L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Cento domande e risposte su come investigare la vera via

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

28. Il Signore Gesù compì la Sua opera di redenzione nell’Età della Grazia, e negli ultimi giorni Dio Onnipotente compie la Sua opera di giudizio. Come facciamo a essere certi che esse provengano da un unico Dio?

La risposta viene dalla parola di Dio:

Dopo l’opera di Jahvè, Gesù Si è trasformato in carne per compiere la Sua opera fra gli uomini. La Sua opera non è stata portata a termine nell’isolamento, ma è stata costruita sull’opera di Jahvè. Era l’opera destinata a una nuova età, dopo che Dio aveva concluso l’Età della Legge. Analogamente, una volta conclusa l’opera di Gesù, Dio ha comunque proseguito la Sua opera nel periodo successivo, perché l’intera gestione di Dio procede costantemente. Quando l’età antica passerà, verrà sostituita da una nuova, e una volta che l’opera vecchia verrà ultimata, un’opera nuova prolungherà la gestione di Dio. Questa è la seconda incarnazione di Dio dopo il completamento dell’opera di Gesù. Naturalmente, questa incarnazione non avviene da sola, ma è la terza fase dell’opera dopo l’Età della Legge e l’Età della Grazia. Ogni nuova fase dell’opera di Dio porta sempre un nuovo inizio e una nuova età. Così, inoltre, si verificano i relativi cambiamenti per quanto riguarda l’indole di Dio, il Suo modo di operare, il luogo della Sua opera e il Suo nome. Non c’è da meravigliarsi, allora, che sia difficile per l’uomo accettare l’opera di Dio nella nuova età. Tuttavia, a prescindere dall’opposizione dell’uomo, Dio compirà sempre la Sua opera e porterà sempre avanti l’umanità intera. Quando Gesù è venuto nel mondo dell’uomo, ha portato l’Età della Grazia e ha concluso l’Età della Legge. Negli ultimi giorni, Dio Si è nuovamente incarnato, e quando questa volta Si è trasformato in carne, ha concluso l’Età della Grazia e ha portato l’Età del Regno. Tutti coloro che accetteranno la seconda incarnazione di Dio saranno condotti verso l’Età del Regno e potranno accettare personalmente la guida di Dio. Benché Gesù compia molte cose tra gli uomini, ha soltanto completato la redenzione di tutta l’umanità, Si è sacrificato per il peccato dell’uomo e non ha liberato l’uomo dalla sua indole corrotta. Salvare completamente l’uomo dall’influenza di Satana non solo ha comportato il fatto che Gesù Si facesse carico dei peccati dell’uomo come sacrificio per i peccati, ma ha anche richiesto che Dio compisse un’opera maggiore per liberare completamente l’uomo dalla sua indole corrotta da Satana. E perciò, dopo che all’uomo sono stati perdonati i peccati, Dio Si è nuovamente incarnato per condurlo verso l’età nuova, e ha iniziato l’opera di castigo e giudizio, e quest’opera ha introdotto l’uomo in un regno più elevato. Tutti coloro che ubbidiscono al Suo dominio godranno di una verità superiore e riceveranno maggiori benedizioni. Vivranno realmente nella luce e guadagneranno la verità, la via e la vita.

da Introduzione in La Parola appare nella carne

L’opera realizzata in questo momento ha mandato avanti l’opera dell’Età della Grazia; cioè, l’opera dell’intero piano di gestione di seimila anni è andata avanti. Nonostante l’Età della Grazia si sia conclusa, l’opera di Dio è progredita ulteriormente. Perché ripeto in continuazione che questa fase dell’opera si fonda sull’Età della Grazia e sull’Età della Legge? Ciò significa che l’opera di oggi è una continuazione dell’opera compiuta nell’Età della Grazia e un innalzamento di quella svolta nell’Età della Legge. Le tre fasi sono strettamente connesse e legate l’una all’altra. Perché aggiungo che questa fase dell’opera si basa su quello che è stato fatto da Gesù? Se questa fase non si fondasse sull’opera compiuta da Gesù, allora in questa fase la crocefissione, l’opera di redenzione fatta precedentemente, dovrebbe ancora attuarsi. Ciò non avrebbe senso. Dunque, non è che l’opera sia completamente terminata, ma è l’età che è andata avanti e l’opera è persino aumentata di livello. Si potrebbe dire che questa fase dell’opera si basi sul fondamento dell’Età della Legge e sulla roccia dell’opera di Gesù. L’opera si sviluppa gradualmente e questa fase non rappresenta un nuovo inizio. Soltanto la combinazione delle tre fasi dell’opera può essere considerata il piano di gestione di seimila anni. Questa fase si realizza sul fondamento dell’opera dell’Età della Grazia. Se queste due fasi di lavoro sono indipendenti, perché non c’è la crocefissione in questa fase? Perché non porto i peccati dell’uomo? Non giungo per mezzo della concezione da parte dello Spirito Santo né verrò crocifisso per farMi carico dei peccati dell’uomo. Piuttosto, sono qui per castigare direttamente l’uomo. Se non castigassi l’uomo dopo la crocefissione, e ora non giungessi per mezzo della concezione da parte dello Spirito Santo, allora non avrei il potere di castigare l’uomo. Proprio perché sono unito a Gesù vengo direttamente a castigare e a giudicare l’uomo. Questa fase dell’opera si basa interamente sulla fase precedente. Ecco perché soltanto tale opera può portare l’uomo alla salvezza gradualmente. Gesù e Io veniamo dallo stesso Spirito. Sebbene le Nostri carni non abbiano alcun legame, i Nostri Spiriti sono una cosa sola; nonostante ciò che facciamo e l’opera che produciamo non siano le stesse, siamo simili nella sostanza; le Nostri carni assumono forme diverse e questo è dovuto al cambiamento di epoca e alle necessità della Nostra opera; i Nostri ministeri non sono simili, perciò l’opera che realizziamo e l’indole che Noi riveliamo all’uomo sono anch’esse diverse. Ecco perché ciò che l’uomo vede e riceve oggi è dissimile dal passato; è così per via del cambiamento di epoca. … Analogamente, lo Spirito di Jahvè non è il padre dello Spirito di Gesù, così come lo Spirito di Gesù non è il figlio dello Spirito di Jahvè. Sono lo stesso Spirito. Proprio come il Dio incarnato di oggi e Gesù. Benché non abbiano legami di sangue, sono una cosa sola perché i Loro Spiriti sono una cosa sola. Egli può compiere l’opera di misericordia e di benevolenza, così come esprimere il giudizio retto sull’uomo, castigarlo e portargli maledizione. Alla fine, può compiere l’opera di distruggere il mondo e punire l’empio. Non fa tutto questo Egli Stesso? Non è questa l’onnipotenza di Dio? Ha potuto sia sancire leggi che promulgare comandamenti, e ha potuto anche condurre i primi Israeliti a vivere la loro vita sulla terra e guidarli a costruire il tempio e gli altari, regnando su tutti gli Israeliti. Grazie alla Sua autorità, Egli ha vissuto con loro sulla terra per duemila anni. Gli Israeliti non osavano ribellarsi; tutti temevano Jahvè e osservavano i Suoi comandamenti. Quest’opera è stata fatta grazie alla Sua autorità e alla Sua onnipotenza. Nell’Età della Grazia, Gesù è venuto a redimere l’intera umanità caduta nel peccato (non solo gli Israeliti). Ha mostrato misericordia e benevolenza per l’uomo. Il Gesù che l’uomo ha visto nell’Età della Grazia era pieno di benevolenza e sempre amorevole, poiché era venuto a liberare l’uomo dal peccato. Ha saputo perdonare i peccati dell’uomo fino a quando la Sua crocefissione ha liberato veramente l’umanità dal peccato. A quell’epoca, Dio Si è manifestato all’uomo nella misericordia e nella benevolenza, cioè Si è immolato in sacrificio per la redenzione dell’uomo ed è stato crocifisso per i peccati dell’umanità in modo che fossero perdonati per sempre. Era compassionevole, misericordioso, paziente e amorevole. E tutti coloro che hanno seguito Gesù nell’Età della Grazia hanno cercato a loro volta di essere pazienti e amorevoli in tutte le cose. Hanno sopportato ogni sofferenza e non hanno mai reagito malgrado le percosse, le maledizioni o la lapidazione. Ma le cose sono cambiate in questa fase finale, così come l’opera di Gesù e di Jahvè non era simile, sebbene i Loro Spiriti fossero una cosa sola. L’opera di Jahvè non era finalizzata a porre fine a quell’epoca, bensì a guidarla e ad annunciare la vita dell’umanità sulla terra. Invece, l’opera attuale consiste nel conquistare gli uomini profondamente corrotti nelle nazioni dei Gentili e nel guidare non solo la famiglia della Cina ma tutto l’universo. … Lo Spirito di Dio ha compiuto questa grande opera da quando il mondo è stato creato; Egli ha compiuto un’opera diversa nelle varie epoche e a seconda delle nazioni. La gente di ogni epoca assiste a una Sua diversa indole, che viene rivelata naturalmente attraverso l’opera diversa che Egli compie. Egli è Dio, pieno di misericordia e di benevolenza; Si è sacrificato per il peccato dell’uomo ed è il pastore che guida l’uomo; tuttavia Egli è anche giudizio, castigo e maledizione per l’uomo. Ha potuto guidare l’uomo nella vita sulla terra per duemila anni e redimere l’umanità corrotta dal peccato. E oggi, è anche in grado di conquistare l’umanità che non Lo conosce e sottometterla al Suo dominio, in modo che tutti Gli siano completamente ubbiditi. Alla fine, Egli brucerà tutto ciò che è impuro e ingiusto nell’uomo in tutto l’universo, per mostrargli che Egli non soltanto è un Dio di misericordia, di benevolenza, di saggezza, di meraviglia e di santità, ma, ancora di più, è un Dio che giudica l’uomo. Per il male dell’umanità, Egli è il rogo, il giudizio e la punizione; per coloro che devono essere resi perfetti, Egli è la tribolazione, il raffinamento e la prova, così come è il conforto, il sostegno, il nutrimento delle parole, il trattamento e la potatura. E per coloro che vengono eliminati, è la punizione, così come la retribuzione. DimMi, Dio non è onnipotente? Può compiere tutta l’opera, non solo essere crocefisso come immaginavi tu. Hai una scarsa opinione di Dio!

da “Le due incarnazioni completano il significato dell’incarnazione” in La Parola appare nella carne

Pagina precedente:Noi crediamo che quando il Signore fu inchiodato alla croce, prese su di Sé e perdonò i nostri peccati. Perciò, già ci siamo distinti come santi e non siamo più uomini del peccato e non è necessario che accettiamo l’opera di giudizio e purificazione di Dio degli ultimi giorni. Perché è sbagliato dire questo?

Pagina successiva:Il Signore Gesù ci ha promesso che “chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna”. Come farà Dio a realizzare ciò che ha detto?

Potrebbero interessarti anche