Cento domande e risposte su come investigare la vera via

Contenuti

Come conoscere il Dio sulla terra

Tutti voi siete contenti di ricevere ricompense davanti a Dio e di essere riconosciuti da Dio. Questo è il desiderio di ciascuno, dopo che comincia ad avere fede in Dio, in quanto l’uomo cerca con tutto il cuore le cose più alte per cui nessuno è disposto a rimanere indietro rispetto agli altri. Questo è il modo di fare dell’uomo. Per questo motivo molti di voi cercano costantemente di ottenere la benevolenza del Dio del cielo, ma, in verità, la vostra fedeltà e sincerità nei confronti di Dio sono di gran lunga inferiori alla fedeltà e alla sincerità nei confronti di voi stessi. Perché dico questo? Perché Io non riconosco affatto la vostra fedeltà a Dio, e nego ulteriormente l’esistenza di Dio che è dentro al vostro cuore. Vale a dire che il Dio che voi adorate, il Dio vago che voi ammirate, non esiste affatto. La ragione per cui posso affermare questo, in modo così deciso, è che siete troppo lontani dal vero Dio. La fedeltà che possedete deriva dall’esistenza di un altro idolo dentro il vostro cuore, e, per quanto poi riguarda Me, il Dio che i vostri occhi non considerano né grande né piccolo, Mi riconoscete solo a parole. Quando parlo della vostra grande distanza da Dio, Mi riferisco a quanto siete lontani dal vero Dio, mentre il Dio vago sembra a portata di mano. Quando dico “non grande” Mi riferisco a come il Dio in cui avete fede oggi sembra semplicemente un uomo senza straordinarie capacità; un uomo di grado non molto elevato. E quando dico “non piccolo” significa che Egli, sebbene in quanto uomo non possa evocare il vento e comandare la pioggia, è in grado di invocare lo Spirito di Dio per compiere opere che fanno tremare i cieli e la terra, sconcertando così l’uomo. Apparentemente tutti sembrano molto obbedienti a questo Cristo sulla terra, ma in sostanza non avete né fede né amore nei Suoi confronti. Ciò che voglio dire è che quello in cui avete veramente fede è quel Dio vago nei vostri sentimenti, e quello che veramente amate è il Dio che desiderate notte e giorno, pur non avendolo mai visto di persona. Per quanto riguarda questo Cristo, la vostra fede è solo un frammento ed il vostro amore per Lui è un nonnulla. Avere fede significa credere e avere fiducia; amare significa provare adorazione e ammirazione nel cuore, che non viene mai meno. Eppure oggi la vostra fede e il vostro amore per Cristo sono di gran lunga inferiori a ciò. Quando si tratta di fede, in che modo avete fede in Lui? Quando si tratta di amore, come è che Lo amate? Non sapete assolutamente niente della Sua indole, tantomeno della Sua sostanza, quindi come è possibile che abbiate fede in Lui? Dove è la realtà della vostra fede in Lui? Come Lo amate? Dove è la realtà del vostro amore per Lui?

Molte persone Mi hanno seguito senza esitazioni, fino ad oggi, in tutti questi anni, avete tutti sostenuto una notevole fatica. Ho profondamente compreso l’indole e le abitudini di ognuno di voi. È stato estremamente arduo avere a che fare con voi. È un peccato che Io abbia capito molto di voi, mentre voi non abbiate la minima comprensione di Me. Non c’è da stupirsi che gli altri dicano che siete stati ingannati da un uomo in un momento di confusione. Infatti, non capite nulla della Mia indole, tantomeno immaginate ciò che ho in mente. Ora le vostre incomprensioni nei Miei confronti sono un insulto aggiunto al danno, mentre la vostra fede in Me resta confusa. Invece di dire che avete fede in Me, sarebbe più esatto dire che state tutti cercando di guadagnare la Mia benevolenza, adulandoMi. I vostri motivi sono molto semplici: chiunque sia in grado di compiacermi, lo seguirò; chiunque mi permette di sfuggire ai grandi disastri, io gli crederò, che si tratti di Dio o qualsiasi altra divinità. Niente di tutto ciò desta in me una qualche preoccupazione. Ci sono molti uomini come questi tra voi e questa situazione è molto seria. Se un giorno venisse fatta una prova per vedere quanti fra voi abbiano fede in Cristo grazie alla comprensione che avete della Sua sostanza, temo fortemente che nessuno di voi risulterebbe come desidero. Considerate il seguente quesito: se il Dio in cui avete fede è molto diverso da Me, quale è l’essenza della vostra fede in Dio? Quanto più credete nel vostro cosiddetto Dio, quanto più vi allontanate da Me. Qual è, allora, il nocciolo di questa questione? Sono certo che nessuno di voi abbia mai considerato questo problema, ma ne avete colto la gravità? Avete riflettuto sulle conseguenze che deriverebbero dal continuare con questo modo di aver fede?

Ora, i problemi posti davanti a voi sono molti, ma nessuno di voi è atto a portare delle soluzioni. Se questo dovesse continuare, quelli destinati a perdere sareste solo voi stessi. Io vi aiuterò a riconoscere i problemi, ma spetta a voi trovare le soluzioni.

Apprezzo molto coloro che non nutrono alcun dubbio circa gli altri, così come quelli che accettano prontamente la verità; a questi due tipi di uomini Io dimostro grande sollecitudine, poiché ai Miei occhi loro sono gli onesti. Se tu fossi molto scaltro, avresti un cuore cauto e nutriresti dei dubbi a proposito di tutto e tutti. Per questo motivo la tua fede in Me è costruita sul sospetto. Tale modo di aver fede è uno di quelli che non riconoscerò mai. Senza la vera fede, il tuo amore è lontano dal vero amore. E se anche dubiti di Dio e speculi su di Lui a tuo piacimento, allora sarai certamente il più astuto fra gli uomini. Speculi se Dio possa essere come l’uomo: dannatamente peccatore, di carattere meschino, privo di senso di correttezza e di ragione, privo del senso di giustizia, abile nell’utilizzo dell’inganno, del tradimento, e dell’astuzia, oltre ad essere compiaciuto del male e delle tenebre, e così via. La ragione per cui l’uomo ha tali pensieri non consiste forse nel fatto che l’uomo non ha la benché minima conoscenza di Dio? Questo tipo di fede è a dir poco peccato! Inoltre ci sono persino alcuni che credono che Io non sia contento di nessuno, tranne di quelli che cercano di entrare nelle Mie grazie e Mi adulano, mentre coloro che ignorano queste cose saranno malvisti ed incapaci di conservare il proprio posto nella casa di Dio. È forse questo la conoscenza che avete ricevuto in tutti questi anni? È forse questo ciò che vi siete guadagnati? La vostra conoscenza di Me è ben lungi da tali incomprensioni; inoltre c’è la vostra blasfemia contro lo Spirito di Dio e la denigrazione del cielo. Questo è il motivo per cui affermo che una fede come la vostra non farà che allontanarvi ulteriormente da Me, ed mettervi in maggiore contrasto con Me. In tanti anni di lavoro avete visto molte verità, ma sapete che cosa hanno udito le Mie orecchie? Quanti di voi sono disposti ad accettare la verità? Vi ritenete tutti disposti a pagare il prezzo della verità, ma quanti hanno veramente sofferto per essa? Tutto ciò che esiste nel vostro cuore è iniquità, per questo credete che chiunque, non importa chi, sia astuto e corrotto. Credete persino che il Dio incarnato sia come un uomo normale: privo di un cuore animato da gentilezza o da amore benevolo. Inoltre, pensate che un carattere nobile e misericordioso, una natura benevola, esista solo all’interno del Dio del cielo. E pensate che un tale santo così non possa esistere, e che sulla terra regnino solo il buio ed il maligno, mentre Dio è semplicemente un obiettivo glorioso in cui l’uomo ripone speranza, una figura leggendaria inventata dall’uomo. Nel vostro cuore, il Dio del cielo è decisamente retto, giusto e grande, degno di adorazione e venerazione, mentre questo Dio sulla terra non è che un mero sostituto e uno strumento del Dio del cielo. Pensate che questo Dio non possa essere uguale al Dio del cielo, né tantomeno che se ne possa associare il nome al Suo. Quanto alla grandezza e all’onore di Dio, essi appartengono alla gloria del Dio del cielo, mentre, quanto alla natura e alla corruzione dell’uomo, esse vengono attribuite al Dio sulla terra. Il Dio del cielo è sempre sublime, mentre il Dio sulla terra è sempre insignificante, debole e incompetente. Il Dio in cielo non Si concede emozione, solo rettitudine, mentre il Dio in terra nutre solo mire personali ed è privo di correttezza o ragione. Il Dio del cielo non ha la minima disonestà ed è sempre fedele, mentre il Dio sulla terra ha sempre un lato disonesto. Il Dio del cielo ama l’uomo con tutto il cuore, mentre il Dio in terra Si prende cura dell’uomo in maniera inadeguata, giungendo al punto di trascurarlo del tutto. Questa conoscenza errata è stata a lungo coltivata nel vostro cuore e potrebbe perpetuarsi anche in futuro. Voi considerate tutte le opere di Cristo dal punto di vista degli ingiusti e giudicate tutto il Suo lavoro, la Sua identità e la Sua sostanza dalla prospettiva degli empi. Avete commesso un grave errore e avete fatto cose mai compiute da quelli che vi hanno preceduto. In altre parole, servite solamente il sublime Dio del cielo con una corona sulla testa, e non vi curate affatto del Dio che ritenete sia tanto insignificante da risultare invisibile. Non è questo il vostro peccato? Non è questo il tipico esempio di offesa nei confronti dell’indole di Dio? Voi venerate tanto il Dio del cielo. Adorate tanto le figure nobili e stimate quelle dotate di grande eloquenza. Vi sottoponete volentieri agli ordini del Dio che vi dà ricchezze a manciate e anelate con tutte le forze al Dio che può soddisfare ogni vostro desiderio. L’unico che non veneri è quel Dio che non è nobile; il tuo unico oggetto di odio è associato a questo Dio per cui nessun uomo può nutrire alta considerazione. L’unica cosa che non sei disposto a fare è servire questo Dio che non ti ha mai dato un solo centesimo, e l’unico che non desideri ardentemente è questo Dio sgradevole. Questo tipo di Dio non ti permette di ampliare i tuoi orizzonti, di sentirti come se avessi trovato un tesoro, tantomeno soddisfa i tuoi desideri. Perché allora Lo segui? Hai pensato a questa domanda?

Quello che fate non soltanto offende Cristo, ma, cosa ancora più importante, offende il Dio del cielo. Credo che questo non sia lo scopo della vostra fede in Dio! Desiderate ardentemente che Dio vi apprezzi, ma siete ancora molto lontani da Dio. Qual è il problema qui? Voi accettate solo le Sue parole, ma non il Suo trattamento e la Sua potatura, tantomeno ogni Sua disposizione. Inoltre, non siete capaci di avere completa fede in Lui. Qual è, allora, la questione qui? Fondamentalmente, la vostra fede è un guscio d’uovo vuoto che non potrà mai dare vita ad un pulcino. Poiché la vostra fede non vi ha portato la verità, né vi ha permesso di guadagnare la vita, vi ha invece dato un illusorio senso di speranza e di sostegno. Lo scopo della vostra fede in Dio è quello di mantenere questa speranza e questo sostegno, anziché la verità e la vita. Pertanto, affermo che il corso della vostra fede in Dio non è altro che cercare di ottenere il favore di Dio attraverso il servilismo e la spudoratezza, e questa non può in alcun modo essere considerata vera fede. Come può nascere un pulcino da una la tale fede? In altre parole, quale frutto può portare una tale fede? Lo scopo della vostra fede in Dio è quello di soddisfare i vostri interessi servendovi di Dio. Non è questo un ulteriore fatto a dimostrazione che la vostra offesa contro l’indole di Dio? Credete nell’esistenza di Dio in cielo, ma la negate quella del Dio sulla terra. Tuttavia, Io non approvo le vostre opinioni. Lodo soltanto quegli uomini che tengono i piedi per terra e servono il Dio sulla terra, mai quelli che non riconoscono il Cristo in terra. Non importa quanto tali uomini siano fedeli al Dio del cielo: alla fine, essi non sfuggiranno alla Mia mano che punisce i malvagi. Tali uomini sono gli empi; sono i malvagi che resistono a Dio e non hanno mai obbedito con piacere a Cristo. Naturalmente il loro numero include tutti coloro che non conoscono e, ancor di più, che non riconoscono Cristo. Tu credi di poterti comportare come ti pare con Cristo, fintanto che sei fedele al Dio del cielo. Sbagliato! La tua ignoranza di Cristo è anche ignoranza del Dio in cielo. Per quanto tu possa essere fedele al Dio del cielo, si tratta solo di parole vuote e di finzione, in quanto il Dio sulla terra è fondamentale non solo perché che l’uomo riceva la verità e una più profonda conoscenza, ma lo è ancora di più nella condanna dell’uomo e, poi, nel cogliere i dati di fatto per punire i malvagi. Hai capito i vantaggi e le conseguenze qui? Li hai sperimentati? Mi auguro che voi un giorno non lontano comprendiate questa verità: per conoscere Dio è necessario conoscere non solo il Dio del cielo, ma, cosa ancora più importante, il Dio sulla terra. Non confondete che cosa ha la priorità, e non permettete a ciò che è secondario di sostituire la cosa principale. Solo in questo modo puoi veramente costruire un buon rapporto con Dio, essere più vicino a Dio ed avvicinare il tuo cuore vicino a Lui. Se sei una persona di fede da molti anni e sei legato a Me da molto tempo, e nonostante ciò, sei rimasto distante da Me, allora dico che devi aver offeso spesso l’indole di Dio e la tua fine sarà molto difficile da valutare. Se in molti anni di collaborazione con Me non sei diventato un uomo che possiede umanità e verità, bensì i tuoi modi malvagi si sono radicati nella tua natura, se non solo sei doppiamente arrogante, ma le tue incomprensioni nei Miei confronti diventano ancora più profonde, al punto di considerarMi come un tuo pari, allora dico che la tua afflizione non è a fior di pelle, ma ti è penetrata nelle ossa. Tutto quello che puoi fare è aspettare e preparare il tuo funerale! Non devi allora implorarMi di essere il tuo Dio, perché hai commesso un peccato meritevole di morte, un peccato imperdonabile. Anche se potessi avere pietà di te, il Dio del cielo insisterà per toglierti la vita, perché l’offesa contro l’indole di Dio non è una questione ordinaria, bensì un problema di natura molto seria. Quando arriverà il momento, non prendertela con Me per non averti avvisato in anticipo. Tutto si riduce a questo: se consideri il Cristo-Dio sulla terra come un uomo comune, vale a dire, quando credi che questo Dio non sia altro che un uomo, è allora che dovrai perire. Questo è il Mio unico monito a tutti voi.