La sostanza di Cristo è l’obbedienza alla volontà del Padre celeste (Estratto I)

Il Dio che Si è fatto carne Si chiama Cristo e Cristo è la carne assunta dallo Spirito di Dio. Questa carne è diversa da qualsiasi uomo che è di carne. Questa differenza è perché Cristo non è fatto di carne e di sangue, ma è l’incarnazione dello Spirito. Egli ha sia una normale umanità e sia una completa divinità. La Sua divinità non è posseduta da nessun uomo. La Sua normale umanità sopporta tutte le normali attività della carne, mentre la Sua divinità svolge l’opera di Dio Stesso. Che si tratti della Sua umanità o della Sua divinità, entrambe sono obbedienti alla volontà del Padre celeste. L’essenza di Cristo è lo Spirito, che è la divinità. Pertanto, la Sua essenza è quella di Dio Stesso; questa essenza non interrompe la Sua opera e non potrebbe fare niente per distruggerla, né mai pronuncerebbe nessuna parola che vada contro la Sua volontà. Quindi il Dio che Si è fatto carne non farebbe assolutamente mai alcuna opera che interrompa la Propria gestione. Questo è quello che tutti gli uomini dovrebbero capire. L’essenza dell’opera dello Spirito Santo è quella di salvare l’uomo ed è per amore della gestione di Dio. Allo stesso modo, l’opera di Cristo è quella di salvare l’uomo ed è per amore della volontà di Dio. Dato che Dio Si è fatto carne, realizza la Sua essenza all’interno della Sua carne, in modo tale che la Sua carne sia sufficiente per intraprendere la Sua opera. Pertanto, tutta l’opera dello Spirito di Dio è sostituita dall’opera di Cristo durante il tempo dell’incarnazione e al centro di tutta l’opera durante tutto il tempo dell’incarnazione c’è l’opera di Cristo. Non può essere confusa con l’opera di qualsiasi altra epoca. E poiché Dio Si fa carne, opera attraverso l’identità della Sua carne; dato che viene nella carne, finisce poi nella carne l’opera da compiere. Sia che si tratti dello Spirito di Dio o che si tratti di Cristo, entrambi sono Dio Stesso e compie l’opera che Egli deve fare e adempie al ministero che deve adempiere.

L’opera e la manifestazione di Cristo determina la Sua essenza. Egli è in grado di completare con un cuore sincero quello che Gli è stato affidato. Egli è in grado di adorare Dio in cielo con un cuore sincero, e con esso cerca la volontà di Dio Padre. Tutto questo è determinato dalla Sua essenza, e così è anche la Sua rivelazione naturale determinata dalla Sua essenza; la ragione per cui la Sua rivelazione naturale è chiamata così è perché la Sua manifestazione non è un’imitazione, o il risultato dell’istruzione umana, o il risultato di molti anni di coltivazione da parte dell’uomo. Egli non l’ha imparata né Si adorna di essa; piuttosto, è insita dentro di Lui. L’uomo può negare la Sua opera, la Sua manifestazione, la Sua umanità e tutta la vita della Sua umanità normale, ma nessun può negare che Egli adora Dio in cielo con un cuore sincero; nessuno può negare che Egli sia venuto per compiere la volontà del Padre celeste e nessuno può negare la sincerità con cui Egli cerca il Dio Padre. Anche se la Sua immagine non compiace i sensi, il Suo discorso non si presenta straordinario, la Sua opera non scuote la terra e il cielo come l’uomo immagina, Egli è in verità Cristo, che compie la volontà del Padre celeste con un cuore reale, Si sottopone totalmente al Padre celeste ed è obbediente fino alla morte. Questo perché la Sua essenza è l’essenza di Cristo. Questa verità è difficile da credere per l’uomo, ma effettivamente esiste. Quando il ministero di Cristo è stato completamente soddisfatto, l’uomo sarà in grado di vedere dalla Sua opera che la Sua indole e il Suo essere rappresentano l’indole e l’essere di Dio in cielo. In quel momento, la somma di tutta la Sua opera può affermare che Egli è davvero la Parola divenuta carne, che è diversa dalla carne e sangue dell’uomo.

Tratto da “La Parola appare nella carne

L'opera e l'espressione di Cristo determinano la Sua essenza

La sostanza di Cristo è stabilita dalla Sua opera ed espressioni. Con cuore puro, Egli adempie al proprio incarico, venera Dio in Paradiso e cerca la volontà del Padre. Tutto questo è determinato dalla Sua sostanza, come le Sue rivelazioni naturali. Così chiamate perché le Sue espressioni non sono imitazioni o generate dalla cultura e dall'educazione dell'uomo. Non sono apprese, Egli non Se ne adorna, ma sono innate. Non sono apprese, Egli non Se ne adorna, ma sono innate.

Ma Egli è davvero Cristo, che compie il volere di Suo Padre, con un cuore vero, completa sottomissione e fatale obbedienza. Perché la Sua sostanza è quella del Cristo. Una verità difficile da credere, ma che esiste veramente.

Gli uomini possono negare la Sua opera, le Sue espressioni e umanità, possono negare addirittura la Sua ordinaria vita umana, ma non il Suo cuore vero, quando prega Dio nei cieli. Nessuno può negare che Egli sia qui per compiere il volere del Padre celeste. E nessuno può negare la sincerità con cui Egli cerca Dio Padre. La Sua immagine può non essere piacevole ai sensi, il Suo discorso può non essere straordinario, la Sua opera può non sconvolgere cielo e terra, come si crede nell'immaginario umano.

Ma Egli è davvero Cristo, che compie il volere di Suo Padre, con un cuore vero, completa sottomissione e fatale obbedienza. Perché la Sua sostanza è quella del Cristo. Una verità difficile da credere, ma che esiste veramente.

da "Seguire l'Agnello e cantare dei canti nuovi"

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati