuna forza per confutarLo, ma continuarono a non cercare la verità. Continuarono a resisterGli e a condannarLo fanaticamente; Lo fecero arrestare ed esigerono che fosse inchiodato alla croce. Avvenne esattamente come disse il Signore Gesù quando li smascherò: “Ma ora cercate d’uccider Me, uomo che v’ho detta la verità che ho udita da Dio; […] Se vi dico la verità, perché non Mi credete?” (Giovanni 8:40, 46). Pertanto è possibile vedere che i farisei, di natura ed essenza, erano demoni satanici, nemici di Dio che odiavano la verità! che tipo di persona può odiare e condannare Cristo? La storia dei farisei dimostra chiaramente un fatto: Tutti coloro che credono in Dio ma non amano la verità, sono stufi della verità e odiano la verità non conoscono Dio. Inoltre, non vi è dubbio di che queste persone resistono a Dio e fanno di Lui il loro nemico. Perché l’essenza di Cristo è la verità, la via e la vita, chiunque odi la verità odia anche Cristo. Molte persone che odiano la verità sembrano apparentemente buone; osservano le regole contenute nella Bibbia e non sembrano affatto persone malvagie, ma quando Cristo viene a compiere la Sua opera, questi satanici nemici di Dio saranno smascherati completamente.

La condanna e la resistenza dei farisei al Signore Gesù rivela completamente la loro essenza demoniaca: odiano la verità e resistono a Dio. che quando il Signore Gesù predicò e svolse la Sua opera, Egli espresse molte verità, rivelò molti miracoli e concesse abbondante grazia alle persone. L’opera del Signore Gesù scosse le fondamenta del giudaismo e sconvolse lo Stato ebraico. Molte persone seguirono il Signore Gesù. I farisei sapevano che se il Signore Gesù avesse continuato a svolgere la Sua opera, tutti i fedeli del giudaismo L’avrebbero seguito; il giudaismo sarebbe crollato e le loro posizioni e mezzi di sussistenza sarebbero svaniti. Pertanto, decisero di uccidere il Signore Gesù. Proprio come è scritto sulla Bibbia: “I capi sacerdoti quindi e i farisei radunarono il Sinedrio e dicevano: ‘Che facciamo? perché quest’uomo fa molti miracoli. Se lo lasciamo fare, tutti crederanno in lui; e i Romani verranno e ci distruggeranno e città e nazione’. […] Da quel giorno dunque deliberarono di farlo morire” (Giovanni 11:47, 48, 53). Per proteggere le loro posizioni e i loro mezzi di sussistenza, i farisei si unirono al governo romano per crocifiggere il Signore Gesù. Dissero: “Il Suo sangue sia sopra noi e sopra i nostri figliuoli”. Come è evidente, i farisei odiavano la verità e odiavano Cristo. Arrivarono al punto di non voler più coesistere con Cristo molto tempo fa! Avrebbero preferito rinunciare all’offerta per il peccato piuttosto che non crocifiggere il Signore Gesù; avrebbero preferito commettere peccati mostruosi, resistere a Dio e offendere Dio e far maledire i loro figli e nipoti piuttosto che non inchiodare il Signore Gesù alla croce, Colui che esprime la verità della redenzione per l’umanità. Questa è la reale natura ed essenza satanica dei farisei, che odia la verità. che quando il Signore Gesù fu inchiodato alla croce il sole si oscurò, la terra tremò e la cortina del tempio si squarciò a metà. Una volta risorto, il Signore Gesù apparve davanti agli uomini ancora una volta. Venute a conoscenza di ciò, le persone si pentirono per i loro peccati e si convertirono al Signore Gesù. E i farisei? Non solo non si pentirono, ma divennero ancor più acerrimi nemici del Signore Gesù. Pagarono dei soldati per testimoniare il falso e dire che il Signore Gesù non era risorto. Quando gli apostoli diffondevano il Vangelo del Signore Gesù, i farisei li catturavano e li perseguitavano fanaticamente. Volevano bandire l’opera del Signore Gesù per raggiungere le loro ambizioni di controllo permanente della comunità religiosa. I farisei credevano solo formalmente in Dio. In realtà, odiavano la verità e resistevano a Dio. La sostanza della loro resistenza e condanna del Signore Gesù era la seguente: loro stavano cercando di competere e misurarsi con Dio; erano in lotta contro Dio. La natura della loro resistenza e disprezzo contro il Signore Gesù rivelò completamente le loro ambizioni e il loro volto maligno e satanico. Smascherò inoltre la loro natura anticristiana e demoniaca: un rifiuto di pentirsi, un frenetico odio della verità e di Dio. Non è così che i pastori e gli anziani della comunità religiosa trattano Dio Onnipotente? Se noi potessimo vedere chiaramente come i pastori e gli anziani resistono e condannano Dio Onnipotente, senza dubbio sapremmo che i farisei resistettero e condannarono il Signore Gesù nello stesso modo.

Duemila anni fa, gli scribi, i farisei e i sommi sacerdoti giudei inchiodarono il Signore Gesù alla croce. Duemila anni dopo, i capi religiosi hanno fatto sì che la storia si ripetesse, inchiodando nuovamente Dio alla croce! Abbiamo visto tutti che Dio Onnipotente svolge l’opera di giudizio cominciando dalla casa di Dio negli ultimi giorni. Egli esprime la verità che purifica e salva l’umanità. Egli scopre tutti i misteri del piano di gestione di Dio. Egli giudica e rivela la natura satanica dell’umanità che resiste a Dio e Lo tradisce. Egli mostra loro la Sua giusta indole che non può essere offesa. Le parole di Dio Onnipotente sono la verità. Hanno autorità e potere e ci convincono completamente. Queste verità purificano e salvano l’umanità. E allora cosa possiamo dire circa i pastori e gli anziani dei giorni nostri? Non gli interessa quanto le parole di Dio Onnipotente siano la verità quanta autorità e potere contengano le Sue parole, il modo in cui possono purificare e salvare l’umanità. Si ostinano ancora a perseverare nel loro errore: “Chiunque non scenda su una nuvola e non mi sollevi fino al Regno dei Cieli non è il ritorno del Signore Gesù”. Resistono e condannano fanaticamente Dio Onnipotente. Si attengono solo di nome al Signore Gesù, ma in realtà resistono e condannano con fanatismo Dio Onnipotente. Che differenza c’è rispetto a quando i farisei si atttenevano al nome del Messia ma resistevano e condannavano il Signore Gesù? La loro essenza non è forse uguale a quella dei farisei: testarda, arrogante, disobbediente e antagonista della verità? Credono solo in un vago Dio nel cielo e negano, resistono e condannano il Cristo incarnato; sono rivali inconciliabili di Cristo. non sono forse solo degli anticristi che negano, condannano e resistono a Cristo? La Bibbia dice: “Come avete udito che l’anticristo deve venire, fin da ora sono sorti molti anticristi; onde conosciamo che è l’ultima ora” (1 Giovanni 2:18). “Poiché molti seduttori sono usciti per il mondo i quali non confessano Gesù Cristo esser venuto in carne. Quello è il seduttore e l’anticristo” (2 Giovanni 1:7). Pertanto, tutti coloro che non riconoscono il Dio incarnato sono degli anticristi. Tutti coloro che resistono e condannano Cristo sono degli anticristi. Perciò, i farisei giudei vennero smascherati come anticristi dall’opera del Signore Gesù. I pastori e gli anziani negli ultimi giorni sono tutti anticristi rivelati dall’opera di Dio Onnipotente. L’opera di Dio incarnato smaschera davvero queste persone! Tutto ciò che Cristo esprime negli ultimi giorni è la verità. Non solo smaschera le vergini sagge e le vergini stolte, ma smaschera anche tutti i tipi di anticristi e miscredenti. Questa è una verità che nessuno può negare!

I capi religiosi negli ultimi giorni e gli scribi, i farisei e i sommi sacerdoti giudei, l’essenza e le radici della loro resistenza a Dio sono le stesse. I pastori e gli anziani resistono a Dio in un modo addirittura peggiore di come lo facevano i sacerdoti, gli scribi e i farisei. Sin dal momento che Dio Onnipotente ha iniziato a svolgere la Sua opera di giudizio cominciando dalla casa di Dio, tutte le persone di ogni confessione furono rapite davanti al trono di Dio, purché amino la verità e bramino la Sua manifestazione. I pastori e gli anziani non si fermano davanti a nulla pur di resistere e condannare Dio Onnipotente, il tutto per cercare di costringere i fedeli e confermare le loro posizioni e mezzi di sussistenza. Diffondono menzogne, testimoniano il falso e bestemmiano Dio Onnipotente; sigillano la Chiesa e vietano severamente ai credenti di studiare l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni. Minacciano, spaventano, ridicolizzano e malmenano i fratelli e le sorelle che diffondono il Vangelo del Regno. Colludono persino con il diabolico PCC, per catturarli e perseguitarli, lasciando centinaia di migliaia di fratelli e sorelle senza una casa alla quale tornare. Almeno un centinaio di migliaia di persone sono state brutalmente torturate dal PCC. Molte sono state anche uccise… La resistenza dei pastori e degli anziani verso Dio Onnipotente è ancora più fanatica di quella dei farisei verso il Signore Gesù. Le loro azioni malvagie nella resistenza a Dio sono numerose. Dio Onnipotente li ha giudicati e maledetti molto tempo fa. Dio Onnipotente dice: “Quanti cercano la verità e seguono la rettitudine? Sono tutti bestie come maiali e cani, e guidano una banda di fetide mosche in un mucchio di letame ad agitare la testa e istigare al disordine[1]. Credono che il loro re degli inferi sia il più potente dei sovrani e non si rendono conto di essere solo mosche nel marciume. […] Con le ali verdi sulla schiena (ciò si riferisce alla loro dichiarata fede in Dio), diventano presuntuosi e si vantano ovunque della propria bellezza e della propria attrattiva, gettando in segreto le loro impurità addosso agli uomini. E se ne compiacciono persino, come se un paio di ali variopinte potesse nascondere le loro impurità, e così perseguitano l’esistenza del vero Dio (ciò si riferisce alla storia segreta del mondo religioso). L’uomo sa a malapena che, sebbene le ali di una mosca siano belle e appariscenti, non si tratta d’altro, in fondo, che di una minuscola mosca piena di lordume e coperta di germi. Fondandosi sulla forza di quei porci e di quei cani dei loro genitori, si scatenano in tutta la regione (ciò si riferisce ai funzionari religiosi che perseguitano Dio sulla base del forte sostegno del proprio Paese, tradendo il vero Dio e la verità) con schiacciante ferocia. È come se i fantasmi dei farisei giudei fossero tornati insieme a Dio nella nazione del gran dragone rosso, di nuovo nel loro vecchio nido. Hanno ricominciato la propria opera di persecuzione, continuando il loro lavoro che copre diverse migliaia di anni. Certamente questo gruppo di degenerati finirà per perire sulla terra!” (“Lavoro e ingresso (7)” in La Parola appare nella carne). Le parole espresse da Dio Onnipotente sono state pubblicamente condivise tramite i giornali, la TV e Internet parecchio tempo fa. Svariati tipi di film evangelici e video sono già stati pubblicati su Internet per rendere apertamente testimonianza della manifestazione e dell’opera di Dio a tutto il mondo. Questo ha causato un grande effetto tra la comunità religiosa e l’umanità in generale. I pastori e gli anziani nella comunità religiosa si sono già accorti di questa crescente tendenza: le parole di Dio Onnipotente stanno conquistando la comunità religiosa e l’umanità in generale. Non vi è persona o forza che possa fermare ciò. Sono diventati collerici e stanno resistendo e condannando freneticamente Dio Onnipotente. Stanno cercando di bandire l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni e di realizzare i loro sogni più folli: l’eterno controllo della comunità religiosa e l’eterna egemonia sul popolo scelto da Dio. I fatti sono sufficienti per dimostrare che i pastori e anziani religiosi negli ultimi giorni sono la ricomparsa dei farisei! Sono i demoni anticristi che s’impegnano al massimo per ostacolare e distruggere l’opera di Dio e giurare fino alla morte di essere nemici di Dio! Le loro numerose azioni malvagie hanno già provocato l’indole di Dio. Come possono sfuggire al giusto giudizio e castigo di Dio?

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

Note a piè di pagina:

1. “Istigare al disordine” si riferisce a come si scatenano le persone demoniache, ostacolando e contrastando l’opera di Dio.

Pagina precedente:Domanda 30: spesso i farisei commentavano la Bibbia nelle sinagoghe. Dall’esterno, davano l’impressione di essere pii e compassionevoli e non sembravano fare niente che violasse apertamente la legge. Quindi, perché i farisei furono maledetti dal Signore Gesù? Come si manifestava la loro ipocrisia? Perché si dice che i pastori e gli anziani religiosi di oggi stanno percorrendo lo stesso sentiero degli ipocriti farisei?

Pagina successiva:Domanda 32: i pastori e gli anziani religiosi hanno una solida conoscenza della Bibbia; spesso interpretano le scritture per gli altri e fanno sì che osservino la Bibbia. Dunque commentare ed esaltare la Bibbia significa davvero recare testimonianza al Signore ed esaltarLo? Perché si dice che i pastori e gli anziani religiosi sono degli ipocriti farisei? Questa domanda ancora non ci è chiara – potreste rispondere per noi?

Contenuti correlati