Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultato della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

`

8. La razionalità necessaria per seguire Dio

L’intero genere umano è stato in certa misura corrotto da Satana. La natura umana è stata completamente annullata. Sembra che la coscienza e la ragione più elementari dell’uomo siano andate quasi perdute, il che ha condotto alla situazione in cui egli non è in grado di credere in Dio o di seguirLo normalmente. La maggior parte delle persone ha perfino corso il rischio di offendere Dio e opporsi a Lui ed essere da Lui punita. Se l’uomo non ha coscienza né ragione, non è adatto a vivere al cospetto di Dio. Coloro che non possiedono umanità andranno incontro all’ira di Dio. Adesso parlerò degli otto aspetti che bisogna conoscere e capire, se si vuole seguire Dio e credere in Lui, in modo da accedere più rapidamente al giusto cammino della fede in Dio e ottenere la grazia di Dio.

1. Primo: l’uomo deve sapere chi è e che cosa deve cercare

Quando l’arroganza della natura satanica dell’uomo raggiunge un certo livello, egli perderà di vista Dio. Non avrà rispetto per alcuna persona, non obbedirà a nessuno e non saprà obbedire nemmeno a un frammento di verità. Questa è già un’offesa a Dio. Una persona del genere sicuramente sarà punita. Si può dire che ognuno possieda questa sorta di natura arrogante. Però le espressioni e gli antefatti non sono uguali e, pertanto, anche i momenti in cui essa divampa non sono gli stessi. Quando uno che sembra molto sincero esplode, è difficile calmarlo e trattare con lui! Se uno è così arrogante, temo che a tale persona non sarà chiaro chi sia e che cosa debba cercare nella fede. Affinchè possa conservare la padronanza di sé, deve aver ben chiaro questo aspetto della razionalità. Secondo le fantasie e le concezioni umane, sembra che l’uomo non sia stato corrotto da Satana e non necessiti della salvezza offerta da Dio. Quando si tratta della sua fede, l’uomo si limita a seguire la corrente. Non gli interessa molto ricercare la verità, trasformare la propria indole e conseguire la salvezza offerta da Dio, al punto che non dimostra assolutamente alcun interesse. Invece è ossessionato dal parlare di dottrina, innescare dispute, lottare per acquisire potere einfluenza, dare mostra di sé e ricercare libertà individuale e piacere. È soddisfatto, perché convinto di guadagnarsi le benedizioni e di non doversi preoccupare, grazie alla fede nel Dio concreto. Se l’uomo è in grado di perdersi in questo genere di condotta vanagloriosa, spregevole e turpe, non perde forse la dignità che dovrebbero avere i santi? Queste sono le manifestazioni dell’elementare buon senso e della conoscenza generale che i fedeli dovrebbero avere, ma non hanno. Perché Dio Si è incarnato sopportando una significativa umiliazione? E perché l’uomo dovrebbe credere in Dio? Che cosa dovrebbe perseguire? L’uomo ha davvero chiarezza riguardo a tali interrogativi basilari? “Il figlio dell’uomo prende una paletta per spazzare il pavimento. Il frumento viene riposto nel granaio mentre la pula viene sparsa al vento”. Che significa? Se uno crede in Dio fino alla fine, ma non possiede la vita, sarà totalmente eliminato e punito. Non dobbiamo mai dimenticare che noi siamo persone corrotte da Satana e che necessitiamo particolarmente della salvezza offerta dal Dio incarnato. Se ci lasciamo sfuggire l’opera di salvezza del giudizio e del castigo davanti al trono di Cristo, sprofonderemo nell’oblio.

Ritengo che quanti sono veramente assennati debbano assumere come motto “io credo in Dio, per conseguire la salvezza, liberarmi dell’influsso di Satana e vivere nella luce”, inciderlo nel proprio cuore e non dimenticarlo mai. Quando l’uomo vive nella carne e rivela la sua corruzione o quando l’uomo si allontana da Dio e ricerca i piaceri della carne, non deve dimenticare: “Io sono un essere umano corrotto e ho bisogno della salvezza offerta da Dio. Devo ritornare al cospetto di Dio, leggere la Sua parola e cercare di capire la Sua volontà. Non devo più ignorare i miei doveri. È molto pericoloso. Non resta ormai molto tempo”. Questa è una cosa che una persona relativamente assennata dovrebbe poter mettere in pratica. Noi che crediamo in Dio dovremmo sapere, e non dobbiamo mai dimenticare. che siamo stati profondamente corrotti da Satana. Dobbiamo credere in Dio, per conseguire la salvezza ed evitare l’annientamento. Altrimenti stiamo ignorando il nostro dovere. In questa situazione pericolosa, bisogna perseguire con urgenza la verità per ottenere la vita. Vi è qui un rapporto diretto con le questioni relative alla vita o alla morte. Questa è la conoscenza di sé che l’uomo dovrebbe possedere. Questa è la razionalità che devono come minimo possedere tutti coloro che si presentano al cospetto di Dio.

2. Credere fermamente che Cristo è la verità, la via e la vita. Solo Cristo può salvare l’uomo.

Le due fasi dell’opera di salvezza di Dio dipendono dal completamento della Sua incarnazione. Questo conferma ulteriormente che il genere umano corrotto necessita della salvezza offerta dal Dio incarnato. Senza l’opera dell’incarnazione, l’umanità corrotta sarebbe incapace di conseguire la salvezza. Il Dio incarnato è la verità, la via e la vita. Tutti coloro che credono in Dio devono credere fermamente che solo il Cristo incarnato è la verità, la via e la vita. Non vi è altro modo per cercare di ottenere la vita e la salvezza. Solo credendo fermamente in Cristo, seguendoLo e obbedendoGli, ci si può salvare. Cristo è il Dio in terra. È il Dio concreto. È il Dio che sta salvando l’umanità. Poiché l’uomo è profondamente corrotto e arrogante, ha già perduto il più elementare buon senso. L’uomo è altezzoso nella sua fede in Dio. Crede specificamente nel Dio del cielo e nel Gesù risorto. È come se disdegnasse il Dio incarnato di oggi e L’avesse perso di vista. L’uomo è disposto a credere nel Dio altissimo e potente. Non è disposto ad accettare il Cristo insignificante. Anche se l’uomo, con riluttanza, Lo accetta, è ancora colmo di concezioni e perfino di tendenze ribelli. In ogni momento, vi è il rischio che si allontani. A giudicare da coloro che hanno accolto Cristo, ancora non sono affidabili, dopo che ognuno ha ricevuto un libro con la parola di Dio e un libro di inni di lode, di testimonianza e di esperienza di Cristo. Le persone devono essere abbeverate, guidate e protette finché non pongono delle fondamenta. Senza la guida e la gestione degli altri, non è facile per loro conseguire la salvezza. Da questo possiamo vedere che non è affatto facile per Dio compiere l’opera di salvezza. Pochissime persone capiscono il Suo cuore . Dio non solo esprime le parole di vita per la salvezza dell’umanità, ma deve anche sopportare, in misura significativa, umiliazione e disprezzo. Deve tollerare l’opposizione, il contrasto e perfino la bestemmia da parte dell’uomo. Già questo è doloroso oltre ogni dire. Il Suo cuore è anche molto preoccupato per l’uomo. L’uomo non è affatto assennato. Quante persone sono rispettose del cuore di Dio? Quante persone possono essere veramente compatibili con Cristo? L’umanità corrotta è come la polvere, nel senso che crede in Dio per altezzosità. In verità, la sua spregevolezza ha già raggiunto il culmine. Sostanzialmente, non è degna di vedere il volto di Cristo, eppure vuole vedere il volto del Dio in cielo. Questo sicuramente induce Dio ad aborrirla e detestarla! Tutti coloro che credono in Dio devono credere fermamente in Cristo e riconoscere che solo Cristo è la vita, la verità e la via. Non devono più essere così arroganti da rendersi ridicoli. Farebbero meglio a chiudere il becco e leggere le parole di vita di Cristo e ascoltare la voce di Dio. Nessuno possiede la verità, la via e la vita. Se possiedi la verità, la via e la vita, a che ti serve credere in Dio? Questo è il buon sensoche l’uomo dovrebbe avere. Le tue numerose concezioni riguardo a Cristo non influenzano per nulla il fatto che Cristo è la verità, la via e la vita. Per quante siano le teorie di cui parli, verrai annientato, se ti allontanerai da Cristo. Il fatto che le spari grosse dietro le spalle degli altri e hai una concezione dopo l’altra conferma ulteriormente che sei un demone privo di umanità ed è sordo a ogni ragione. Che tu sia andato incontro a battute d’arresto e ti sia scontrato con un muro nella famiglia di Dio, che tu non sia soddisfatto delle disposizioni di Dio o ti lamenti e sia scontento non significa che tu possieda la verità e la vita. Più sei ossessionato dal credere in un Dio vago e ritieni che l’opera del Dio concreto non risponda alle aspettative degli esseri umani, più questo conferma che sei una persona confusa e non hai alcun buon senso né conoscenza. Tutti coloro che veramente credono in Dio e ricercano risolutamente la salvezza offerta da Dio devono possedere il buon senso che l’uomo dovrebbe possedere. Non creare scompiglio. Impara a stare in silenzio davanti a Dio e considerati umile come la polvere. Poiché solo il Cristo in terra può essere la verità, la via e la vita per l’uomo, solo una fede nel Dio in terra ti consentirà di essere reso completo da Lui. Tutti coloro che credono di essere assai rispettabili pensano di essere degni di credere nel Dio in cielo. Hanno perso di vista il Dio in terra e saranno ricordati con infamia come escrementi di cane. Saranno ignorati da tutti. Solo coloro che innalzano Cristo come vero Dio hanno la dignità dei santi. Solo queste persone possiedono umanità e buon senso.

3. Chi ha concezioni riguardo a Dio è assai stupido e ignorante

Poiché l’uomo è incapace di vedere il mondo spirituale e non ha un organo per capire direttamente la parola di Dio, non vi è modo per l’uomo di conoscere Dio affidandosi alle proprie capacità. L’uomo può ottenere illuminazione e rivelazione e capire le intenzioni di Dio solo dalle parole di Cristo. Si può dire che, se non fosse per l’opera dell’incarnazione di Dio, non vi sarebbe modo per l’uomo di conoscerLo. L’uomo non sarebbe in grado di conoscere Dio semplicemente da ciò che fa lo Spirito di Dio. Anche se l’uomo legge le parole di Dio, non è in grado di capirle senza l’illuminazione e la rivelazione da parte dello Spirito Santo. Questa è la verità. Tutto ciò che Dio fa è nuovo. Non è mai vecchio e non si ripete mai. Egli non farà mai le cose secondo la concezione e l’immaginazione dell’uomo. Dio ha i Suoi principi nel fare le cose. Non vi è modo per l’uomo di capirlo a fondo. Non è una cosa scoperta dall’uomo; è stato Dio a rivelarla. È molto stupido per l’uomo avere concezioni riguardo a Dio. Più concezioni una persona ha riguardo a Dio, più questo conferma che è infantile e ridicola. Conferma che non ha esperienza dell’opera di Dio e non ha la minima conoscenza. Inoltre conferma che è stupida e ignorante. L’assurdità, l’arroganza e la presunzione dell’uomo possono anche essere classificate come caratteristiche che rivelano la natura che oppone resistenza a Dio. Anche se le concezioni dell’uomo hanno senso, decisamente non sono la verità. Sono comunque erronee. Quando verrà rivelata la verità, l’uomo sarà umiliato. Dio è sempre vittorioso. Non può mai essere sconfitto. L’uomo sicuramente perderebbe se scommettesse contro Dio. A giudicare dal fatto che Dio Si è incarnato due volte, l’uomo ha subìto una sconfitta clamorosa nella sua battaglia contro Dio. Quando Gesù fu crocifisso, la concezione di tutti era: “Se fosse Dio, non consentirebbe agli esseri umani di crocifiggerLo. Se fosse Dio, sarebbe in grado di scendere dalla croce”. Anche le concezioni degli Ebrei riguardo a Cristo avevano raggiunto il culmine. Tutti credevano che questa cosa non potesse avere origine da Dio. In effetti, certamente nessuno avrebbe pensato che la crocifissione di Gesù fosse in realtà l’opera di redenzione da parte di Dio. Era la sapienza di Dio. Alla fine, Gesù risorse, Si manifestò e, dopo quaranta giorni salì al cielo. Questa fu la prima volta in cui l’umanità fu umiliata e subì una sconfitta. Nessuno credeva che Dio Si potesse incarnare in un essere umano una seconda volta, né che potesse essere una donna. Adesso la grande opera è stata compiuta. I fatti molto presto risulteranno chiari e l’umanità ancora una volta fallirà. Chi è veramente assennato si comporterà bene e obbedirà all’intera opera di Dio. Non indagherà né ci rifletterà sopra. È inutile per il cervello dell’uomo studiare o valutare l’opera di Dio. Io ho una profonda esperienza, accumulata negli ultimi anni, dell’opera di Dio e ho una teoria definitiva: tutto ciò che Dio fa è significativo. Vi è verità in tutto ciò che fa. Solo che l’uomo, sul momento, non riesce a capirlo a fondo. Prima o poi, tuttavia, risulterà chiaro. Dio non fa nulla che non sia significativo. Le questioni su cui gli esseri umani tendono ad avere concezioni sono anche quelle più significative. Coloro che hanno concezioni saranno decisamente umiliati. Se le persone condannano, di sicuro saranno punite. Anche le cose che Dio fa e che non sono conformi alle concezioni dell’uomo hanno significato. Questa è una teoria assodata. Nessuno può negarla. Chiunque non ne sia convinto può fare n tentativo e vedere. Tutti coloro che hanno esperienza riconosceranno questo punto. Quando si tratta proprio di quali siano le concezioni dell’uomo e quanto valore abbiano, prima o poi l’uomo lo capirà chiaramente. Ritengo che l’uomo debba semplicemente obbedire a tutto ciò che proviene da Dio e a tutto ciò che Dio fa. L’uomo non dovrebbe avere concezioni al riguardo. Questi sono il buon senso e la conoscenza generale che l’uomo dovrebbe avere quando si presenta al cospetto di Dio. Coloro che non capiscono questo punto appartengono alla categoria dei dissennati. Sono persone davvero sciocche.

4. È assai assennato trattare Dio come Dio

Poiché la natura arrogante dell’uomo gli rende molto facile offendere l’indole di Dio, la causa profonda della perdita di buon senso da parte dell’uomo è la sua natura arrogante. Lo scopo principale per cui Dio compie l’opera di incarnazione è risolvere la questione dell’indole dell’uomo, in modo che, alla fine, l’uomo possa obbedire a Dio e adorarLo. In questo momento, anche se le persone, a parole, credono, non sono in grado di obbedire a Dio, tanto meno di adorarLo. In altri termini, l’uomo crede in Dio, ma non Lo tratta come Dio. Questo è l’aspetto più disobbediente dell’uomo nonché quello meno assennato. Tutto questo è dovuto alla natura arrogante dell’uomo. Per l’uomo, è relativamente facile credere in Cristo e seguirLo. Tuttavia, per l’uomo è molto difficile trattare Cristo come il Dio in cielo, obbedirGli e adorarLo. Questa è anche l’opera che Dio compirà alla fine. Proprio alla fine, Egli vedrà quante persone sono in grado di obbedire e di adorare il Dio concreto. Questi sono i vincitori che Dio proclamerà. Il modo in cui tali persone obbedivano al Dio in cielo nel passato sarà il modo in cui obbediranno al Dio in terra nel presente. Il modo in cui adoravano il Dio in cielo nel passato sarà il modo in cui adoreranno il Dio in terra nel presente. Queste persone sono orgogliosamente in grado di trattare il Dio in terra come il Dio in cui credono. Queste sono le persone che saranno conquistate da Dio. Coloro che sanno trattare il Dio in terra come Dio sono in grado di adorare il Dio in terra nello spirito e nella verità. Anche se il Dio in terra è la personificazione dello Spirito, ha parole che si manifestano e possiede assolutamente l’essenza dello Spirito e tutto ciò che la divinità è e ha, dopo tutto, è un Dio che ha assunto l’umanità della carne. L’uomo deve seguire un processo per conoscerLo. Egli è relativamente più facile da conoscere rispetto a Gesù. La manifestazione delle parole è ancora più potente rispetto all’esibizione di segni e miracoli. Rende ancora più facile all’uomo capire l’essenza e la concretezza di Dio. Solo attraverso l’incarnazione l’uomo può essere salvato. Senza l’opera della parola, non vi è modo di cambiare le concezioni, i pensieri e l’immaginazione dell’uomo. Ancor più, non vi è modo di conseguire un cambiamentodella propria indole di vita. Sperimentare l’opera delle parole del Dio incarnato è la migliore occasione che l’uomo ha per conoscere Dio. Anche se la carne è assai ordinaria e normale, interiormente Egli abbraccia tutto ed è incomparabilmente ricco. Dentro di Lui vi è la sorgente della verità e della vita. Coloro che perseguono la verità sono in grado di conoscere l’essenza di Dio e tutto ciò che Dio ha ed è da ciò che Egli dice e dall’opera che compie. In tal modo, possono ricevere il tesoro più prezioso per conoscere Dio e conseguire il cambiamento della propria indole. Coloro che hanno sempre le loro concezioni sul fatto che la carne di Dio è normale e ordinaria e discutono all’infinito con Dio sono incapaci di capire lo spirito e sono bestie e hanno perduto la loro umanità. Non potranno mai conseguire la verità. Come possono essere compatibili con Dio? Coloro che trattano Dio come Dio sono coloro che cercano di capire Dio. Possono essere considerati coloro che possiedono la verità e l’umanità. Sono coloro che Dio loda. L’uomo dovrebbe avere il buon senso di trattare il Dio concreto in terra come Dio .

5. Solo abbandonando il desiderio di benedizioni si diventa degni di vedere il volto di Dio

Coloro che capiscono veramente l’indole di Dio capiscono le quattro emozioni di Dio, sanno quali persone Egli odia di più, sanno quali persone ama, sanno che cosa detesta e sanno che cosa considera accettabile. Dopo aver capito la verità, devi avere un certo buon senso umano. Dopo avere sperimentato il giudizio e il castigo di Dio, se ancora compi i tuoi doveri con un celato desiderio di benedizioni, questo è piuttosto spregevole e non sufficientemente puro. La tua fede in Dio dovrebbe essere dovuta solo al desiderio di cercare la vita e la verità e percorrere il cammino della vita. Questo è il genere di fede più puro e più assennato. Tutti coloro che credono in Dio, a prescindere dalla sofferenza che sopportano quando sperimentano la Sua opera , devono arrivare a capire Dio, sperimentare un cambiamento della loro indole di vita e, alla fine, diventare persone che possiedono verità e umanità. Devono poter essere compatibili con Dio e ottenere la Sua approvazione. Questo è l’obiettivo che dovrebbero ricercare tutti coloro che credono in Dio. Questa è fede autentica. Le persone spregevoli credono in Dio solo per ottenere benedizioni. Il desiderio di essere benedetti è sul volto e sulle labbra di costoro. Desiderano benedizioni, perfino sotto lo stendardo della fede. Persone del genere possiedono la verità? Dove sono il loro buon senso e la loro umanità? Come possono non essere detestate da Dio? La loro fede è dovuta al desiderio di benedizioni. Svolgono i loro doveri, compiono buone azioni, frequentano le riunioni e sopportano sofferenze, tutto per le benedizioni. Qualunque cosa facciano, non mettono mai al primo posto la volontà di Dio. Invece, si preoccupano unicamente della propria destinazione finale, al punto che vanno a impicciarsi di segreti per apprendere quale destino Dio abbia stabilito per l’uomo. Queste persone non hanno inclinazione per la giustizia o la verità. Non cercano di capire Dio per ottenere la verità e la vita. Sono ipocriti che non si svegliano presto se non è a loro vantaggio. Sono veramente persone detestabili e disgustose. Persone del genere non otterranno mai l’approvazione di Dio. Queste persone non hanno buon senso e non sono degne di vivere al cospetto di Dio. Le intenzioni dell’uomo sono diverse e, di conseguenza, egli si preoccupa di questioni diverse. Se alcuni desiderano benedizioni, sono dominati da questo desiderio. Si preoccupano solo del proprio esito e della propria destinazione finale. Quanto a come essere rispettosi del cuore di Dio e come soddisfarlo, temo che non ci abbiano mai riflettuto. Coloro che sono coscienziosi e assennati sanno sicuramente amare Dio e sono rispettosi del Suo cuore. Tutti coloro che capiscono la verità e possiedono umanità sanno svolgere adeguatamente i loro doveri. Mentre svolgono i loro doveri, sanno valutare come soddisfare Dio. Non pensano ai propri guadagni e perdite. Invece, al primo posto per loro vi è il soddisfare Dio e l’opera di Dio. Ritengono che tutto quanto Dio faccia sia molto buono e che sia il meglio. L’uomo non deve pensare troppo a sé stesso. Non è affatto significativo. L’uomo deve vivere per soddisfare Dio. Deve compiere i suoi doveri per ripagare l’amore di Dio. Questo è obbligatorio. Coloro che realmente possiedono la verità saranno in grado di affrontare la giustizia. È vano definirsi “uomini” se non si compiono azioni giuste. Ritengo che questo sia l’elementare buon senso da possedere davanti a Dio.

6. Coloro che hanno coscienza devono compiere i propri doveri

Dio Si è incarnato e ha interagito con l’uomo per rivelargli l’intera verità. Se l’uomo non compie i suoi doveri, non solo non ha coscienza, ma questa è anche la manifestazione più irragionevole ed egli non è adatto a vivere nel mondo. Per vivere al cospetto di Dio, l’uomo deve compiere la sua parte di doveri. È una questione di legge celeste e principio terreno. Se l’uomo avesse coscienza, lo riconoscerebbe. Nessuno può negarlo. Adesso è il momento in cui Dio sta espandendo la sua opera e utilizzando l’uomo. Questa è l’unica occasione per ripagare l’amore di Dio. È anche la prova per vedere se l’uomo abbia coscienza, se sia assennato e se abbia conseguito la verità e possa vivere a somiglianza di un umano. Si può dire che quanti credono in Dio, ma non compiono i loro doveri, sono ignobili degenerati. Sono persone sinistre, sleali e spregevoli. Si può anche dire che non compiere il proprio dovere è considerato una violazione dei decreti amministrativi. Questo non è affatto falso. A prescindere dal motivo, tutti coloro che non compiono il loro dovere fino alla fine saranno puniti. Coloro che non mettono da parte tutto per compiere i propri doveri non sono persone devote a Dio. Quando uno deve compiere una scelta, non volge il volto verso la giustizia e sceglie la verità; come può avere la sfacciataggine di protrarre un’esistenza ignobile nella famiglia di Dio? Uno così non può essere definito “una persona che possiede verità e umanità”. In qualunque ambiente si trovino, tutti devono compiere almeno una parte dei propri doveri. Quando Dio realmente ha bisogno che una particolare persona svolga un compito, è una questione che non deve essere ignorata. Tale persona deve prendere sollecitamente la decisione di mettere da parte tutto, per soddisfare Dio. Così agirebbe un uomo dotato di buon senso, la cui fede possa essere definita “autentica”. Questo è il genere di persona che Dio salverà e conquisterà. Se un uomo non ha tale buon senso, non è degno di essere chiamato “uomo”. È uno che verrà eliminato da Dio. A parte le richieste di Dio all’uomo di sperimentare un cambiamento della propria indole, di mettere in pratica la verità e diventare una persona sincera, l’unica altra richiesta che Dio ha per l’uomo è che, durante l’espansione della Sua opera, l’uomo compia i suoi doveri. L’opera di espansione compiuta da Dio richiede che tutti offrano una parte di sé. In tal modo si può essere all’altezza delle aspettative di Dio. In effetti, lo scopo delle prescrizioni che Dio ha per la vita dell’uomo è aiutarlo a soddisfare i requisiti relativi all’opera di Dio. Le due questioni sono una cosa sola. Hanno lo stesso scopo. Per questo coloro che hanno coscienza devono compiere i loro doveri. Questo è il buon senso che l’uomo deve avere davanti a Dio. Se l’uomo non compie i suoi doveri ed è incapace di rendere conto a Dio, le punizioni e le conseguenze che affronterà sono ovvie. Dio non ha bisogno dell’uomo per un lungo periodo di tempo. Il popolo eletto di Dio in Cina ha solo questa occasione. La successiva fase dell’opera non coinvolgerà il popolo cinese. Se non sfrutti questa occasione, te ne pentirai per il resto della vita. Proverai troppa vergogna per vivere al cospetto di Dio.

7. Chi obbedisce a Dio in maniera assoluta è devoto a Dio

Coloro che veramente capiscono l’indole di Dio sono in grado di obbedire a Dio in maniera assoluta. Non vi è margine per decisioni individuali. Che tu le capisca o no, devi obbedire alle richieste e alle disposizioni di Dio senza condizioni. Non devi assolutamente agire secondo la tua volontà. Supponiamo che uno obbedisca solo se vede che è buona o se è accettabile. Se trova che la richiesta o disposizione di Dio non è accettabile, la mette da parte e non ci bada. Questa non è una persona che obbedisce a Dio. Attualmente vi sono pochissime persone che sanno obbedire a Dio in maniera assoluta. Le persone ancora scelgono a che cosa obbedire. Fanno le cose secondo il loro intendimento e, nel fare le cose, si basano sulle loro preferenze. Questo non è obbedire a Dio. Questo è obbedire alla propria volontà. In senso stretto, poiché le disposizioni e le decisioni di Dio devono passare per l’approvazione dell’uomo prima di essere attuate, questo già offende l’indole di Dio. È una manifestazione della disobbedienza e dell’opposizione dell’uomo a Dio. Tutti hanno questa malattia o questo difetto fatale, il che dimostra che nessuno conosce Dio. Solo coloro che obbediscono a Dio in maniera assoluta sono devoti a Dio. Se uno basa la propria obbedienza sul proprio intendimento, tale comportamento significa opporsi e disobbedire a Dio. Questo modo di fare le cose viola i decreti amministrativi. È un’offesa molto grave all’indole di Dio. In altri termini, è una manifestazione estremamente dissennata davanti a Dio. La natura disobbediente dell’uomo comporta arroganza, senso di superiorità, presunzione, spavalderia e il fare le cose a casaccio. In questo l’uomo è ostile verso Dio. Se l’uomo non ricerca un cambiamentodella propria indole, è molto pericoloso, perché per l’uomo è molto facile offendere Dio. Se tutti coloro che sono capi non vanno incontro a uncambiamentosotto questo aspetto, è molto facile per loro diventare degli anticristo e ricevere la punizione.

Quando si tratta della questione di obbedire a Dio, l’uomo deve rendersi conto che l’obbedienza deve essere incondizionata. Se si può confermare che si tratta di una disposizione o richiesta da parte di Dio, che uno la capisca o no, deve obbedire in maniera incondizionata. Nessuno può modificare la richiesta né scegliere se attuarla o no. Così devono essere attuate le disposizioni riguardanti l’attività. Questo vale anche quando si tratta di singole persone che mettono in pratica la verità. Che lo si capisca o no, bisogna obbedire a Dio in maniera assoluta. Se vi sono aspetti che non si capiscono, bisogna acquisirne la comprensione durante il processo di attuazione o di esperienza. Questa è una manifestazione di chi è devoto a Dio. Chiunque svolga attività nella famiglia di Dio deve rendersi conto di questo: che tu capisca o comprenda o no le parole di Dio o le disposizioni riguardo all’attività o le richieste provenienti dal supremo, devi assolutamente attuarle con precisione. Mettendole in pratica, approfondirai la tua comprensione. Se dici di essere incapace di metterle in pratica perché non le capisci chiaramente, questo dimostra che sei arrogante e ti senti superiore. Se aspetti di capirle prima di attuarle, finisci col ritardare l’importante attività della famiglia di Dio. Se aspetti di capire tutto, l’opera ne risulterà danneggiata. Puoi addossarti questa responsabilità? Per questo le richieste di obbedire a Dio sono così severe. Senza il buon senso, i capi non sarebbero adatti a essere utilizzati da Dio. A Dio piacciono coloro che Gli obbediscono in maniera assoluta. Questo perché coloro che obbediscono a Dio in maniera assoluta sono particolarmente sinceri e puri. Sono privi di disonestà, slealtà, arroganza e senso di superiorità. Sanno soltanto essere rispettosi del cuore di Dio e soddisfare Dio.

8. Seguire tutti gli ordini di Cristo è un atto di buon senso che tutti devono compiere

Obbedisci a Dio; non obbedire all’uomo. Questo è un atto di buon senso che tutti i credenti in Dio devono compiere. Devi obbedire a Dio, perché Egli solo è la verità, la via e la vita. Non obbedire all’uomo, perché l’uomo non è la verità, la via e la vita. Questo ragionamento è molto semplice, eppure è molto difficile per l’uomo seguirlo, perché l’uomo ha una natura disobbediente. È molto facile per lui seguire le sue preferenze carnali e ascoltare parole che si accordano con i suoi pensieri. Per esempio, Dio ha detto un gran numero di cose, tutte le quali sono parole di verità e vita. Anche se l’uomo le riconosce e perfino le accetta, è ancora indifferente e neanche minimamente interessato. Il suo ingresso nella vita è estremamente lento. Se qualcuno diffonde dicerie e parole false, le persone ne saranno rapidamente intossicate e saranno fredde nei confronti di Dio. Come minimo, saranno negative per qualche giorno. L’uomo non ha a tale riguardo alcuna immunità. Perché le persone non sanno discernerlo? Perché gli effetti delle parole false sono così rilevanti? Una sola frase è in grado di mandare a morte un uomo. Questo è in relazione con la natura e la levatura spirituale dell’uomo. Alcuni amano la verità e altri amano l’ingiustizia. Alcuni capiscono Dio e il loro cuore è in grado di amare Dio. Sono in grado di discernere e sanno resistere agli attacchi del male e delle tenebre. Coloro che non conoscono Dio non possiedono la verità. Il loro cuore non ama Dio. Naturalmente accettano qualsiasi cosa e sono ancor più disposti ad accettare l’ingiustizia. Se l’uomo fosse intelligente, in tali circostanze dovrebbe considerare verità le parole di Dio, credere nelle parole di Dio e abbandonare le parole false dell’uomo. Questo è il genere più assennato di manifestazione. Dobbiamo avere ben chiaro questo. Quante persone conoscono Dio e possiedono la verità? L’uomo è davvero assurdo, prevenuto, sleale e malvagio. Ha troppe concezioni e troppa immaginazione. Quante persone sono in grado di capire a fondo le questioni fino alla verità e accogliere direttamente le parole di Dio? Sostanzialmente, simili persone non esistono. Coloro che hanno solo un pochino di illuminazione dello Spirito Santo e capiscono un pochino delle intenzioni di Dio sono già ottimi. Allora l’uomo non possiede la verità. Perché l’uomo crede in Dio? Perché Dio è la verità, la via e la vita. Dio non commette errori. L’immaginazione, le concezioni e le congetture dell’uomo lo ossessionano e lo inducono a bestemmiare Dio. Credere in Dio non è mai sbagliato. Tutti coloro che ascoltano Dio non si sbagliano mai. Queste sono le persone più assennate. Sono persone che hanno una vera fede in Dio. Ti posso porre delle domande? Sei in grado di credere veramente che Dio è la verità? Sei ancora in grado di ascoltare le parole false dell’uomo che attaccano e bestemmiano Dio? In tal caso, sei la persona più dissennata e non possiedi la verità.

Pagina precedente:Comunicare “lealtà a Dio”

Pagina successiva:Cogliere la volontà di Dio e cercare il Suo senso

Potrebbero interessarti anche