Ritorno alla vita dalla soglia della morte

Nel 2007 mi sono improvvisamente ammalata di insufficienza renale cronica. Quando hanno appreso la notizia, mia madre e mia cognata, cristiane, e alcuni amici cattolici sono venuti a predicarmi il Vangelo.

L’amore di Dio è più vero

Grazie a questo alluvione, il mio cuore è diventato più tranquillo e ora so cosa è più importante. La gente dice spesso che il denaro è tutto, ma quando il disastro colpisce, il denaro non mi salverà; Dio è il mio vero Maestro.

Dio ha protetto la nostra famiglia durante un disastro

la più grande inondazione in 60 anni si è abbattuta sul nostro paese. Il disastro è disceso dal cielo, l’alluvione ha mescolato fango e rocce e ha devastato l’intero paese. La maggior parte delle case è stata distrutta dall’acqua e dalle frane.

Nel corso di un’esperienza ho visto la protezione di Dio

Mio marito, mia figlia e io eravamo dentro casa, a scaldarci accanto al fuoco e a sgranare il granturco, quando improvvisamente sentimmo una voce dall’esterno gridare forte: “La vostra casa è in fiamme! Presto, venite fuori a spegnerle!”

L’indole di Dio è giusta e, ancora di più, amorevole

Ogni volta che penso al fatto che mia figlia ha già trent’anni, eppure non ha ancora trovato un partner adatto, mi lamento con Dio; a mio figlio importa solo divertirsi e, nonostante non guadagni niente, sperpera denaro, quindi mi lamento; e il mio vecchio marito va a lavorare, ma il suo caposquadra non lo paga, e mi lamento anche di questo

Senza la salvezza di Dio, oggi non sarei qui

Sono una sorella anziana con un’invalidità a entrambe le gambe. Anche quando fuori il tempo è bello ho un po’ di problemi a camminare; eppure, la volta che un’inondazione è stata sul punto di inghiottirmi, Dio mi ha miracolosamente consentito di sfuggire al pericolo.

Avendo adempiuto al mio dovere, mi è stata concessa l’immensa salvezza di Dio

Casualmente, quel giorno avevo un compito da svolgere; quindi, al termine del nostro incontro, vedendo che aveva un po’ schiarito, mi precipitai a casa in bicicletta. Solo quando imboccai la strada principale, mi resi conto che l’acqua stava scendendo dalla montagna come una cascata e che la strada era talmente coperta da acqua piovana da non riuscire più a distinguerne chiaramente la superficie.

Nel mezzo del disastro ho visto la mano di Dio

Vidi che le strade erano crollate, rivelando le fondamenta sotto l’asfalto. Ovunque vi erano frammenti di roccia caduti dalla montagna, i più grandi dei quali pesavano alcune tonnellate. Il fango si era accumulato a trenta centimetri di profondità e l’acqua piovana che scendeva dai pendii della montagna aveva già formato un piccolo fiume… Regnava una confusione totale e il paese era assolutamente irriconoscibile.