4. Le conseguenze per qualcuno che è soggetto all’inganno e al controllo dei farisei e degli anticristi del mondo religioso, e se questi possa essere salvato da Dio

Parole di Dio attinenti:

Quali requisiti deve soddisfare una persona per poter ricevere la salvezza? Prima di tutto, deve essere in grado di identificare gli anticristi satanici; deve possedere questo aspetto della verità. Solo possedendo questo aspetto della verità può una persona avere una fede genuina in Dio e astenersi dal venerare o dal seguire gli uomini; solo chi sa identificare gli anticristi è in grado di credere veramente in Dio e testimoniare di Lui. Per poter identificare gli anticristi, le persone devono innanzitutto imparare a vedere cose e persone con piena chiarezza e comprensione; devono essere capaci di percepire l’essenza degli anticristi, oltre a non farsi ingannare da tutti i loro espedienti, cospirazioni, motivazioni interiori e obiettivi. Se riuscirai a fare ciò, allora potrai restare saldo. Se vuoi ottenere la salvezza, allora la prima prova che devi superare è imparare a sconfiggere Satana e a prevalere e trionfare sulle forze ostili e sulle interferenze del mondo esterno. Una volta che possiederai levatura e un sufficiente grado di verità per resistere sino alla fine in una battaglia contro le forze di Satana, e le avrai sconfitte, allora e solo allora potrai perseguire la verità in modo costante, e soltanto allora potrai imboccare stabilmente e senza disavventure il cammino del perseguimento della verità e del conseguimento della salvezza. Se non superi questa prova, allora si può dire che ti trovi in grave pericolo, e che corri il rischio di cadere preda di un anticristo e di ritrovarti a vivere sotto l’influsso di Satana. Può darsi che attualmente vi siano alcuni di voi che intralciano e inducono a inciampare le persone che stanno perseguendo la verità, e nutrono inimicizia nei loro confronti. Voi accettate una cosa simile? Ci sono poi quelli che non osano affrontare questo fatto, che non osano neppure ammetterne l’esistenza. In realtà, queste cose si verificano davvero nella Chiesa; è solo che le persone non sanno discernerle. Se non sei in grado di superare questa prova, la prova degli anticristi, allora o sei ingannato e controllato dagli anticristi, oppure per mano loro soffri, vieni torturato, escluso, eliminato o abusato. In ultima analisi, la tua misera e insignificante vita non resisterà a lungo, e appassirà; smetterai di avere fede in Dio e Lo abbandonerai dicendo: “Dio non è affatto giusto; dov’è Dio? Non c’è giustizia né luce in questo mondo, e non esiste alcuna salvezza dell’umanità da parte di Dio. Tanto vale trascorrere i nostri giorni a lavorare e a guadagnare denaro!” Tu rinneghi Dio e non credi più che Egli esista; ogni speranza che tu possa ottenere la salvezza svanisce del tutto. Perciò, se desideri arrivare al punto in cui ti possa essere concessa la salvezza, la prima prova che devi superare consiste nell’essere capace di non farti ingannare da Satana; devi inoltre avere il coraggio di prendere posizione e di smascherare e rinnegare Satana. Dov’è Satana, dunque? Satana è accanto e tutto intorno a te; potrebbe persino annidarsi nel tuo cuore. Se stai vivendo secondo l’indole di Satana, si può dire che tu gli appartenga. Non puoi vedere né toccare il Satana della sfera spirituale, ma il Satana che esiste nella vita concreta è ovunque. Chiunque odia la verità è maligno, e qualunque leader o lavoratore non la accetta è un anticristo e una persona malvagia. Simili persone non sono forse dei Satana viventi? Potrebbe trattarsi proprio delle stesse persone per le quali nutri riverenza e ammirazione; potrebbe trattarsi delle persone che ti guidano o di persone su cui hai da tempo riposto le tue speranze e la tua fiducia, per cui hai ammirazione e su cui hai fatto affidamento nel tuo cuore. Tuttavia, esse sono di fatto ostacoli sul tuo cammino che ti impediscono di ottenere la salvezza: sono anticristi. Sono in grado di assumere il controllo della tua vita e del cammino che percorri, e possono vanificare ogni possibilità che ti venga concessa la salvezza. Se non sei in grado di identificarli e di non farti ingannare da loro, allora, potresti in qualsiasi momento cadere improvvisamente nelle loro trappole o essere catturato e sequestrato da loro. Pertanto, corri grave pericolo. Sono in molti a poter evitare questo pericolo? Tu lo hai evitato?

Alcuni si definiscono ricercatori della verità e affermano di non temere gli anticristi: non è spacconeria bella e buona? Quando incontri un anticristo che scopre le zanne e sfodera gli artigli, che è privo di umanità e compie il male, sei certo di riconoscerlo. Ma, se invece c’è un anticristo in apparenza sinceramente devoto e compatibile con le nozioni delle persone, la cui umanità è eccellente, i cui discorsi e azioni sono delicati, gentili e rispettosi, non sarai in grado di scrutarlo a fondo; al contrario, il suo comportamento, i suoi pensieri e le sue prospettive, al pari del suo modo di agire e persino del tipo di comprensione che ha della verità, tutto sarà in grado di influenzarti. Fino a che punto si spinge l’effetto di tutte queste cose? Possono influenzare il tuo modo di agire, il cammino che percorri e il tuo atteggiamento nei confronti di Dio; in definitiva, queste persone diventeranno i tuoi idoli, occuperanno un posto nel tuo cuore e tu non sarai in grado di liberarti di loro. Quando vieni influenzato a tal punto, la tua speranza di salvezza potrebbe ridursi considerevolmente. Se fossero Dio e la verità a operare in tal misura su di te, sarebbe una cosa buona e auspicabile; mentre essere controllato a tal punto da una persona corrotta da Satana o dalla sua genia, questo sarebbe per te un disastro o una benedizione? Sarebbe per te un disastro e non potrebbe mai essere una benedizione. Sebbene per un periodo limitato di tempo possano essere in grado di fornirti una via o sostentarti, aiutarti, edificarti e così via, e sebbene questo ti sarebbe in apparenza di grande beneficio, non appena occupano un certo posto nel tuo cuore e sono in grado di manipolare e controllare i tuoi pensieri e le tue prospettive, tanto da poter addirittura influenzare la tua direzione, allora hai un serio problema: in quel caso, sarai controllato da Satana. Alcuni, parlando di un anticristo, dicono: “Lui non è Satana! È una persona spirituale che persegue la verità!” Questa è un’affermazione valida? La guida, l’aiuto e il sostentamento che qualsiasi persona che persegue sinceramente la verità ti dà, l’influenza che ha su di te o i benefici che ti apporta ti conducono al cospetto di Dio affinché tu ricerchi le Sue parole e la verità, ti presenti dinanzi a Dio e impari ad affidarti a Lui e a cercarLo, e il tuo rapporto con Lui si fa via via più stretto. Se, invece, è il tuo rapporto con quell’anticristo a farsi sempre più stretto, cosa sta accadendo? Stai percorrendo un cammino all’inverso, sei rivolto nella direzione sbagliata. Ciò quali conseguenze comporta? Poiché sei stato condotto al cospetto di un uomo, sarai distante da Dio e, non appena Dio farà qualcosa di svantaggioso per l’idolo che adori, ti ribellerai seduta stante. È una cosa che capita spesso. Quando alcuni leader vengono sostituiti o, in alcuni casi, espulsi, i loro seguaci se ne vanno con loro e abbandonano la propria fede. Non è un avvenimento comune? Perché hanno smesso di avere fede? Loro rispondono: “Se non può essere salvato il mio leader, allora che speranza ho io?” Non è questo un parlare confuso? Come possono affermare una cosa simile? Il loro leader li ha ingannati. Qual è la conseguenza di ciò? Che essi si trovano già sotto il controllo del loro leader. Accettano in blocco ogni parola e azione del loro leader, ogni suo atto o movimento, ogni sua idea, e li prendono come esempi e punti di riferimento, considerandoli suprema verità. Pertanto, non tollerano che nessuno dichiari sbagliate le parole, le azioni o le idee del loro leader, né che se ne parli in maniera negativa, che vengano condannate o che si traggano conclusioni in merito. Appena il loro leader viene espulso o congedato, coloro che ne sono succubi se ne vanno insieme a lui, irremovibili nelle loro convinzioni, e non c’è nulla che possa persuaderli a tornare indietro. Non sono forse controllati dal loro leader? Solo se sei sotto il controllo del tuo leader, tu combatti per la giustizia in sua difesa o condividi le sue preoccupazioni, i suoi pensieri, le sue lacrime e le sue afflizioni, spingendoti al punto di non riconoscere più Dio. L’obiettivo di un leader di questo tipo è essere il tuo Signore, il tuo Dio, ciò da cui tu dipendi, affinché tu gli obbedisca e lo segua docilmente con tutto il tuo cuore e che assuma un atteggiamento di rifiuto nei confronti di Dio. Considererai l’anticristo come Dio, e lo avrai reso il tuo Signore e Dio. Per te Dio non sarà nulla, ecco come finirà. Inutile dire che non hai il minimo timore di essere ingannato da un anticristo e non hai paura di seguirne uno, poiché, se il cammino che percorri è sbagliato, allora, in ultima analisi, questa è la conclusione inevitabile. Non puoi sfuggirvi e non puoi cambiare questo fatto. Mentre percorri il sentiero che hai scelto, tale conclusione affiora in superficie e si manifesta passo dopo passo; è inevitabile.

Tratto da “Escludono e aggrediscono coloro che perseguono la verità” in “Smascherare gli anticristi”

Devi saper discernere gli anticristi. Se non prendi mai sul serio la questione, non avrai modo di sapere verso quale tipo di situazione gli anticristi potrebbero fuorviarti e, in preda alla confusione, potresti persino seguirli senza nemmeno sapere cosa stia accadendo. Dopo aver cominciato a seguire gli anticristi, non ti accorgi che è tutto sbagliato e potresti addirittura avere l’impressione che ciò che l’anticristo dice sia giusto. Inconsapevolmente, vieni fuorviato. Dopo che sei stato ingannato, Dio non ti vuole più. Alcune persone normalmente sembrano comportarsi bene e vengono solo temporaneamente ingannate da un anticristo; in tal caso, la Chiesa, alla fine, può ricondurle a sé ammonendole e tenendo condivisioni con loro. Tuttavia, alcune persone non tornano mai indietro, indipendentemente dal tipo di condivisioni che ricevono e, al contrario, sono più che determinate a seguire l’anticristo. Non è questo un modo per rovinarsi? Perché mai non tornano indietro? Il motivo è che Dio non permette che ciò accada. Alcuni dicono, con ottime intenzioni: “Oh, ma è una così brava persona! Crede in Dio da anni e si è sacrificato e speso tanto. È davvero un tipo per bene e ha compiuto il suo dovere con sincera devozione, e poi la sua fede in Dio è immensa. È un vero credente”. Questo è ciò che appare in superficie, in base alla buona fede della gente, ma quello che c’è nel profondo del cuore di quella persona non si può vedere, non si può vedere che tipo di persona sia veramente, quale sia la sua essenza. Potresti anche tentare di salvarla grazie al tuo buon cuore, ma, per quanto tu tenga condivisioni con lei, non tornerà sui suoi passi e tu non saprai nemmeno per quale motivo questo non accada. Il fatto è che Dio non la vuole più. Perché Dio non la vuole più? C’è una ragione estremamente ovvia e facilmente osservabile per questo. Alcuni anticristi sono molto chiaramente spiriti maligni, mentre altri non si comportano così male da presentarsi come spiriti maligni e, quindi, non possono essere definiti tali. Nel caso degli anticristi che sono chiaramente spiriti maligni, Dio riconoscerebbe comunque una persona che li seguisse, tenuto conto della Sua essenza e della Sua indole? Dio è santo ed è un Dio geloso, respinge coloro che hanno seguito degli spiriti maligni. Anche se, in apparenza, una persona ti sembra per bene, Dio non è interessato a tale aspetto. Che cosa vuol dire essere “geloso”? Che cosa significa “geloso” in questo caso? Se non vi risulta chiaro dalla parola stessa, vediamo se lo capite dalla Mia spiegazione. A partire da quando una persona è scelta da Dio fino a quando essa decide che Egli è la verità, che Egli è giustizia, saggezza e onnipotenza e che Egli è il solo e l’unico, una volta che la persona ha capito tutto ciò, essa acquisisce nel profondo del suo cuore una comprensione di base dell’indole e dell’essenza di Dio, e capisce anche ciò che Egli ha ed è. Questa comprensione di base diviene poi la sua fede e la sua spinta a seguire Dio, adoperandosi per Lui e svolgendo il proprio dovere. Questa è la sua levatura, giusto? (Sì.) Questi concetti si sono già radicati nella sua vita e non rinnegherà mai più Dio. Invece, se una persona non ha una vera conoscenza di Cristo o del Dio concreto, è sempre possibile che adori e segua un anticristo. Una persona di tal genere è ancora in pericolo. Potrebbe ancora voltare le spalle a Cristo incarnato per seguire un malvagio anticristo; questo significherebbe rinnegare apertamente Cristo e recidere i legami con Dio. Il messaggio sottinteso di ciò è: “Non seguirò più Te, ma seguirò Satana. Amo Satana e desidero servirlo; voglio seguire Satana e non importa come mi tratterà, come mi rovinerà, calpesterà e corromperà, sono più che disposto a farlo. Non importa quanto Tu sia giusto e santo, non voglio più seguirTi. Non voglio più seguirTi nonostante Tu sia Dio”. E questa persona se ne va così, seguendo qualcuno che non ha nulla a che fare con lei, qualcuno che è un nemico di Dio o persino uno spirito maligno. Dio vorrebbe ancora una persona come questa? Sarebbe ragionevole che Dio la disdegnasse? Sarebbe perfettamente ragionevole. Per buonsenso, tutti sanno che Dio è un Dio geloso e che Egli è santo; ma tu capisci quale sia, in effetti, la situazione che determina tutto ciò? Non è forse corretto quello che sto dicendo? (Lo è.) Se lo è, il fatto che Dio rinunci a tale persona costituirebbe un atto di crudeltà da parte Sua? Dio agisce in base al seguente principio: se tu sai chi è Dio ma non Lo vuoi seguire, e se tu sai chi è Satana e comunque lo vuoi seguire, allora non insisterò. Lascerò che tu segua Satana per sempre e non ti chiederò di tornare sui tuoi passi, ma rinuncerò a te. Che tipo di indole dimostra Dio con ciò? Si tratta di ostinazione? Egli agisce in base all’emozione o dimostra dignità? Non si tratta né di dignità né di ostinazione, ma è qualcosa che fa parte della “gelosia” di Dio. Ossia, se tu, in quanto essere creato, sei contento di diventare depravato, che cosa mai può dire Dio? Se desideri divenire un depravato, è una tua scelta personale. Alla fine, ne subirai tu le conseguenze e potrai incolpare solo te stesso. I principi con cui Dio tratta le persone sono immutabili, quindi, se sei felice nella tua depravazione, la tua fine inevitabile è quella di essere punito. Non importa per quanti anni tu abbia seguito Dio in precedenza; se desideri essere depravato, Dio non ti aiuterà a scegliere né ti costringerà a farlo. Tu stesso sei disposto a seguire Satana, a essere fuorviato e contaminato da lui e quindi, alla fine, devi subirne le conseguenze.

Tratto da “Sono malvagi, insidiosi e ingannevoli (Parte seconda)” in “Smascherare gli anticristi”

A prescindere da quante siano le persone che credono in Dio, appena le loro fedi sono definite da Dio come appartenenza a una religione o a un gruppo, significa che Egli ha già deciso che non possono essere salvate. Perché dico questo? Una banda o folla di persone che è priva dell’opera e della guida di Dio e che non Lo adora affatto, chi adorano? Chi seguono? Formalmente e nominalmente seguono una persona, ma chi seguono in realtà? Nei loro cuori riconoscono Dio ma, in effetti, sono soggette alla manipolazione, alle disposizioni e al controllo umani. Seguono Satana, il diavolo; seguono le forze che sono ostili a Dio, che sono Sue nemiche. Dio potrebbe salvare un branco di simili persone? (No.) Perché no? Sono capaci di pentirsi? (No.) Sventolano la bandiera della fede, portano avanti imprese umane, conducono una propria gestione e vanno contro il piano di gestione di Dio per la salvezza dell’umanità. Il loro esito finale è essere detestate e rifiutate da Dio; Egli non potrebbe proprio salvarle, e loro non potrebbero assolutamente pentirsi, sono già state prese da Satana. Sono totalmente nelle sue mani. Nella tua fede, il numero di anni in cui hai creduto in Dio ha una qualche influenza sull’ottenere o meno la Sua lode? Hanno una qualche influenza i rituali e le regole a cui ti attieni? Dio guarda i metodi di pratica delle persone? Dio guarda quante persone ci siano? Egli ha selezionato una parte dell’umanità; come valuta se questa possa e debba essere salvata? Egli basa tale decisione sui cammini che queste persone percorrono. Nell’Età della Grazia, sebbene le verità che Dio rivelò alle persone fossero in minor numero rispetto a oggi e non così specifiche, Egli fu lo stesso in grado di perfezionare le persone, e la salvezza era comunque possibile. E così per le persone di questa età, che hanno ascoltato molte verità e sono arrivate a capire la volontà di Dio, se sono incapaci di seguire la Sua via e di percorrere la strada della salvezza, quale sarà il loro esito finale? Lo stesso riservato ai seguaci del cristianesimo e dell’ebraismo; non ci sarà alcuna differenza. Questa è l’indole giusta di Dio! Per quanti sermoni tu abbia sentito e per quante verità tu abbia compreso, se in definitiva segui ancora gli uomini e Satana e, tutto sommato, sei ancora incapace di seguire la via di Dio, di temerLo e di fuggire il male, allora sarai da Lui detestato e rifiutato. Apparentemente, queste persone che sono detestate e rifiutate da Dio sanno parlare molto di lettere e dottrine, e possono essere arrivate a comprendere molte verità, eppure sono incapaci di adorare Dio, di temerLo e di fuggire il male e di obbedirGli totalmente. Ai Propri occhi, Dio li definisce come parte di una religione, come un mero gruppo di umani, una banda di umani, e una dimora di Satana. Sono denominati collettivamente la banda di Satana, e sono oggetto di assoluto disprezzo da parte di Dio.

Tratto da “Soltanto vivendo costantemente al cospetto di Dio si può percorrere il cammino verso la salvezza” in “Registrazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni”

Pagina precedente: 3. Se i pastori e gli anziani religiosi siano veramente istituiti da Dio e se obbedire ai pastori e agli anziani significhi obbedire a Dio e seguirLo

Pagina successiva: 5. La vera ragione della feroce oppressione e persecuzione ai danni della Chiesa di Dio Onnipotente da parte del PCC

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro