“Dio Stesso, l’Unico VII” | Estratto 166

Per capire l’indole giusta di Dio, bisogna prima capire i Suoi sentimenti: ciò che Egli odia, ciò che aborrisce, ciò che ama, chi tollera, verso chi è misericordioso e che genere di persona riceve tale misericordia. Questo è un punto importante da sapere. Inoltre bisogna capire che, per quanto Dio sia amorevole, per quanta misericordia e per quanto amore nutra per gli esseri umani, Dio non tollera nessuno che offenda il Suo stato e la Sua posizione, né tollera che qualcuno offenda la Sua dignità. Anche se Dio ama gli esseri umani, non li vizia. Offre agli esseri umani il Suo amore, la Sua misericordia e la Sua tolleranza, ma non è mai stato compiacente con loro; ha i Suoi principi e i Suoi limiti. Indipendentemente dalla misura in cui hai percepito in te l’amore di Dio, indipendentemente da quanto sia profondo tale amore, non devi mai trattare Dio come tratteresti un’altra persona. Sebbene sia vero che Dio tratta gli esseri umani come vicini a Lui, se una persona considera Dio come un’altra persona, come se Egli fosse solo un altro essere creato, come un amico o un oggetto di culto, Dio nasconderà a tale persona il proprio volto e la abbandonerà. Questa è la Sua indole, ed Egli non tollera che nessuno Lo tratti con indifferenza su tale questione. Nella Sua parola viene detto spesso così riguardo all’indole di Dio: non importa quante strade tu abbia percorso, quanto lavoro tu abbia svolto o quanto tu abbia sopportato per Dio, non appena offendi l’indole di Dio, Egli ti ripagherà in base a ciò che hai fatto. Ciò significa che Dio può considerare gli esseri umani vicini a Lui, ma loro non devono trattare Dio come un amico o un parente. Non considerare Dio tuo amico. Per quanto amore tu abbia ricevuto da Lui, per quanta tolleranza Egli ti abbia offerto, non devi mai trattare Dio solo come un amico. Questa è l’indole giusta di Dio. Capisci, vero? Devo dire altro su questo argomento? Avevate capito qualcosa in precedenza su tale argomento? In generale, questo è l’errore più facile che le persone commettano, indipendentemente dal fatto che capiscano le dottrine o che in precedenza non lo abbiano tenuto in considerazione. Quando gli esseri umani offendono Dio, può non essere per via di un esempio o di una cosa che hanno detto, ma è piuttosto dovuto a un atteggiamento che assumono e a una condizione in cui si trovano. Questo è un aspetto davvero spaventoso. Alcuni ritengono di capire Dio, di conoscerLo, potrebbero perfino fare alcune cose in grado di compiacere Dio. Cominciano a sentirsi pari a Dio e di avere abilmente fatto amicizia con Dio. Sentimenti del genere sono terribilmente sbagliati. Se tu non capisci a fondo questa cosa, se non la capisci chiaramente, allora è molto facile offendere Dio e offendere la Sua indole giusta. Adesso lo capisci, giusto? L’indole giusta di Dio non è forse unica? È pari alla personalità dell’umanità? È pari alle qualità personali di un uomo? Mai, giusto? Allora non devi dimenticare che, comunque Dio tratti gli esseri umani, qualunque cosa Egli pensi degli esseri umani, la posizione, l’autorità e il prestigio di Dio non cambiano mai. Per l’umanità, Dio è sempre il Signore di tutto e il Creatore!

Tratto da “La Parola appare nella carne

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp