La necessaria comprensione dell’opera di Dio nell’Età del Regno

12 Agosto 2019

Sermoni e comunicazioni

Dopo aver letto le parole sul significato dell’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni, se riesci a ponderarle assiduamente, di sicuro sarai in grado di acquisire una certa conoscenza e comprensione della Sua opera negli ultimi giorni. Se poi riesci a leggere il libro, La Parola appare nella carne, espresso da Dio Onnipotente durante l’opera negli ultimi giorni nella sua interezza, e a fare l’esperienza di diversi anni della Sua opera negli ultimi giorni, di sicuro sarai in grado di capire davvero che l’opera di Dio nell’Età del Regno consiste nel giudizio e nel castigo per salvare completamente l’umanità. Grazie a essa potrai ottenere la salvezza ed essere perfezionato.

Per comprendere l’opera di Dio negli ultimi giorni devi prima avere le idee chiare sul perché Egli compia l’opera di giudizio e di castigo negli ultimi giorni. Dopo che il Signore Gesù ebbe completato l’opera di redenzione nell’Età della Grazia, tutti gli eletti di Dio poterono venire dinanzi al Signore Gesù, ammettere i loro peccati e pentirsi, ed essere perdonati. Poterono anche godere di molta grazia, concessa loro da Dio, ma nessuno fu in grado di liberarsi dalle costrizioni e dai ceppi della sua natura peccaminosa dopo la corruzione dell’umanità da parte di Satana. Tutti continuarono a peccare anche dopo aver accettato il Signore Gesù come Salvatore ed essere stati perdonati dai peccati. Vivevano nel ciclo ripetuto del peccato e del riconoscimento dei propri peccati. È per questo che, benché tutti coloro che erano stati redenti dal Signore Gesù fossero stati perdonati dai peccati e godessero di tutta la grazia concessa loro da Dio, furono totalmente incapaci di liberarsi dalle costrizioni e dai ceppi della natura satanica che conduce l’umanità alla peccaminosità. È per questo che tutte le persone urlano afflitte: “Sono davvero sventurato! Che cosa posso fare per sbarazzarmi finalmente delle costrizioni della mia natura satanica e ottenere la vera salvezza?”. È chiaro che l’umanità corrotta non ha modo di sradicare la sua natura peccaminosa, e nessuno può liberarsi dal controllo della propria natura satanica peccaminosa. Nessuno può fare a meno di peccare spesso e di vivere nel peccato, ed è per questo che, sebbene i peccati dell’umanità corrotta siano stati perdonati, essa è incapace di vivere un’umanità normale, perciò come potrebbe mai vivere una vera vita umana? Questa è la vera esperienza di tutti gli eletti di Dio che accettarono la Sua opera di redenzione nell’Età della Grazia. Così l’opera di giudizio e di castigo che Dio incarnato compie personalmente negli ultimi giorni è l’opera che consiste nel salvare completamente l’umanità corrotta dalla sua natura satanica peccaminosa e nel trasformare l’indole della sua vita. Dio Onnipotente esprime tutte le verità del giudizio e del castigo per salvare completamente l’umanità. Non solo usa la verità nelle Proprie parole per smascherare e giudicare l’essenza della natura satanica dell’umanità corrotta e la verità della sua corruzione, ma utilizza anche i metodi della potatura e del trattamento, nonché le prove e il raffinamento, per sradicare e trasformare l’indole satanica delle persone. Ciò permette all’umanità corrotta di riconoscere davvero la propria natura satanica e la verità della propria corruzione e di capire autenticamente che l’umanità corrotta è davvero piena di indoli sataniche come l’egoismo e la meschinità, l’inganno e la disonestà, l’avidità e la malvagità, e il disprezzo della verità. Tramite la potatura e il trattamento, e attraverso le prove e il raffinamento, le persone possono capire la verità e conoscere l’opera di Dio, che fa sì che i loro punti di vista sulle questioni, la loro visione della vita e i loro valori subiscano una trasformazione fondamentale, e questa sarà seguita da un cambiamento nell’indole della loro vita. Tutto questo è il frutto portato dall’opera di giudizio compiuta da Dio negli ultimi giorni, e la trasformazione così provocata è assai più grande di ciò che fu determinato dal perdono del peccato dopo aver creduto nel Signore Gesù nell’Età della Grazia. Ciò è sufficiente per dimostrare che solo il giudizio e il castigo di Dio negli ultimi giorni sono l’opera di salvezza completa dell’umanità. A parte questo, non c’è altra strada, per l’umanità corrotta, per liberarsi totalmente dall’influenza oscura di Satana e per volgersi autenticamente verso Dio, per obbedirGli ed essere guadagnata da Lui, in modo da ottenere la salvezza totale.

Prima di poter essere salvata, l’umanità profondamente corrotta deve subire il giudizio e il castigo di Dio. Questo, perché le persone sono corrotte così profondamente e sono completamente controllate dalla conoscenza e dalle filosofie di Satana e sono piene di indole satanica. È solo attraverso il metodo del giudizio e del castigo che Dio riesce a purificare e a salvare l’umanità, ed è per questo che, sviluppando la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni, Egli espresse dapprima la verità per conquistare l’umanità. Quando Dio userà la verità per conquistare appieno l’umanità corrotta ed essa sarà davvero convinta, solo allora gli uomini vedranno la Sua vera manifestazione e saranno in grado di inchinarsi dinanzi a Lui e di essere totalmente pieni di rimorso. In quel momento, finalmente gli uomini capiranno di essere davvero persone che resistono a Dio e, per questa ragione, conosceranno la propria arroganza e presunzione; comprenderanno che nel loro cuore non c’è il minimo spazio per Dio, che non assumono assolutamente le sembianze di esseri umani e che sono stati veramente corrotti da Satana in modo così profondo, così deplorevole. Solo dopo essere stata conquistata dalle parole di Dio, l’umanità riesce a capire davvero il fatto e la natura essenziale della propria corruzione da parte di Satana, e solo allora riesce a riconoscere autenticamente che, dopo aver creduto in Dio all’interno di una religione per tutti quegli anni, non ha acquisito nulla se non qualche conoscenza della Bibbia e alcune lettere e dottrine, e che non ha affatto la realtà della verità. Gli uomini sono veramente poveri, spregevoli, ciechi e nudi. Solo allora le persone potranno iniziare a tacere dinanzi a Dio, ad accettare formalmente il giudizio e il castigo delle Sue parole e a obbedire loro, e cominciare a intraprendere la retta via della fede in Dio. Questo è il primo risultato della conquista conseguita dal giudizio e dal castigo di Dio. È proprio come nell’Età della Legge, quando Giobbe fu sottoposto ad alcune prove e, dopo aver udito le parole di Dio, fu pienamente conquistato. Solo se conquistate dalle parole di Dio, le persone riconoscono e accettano la verità, e allora possono intraprendere la retta via della fede in Dio ed essere persone in grado di essere salvate. Tutti coloro che sono ancora capaci di negare e di odiare la verità e di essere nemici di Dio anche dopo aver udito molte delle Sue parole appartengono alla categoria degli anticristi. Per loro non c’è davvero modo di essere salvati e queste persone saranno oggetto di eliminazione e punizione. La salvezza va costruita sul fondamento della conquista da parte delle parole di Dio. Proprio come Egli ha detto: “Il Mio intento è di soffocare e annientare completamente il maligno del genere umano, cosicché non possa più ribellarsi contro di Me, né tantomeno avere il fiato per interrompere o disturbare la Mia opera. Così, per quanto concerne gli esseri umani, ha acquisito il significato di conquista” (“Che cosa vuol dire essere un vero uomo”). “In che modo esattamente si deve conquistare l’uomo? Con il lavoro delle parole, per convincerlo appieno; tramite la rivelazione, il giudizio, il castigo e la maledizione impietosa, per sottometterlo completamente; rivelandone l’insubordinazione e giudicandone la resistenza, affinché egli possa conoscere l’iniquità e la lordura dell’umanità, che verranno usate per rimarcare l’indole giusta di Dio. Soprattutto, sarà l’uso di queste parole a conquistare l’uomo e a convincerlo appieno” (“La verità intrinseca dell’opera di conquista (1)”).

Questi sono i risultati preliminari conseguiti dall’opera di giudizio e di castigo compiuta da Dio, cioè i risultati della Sua opera di conquista. Il perfezionamento delle persone da parte di Dio è costruito sul fondamento della conquista e, se coloro che vengono conquistati sono in grado di perseguire la verità e di obbedire a tutta la Sua opera di giudizio e di castigo, hanno già imboccato la strada della salvezza e della perfezione. Tutti devono avere ben chiaro che l’umanità corrotta è così arrogante, presuntuosa, sregolata e irragionevole solo perché non è mai stata conquistata. Non ha alcuna conoscenza di sé e ha negato Dio e Gli ha resistito fino a questo grado di follia, ed è per questo che, solo subendo il Suo giudizio e il Suo castigo, l’umanità corrotta può ottenere la purificazione e la salvezza. Per l’umanità corrotta, questa è anche l’unica strada verso la salvezza e la perfezione.

Il giudizio e il castigo dell’umanità corrotta da parte di Dio rivelano appieno la Sua indole giusta e le danno una magnifica opportunità di conoscere Dio. Se essa non subisce il Suo giudizio e il Suo castigo, non sarà mai in grado di conoscere la Sua indole giusta. Solo una volta che avrà subito il giudizio e il castigo della Sua giustizia, maestà e ira, percepirà la verità secondo cui la Sua indole non tollererà alcuna offesa, e farà da sé l’esperienza che Dio è capace di esplorare la parte più intima delle persone e di vegliare su tutti i loro cuori, che ha molta dimestichezza con l’essenza corrotta e con la natura satanica delle persone, e capirà anche la Sua onnipotenza e saggezza. Poiché sarà in grado di accettare il Suo giudizio e il Suo castigo, potrà raggiungere la vera conoscenza dell’indole e dell’essenza di Dio, ottenendo così la Sua salvezza e perfezione. È chiaro che il processo di salvezza dell’umanità corrotta è il processo del riconoscimento della manifestazione di Dio e di conoscenza della Sua indole giusta.

Esiste un rapporto diretto tra l’umanità corrotta che ottiene la salvezza e viene perfezionata e l’indole giusta di Dio, che Egli ha rivelato nella Sua opera negli ultimi giorni. È esclusivamente grazie alla conoscenza dell’indole giusta di Dio e al riconoscimento della Sua onnipotenza e saggezza che i Suoi eletti sono arrivati a temerLo e a rifuggire dal male, ed è soprattutto grazie alla conoscenza dell’indole di Dio, e di ciò che Egli ha ed è, che hanno compreso tutte le verità da Lui espresse. Questa è la ragione per cui la loro visione delle cose, la loro visione della vita e i loro valori hanno subito una trasformazione fondamentale, ottenendo gradualmente un cambiamento nell’indole della loro vita. Questo è un dato di fatto che nessuno può negare, ed è proprio come Dio disse:

Le persone hanno visto la Sua indole a motivo della Sua opera di castigo e di giudizio e pertanto Lo riveriscono nei loro cuori. Dio deve essere riverito e obbedito, poiché il Suo essere e la Sua indole non sono gli stessi di un essere creato e sono al di sopra di quelli di un essere creato. Dio è un essere non creato ed Egli solo è degno di riverenza e di sottomissione; l’uomo non è qualificato per questo” (“L’opera di Dio e l’opera dell’uomo”).

La Mia giustizia, la Mia maestà e il Mio giudizio dureranno nei secoli dei secoli. All’inizio ero amorevole e misericordioso, ma non è questa l’indole della Mia divinità completa; giustizia, maestà e giudizio sono esattamente la Mia indole, il Dio Stesso completo” (Discorsi e testimonianze di Cristo al principio).

La giustizia è la santità ed è un’indole che è intollerante nei confronti dell’offesa da parte dell’uomo, e tutto ciò che è sporco e non è cambiato è il bersaglio del disgusto di Dio. L’indole giusta di Dio non è legge, bensì decreto amministrativo: è decreto amministrativo all’interno del regno e questo decreto amministrativo è la punizione giusta di chiunque non possieda la verità e non sia cambiato, e non vi è alcun margine per la salvezza” (“Le esperienze di Pietro: la sua conoscenza del castigo e del giudizio”).

Come realizza Dio la perfezione nell’uomo? Attraverso la Sua indole giusta. L’indole di Dio consta principalmente di giustizia, collera, maestà, giudizio e maledizione, e la Sua perfezione dell’uomo avviene principalmente attraverso il Suo giudizio” (“Solamente affrontando prove dolorose puoi conoscere l’amabilità di Dio”).

Sia che si tratti di giudizio giusto, sia che si tratti di raffinamento e castigo spietati, tutto è per la vostra salvezza. Indipendentemente dal fatto che oggi ci sia la classificazione di ciascuno a seconda del tipo di persona che è, o l’evidenziazione delle categorie dell’uomo, tutte le affermazioni e l’opera di Dio hanno come unico fine la salvezza di coloro che Lo amano veramente. Il giudizio giusto ha come scopo la purificazione dell’uomo, lo spietato raffinamento avviene al fine di mondare l’uomo, le parole aspre o il castigo hanno come unico fine quello di mondare l’uomo e di condurlo alla salvezza” (“Dovreste mettere da parte le benedizioni della posizione e comprendere la volontà di Dio per la salvezza dell’uomo”).

Dio ha ormai iniziato ufficialmente a perfezionare le persone. Al fine di essere resi completi, devono passare per la rivelazione, il giudizio e il castigo delle parole di Dio, e sperimentare le prove e il raffinamento delle Sue parole (come la prova dei servitori). Devono inoltre saper sopportare la prova della morte. Ciò significa che chi esegue veramente la volontà di Dio può proferire la lode dal profondo del proprio cuore in mezzo al giudizio, al castigo e alle prove di Dio, ed è in grado di obbedire pienamente a Dio e rinunciare a se stesso, amando in tal modo Dio con cuore sincero, determinazione e purezza; così è chi è completo, ed è altresì l’opera che Dio vuole fare, ed è ciò che Dio vuole compiere” (“Sulle fasi dell’opera di Dio”).

Il Dio dei cieli è venuto in questa ripugnante terra del vizio, senza mai accennare alla benché minima lamentela né rimprovero, bensì accettando in silenzio i soprusi e l’oppressione dell’uomo. Egli non si è mai sottratto alle irragionevoli richieste dell’uomo, non ha mai fatto a Sua volta richieste eccesive o irragionevoli all’uomo; Egli si limita a svolgere tutto il lavoro richiesto dall’uomo senza lamentarsi: insegnando, illuminando, rimproverando, raffinando le parole, rammentando, esortando, consolando, giudicando e rivelando. Quale delle Sue fasi non è stata per la vita dell’uomo? Sebbene Egli sia stato rimosso dalle prospettive e dal destino dell’uomo, quale delle fasi dell’opera di Dio non è stata in favore del destino dell’uomo? Quale non è stata compiuta ai fini della sopravvivenza dell’uomo? Quale non è stata compiuta per liberare l’uomo dalla sofferenza e dall’oppressione delle forze oscure, nere come la notte? Quale non è stata compiuta per il bene dell’uomo? Chi può comprendere il cuore di Dio, che è come quello di una madre amorosa? Chi può comprendere il cuore ansioso di Dio?” (“Lavoro e ingresso (9)”).

Il vero amore di Dio è la Sua intera indole e quando tutta l’indole di Dio ti viene mostrata, che cosa succederà alla tua carne? Quando l’indole giusta di Dio ti viene rivelata, la tua carne inevitabilmente soffrirà molto. Se non provi questo dolore, allora non puoi essere reso perfetto da Dio, né sarai in grado di dedicarGli vero amore. Se Dio ti rende perfetto, sicuramente ti mostrerà la Sua intera indole” (“Solo amare Dio vuol dire credere veramente in Dio”).

Sebbene tu adesso stia patendo il dolore e l’affinamento a causa del giudizio, questa sofferenza ha senso e valore. Sebbene il castigo e il giudizio siano affinamenti e rivelazioni spietate che vengono all’uomo, destinati a punirne i peccati e la carne, nulla di quest’opera mira a condannare e a estinguere la carne umana. Le severe rivelazioni della parola sono intese per condurti sul giusto cammino. Avete sperimentato di persona così tanto di quest’opera e, con tutta evidenza, non vi ha condotto su un sentiero perverso! Tutto questo mira a permetterti di vivere un’umanità normale: tutto questo è qualcosa che la tua normale umanità può conseguire. Ogni fase dell’opera è compiuta in base alle tue esigenze, secondo le tue debolezze e la tua statura morale attuale, e non siete gravati da alcun fardello intollerabile. Sebbene adesso tu sia incapace di capirlo con chiarezza e ritenga che Io sia duro con te, sebbene continui a pensare che il motivo per cui ti castigo, ti giudico e ti rimprovero ogni giorno sia perché ti odio, e sebbene quello che ricevi siano castigo e giudizio, in realtà è tutto amore per te nonché una grande protezione nei tuoi confronti” (“La verità intrinseca dell’opera di conquista (4)”).

La Mia giustizia, la Mia maestà e il Mio giudizio non mostrano misericordia per Satana. Ma per voi sì, servono a salvarvi, eppure siete semplicemente incapaci di capire la Mia indole e nemmeno conoscete i principi dietro le Mie azioni” (Discorsi e testimonianze di Cristo al principio).

Alla fine, Egli brucerà tutto ciò che è impuro e ingiusto nell’uomo in tutto l’universo, per mostrargli che Egli non soltanto è un Dio di misericordia, di benevolenza, di saggezza, di meraviglia e di santità, ma, ancora di più, è un Dio che giudica l’uomo. Per il male dell’umanità, Egli è il rogo, il giudizio e la punizione; per coloro che devono essere resi perfetti, Egli è la tribolazione, il raffinamento e la prova, così come è il conforto, il sostegno, il nutrimento delle parole, il trattamento e la potatura. E per coloro che vengono eliminati, è la punizione, così come la retribuzione” (“Le due incarnazioni completano il significato dell’incarnazione”).

Solo diventando carne nel luogo più arretrato e sozzo, Dio può rivelare l’interezza della Sua indole santa e giusta. E tramite cosa viene rivelata la Sua indole giusta? Tramite il giudizio dei peccati delle persone, il giudizio di Satana, il disgusto verso i peccati, e l’odio verso i Suoi nemici, che si ribellano contro di Lui e Gli resistono” (“In che modo porta frutto la seconda fase dell’opera di conquista”).

Castigherò tutti coloro che sono nati da Me ma che non Mi hanno ancora conosciuto per mostrare tutta la Mia ira, il Mio grande potere e la Mia piena saggezza. In Me ogni cosa è giusta e non ci sono assolutamente ingiustizia, inganno e disonestà; chiunque sia disonesto e ingannevole deve essere figlio dell’inferno, nato nell’Ade. In Me ogni cosa è manifesta; qualunque cosa Io dica di compiere viene compiuta e qualunque cosa Io dica di istituire viene istituita, e nessuno può cambiare o emulare queste cose perché Io sono l’unico e il solo Dio Stesso” (Discorsi e testimonianze di Cristo al principio).

È a causa di questi giudizi che siete stati in grado di vedere che Dio è giusto, che Egli è un Dio santo. È a causa della Sua santità e giustizia che Egli vi ha giudicato e ha inviato la Sua ira su di voi. Poiché Egli può rivelare la Sua giusta indole quando vede la ribellione del genere umano, e poiché può rivelare la Sua santità quando vede la lordura dell’umanità, ciò è sufficiente per dimostrare che Egli è Dio Stesso, che è santo e senza macchia, ma che vive lo stesso in una terra di lordura” (“In che modo porta frutto la seconda fase dell’opera di conquista”).

Sono giusto, sono fedele, sono il Dio che esamina il cuore più intimo dell’uomo!” (Discorsi e testimonianze di Cristo al principio).

Niente e nessuno può sfuggire al patimento di questo castigo e di questo giudizio, e niente e nessuno può evitare la classificazione per tipo; saranno tutti divisi in classi. Ciò accade perché la fine è prossima per tutte le cose e tutti i cieli e la terra giungono alla loro conclusione. Come può l’uomo sfuggire alla fine della sua esistenza?” (“La verità intrinseca dell’opera di conquista (1)”).

Crediamo fermamente che nessun paese né potenza possa impedire a Dio di ottenere ciò che desidera. Coloro che ostacolano l’opera di Dio, che fanno resistenza alla parola di Dio, che disturbano e danneggiano il piano di Dio, saranno alla fine puniti da Dio. Colui che contrasta l’opera di Dio, verrà mandato all’inferno; qualsiasi paese che contrasti l’opera di Dio verrà distrutto; qualunque nazione che si levi per contrastare l’opera di Dio verrà cancellata dalla faccia della Terra e cesserà di esistere” (“Dio sovrintende al destino dell’intera umanità”).

Voglio che tutti quanti gli uomini vedano che tutto ciò che ho fatto è giusto ed è espressione della Mia indole; non è opera dell’uomo, e men che meno della natura, che ha creato l’umanità. Al contrario, sono Io Colui che nutre ogni essere vivente nel creato. Senza la Mia esistenza, l’umanità può solo perire e subire il flagello delle calamità. Nessun essere umano vedrà mai più il bel sole e la luna, o il mondo verde; l’umanità incontrerà solo il gelo della notte e l’inesorabile valle di tenebre dell’ombra della morte” (“Devi preparare una quantità sufficiente di buone azioni per la tua destinazione”).

L’immagine di Dio non è fatta conoscere all’uomo attraverso l’immagine incarnata, ma piuttosto attraverso l’opera compiuta da Dio incarnato di immagine e forma; e attraverso la di Lui (Lei) opera, la Sua immagine è mostrata e la Sua indole fatta conoscere. Questo è il significato dell’opera che Egli desidera fare nella carne” (“Il mistero dell’incarnazione (2)”).

Ciò che Egli manifesta alla moltitudine è soltanto la Sua giusta indole e tutte le Sue azioni, e non l’immagine del Suo corpo quando Si incarna due volte, perché l’immagine di Dio può essere mostrata soltanto attraverso la Sua indole e non sostituita dall’immagine della Sua incarnazione. … Ciò che viene mostrato alla moltitudine è la giustizia di Dio e la Sua indole nella sua interezza, piuttosto che la Sua immagine quando Egli Si incarna due volte. Non è né la singola immagine che viene mostrata all’uomo, né le due immagini combinate” (“Il mistero dell’incarnazione (2)”).

È totalmente palese dai metodi operativi del giudizio e del castigo di Dio, volti a salvare e a perfezionare completamente le persone negli ultimi giorni, che la Sua salvezza e la Sua perfezione si ottengono interamente mediante la rivelazione della Sua indole giusta. Una volta che la Sua indole di giustizia, maestà, giudizio e ira sarà stata completamente rivelata, l’umanità corrotta agirà spontaneamente in base alla propria specie. Tutti coloro che amano la verità e che sono in grado di accettarla riusciranno ad accettare la Sua opera di giudizio e di castigo e di obbedirle, e dunque otterranno la salvezza e saranno perfezionati. Tutti coloro che detestano la verità, che la odiano, inevitabilmente resisteranno a Cristo, Lo negheranno e Lo condanneranno, e rifiuteranno l’opera di giudizio e di castigo svolta da Dio negli ultimi giorni. In particolare, quasi tutti i capi e i pastori di varie sette e confessioni del mondo religioso diventeranno forze dell’anticristo che resisteranno e si opporranno a Cristo. È per questo che verranno smascherati ed eliminati, e alla fine saranno sottoposti a punizione. Saranno oggetto del giudizio di Dio al culmine della Sua furia. L’opera di Dio negli ultimi giorni riflette completamente il fatto che dove esiste la corruzione deve avere luogo il giudizio e dove esiste il peccato deve avvenire il castigo. Questa è la regola del cielo decretata da Dio e nessuno può sottrarvisi. L’umanità corrotta resiste a Dio e Lo tradisce e, se non subisce il Suo giudizio e il Suo castigo, non sarà tollerata da Dio. Per questo, principio inalterabile del cielo e volontà inviolabile di Dio è che l’umanità corrotta subisca il Suo giudizio e il Suo castigo negli ultimi giorni. L’umanità è corrotta fin nel profondo. È la prole di Satana, che tradì Dio. Se il giudizio e il castigo della maestà e dell’ira di Dio non la colpissero, come potrebbe prostrarsi dinanzi a Lui in totale sottomissione? Come potrebbe ottenere una purificazione e una salvezza autentiche? È per questo che la Sua indole di giustizia, giudizio, castigo e ira, rivelata negli ultimi giorni, è diventata la più grande salvezza per l’umanità corrotta, ed essa è esattamente la Sua benedizione per l’umanità. La rivelazione, da parte di Dio, della Sua indole giusta all’umanità è il Suo amore vero e completo per l’uomo.

da “Solo le tre fasi dell’opera di Dio rappresentano la Sua opera completa per salvare l’umanità” in Raccolta di sermoni – Provvista per la vita

Pagina successiva: Come entrare nel riposo di Dio
Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

Ora che i nostri peccati sono stati perdonati, possiamo entrare nel Regno dei Cieli?

“E niente d’immondo e nessuno che commetta abominazione o falsità, v’entreranno; ma quelli soltanto che sono scritti nel libro della vita dell’Agnello” (Apocalisse 21:27). La Bibbia ci dice chiaramente che quelli tra noi che non sono stati purificati non possono entrarci e questo “ci” non si riferisce forse al Regno dei Cieli? Poi, ho letto il capitolo 7, versetto 21, del Vangelo di Matteo: “Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è ne’ cieli”.

Rispondi