L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Testimonianze per Cristo degli ultimi giorni

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

Domanda 5: il Signore Gesù era il Dio incarnato; questo è inconfutabile. Ora voi rendete testimonianza che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato nella carne, ma i pastori e gli anziani religiosi dicono che Colui in cui voi credete è solo un essere umano, che siete stati ingannati. Non riusciamo a risolvere la questione. A quel tempo, quando il Signore Gesù Si fece carne e venne a compiere l’opera di redenzione, anche i farisei ebrei dicevano che Egli era solo un uomo, sostenendo che ogni persona che credeva in Lui veniva ingannata. Perciò, vorremmo ricercare questo aspetto della verità riguardo all’incarnazione di Dio. Cos’è esattamente l’incarnazione, e qual è l’essenza dell’incarnazione? Per favore, parlateci di questo.

Risposta:

La vostra fede nel Signore Gesù come l’incarnazione di Dio non è falsa. Ma perché voi credete nel Signore Gesù? Davvero pensate al Signore Gesù come Dio Stesso? Voi credete nel Signore Gesù in base a ciò che dice la Bibbia e grazie all’opera dello Spirito Santo. Ma a prescindere da ciò che dite, non avendo mai visto il Signore Gesù di persona, osate davvero affermare di conoscere il Signore Gesù? Nella vostra fede nel Signore, voi ripetete semplicemente le parole di Pietro, che disse che il Signore Gesù era Cristo, il Figlio di Dio vivente, ma credete che il Signore Gesù sia la manifestazione di Dio, che Egli sia Dio Stesso? Voi osate dire che riconoscete la sostanza divina del Signore Gesù? Osate dire che, se il Signore Gesù venisse ancora per dire la verità, voi sareste in grado di riconoscere la Sua voce? La vostra fede nel Signore Gesù non è altro che una fede basata sulle sole parole “il Signore Gesù”. Voi non capite la vera sostanza divina del Signore Gesù. Se veramente voi la capiste, come potreste non riuscire a distinguere la voce dello Spirito di Dio? Perché non riconoscete che la verità espressa da Dio Onnipotente viene da Dio e che è la voce e la parola dello Spirito Santo? Da quello che ho visto oggi, da come voi respingete la voce di Dio e negate tutta la verità che Dio Stesso esprime, sono certo che voi non conoscete affatto il Dio Stesso incarnato! Se foste nati duemila anni fa quanto il Signore Gesù predicava la Sua opera, vi sareste sicuramente schierati con i sommi sacerdoti giudei, gli scribi e i farisei nel condannare il Signore Gesù. Non è forse questa la triste verità? I sommi sacerdoti ebrei, gli scribi e i farisei credevano da anni in un unico e solo Dio, ma perché allora essi non riconobbero il Signore Gesù? perché inchiodarono il Signore Gesù a quella croce? Quale fu il vero motivo? Sì, esatto. Perché i pastori e gli anziani negli ultimi giorni non riescono ad ascoltare la voce dello Spirito Santo? Perché condannano l’opera di giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni? Vorrei chiedere a tutti voi: Colui che crede in Dio ma non riesce a riconoscere l’incarnazione di Dio non è altro che un anticristo? I capi giudei condannarono il Signore Gesù, Dio incarnato. Erano tutti degli anticristi smascherati dall’opera di Dio. Riguardo ai pastori e gli anziani negli ultimi giorni che resistono e condannano l’incarnato Dio Onnipotente, non sono anche loro degli anticristi che vengono smascherati dall’opera di Dio? Tutti vediamo che la maggior parte dei pastori e degli anziani religiosi resiste e condanna l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni; essi osservano l’opera di Dio Onnipotente senza vederla e sentono le Sue parole senza ascoltarle. Sì. Vero. Dio Onnipotente ha espresso tutte le verità per purificare e salvare l’umanità. Egli ha conquistato, salvato e perfezionato dei vincitori. Il Vangelo del Regno si sta diffondendo in tutto il mondo, questo è inevitabile! Incredibile. È possibile che i pastori e i capi religiosi non siano capaci di vedere i fatti dell’opera di Dio? Come possono ancora affermare una cosa ridicola come, “credere in Dio Onnipotente è credere in un uomo”? Quindi, qual è il problema qui? Questo dimostra che c’è molta gente che crede in un vago Dio nei cieli, invece solamente pochi conoscono il Dio incarnato. Sì. Perché mai il Signore Gesù condannò quei farisei che Gli resistettero? Perché loro credevano soltanto in un Dio vago nei cieli, ma condannarono e resistettero al Dio incarnato.

I sommi sacerdoti, gli scribi e i farisei videro chiaramente l’autorità e il potere delle parole e delle opere del nostro Signore Gesù. Come poterono comunque resistere, condannare e bestemmiare il Signore Gesù? Dissero che Lui aveva scacciato i demoni grazie a Belzebù, loro principe, e che ingannava l’uomo, e addirittura Lo inchiodarono mentre era ancora vivo sulla croce. Che cosa ci dimostra tutto questo? Ciò successe perché videro il Signore Gesù come un uomo ordinario, ecco perché lo fecero, vero? Proprio come essi dissero: “Egli non è Nazareno, il figlio di un falegname?” Nella concezione che avevano i farisei, la carne di Dio incarnato avrebbe dovuto avere caratteristiche soprannaturali. Egli doveva avere altezza, corporatura possente, portamento eroico e presenza autorevole. Le Sue parole dovevano avere un suono assordante, cosicché nessuno Gli si sarebbe avvicinato. Altrimenti, non sarebbe stato Dio. In verità, non avevano nessuna comprensione del significato dell’incarnazione e non cercarono la verità nella parola e nell’opera del Signore Gesù, per trovare l’indole di Dio e tutto ciò che Dio ha ed è. Essi presero il Signore Gesù per un uomo normale, giudicandoLo e bestemmiandoLo in base alle loro illusioni e concezioni. Questo dimostra che nonostante essi credessero in Dio, non Lo conoscevano e pure Gli resistettero. Ora, i religiosi dicono che Colui in cui crediamo è soltanto un uomo. Non vi è alcuna differenza da come gli scribi, i farisei e sommi sacerdoti giudei condannavano i seguaci del Signore Gesù. La maggior parte dei pastori e anziani del mondo religioso non è diversa dai farisei ipocriti di una volta, tutti credono in Dio pur resistendo a Lui. Sono dei furfanti che non riconoscono altro che un vago Dio nei cieli, mentre negano il Cristo Stesso! Quindi essi che diritto hanno di condannare coloro che accettano e obbediscono a Cristo?

Negli ultimi giorni, Dio Si è fatto carne per dire la Sua parola e svolgere la Sua opera tra noi. Stavolta è venuto come Dio Onnipotente incarnato. Dal Suo aspetto esteriore, Dio Onnipotente sembra proprio una persona normale, che vive praticamente in compagnia degli esseri umani, sta in mezzo a loro e prende parte alla loro vita. Egli esprime la verità secondo le necessità dell’uomo e svolge la Sua opera di giudizio cominciando dalla casa di Dio. Sperimentando l’opera di Dio Onnipotente, abbiamo ascoltato la Sua parola proprio con queste nostre orecchie. L’abbiamo anche visto svelare i grandi misteri del piano di gestione di Dio proprio con questi nostri occhi, La storia dentro alle tre fasi dell’opera di Dio per salvare l’umanità, lo scopo del Suo piano di gestione, il mistero dell’incarnazione, il modo in cui Satana corrompe l’umanità, la sostanza e la verità della corruzione degli uomini da parte di Satana, il modo in cui Dio purifica, salva e perfeziona l’uomo, il significato e lo scopo dell’opera di giudizio di Dio, coloro che sono amati da Dio e chi Egli maledice, chi saranno i salvati e chi saranno i distrutti, il destino dell’essere umano, la fine di tutti i vari tipi di uomini, e il modo in cui il Regno di Dio sarà realizzato sulla terra, e così via. Mentre esprime queste verità, Dio Onnipotente inoltre giudica e smaschera l’indole satanica dell’uomo e la sua natura e sostanza che resistono a Dio, lasciandoci vedere la sostanza e la realtà della nostra corruzione da parte di Satana, facendoci notare quanto arroganti e presuntuosi, infidi ed egoisti siamo, come non abbiamo le sembianze di un uomo, come siamo indegni di vivere dinanzi a Dio. Comunque, Dio Si è fatto carne, celandoSi umilmente tra gli immondi e corrotti esseri umani e vivendo in mezzo a loro, esprimendo la verità per giudicare, smascherare e salvare l’uomo. Noi abbiamo profondamente avvertito che la sostanza vitale di Dio è davvero gentile e onorevole. L’amore di Dio per gli uomini è davvero reale! Sperimentando il giudizio di Dio mediante la parola, siamo diventati intimamente familiari alla giustizia di Dio, alla Sua indole santa e inoffensibile, abbiamo provato l’autorità e il potere della parola di Dio Onnipotente. Inconsapevolmente, il timore di Dio ci è cresciuto nei cuori, abbiamo iniziato a cercare la verità e la nostra indole vitale è cominciata pian piano a cambiare. È stato allora che noi veramente ci si siamo resi conto che l’incarnato Dio Onnipotente ha espresso tutta la verità per purificarci e anche salvarci, permettendoci di liberarci dall’arroganza, dall’astuzia e dalla nostra indole satanica, vivendo finalmente come persone oneste. Dio Onnipotente vive in mezzo a noi, camminando tra le nostre Chiese. Dall’esterno, Egli è solo una persona normale, tuttavia Egli esprime la verità e manifesta la giusta indole di Dio Stesso e tutto ciò che Dio ha ed è. Chi Lo segue e sperimenta la Sua opera riceve così la verità, la via e la vita. Essi vedono come Dio opera in modo pratico e anche sapiente. Vedono quanto umile e nascosto sia Dio, la Sua bellezza, Dio non ha alcuna arroganza, la Sua indole non è affatto corrotta. Ciò si accorderebbe con il fatto che Dio, l’Altissimo, scegliesse per Sé un corpo di grande altezza, di struttura possente. Ma Dio non fece questo. Per salvare l’uomo corrotto, Dio ha assunto un corpo del tutto normale, ha assunto il volto di un uomo qualunque. ed è venuto a vivere tra noi, esseri umani corrotti. Egli esprime parole, giudica e provvede a noi in base alle nostre esigenze. Dio Si incarnato come un essere umano misero ed Egli ha già subito grandi umiliazioni ed enormi sofferenze. Inoltre, Egli ha sofferto la calunnia, la condanna e la reiezione dell’uomo corrotto e la persecuzione del PCC, e nonostante ciò, Dio, con insondabile forza di volontà, continua a esprimere la verità e a svolgere l’opera di salvezza dell’umanità. Sia lode a Dio! Dio ha sofferto un tormento incredibile per salvare l’umanità! L’amore di Dio per l’umanità è molto reale! Ciò ci dimostra quanto Dio sia così santo e davvero grande. Non ci sono parole per poterLo descrivere! Dio Onnipotente ci fa avvicinare molto più a Dio, mettendoci così faccia a faccia con Dio, in modo da poterLo vedere, poterLo conoscere e nutrire un vero amore per Lui, e permettendoci così di essere perfezionati da Dio, in modo da poter veramente adorare e obbedire a Dio. Abbiamo tutti riconosciuto in cuor nostro che Dio Onnipotente, in cui crediamo, è il Signore Gesù che è ritornato. Egli è l’uomo, ma è anche Dio. Dio Onnipotente è il solo Creatore del cielo e della terra, e di tutte le cose! Eppure, i pastori e gli anziani religiosi ci condannano, credendo che riponiamo fede in un uomo. Ora, lasciate che vi chieda: chi, tra tutta l’umanità, è capace di esprimere la verità e la voce di Dio? Chi tra gli uomini può svolgere in modo così pratico la purificazione e la salvezza dell’umanità? Chi tra gli uomini può consentire agli uomini corrotti di essere perfezionati rendendoli veri conoscitori di Dio, a Lui obbedienti, attraverso l’esperienza della sua opera? Non c’è nessuno, nemmeno uno! Solo Dio Onnipotente è in grado di svolgere un’opera così concreta. Dio Onnipotente è la manifestazione del Salvatore del mondo. Egli è il concreto Dio incarnato. Solo Dio Onnipotente può salvare l’umanità!

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

Al riguardo al significato dell’incarnazione e ciò che è Cristo, si potrebbe dire che si tratti di un mistero della verità fuori dalla portata di ogni credente. Sebbene i credenti da migliaia di anni lo sappiano perfettamente che il Signore Gesù è Dio incarnato, nessuno riesce a capire veramente l’incarnazione e l’effettiva sostanza che definisce l’incarnazione. Solo adesso, con la venuta di Dio Onnipotente questo aspetto del mistero della verità è stato rivelato all’uomo. Vediamo come Dio Onnipotente Si esprime su questo.

Dio Onnipotente dice: “Il significato dell’incarnazione è che Dio appare nella carne e viene a compiere la Sua opera fra gli uomini della Sua creazione sotto l’aspetto della carne. Così, perché Dio Si possa incarnare, Egli deve prima essere carne, carne dotata di normale umanità; questo, quantomeno, deve essere vero. Di fatto, ciò che è implicito nell’incarnazione di Dio è che Egli vive e opera nella carne, Dio nella Sua essenza stessa si fa carne, diventa un uomo” (“L’essenza della carne abitata da Dio” in La Parola appare nella carne).

Il Dio incarnato Si chiama Cristo, e Cristo è la carne assunta dallo Spirito di Dio. Questa carne è diversa da quella di qualunque uomo fatto di carne. Questa differenza esiste perché Cristo non è fatto di carne e di sangue, ma è l’incarnazione dello Spirito. Egli ha sia un’umanità normale sia una divinità completa. La Sua divinità non è posseduta da alcun uomo. La Sua umanità normale sostiene tutte le Sue normali attività nella carne, mentre la Sua divinità svolge l’opera di Dio Stesso” (“La sostanza di Cristo è l’obbedienza alla volontà del Padre celeste” in La Parola appare nella carne).

Il Cristo dotato di normale umanità è una carne in cui Si è concretizzato lo Spirito, che possiede una normale umanità, una ragione ordinaria e un pensiero umano. ‘Essersi concretizzato’ significa Dio che diventa uomo, lo Spirito che Si fa carne; più semplicemente, è quando Dio Stesso risiede in una carne con una normale umanità e tramite essa esprime la Sua opera divina: questo è ciò che significa essersi concretizzato o incarnato” (“L’essenza della carne abitata da Dio” in La Parola appare nella carne).

Poiché Egli è un uomo con l’essenza di Dio, è al di sopra di tutti gli umani creati, superiore a qualsiasi uomo in grado di compiere l’opera di Dio. E così, fra tutti coloro che possiedono un involucro umano come il Suo, fra tutti coloro che possiedono l’umanità, solamente Egli è il Dio incarnato Stesso: tutti gli altri sono umani creati. Anche se possiedono tutti l’umanità, gli umani creati sono solo umani, mentre Dio incarnato è diverso: nella Sua carne Egli non possiede solamente l’umanità, ma è dotato soprattutto di divinità. La Sua umanità può essere vista nell’aspetto esteriore della Sua carne e nella Sua vita di ogni giorno, ma la Sua divinità è difficile da percepire. Poiché la Sua divinità è esternata solamente quando Egli possiede l’umanità e non è soprannaturale tanto quanto le persone se la immaginano, per loro è molto difficile da vedere. […] Dal momento che Dio Si fa carne, la Sua essenza è un’unione tra umanità e divinità. Questa unione si chiama Dio Stesso, Dio Stesso sulla terra” (“L’essenza della carne abitata da Dio” in La Parola appare nella carne).

Dalle parole di Dio Onnipotente capiamo che l’incarnazione è lo Spirito di Dio rivestito di carne; ossia, lo Spirito di Dio è materializzato nella carne con una normale umanità e un normale pensiero umano, e quindi diventa una persona comune e normale che lavora e parla fra gli uomini. Questa carne ha una normale umanità, ma anche una completa divinità. Attraverso l’aspetto esterno la Sua carne sembra comune e normale, Egli è in grado di assumerSi l’opera di Dio, può esprimere la voce di Dio, e guidare e salvare l’umanità. Ciò è dovuto al fatto che Egli ha una divinità completa. Divinità completa significa che tutto quello che lo Spirito di Dio possiede, ossia l’indole intrinseca di Dio, la sostanza santa e giusta di Dio, tutto quello che Dio ha ed è, l’onnipotenza e la saggezza di Dio, e l’autorità e la potenza di Dio, ebbene tutto questo si è materializzato nella carne. Questa carne è Cristo, è il Dio pratico che è qui sulla terra per compiere l’opera e salvare il genere umano. Stando al Suo aspetto esteriore, Cristo è un comune e normale Figlio dell’uomo, ma Egli è sostanzialmente diverso da qualsiasi essere umano creato. L’uomo creato ha solo l’umanità, non ha la benché minima traccia di sostanza divina. Cristo, invece, non soltanto ha una normale umanità; ma, cosa più importante, ha una completa divinità. Dunque, ha la sostanza di Dio, può rappresentare Dio in modo completo, esprimere tutte le verità come Dio Stesso, esprimere l’indole di Dio e tutto quello che Dio ha ed è, e dotare l’uomo della verità, della via e della vita. Nessun uomo creato è in grado di simili prodezze. Cristo opera e parla, esprime l’indole di Dio, e tutto ciò che Dio ha ed è nella Sua carne. A prescindere da come Egli esprime la parola di Dio e svolge la Sua opera, lo fa sempre nell’ambito di una normale umanità. Egli possiede una carne normale e non c’è nulla di soprannaturale in Lui. Ciò prova che Dio è venuto nella carne, è già diventato un uomo comune. Questa carne comune e normale ha adempiuto il fatto che “La Parola appare nella carne”. Egli è il Dio pratico incarnato. Poiché Cristo ha la completa divinità, può rappresentare Dio, esprimere la verità e salvare il genere umano. Poiché Cristo ha la completa divinità, può esprimere la parola di Dio in modo diretto, senza limitarsi a trasmetterla o a diffonderla. Egli può esprimere la verità sempre e ovunque, provvedendo all’uomo, innaffiandolo e prendendoSi cura di lui, guidando tutto il genere umano. Solo perché Cristo ha la completa divinità e possiede l’identità e la sostanza di Dio, possiamo dire che è l’incarnazione di Dio, il Dio concreto Stesso.

Il più grande mistero dell’incarnazione ha poco a che fare con il fatto che la carne di Dio sia di notevole statura o come quella dell’uomo comune. Ha a che fare, invece, con il fatto che dentro questa carne normale si nasconda la completa divinità. Nessun uomo è in grado di scoprire o di vedere la divinità nascosta. Come quando il Signore Gesù è venuto a svolgere la Sua opera, se nessuno avesse sentito la Sua voce e fatto l’esperienza della Sua parola e della Sua opera, allora nessuno avrebbe riconosciuto il fatto che il Signore Gesù è Cristo, il Figlio di Dio. Dunque, l’incarnazione di Dio è il modo migliore in cui Egli scende segretamente fra gli uomini. Quando è venuto il Signore Gesù, in base al Suo aspetto esteriore, nessuno era in grado di dire che era Cristo, il Dio incarnato, e nessuno era in grado di vedere la divinità nascosta nella Sua umanità. Solo dopo che il Signore Gesù ebbe espresso la verità e compiuto l’opera di redenzione del genere umano, l’uomo ha scoperto che la Sua parola ha autorità e potere, e solo a quel punto gli uomini si sono messi a seguirLo. Solo quando il Signore Gesù è apparso alla gente dopo la resurrezione, gli uomini si sono resi conto che Egli è il Cristo incarnato, la manifestazione di Dio. Se Egli non avesse espresso la verità e non avesse svolto la Sua opera, nessuno Lo avrebbe seguito. Se Egli non avesse testimoniato il fatto di essere Cristo, la manifestazione di Dio, nessuno Lo avrebbe riconosciuto. Poiché gli uomini credono che, se Egli è realmente il Dio incarnato, la Sua carne dovrebbe avere qualità soprannaturali, dovrebbe essere sovrumano, di statura imponente e possente, con una presenza dominante, dovrebbe non soltanto parlare con autorità e potere, ma anche compiere segni e meraviglie ovunque Egli vada: è così che dovrebbe essere Dio fatto carne. Se ha un aspetto esterno ordinario, come qualsiasi altro uomo comune, e ha una normale umanità, certamente Egli non è l’incarnazione di Dio. Ricordiamolo nuovamente: quando il Signore Gesù Si è incarnato per parlare e svolgere l’opera, comunque esprimesse la verità e la voce di Dio, nessuno Lo riconosceva. All’udire qualcuno che rendeva testimonianza al Signore Gesù, c’era persino chi diceva: “Questi non è il figlio di Giuseppe? Non è un Nazareno?” Per quale motivo la gente era solita parlare così di Lui? Perché il Signore Gesù aveva una normale umanità nell’aspetto esteriore. Era una persona normale, media, e non aveva una presenza forte e dominante; Non Lo accettava nessuno. In realtà, nella misura in cui Egli è l’incarnazione, deve avere per definizione una normale umanità, deve mostrare alle persone che la carne con cui Dio Si riveste è comune e normale, Egli Si presenta come un normale essere umano. Se Dio Si rivestisse della carne di un essere sovrumano, non di una persona dalla normale umanità, tutto il significato dell’incarnazione andrebbe perso. Dunque, Cristo deve avere una normale umanità. Solo così si può provare che Egli è la Parola fatta carne.

Leggiamo un altro brano della parola di Dio Onnipotente: “Il significato dell’incarnazione è che un uomo comune, normale, svolge l’opera di Dio Stesso; vale a dire che Dio compie la Sua opera divina nell’umanità e in tal modo sconfigge Satana. […] Se, nel corso della Sua prima venuta, anteriormente al ventinovesimo anno d’età, Dio non avesse posseduto la normale umanità, se, al momento della nascita, avesse potuto operare miracoli, se, non appena avesse imparato a parlare, fosse stato in grado di esprimerSi con la lingua del cielo, se, nell’istante in cui avesse messo piede sulla terra, Egli avesse potuto comprendere tutte le questioni terrene, discernere i pensieri e gli intenti di ognuno, una persona simile non Si sarebbe potuta definire un uomo normale, e una carne simile non si sarebbe potuta denominare carne umana. Se ciò fosse accaduto per Cristo, il significato e l’essenza dell’incarnazione di Dio sarebbero stati persi. Il fatto che possedesse una normale umanità dimostra che Egli era Dio incarnato nella carne; il fatto che sperimentò un normale processo di crescita umana dimostra ulteriormente che era carne normale; e inoltre, la Sua opera è una prova sufficiente che Egli era la Parola di Dio, lo Spirito di Dio, che Si era fatto carne. Dio diventa carne a motivo delle esigenze dell’opera; in altri termini, questa fase dell’opera doveva essere compiuta nella carne, nella normale umanità. Questo è il presupposto per ‘la Parola è stata fatta carne’, per ‘la Parola è apparsa nella carne’ ed è la vera storia delle due incarnazioni di Dio” (“L’essenza della carne abitata da Dio” in La Parola appare nella carne).

Se, dal momento della Sua nascita, il Dio incarnato iniziasse effettivamente il Suo ministero compiendo segni e prodigi soprannaturali, allora non possiederebbe un’essenza corporea. Quindi, la Sua umanità esiste ai fini della Sua essenza corporea; non ci può essere carne senza umanità e una persona senza umanità non è un essere umano. In questo modo, l’umanità della carne di Dio è una proprietà intrinseca della carne incarnata di Dio. Dire che ’quando Dio Si fa carne Egli è completamente divino e non è assolutamente umano’ è una bestemmia, perché è una presa di posizione impossibile da sostenere, in quanto viola il principio dell’incarnazione. […]

[…] L’umanità del Dio incarnato esiste per sostenere l’opera divina normale nella carne; il Suo pensiero umano normale supporta la Sua normale umanità e tutte le Sue normali attività corporee. Si potrebbe dire che il Suo pensiero umano normale esiste allo scopo di sostenere tutta l’opera di Dio nella carne. Se questa carne non possedesse una mente umana normale, Dio non potrebbe operare nella carne e ciò che Egli deve realizzare nella carne non potrebbe mai essere conseguito. […] Quindi, il Dio incarnato deve possedere una mente umana normale, una normale umanità, perché deve compiere l’opera nell’umanità con una mente normale. Questa è l’essenza dell’opera del Dio incarnato, l’essenza stessa del Dio incarnato” (“L’essenza della carne abitata da Dio” in La Parola appare nella carne).

Dalle parole di Dio Onnipotente capiamo con chiarezza che Dio incarnato deve avere una normale umanità; diversamente, non sarebbe l’incarnazione di Dio. Nell’aspetto esteriore, Egli somiglia a un comune uomo normale, e non c’è nulla di soprannaturale nella Sua umanità. Se, dunque, misuriamo Cristo sulla base delle nostre nozioni e della nostra immaginazione, non ammetteremo o non accoglieremo mai Cristo. Al massimo, ci limiteremo a riconoscere che Egli è un profeta inviato da Dio, o comunque qualcuno di cui Dio Si avvale. Se vogliamo conoscere davvero Cristo, dobbiamo studiare le Sue parole e la Sua opera per capire se quello che Egli esprime è la voce stessa di Dio, se le parole che esprime sono manifestazioni dell’indole di Dio e di tutto ciò che Dio ha ed è, e per capire se la Sua opera e la verità che Egli esprime possono salvare il genere umano. Solo così possiamo conoscere, accettare Cristo e obbedirGli. Se non cerchiamo la verità, se non esaminiamo approfonditamente l’opera di Dio, pur sentendo le parole di Cristo e vedendo la Sua opera, continueremo a non conoscere Cristo. Anche se siamo con Cristo dalla mattina alla sera, continueremo a trattarLo come un uomo comune e in tal modo Gli resisteremo e Lo condanneremo. In realtà, per riconoscere e accettare Cristo, non dobbiamo fare altro che riconoscere la voce di Dio e prendere atto che Egli compie l’opera di Dio. Ma per conoscere la sostanza divina di Cristo e quindi conseguire la vera obbedienza a Cristo e amare il Dio pratico, dobbiamo scoprire la verità nelle parole e nell’opera di Cristo, dobbiamo cogliere l’indole di Dio e tutto quello che Dio ha ed è, cogliere la sostanza santa di Dio, la Sua onnipotenza e la Sua saggezza, capire che Dio è amabile e apprezzare le Sue sincere intenzioni. Solo così è possibile obbedire realmente a Cristo e adorare il Dio pratico nel proprio cuore.

Noi credenti sappiamo tutti che la via che il Signore predicava, la parola che esprimeva, i misteri del Regno dei Cieli che rivelava, e le richieste che faceva agli uomini erano tutti la verità, erano tutti la voce stessa di Dio, ed erano tutte manifestazioni dell’indole della vita di Dio e di tutto ciò che Egli ha ed è. I miracoli che Egli compiva – curare i malati, scacciare i demoni, placare il vento e il mare, sfamare cinquemila persone con cinque pani e due pesci, e resuscitare i morti – erano tutte manifestazioni dell’autorità e del potere di Dio. Coloro che cercavano la verità all’epoca, come Pietro, Giovanni, Matteo e Natanaele, riconobbero dalla parola e dall’opera del Signore Gesù che Egli era il Messia promesso, e quindi Lo seguirono e ricevettero la Sua salvezza. Mentre i farisei del mondo ebraico, benché sentissero i sermoni del Signore Gesù e Lo vedessero compiere miracoli, continuarono a considerarLo un uomo comune, come tanti, senza alcun potere o statura, e dunque osarono sfacciatamente resisterGli e condannarLo senza il minimo timore. Alla fine commisero il peggior peccato di tutti inchiodando il Signore Gesù alla croce. La lezione dei farisei esige una profonda riflessione! Ciò evidenzia con chiarezza la loro natura di anticristi che detestano la verità e che aborrono Dio, e rivela la stoltezza e l’ignoranza del genere umano corrotto. Attualmente, il Dio Onnipotente incarnato, proprio come il Signore Gesù, svolge l’opera di Dio Stesso nell’ambito di una normale umanità. Dio Onnipotente esprime tutte le verità che il genere umano corrotto richiede per essere salvato, Sì. e realizza l’opera del giudizio cominciando dalla casa di Dio negli ultimi giorni. Egli non soltanto giudica e rivela la natura satanica del genere umano corrotto e la verità della sua corruzione, ma ha anche svelato tutti i misteri del piano di gestione di seimila anni di Dio volto a salvare il genere umano, Egli ha reso chiara la strada con cui il genere umano può essere liberato dal peccato, essere purificato e salvato da Dio. Egli ha rivelato l’intrinseca indole giusta di Dio, e tutto ciò che Dio ha ed è, e l’unico potere e autorità di Dio. […] La parola e l’opera di Dio Onnipotente sono una manifestazione completa dell’identità e della sostanza di Dio Stesso. Attualmente, tutti coloro che seguono Dio Onnipotente hanno udito la voce di Dio nella parola e nell’opera di Dio Onnipotente, hanno assistito alla manifestazione della parola di Dio nella carne e si sono posti davanti al trono di Dio Onnipotente, ricevendo la purificazione e la perfezione di Dio. Quanti nel mondo religioso continuano a negare Dio Onnipotente e a resisterGli e condannarLo hanno fatto lo stesso errore dei farisei nel mondo ebraico, trattando il Cristo degli ultimi giorni, Dio Onnipotente, come qualsiasi altro uomo normale, senza curarsi di fare il minimo sforzo per cercare e studiare tutte le verità espresse da Dio Onnipotente, inchiodando, così, Dio nuovamente alla croce e suscitando la collera della Sua indole. Come si può vedere, se l’uomo si attiene alle sue concezioni e alla sua immaginazione, e non cerca e non studia le verità espresse da Cristo, è incapace di riconoscere la voce di Dio espressa da Cristo, e di accettare e obbedire all’opera di Cristo, e non riceverà mai la salvezza di Dio negli ultimi giorni. Se l’uomo non comprende la verità dell’incarnazione, non sarà in grado di accettare l’opera di Dio e di obbedirle, condannerà Cristo e si opporrà a Dio, e inoltre sarà probabile che riceva la punizione e le maledizioni di Dio. Così, nella nostra fede, per essere salvati da Dio è estremamente importante cercare la verità e comprendere il mistero dell’incarnazione!

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

Pagina precedente:Domanda 4: spesso i pastori e gli anziani religiosi, nei loro sermoni, sostengono che qualsiasi testimonianza riguardo al ritorno del Signore nella carne è falsa. Essi basano questa affermazione sui seguenti versetti della Bibbia: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:23-24). Ora, noi non abbiamo idea di come distinguere il vero Cristo da quelli falsi. Potete fare un po’ di luce su questa domanda?

Pagina successiva:Domanda 6: tutti sappiamo che il Signore Gesù fu l’incarnazione di Dio. Dopo aver completato la Sua opera, Egli fu crocifisso e poi risorse, apparendo davanti agli occhi dei Suoi discepoli e poi ascese in cielo nel Suo glorioso corpo spirituale. Proprio come è scritto nella Bibbia: “Uomini Galilei, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù che è stato tolto da voi ed assunto in cielo, verrà nella medesima maniera che L’avete veduto andare in cielo” (Atti 1:11). Dunque, la scrittura biblica sta confermando che al ritorno del Signore, sarà proprio il corpo spirituale risorto del Signore Gesù che apparirà all’umanità. Negli ultimi giorni, perché Dio Si è fatto carne assumendo la forma del Figlio dell’uomo per svolgere l’opera di giudizio? Quale sarebbe la differenza tra il corpo spirituale risorto del Signore Gesù e la Sua incarnazione come il Figlio dell’uomo?

Contenuti correlati