Testimonianze di esperienze del giudizio di Cristo

Contenuti

13. Comprendere la volontà di Dio in mezzo alle difficoltà

Xiao Rui Città di Panzhihua, Provincia di Sichuan

Mentre stavo predicando il Vangelo, mi imbattei nei leader di una setta che rendevano una falsa testimonianza per resistere e intralciare, e ha chiamato la polizia. Questo indusse le persone alle quali stavo predicando a non osare mettersi in contatto con noi, e le persone che avevano appena accolto il Vangelo a non avere fiducia dell’opera di Dio. Avevo lavorato duramente e i risultati erano stati scarsi, così pensai: l’opera di evangelizzazione è così difficile da portare avanti. Sarebbe fantastico se Dio mostrasse qualche miracolo e punisse coloro che rendono falsa testimonianza così come quelli che seriamente resistono a Dio, così che sia tutto chiaro a coloro che sono stati ingannati. Non sarebbe a quel punto più veloce l’opera di evangelizzazione? Non sarebbe così difficile per noi predicarlo…. Questo è il motivo per cui ogni volta che incontravo questo tipo di difficoltà, questa speranza nasceva nel mio cuore. Più tardi, vidi resoconti scritti che davano testimonianza di esempi di punizione e quando ero in comunione sentii di testimonianze di alcuni dei segni e delle meraviglie di Dio, e nel mio cuore ne fui molto rallegrato. Sperai ancora di più che Dio operasse nelle aree in cui lavoravo, così che la situazione difficile del Vangelo potesse realizzarsi più velocemente. Ma indipendentemente da quanto sperassi, non vedevo ancora Dio fare miracoli qui o punire le persone. I settari stavano ancora resistendo completamente a Dio, e le difficoltà dell’opera di evangelizzazione erano ancora enormi. Divenni negativo a riguardo: Perché Dio non ci apre un sentiero? Può essere che la nostra fede sia inadeguata?

Successivamente, durante le mie meditazioni spirituali incontrai queste parole di Dio: “Se Dio mostra segni soprannaturali e meraviglie, non ha bisogno di operare molto. Potrebbe maledire una persona condannandola a morte, e quella persona morirebbe immediatamente. In questo modo, tutti sarebbe convinti. Tuttavia, questo non realizzerebbe l’obiettivo dell’incarnazione di Dio. Se Dio procedesse in questo modo, l’umanità non crederebbe mai nella propria coscienza alla Sua esistenza e non sarebbe in grado di credere veramente. Piuttosto, vedrebbe per errore il diavolo come Dio, e cosa ancora più importante, non conoscerebbero mai l’indole di Dio. Non è forse questo uno dei significati dell’incarnazione di Dio? Se la gente non fosse in grado di conoscere Dio, allora Lui resterebbe sempre un Dio vago, soprannaturale che governa l’umanità – non sarebbero le persone possedute da concezioni umane? Per essere più chiari, non sarebbe questo il regno di Satana, il diavolo? ‘Perché parlo di riprendere il potere? Perché dico che c’è così tanto significato in Dio che Si incarna?’ Quando Dio Si incarnò, riprese il Suo potere. Cioè, quando la Sua divinità si rese diretta per operare, tutti gradualmente vennero a conoscenza del Dio pratico. Di conseguenza, il posto di Satana nel cuore degli uomini sarà completamente bandito, rinsaldando il posto di Dio nel cuore dell’umanità” (“Interpretazione del sesto discorso” in La Parola appare nella carne). Mentre cercavo di capire il significato delle parole di Dio, il mio cuore fu improvvisamente illuminato: risulta che lo scopo dell’opera di Dio incarnato non è di usare la Sua autorità per spaventare le persone affinché siano obbedienti, ma di svelare la Sua indole all’umanità attraverso l’opera concreta e le parole, e grazie a questo allontanare dal cuore dell’uomo l’immagine di un Dio vago. Lo scopo è di permettere alle persone di liberarsi dalle catene delle loro concezioni, per riconoscere veramente l’indole di Dio e la Sua opera, per consentire alle persone di possedere la verità e il discernimento, conquistandole e guadagnandole. Nell’Età della Legge, Dio mostrò molti miracoli agli Israeliti e punì molti di quelli che Gli opponevano resistenza, ma gli Israeliti ancora non riconobbero Dio e alla fine morirono in una landa selvaggia. Nell’Età della Grazia, Dio mostrò ancora innumerevoli segni e meraviglie tra i Giudei, ma Lo crocifissero lo stesso perché non Lo avevano riconosciuto. Tutto questo parla del fatto che i segni di Dio e le Sue meraviglie possono solo spaventare le persone per un momento, ma non sono il fondamento della loro fede in Dio. Tuttavia, anche se fino ad ora ho seguito Dio, non ho capito niente dell’essenza di Dio, e ho capito meno ancora degli obiettivi e del significato dell’opera del Dio incarnato. Ancora, ho creduto nella Sua autorità e che chiunque resiste a Dio sarà punito, quindi ho cercato con tutto il cuore di vedere i segni e le meraviglie di Dio. Non è questo lo stesso tipo di fede dei farisei, che vivevano nella vaghezza, credendo in un Dio soprannaturale mentre resistevano al Dio pratico? Se la mia ricerca di Dio fosse andata avanti in questo modo, come avrei potuto essere in sintonia con il vero Dio? Era troppo pericoloso! Successivamente, lessi altre parole di Dio: “È estremamente arduo per Dio portare a termine la Sua opera nella terra del gran dragone rosso, ma è attraverso una tale difficoltà che Dio compie una fase della Sua opera per manifestare la Sua saggezza e le Sue meravigliose opere. Dio coglie questa opportunità per rendere completo questo gruppo di persone. A causa della sofferenza delle persone, del loro spessore e della loro indole satanica in questa terra corrotta, Dio svolge la Sua opera di purificazione e di conquista in modo da, attraverso ciò, ottenere la gloria e conquistare coloro che testimoniano le Sue opere. Questo è il significato completo di tutti i sacrifici che Dio ha fatto per questo gruppo di persone. Vale a dire che Dio svolge la Sua opera di conquista attraverso coloro che si oppongono a Lui. Di conseguenza, sta solo agendo in questo modo che Egli può manifestare il Suo grande potere. … Proprio come nella fase dell’opera di Gesù; solo Egli poteva esser glorificato fra i Farisei che Lo perseguitavano. Se non fosse stato per la persecuzione e il tradimento di Giuda, Gesù non sarebbe stato ridicolizzato o diffamato, tantomeno crocifisso, e quindi non avrebbe mai potuto conseguire la gloria” (“Il lavoro di Dio è così semplice come crede l’uomo?” in La Parola appare nella carne). A questo punto, grazie alle parole di Dio ero ancora più cosciente che indipendentemente dall’opera che Dio svolge, tutto ha un significato. Se Lui porta a termine l’opera di mostrare di alcuni miracoli o di impartire punizioni, ha un significato, ha dei principi. Se Lui non porta a termine l’opera di mostrare dei miracoli o di impartire punizioni, allora questo contiene ancora più saggezza di Dio. Ora, Dio non usa la Sua autorità per liberarsi di coloro che danno falsa testimonianza o che gravemente Gli resistono; questo mostra ancora di più la Sua benevolenza. Dio usa queste difficoltà per permetterci di assaporare le difficoltà del Suo Stesso lavoro, per permetterci di vedere con i nostri stessi occhi la Sua volontà di salvare l’umanità nella più grande proporzione possibile, riconoscendo quindi la Sua bontà e la Sua bellezza. Dio usa anche queste difficoltà per cogliere le prove dell’agire per il bene o per il male delle persone, e alla fine fornire loro una consona destinazione così che noi siamo totalmente persuasi, e quindi possiamo vedere la giustizia di Dio e la Sua santità. Ancora di più, Dio usa queste difficoltà per rivelare che la mia visione manca di verità, che la mia natura è troppo pigra, timida, ignorante e maliziosa, e che attraverso la mia sofferenza, i miei sforzi, e la cooperazione con Dio, Lui ci donerà discernimento, sicurezza, amore, saggezza e coraggio, e ancora di più ci darà la verità dell’opera di Dio, completandoci quindi, guadagnandoci. L’opera di Dio è veramente così saggia, così meravigliosa! Ma io sono troppo cieco – non capisco il significato dell’opera di Dio e delle Sue buone intenzioni. Tutto ciò che temo è la sofferenza fisica e non sono disponibile a cooperare con Dio. Sono veramente un credente che non svolge il suo lavoro e che gioisce delle comodità!

Sia lode all’illuminazione delle parole di Dio che mi ha dato consapevolezza dello scopo e della saggezza nell’opera del Dio incarnato, e che mi ha permesso di vedere che la mia fede in Dio viveva nella vaghezza e che non riconoscere Dio è troppo pericoloso! Da questo giorno in avanti, voglio dotarmi della verità della visione, perseguire l’essere una persona che riconosce l’opera di Dio e la Sua indole, possedere veramente la disponibilità a soffrire, fare il mio dovere al massimo delle mie possibilità per portare conforto al cuore di Dio.