L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Un’illuminazione da due cesti di fiori

21

Xu Fan

Durante il tempo libero, ho letto su Internet una storia su Salomone. Un re di un paese vicino donò a Salomone due cesti di fiori non comuni e rari e. I fiori di uno dei cesti erano veri, mentre quelli dell’altro cesto erano finti. Tuttavia, i fiori di entrambi i cesti sembravano molto simili. Non c’era quasi modo di distinguere i fiori veri da quelli finti solo guardandone l’aspetto. Il funzionario statale del paese vicino che aveva portato i cesti di fiori aveva sentito parlare della saggezza di Salomone. Per questo chiese a Salomone di riconoscere i fiori veri da quelli finti. Salomone mandò alcune persone a portare i due cesti di fiori nel suo giardino. Nessuno sapeva quali fossero le intenzioni di Salomone. Salomone chiese a tutti di riunirsi in giardino e là tutti compresero il motivo per cui aveva portato i due cesti nel giardino: i veri fiori avevano attirato molte api, mentre attorno ai fiori finti non ce n’era nessuna.

Sebbene questo sia un racconto molto semplice, contiene un notevole significato spirituale. I fiori che erano vivi emanavano profumo e producevano nettare. Per questo attiravano le api. I fiori nell’altro cestino erano morti. Sebbene dal di fuori sembrassero identici, i fiori finti non emanavano alcun profumo, né avevano alcun nettare con cui attirare le api.

Dopo aver letto questa storia su come Salomone era stato in grado di distinguere i fiori veri da quelli finti, non riuscivo a fare a meno di pensare che, attualmente, ci sono molti cristiani che attendono con devozione il ritorno del Signore Gesù. Tuttavia, allo stesso tempo, hanno paura di essere ingannati e, di conseguenza, rifiutano il Vangelo del ritorno del Signore Gesù. Poiché, nella Bibbia, Gesù ha detto: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:23-24). Questo è il motivo per cui, attualmente, ci sono molti cristiani nel mondo religioso che, anche se hanno sentito qualcuno che ha portato testimonianza a Dio e che dice loro che il Signore è ritornato, non ricercano, indagano o sanno distinguere i fatti. Al contrario, giudicano ciecamente, condannano e oppongono resistenza. Sostengono che “coloro che portano testimonianza al ritorno del Signore sono bugiardi”. Come possono accogliere il ritorno del Signore, se hanno in testa questo genere di idee e fantasie? Se riflettiamo attentamente sugli insegnamenti del Signore, scopriremo che il Signore, in realtà, ci ha insegnato a distinguere i falsi cristi, così che non rifiuteremo il Vangelo del ritorno di Dio solamente sulla base della manifestazione dei falsi cristi negli ultimi giorni. Se permettiamo al nostro timore di essere ingannati dai falsi cristi di impedirci di concentrarci sull’ascolto e sul riconoscimento della voce di Dio, come potremo accogliere il ritorno del Signore? Ripensate a quando Gesù era appena arrivato per svolgere la Sua opera. I farisei, i capi sacerdoti e gli scribi che servivano Jahvè Dio nel tempio seguivano le loro proprie idee e fantasie e il Vecchio Testamento. Non cercavano né indagavano l’opera di Gesù. Invece, inchiodarono Gesù sulla croce e commisero un peccato molto grave. Proprio alla fine, ricevettero la punizione e la maledizione di Dio. Tuttavia, Pietro, Daniele, la donna samaritana e altri, dopo aver ascoltato le parole di Gesù, riconobbero che Gesù era il Messia che tornava. Di conseguenza, seguirono il Signore. Nel libro dell’Apocalisse è profetizzato molte volte: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese”. Nella Lettera ai Romani, capitolo 10, versetto 17, è scritto: “Così la fede vien dall’udire e l’udire si ha per mezzo della parola di Cristo”. Di conseguenza, quando sentiamo qualcuno che diffonde il Vangelo del ritorno di Gesù, dovremmo prima ricercare e indagare. In base alla nostra ricerca e al nostro studio, dovremmo quindi essere in grado di capire se il Signore sia, o meno, ritornato. In questo modo, non perderemo l’opportunità di incontrarLo nuovamente.

il Signore Gesù

Naturalmente, se dobbiamo accogliere il ritorno del Signore, prima dobbiamo comprendere cosa sia Cristo. Diamo un’occhiata alle parole di Dio e vediamo cosa Egli dice su questo argomento: “Dio incarnato è chiamato Cristo, e così il Cristo che può offrire agli esseri umani la verità è chiamato Dio. Non vi è nulla di eccessivo in questo” (“Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in La Parola appare nella carne). Dalle parole di Dio vediamo che solo Dio incarnato può essere chiamato “Cristo”. Cristo è lo spirito di Dio realizzato nella carne. Cristo è l’apparizione di Dio ed è Dio che Si è fatto carne per svolgere la Sua opera. Sebbene, dall’esterno, Cristo sembri una persona normale, la Sua sostanza è divina e l’opera che svolge è l’opera di Dio. Ora, come si fa a distinguere il vero Cristo dai falsi cristi? Dio ha detto: “Per esaminare se si tratta dell’incarnazione di Dio, l’uomo deve valutare l’indole che Egli esprime e le parole che pronuncia. In altri termini, il fatto che Egli sia o non sia Dio in carne, e che sia o non sia la vera via, deve essere giudicato dalla Sua essenza. E così, nello stabilire se si tratta[a] di Dio in carne, il punto è prestare attenzione alla Sua sostanza (la Sua opera, le Sue parole, la Sua indole e molto altro), anziché all’apparenza esteriore. Se l’uomo vede soltanto la Sua apparenza esteriore, e trascura la Sua essenza, ciò dimostra la sua ignoranza e la sua ingenuità” (“Soltanto chi ha esperienza dell’opera di Dio crede veramente in Dio” in La Parola appare nella carne). “Se un uomo si definisce Dio ma è incapace di esprimere l’essere della divinità, di compiere l’opera di Dio Stesso o di rappresentare Dio, indubbiamente non è Dio, poiché non ha la Sua essenza, e ciò che Dio può intrinsecamente realizzare non esiste in lui” (“La differenza tra il ministero del Dio incarnato e il dovere dell’uomo” in La Parola appare nella carne). Dalle parole di Dio Onnipotente possiamo capire che, per distinguere i falsi cristi, è necessario valutare non il loro aspetto esteriore, ma se possiedano, o meno, l’essenza di Dio. Per poterli distinguere, dobbiamo inoltre osservare la loro opera, le loro parole e la loro indole. Cristo è in grado di fornire alle persone la verità e la vita. Riesce a esprimere l’indole giusta di Dio e la saggezza della Sua opera. Cristo è Dio Stesso, santo e giusto. Questo è simile al modo in cui Gesù, nell’Età della Grazia, sembrava una persona normale. Tuttavia, espresse moltissime verità e fornì alle persone la via del pentimento. Inoltre, mostrò un’indole principalmente misericordiosa e amorevole e insegnò alla gente a perdonare gli altri settanta volte sette. Inoltre, Gesù guarì i malati, esorcizzò demoni e liberò le persone dai legami della legge. Alla fine, fu inchiodato sulla croce, completando così la redenzione di tutta l’umanità. Dalle parole e dall’opera di Gesù possiamo confermare assolutamente che Cristo è la verità, la via e la vita. In modo simile, oggi il Signore Gesù che è ritornato nella carne – Dio Onnipotente – ha portato una nuova età, lEtà del Regno. Ha proferito milioni di parole ed è venuto per svolgere l’opera di giudizio degli ultimi giorni. Giudica e purifica l’uomo con la Sua indole giusta e santa, in modo che l’umanità non debba più vivere in un ciclo senza fine di peccato e pentimento. Proprio alla fine, la Sua opera consentirà all’uomo di spezzare i legami del peccato e di essere completamente salvato e perfezionato. Le parole di Dio Onnipotente ci hanno rivelato tutti i misteri. Ci hanno informato sulle intenzioni di Dio per l’umanità, sulla fine di ogni categoria di uomini, oltre che sull’opera che Dio intende compiere. Le parole di Dio ci hanno dato anche un percorso di pratica. Dalle parole e dall’opera di Dio Onnipotente riusciamo a capire che Egli è l’incarnazione della verità. Ancora una volta, l’opera di Dio Onnipotente conferma che Cristo è la verità, la via e la vita. Queste sono tutte cose che i falsi cristi non saranno mai in grado di compiere.

Ora, come potremmo fare per distinguere i falsi cristi? Dio ha detto: “Se, ai giorni nostri, dovesse emergere qualcuno che sia in grado di mostrare segni e prodigi, e che sappia cacciare i demoni, sanare i malati e compiere molti miracoli, e se questi sostenesse di essere la venuta di Gesù, allora si tratterebbe di una contraffazione degli spiriti maligni e della loro imitazione di Gesù. Ricordatelo! Dio non ripete la medesima opera. La fase dell’opera di Gesù è già stata completata e Dio non la intraprenderà mai più. […] Se, durante gli ultimi giorni, Dio mostrasse ancora segni e prodigi, e di nuovo cacciasse i demoni e guarisse i malati – se agisse esattamente come Gesù –, allora ripeterebbe la medesima opera, e quella di Gesù non avrebbe alcun significato o valore. Pertanto, Dio realizza una fase dell’opera in ogni epoca. Una volta che una fase della Sua opera è completata, viene presto imitata dagli spiriti maligni, e quando Satana inizia a emulare Dio, Egli cambia metodo; una volta completata una fase della Sua opera, questa è imitata dagli spiriti maligni. Dovete avere le idee chiare su queste cose”. “Oggi, Dio è venuto per porre fine all’Età della Grazia e bandirne tutte le pratiche. […] Il Dio odierno non compie segni e prodigi, né guarisce i malati e caccia i demoni. Alla Sua venuta, l’opera di Gesù rappresentò una parte di Dio, ma questa volta Dio è venuto per compiere la fase dell’opera prevista, poiché non ripete la medesima opera; Egli è il Dio sempre nuovo e mai vecchio, dunque tutto quello che vedi oggi sono le parole e l’opera del Dio concreto” (“Conoscere l’opera di Dio oggi” in La Parola appare nella carne).

Dalle parole di Dio capiamo che i falsi cristi non hanno la Sua essenza e non possono svolgere la Sua opera. Possono solo imitare l’opera che Dio ha svolto in passato, per fingere di essere Lui. In altre parole, negli ultimi giorni, tutti coloro che potranno compiere miracoli, guarire i malati, esorcizzare demoni e affermare che sono Cristo saranno senza dubbio spiriti malvagi che stanno impersonando Dio. Questo perché Dio è sempre nuovo e mai vecchio. In ogni età, l’opera di Dio è diversa. Dio svolge sempre una nuova opera. Se l’uomo non riesce a discernere questo, verrà ingannato. Per questo, Gesù ci ha avvisato: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:23-24). Oggi Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, ha svolto una nuova opera. Non compie più miracoli, né guarisce i malati o esorcizza demoni. Invece, esprime la verità e svolge l’opera di giudizio, purificazione e perfezionamento dell’uomo. Ha mostrato all’uomo un percorso di pratica nella nuova età e ha dato all’uomo la via della vita. Al contrario, i falsi cristi e i falsi profeti non sono affatto dotati della verità, né sono in grado di esprimere la verità e fornire la vita all’umanità. Possono solo imitare l’opera svolta da Dio in passato e compiere alcuni semplici miracoli, per ingannare le persone. Tuttavia, non possono mai emulare ciò che fece Gesù, come, ad esempio, nutrire 5000 persone con 5 forme di pane e 2 pesci, risuscitare Lazzaro, calmare il vento e il mare e altri miracoli simili. Sono spiriti malvagi che impersonano Dio. Non governano su ogni cosa e non hanno il potere o l’autorità per farlo. Questo è completamente determinato dalla loro essenza. È proprio come ha detto Dio: “Presto o tardi, i falsi cristi cadranno tutti, poiché, anche se affermano di essere Cristo, non possiedono nulla della Sua sostanza. E così, dico che l’autenticità di Cristo non può essere definita dall’uomo, ma la risposta e la decisione provengono da Dio Stesso” (“Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in La Parola appare nella carne). Di conseguenza, se riusciamo ad afferrare i principi su come distinguere il vero Cristo dai falsi cristi, non dobbiamo temere di essere ingannati. Possiamo ricercare, indagare e discernere, con calma e coraggio, ogni genere di dicerie con un cuore che venera Dio. Solo colui che riesce a portare all’uomo la verità, la via e la vita è il vero Cristo. Questo è simile a ciò di cui parlava la storia. I veri fiori erano vivi e riuscivano ad attirare le api. I fiori finti, sebbene fossero simili esteriormente a quelli veri, non erano vivi e non riuscivano ad attirare le api con il loro nettare. In modo simile, per uanto bene i falsi cristi possano mascherarsi e imitare Dio, non sono in grado di esprimere la verità e fornire la vita all’uomo Tuttavia, il vero Cristo possiede l’essenza di Dio, è capace di esprimere la verità e riesce a fornire la vita all’uomo. Pertanto, l’opera di Gesù è in grado di essere diffusa in ogni angolo del globo ed Egli può portare molte persone davanti a Dio, in modo che possano ricevere la salvezza di Gesù. Questo è il potere della vita. La verità che Dio Onnipotente degli ultimi giorni esprime ha svelato tutti i misteri della Sua opera di gestione di 6000 anni, in modo che tutta l’umanità possa testimoniarla. Dio Onnipotente è capace di esprimere tutta la verità necessaria all’uomo per essere purificato e salvato. Questo è ciò che Dio offre all’umanità. Oltre ad aiutarci a distinguere le cose positive da quelle negative, questa verità ci fornisce il percorso che dobbiamo seguire per cambiare la nostra indole e, inoltre, ci fornisce la via della vita eterna. Questa dipende completamente dall’essenza di Dio. È proprio come ha detto Dio Onnipotente: “La via della vita non è una cosa che possa essere detenuta da chiunque, […] Questo perché la vita può provenire solo da Dio, vale a dire che soltanto Dio Stesso ne possiede la sostanza, senza di Lui non vi è alcuna via della vita, e quindi solo Egli è la fonte della vita e la sorgente inesauribile dell’acqua viva di vita” (“Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in La Parola appare nella carne). Oggigiorno, il Vangelo del Regno di Dio Onnipotente si è già diffuso in tutta la Cina continentale. Attualmente, viene trasmesso e testimoniato in tutti gli angoli del mondo. “La Parola appare nella carne” espressa da Dio Onnipotente è stata inoltre pubblicata su Internet tanto tempo fa. È stata fornita a tutti coloro che desiderano indagare la verità. Molte persone che amano la verità e hanno sete dell’apparizione di Dio hanno letto le parole che Dio Onnipotente ha espresso e hanno tutti riconosciuto che sono la voce di Dio e che Dio Onnipotente è il Signore Gesù che appare negli ultimi giorni. Uno dopo l’altro, ritornano davanti al trono di Dio. Oggi, se temiamo di essere ingannati dai falsi cristi e, di conseguenza, non cerchiamo e indaghiamo l’apparizione e l’opera di Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, avremo per sempre perso la grazia di Dio negli ultimi giorni!

Note a piè di pagina:

a. Il testo originale indica “quanto a”.