Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Testimoni per Cristo degli ultimi giorni

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultato della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

`

35. Perché Dio farà affrontare le catastrofi a coloro che si rifiutano di accettare Dio Onnipotente?

Parole di Dio attinenti:

Tutti quelli che amo vivranno sicuramente in eterno, e tutti coloro che Mi osteggiano indubbiamente riceveranno da Me un castigo perpetuo. Poiché sono un Dio geloso, Io non sarò facilmente indulgente con gli uomini per tutto quello che hanno fatto. Io scruterò tutta la terra, e apparendo nella parte orientale del mondo con giustizia, maestà, collera e castigo, Mi rivelerò alle innumerevoli moltitudini di esseri umani!

da “Il ventiseiesimo discorso” dei Discorsi di Dio all’intero universo in La Parola appare nella carne

Io decido la destinazione di ciascuna persona non in base all’età, all’anzianità, alla quantità di sofferenza, né men che meno, al grado in cui suscitano compassione, ma in base al fatto che possieda la verità. Non c’è altro criterio di scelta che questo. Dovete rendervi conto che tutti coloro che non seguono la volontà di Dio saranno puniti. Questo è un dato di fatto immutabile. Pertanto, tutti coloro che vengono puniti, sono puniti in tal modo a motivo della giustizia di Dio e come retribuzione delle loro numerose malvagie azioni. […]

La Mia misericordia si esprime su coloro che amano Me e rinnegano sé stessi. E la punizione che visita gli operatori di iniquità è prova della Mia indole giusta, ancor più, testimonianza della Mia ira. Quando la catastrofe colpirà, la carestia e la peste si abbatteranno su coloro che si oppongono a Me, ed essi piangeranno. Coloro che hanno commesso ogni genere di iniquità ma Mi hanno seguito per molti anni non sfuggiranno all’incriminazione; anch’essi, incorrendo nel disastro, qualcosa di raramente visto in ogni età, giungeranno a vivere in uno stato costante di panico e paura. E quanti tra i Miei seguaci, sono stati leali a Me solo, esulteranno e applaudiranno alla Mia potenza. Sperimenteranno un ineffabile appagamento e vivranno in una gioia che non ho mai elargito prima all’umanità.

da “Devi preparare una quantità sufficiente di buone azioni per la tua destinazione” in La Parola appare nella carne

In questa testimonianza della storia di Noè, vedete una parte dell’indole di Dio? C’è un limite alla Sua pazienza verso la corruzione, la turpitudine e la violenza umane. Quando Egli raggiungerà quel limite, smetterà di essere paziente e avvierà invece una nuova gestione e un nuovo piano, inizierà a fare ciò che deve, rivelerà le Sue azioni e l’altro lato della Sua indole. Questa Sua azione non serve a dimostrare che Egli non deve mai essere offeso dall’uomo o che è pieno di autorità e di ira, e nemmeno che è in grado di distruggere l’umanità. Il fatto è che la Sua indole e la Sua essenza santa non possono più permettere questa situazione, non hanno più la pazienza di sopportare che questo tipo di umanità viva dinanzi a Lui, sotto il Suo dominio. Vale a dire che, quando l’intero genere umano sarà contro di Lui, quando non ci sarà nessuno che Dio possa salvare su tutta la terra, Egli non avrà più la pazienza di tollerare tale umanità e, senza alcun dubbio, attuerà il Suo piano per distruggerla. Una simile azione di Dio è determinata dalla Sua indole. Questa è una conseguenza necessaria, che ogni essere creato sotto il Suo dominio deve subire.

da “L’opera di Dio, l’indole di Dio e Dio Stesso I” in Continuazione di La Parola appare nella carne

Nelle fasi dell’opera di Dio, il metodo di salvezza è ancora mediante vari tipi di catastrofi, e tutti coloro che sono contati non possono sfuggirne. Soltanto alla fine potrà comparire in terra una situazione “sereno come il terzo cielo: qui le creature viventi grandi e piccole coesistono in armonia, senza mai intraprendere ‘conflitti di bocca e di lingua’”. Un aspetto dell’opera di Dio è conquistare l’intera umanità e acquisire il popolo eletto mediante le Sue parole. Un altro aspetto è conquistare tutti i figli della ribellione mediante varie catastrofi. Questa è una parte dell’opera di Dio su vasta scala. Solo in questo modo si può realizzare pienamente il Regno in terra che Dio desidera, e questa è la parte dell’opera di Dio che è come oro fino.

da “Interpretazione del diciassettesimo discorso” in La Parola appare nella carne

Oggi, non sto soltanto discendendo sulla nazione del gran dragone rosso, ma sto anche rivolgendo il Mio volto verso l’intero universo, tanto che l’intero empireo trema. Esiste un solo luogo che non sia sottoposto al Mio giudizio? Vi è un singolo posto che non sia sottoposto ai flagelli che infliggo? Ovunque vada, Io spargo semi di calamità di ogni genere. Questo è uno dei modi in cui Io opero, ed è senza dubbio un atto di salvezza per gli uomini, e ciò che Io offro loro è comunque un tipo di amore. Io desidero che sempre più persone giungano a conoscerMi e riescano a vederMi, e che in questo modo possano temere quel Dio che non vedono da così tanti anni ma che oggi è reale. Per quale ragione ho creato il mondo? Per quale ragione, quando l’umanità è diventata corrotta, Io non l’ho distrutta completamente? Per quale motivo l’intera razza umana vive afflitta da flagelli? Per quale motivo Mi sono fatto carne? Quando compio la Mia opera, l’umanità non conosce solo il sapore amaro, ma anche quello dolce.

da “Il decimo discorso” dei Discorsi di Dio all’intero universo in La Parola appare nella carne

le catastrofi

In questa fase dell’opera, poiché Dio desidera rivelare tutti i Suoi atti nell’intera terra, in modo che tutta l’umanità che Lo ha tradito torni di nuovo a inginocchiarsi sottomessa di fronte al Suo trono, all’interno del Suo giudizio sono ancora presenti la Sua compassione e il Suo amore. Dio utilizza gli eventi attuali in tutto il mondo per scuotere i cuori degli uomini, spronandoli a cercarLo in modo che possano affluire a Lui. Per questo, Egli afferma: “Questo è uno dei modi in cui Io opero, ed è senza dubbio un atto di salvezza per gli uomini, e ciò che Io offro loro è comunque un tipo di amore”.

da “Interpretazione del decimo discorso” in La Parola appare nella carne

La condivisione dell’uomo:

Nell’Età del Regno Dio si è attribuito il nome di Dio Onnipotente. Se non Lo accetti, sei destinato a non avere un posto nel regno; se ti opponi a Lui, sei destinato ad essere maledetto, e sarai punito. È così semplice.

Alcuni diranno: “Nelle cerchie religiose ci sono così tante persone devote, così tante persone amano Dio, non si sposano, conservano la loro verginità, spendono il loro danaro e dedicano la loro intera vita al Signore. È possibile che debbano morire tutte, se non accettano Dio Onnipotente?” Ciò che dicono è giusto? Che cosa c’è di sbagliato in loro? Sono in grado di vivere se non accettano Dio Onnipotente? Esse sono più potenti di Dio? Se non accettano Dio Onnipotente, è possibile che non possano morire? Ciò è ridicolo. Quando venne il Signore Gesù, il sommo capo ebreo che si opponeva a Lui e Lo condannava fu maledetto a “morte”! Questo sommo capo era in una posizione elevata? Egli era posto molto più in alto delle monache nei conventi? Molto più in alto dei pastori religiosi e degli anziani? Con un solo sommo sacerdote in tutto l’ebraismo, lui era in un’alta posizione? Lui era un sommo capo che serviva Dio, ma, per essersi opposto a Dio, dovette comunque affrontare la morte. Tenuto conto di questa circostanza, come dovremmo intendere l’indole di Dio? Se sei una persona di valore, hai intelligenza, cosa ne pensi? Non importa che genere di persona sia, lui, o lei, appartiene alla creazione di Dio. Puoi essere un capo religioso, un pastore, un anziano o un sacerdote. Puoi essere un profeta, anche un angelo. Ma non importa chi sia, chiunque si opponga a Dio deve affrontare la maledizione di Dio, e alla fine sarà distrutto! Gli angeli sono superiori? Se essi si oppongono a Dio, Dio li spingerà giù dal cielo e li scaglierà nuovamente sulla terra; non è ciò che è accaduto a Satana e a tutti gli spiriti maligni che si sono uniti a lui? Questo non è un dato di fatto? Tu sei solo una mera creazione, che cosa importa? Pensi che, se ti opponi a Dio, non morirai? Poiché in passato hai amato Dio, eri devoto, hai lavorato duro e hai faticato per Dio e hai reso grandi servizi a Dio, se ti opponi a Dio poi non morirai? È una buona sensata? Non lo è. Alcuni dicono: “Quelle persone amano Dio, sono state devote per tutte le loro vite e hanno fatto innumerevoli buone azioni”. Sai come Dio decide quale risultato ottengono le persone? Leggiamo un passaggio dalle parole di Dio: “È tempo ora che Io determini la fine per ciascuna persona, non lo stadio al quale ho cominciato a lavorare sull’uomo. Scrivo nel Mio registro, una per una, le parole e le azioni di ciascuna persona, così come il loro percorso mentre Mi seguono, le loro caratteristiche inerenti e le loro prestazioni finali. Così, non ci sarà modo che alcuno sfugga alla Mia mano, e tutti saranno con il proprio genere, che avrò loro assegnato. Io decido la destinazione di ciascuna persona non in base all’età, all’anzianità, alla quantità di sofferenza, né men che meno, al grado in cui suscitano compassione, ma in base al fatto che possieda la verità. Non c’è altro criterio di scelta che questo. Dovete rendervi conto che tutti coloro che non seguono la volontà di Dio saranno puniti. Questo è un dato di fatto immutabile. Pertanto, tutti coloro che vengono puniti, sono puniti in tal modo a motivo della giustizia di Dio e come retribuzione delle loro numerose malvagie azioni” (“Devi preparare una quantità sufficiente di buone azioni per la tua destinazione” in La Parola appare nella carne).

Allora alcuni chiederanno: “Perché solamente se essi possiedono la verità, perché non si basa su altre cose? Sofferenza, titoli, rango, età; perché non basarsi su questi?” Da questo possiamo comprendere la rettitudine di Dio. Tutte quelle cose menzionate sono cose esteriori che non hanno nulla a che fare con la sostanza delle persone, l’essenza della loro natura o se hanno o meno umanità.

[…] La verità è il riferimento che rivela le persone e che separa il buono dal cattivo. È la verità che rivela maggiormente le persone, è l’opera di Dio che rivela maggiormente le persone ed è l’adempimento del proprio dovere che rivela maggiormente una persona. Sappilo!

da Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita (Serie 131)

Il passo della parola di Dio che abbiamo appena letto accenna al fatto che coloro che non hanno sperimentato l’opera di Dio negli ultimi giorni non sanno cosa significhi resistere a Dio. Quindi, Dio non ricorderà la resistenza che Gli hanno opposto. Questo può essere spiegato con un proverbio degli uomini: “Coloro che non sanno non dovranno essere condannati”. Ora, qualcuno potrebbe dire: “Secondo ciò che hai appena detto, le persone religiose allora non verranno condannate, indipendentemente da come abbiano opposto resistenza a Dio?” Ciò ha senso? (No, non ce l’ha.) Perché non ha senso? Perché questo dovrebbe basarsi su ciò che esse hanno fatto. Se sanno che si tratta della verità espressa da Dio e che quella è la Sua opera, e pur tuttavia la condannano, allora questo non è un esempio di “Coloro che non sanno non dovranno essere condannati”. I farisei riconobbero il Signore Gesù? Non Lo riconobbero, ma sapevano che ciò che il Signore Gesù diceva era la verità, era autorevole e aveva potere. Tuttavia, Lo inchiodarono ugualmente alla croce. Così, vennero condannati. Se non sapevi se Egli era Dio, perché Lo condannasti selvaggiamente? Hai approfondito con cura la situazione, per condannare l’opera di Dio in questo modo? Che prove hai per la tua condanna? Devi avere delle buone ragioni per fare una cosa del genere. Se non hai delle buone ragioni e stai condannando a casaccio, questo equivale a offendere Dio! Questo è Dio che appare per operare. Osi condannarLo a casaccio? Se condanni a casaccio, pagherai un prezzo, perché non stai condannando a casaccio una persona; stai condannando l’opera di Dio. Pertanto, nel mondo religioso, se qualcuno sa che si tratta della verità, ma condanna e oppone resistenza deliberatamente, allora verrà comunque condannato. Non sarai condannato se non accetti la vera via e non riconosci Dio a causa delle tue nozioni. Quando arriverà il momento, sarai coinvolto nel disastro, per essere raffinato. Il disastro farà sì che tu cerchi e indaghi. Il grande disastro arriverà presto. Le parole di Dio Onnipotente sono state rese pubbliche su Internet, in modo che tutti conosceranno ciò che Dio Onnipotente ha affermato. Tutti conosceranno l’opera di Dio Onnipotente. Dopo che ne saranno venuti a conoscenza, arriverà il disastro. Dopo che sarà arrivato, tu farai una riflessione! Se ti sveglierai all’improvviso nel bel mezzo del disastro ed esclamerai: “Dio Onnipotente è il vero Dio. Lo accetto!”, Dio ti assolverà da un peccato mortale. Se, nel mezzo del disastro, continuerai a non cercare, indagare o accettare, alla fine verrai punito. Senza dubbio, incontrerai la morte! […]

Attualmente, l’opera di testimonianza della famiglia di Dio è sostanzialmente giunta al culmine. Si concluderà molto presto. Una volta raggiunto il culmine, il grande disastro comincerà ad abbattersi. Dopo che si sarà abbattuto, tutto dipenderà dal modo in cui le persone cercheranno e indagheranno in mezzo al disastro. Coloro che sono veramente in grado di accettare l’opera di Dio in mezzo al disastro verranno salvati. Coloro che, nel mezzo del disastro, non l’accetteranno, incontreranno senza dubbio la morte. Verranno sicuramente uccisi dal disastro!

da Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita (Serie 119)

Se l’umanità corrotta si rifiuterà di accettare il giudizio di Dio, cosa accadrà? Verrà distrutta da Dio. I miscredenti verranno di certo eliminati. Ma anche coloro che credono nel Signore possono esserlo. Guarda queste parole: “Se stai ancora aspettando che Gesù ti porti in cielo, allora dico che sei un cocciuto pezzo di ramo secco.[a] Gesù non riconoscerà un falso credente come te, che è sleale verso la verità e ricerca soltanto benedizioni. Al contrario, Egli non mostrerà misericordia, gettandoti nel lago di fuoco per farti bruciare per decine di migliaia di anni” (“Cristo compie l’opera di giudizio attraverso la verità” in La Parola appare nella carne). Queste parole condannano quelle persone della comunità religiosa che stanno solo aspettando il ritorno del Signore Gesù sulle nuvole. Ora capisci cosa capiterà a queste persone? Non accettare il giudizio di Dio Onnipotente degli ultimi giorni e aspettarsi di entrare ugualmente nei Cieli è come sognare a occhi aperti. L’umanità corrotta deve accettare il giudizio e il castigo di Dio per poter ottenere la verità, ottenere dei cambiamenti nella sua condotta di vita e diventarecapace di obbedire a Dio e adorarLo. Se l’uomo non è in grado di acquisire la verità, allora non ci sarà alcun cambiamento nella sua indole di vita. Senza un cambiamento del genere, comportarsi bene esteriormente è inutile. Comportarsi bene non rientra tra i cambiamenti dell’indole di vita: il diavolo può comunque fare un buon lavoro.

da Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita (Serie 138)

Note a piè di pagina:

a. Un pezzo di ramo secco: un modo di dire cinese che significa “un caso senza speranza”.

Pagina precedente:Tutti coloro che non accettano Dio Onnipotente dovranno davvero affrontare la catastrofe?

Pagina successiva:Quante persone religiose ritorneranno a Dio durante le catastrofi?

Potrebbero interessarti anche