L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Testimonianze per Cristo degli ultimi giorni

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

Domanda 33: la maggior parte delle persone all’interno dei circoli religiosi crede che i pastori e gli anziani siano stati scelti e istituiti dal Signore e che siano tutte persone che servono il Signore nelle chiese; se seguiamo e obbediamo a questi pastori e anziani, stiamo di fatto obbedendo e seguendo il Signore. Riguardo a ciò che significa esattamente “obbedire e seguire l’uomo”, e a ciò che significa esattamente “obbedire e seguire Dio”, la maggior parte delle persone non capisce questo aspetto della verità. Per favore, condividiamo su questo argomento.

Risposta:

Nella religione, alcune persone pensano che i pastori e gli anziani religiosi sono tutti scelti e istituiti dal Signore. Pertanto, le persone devono obbedirgli. Un tale punto di vista ha un fondamento nella Bibbia? È provato dalla parola del Signore? Ha la testimonianza dello Spirito Santo e la conferma dell’opera dello Spirito Santo? Se le risposte sono tutte negative, allora la convinzione della maggioranza sui pastori e gli anziani che sono tutti scelti e istituiti dal Signore deriva dalle nozioni e dalle immaginazioni della gente? Pensiamoci. Nell’Età della Legge, Mosè fu scelto e istituito da Dio. Questo significa che tutti i capi ebrei durante l’Età della Legge sono stati scelti e istituiti da Dio? Nell’Età della Grazia, i 12 apostoli del Signore Gesù sono stati tutti personalmente scelti e consacrati dal Signore Gesù Stesso. Questo significa che tutti i pastori e gli anziani nell’Età della Grazia sono stati personalmente scelti e istituiti dal Signore? A tante persone piace seguire le regole e non si avvicinano alle cose in conformità con i fatti. Di conseguenza, esse ciecamente adorano e seguono le persone. Qual è il problema? Perché la gente non riesce a distinguere tra queste cose? Perché non possono cercare la verità su queste cose?

Da ciò che è riportato nella Bibbia possiamo vedere che in ogni epoca della Sua opera, Dio sceglie e consacra alcune persone affinché esse si coordino alla Sua opera. Tutti coloro che sono personalmente consacrati e utilizzati da Dio hanno la conferma della parola di Dio. Come durante l’Età della Legge, Dio consacrò Mosè per condurre gli Israeliti. Ciò è dimostrato dalle parole di Dio. Jahvè Dio disse: “Ed ora, ecco, le grida de’ figliuoli d’Israele son giunte a Me, ed ho anche veduto l’oppressione che gli Egiziani fanno loro soffrire. Or dunque vieni, e Io ti manderò a Faraone perché tu faccia uscire il Mio popolo, i figliuoli d’Israele, dall’Egitto” (Esodo 3:9-10). Nell’Età della Grazia, il Signore Gesù consacrò i 12 apostoli per pascere le Chiese. Questo è testimoniato anche dalle parole del Signore. Proprio come lo disse il Signore Gesù quando consacrò Pietro: “Simon di Giovanni, Mi ami tu? […] Pasci le Mie pecore” (Giovanni 21:17). “Io ti darò le chiavi del Regno dei Cieli; e tutto ciò che avrai legato sulla terra sarà legato ne’ cieli, e tutto ciò che avrai sciolto in terra sarà sciolto ne’ cieli” (Matteo 16:19). Possiamo vedere da questo che chiunque fu consacrato e utilizzato da Dio fu testimoniato personalmente da Dio, vi è la parola di Dio come prova e la conferma per opera dello Spirito Santo. Tutto il loro lavoro è sostenuto da Dio. Obbedire al loro lavoro e alla loro guida significa obbedire a Dio. Chiunque di noi resiste a una persona consacrata e utilizzata da Dio, resiste a Dio e sarà maledetto e punito da Dio. Proprio come nell’Età della Legge, Core, Dathan e la loro gente resistevano a Mosè. Che cosa è successo alla fine? Sono stati puniti direttamente da Dio. Dio fece aprire la terra e fece con che venissero tutti inghiottiti. Nell’Età della Grazia, gli apostoli consacrati dal Signore Gesù furono tutti confermati dalla parola del Signore. Ma i pastori e gli anziani religiosi di oggi sono consacrati dal Signore? Sono confermati dalla parola del Signore? La maggior parte di loro vengono istruiti nelle scuole teologiche e hanno certificati di laurea in Teologia, sui quali si basano per diventare pastori, e non perché lo Spirito Santo abbia personalmente reso testimonianza di loro, o li abbia utilizzati. Non è questo un dato di fatto? Chi di noi ha sentito o visto lo Spirito Santo personalmente testimoniare o consacrare un pastore? Se fossero veramente consacrati dal Signore, ci sarebbe sicuramente la vera testimonianza dello Spirito Santo e molti credenti come testimoni. Pertanto, nessun pastore o anziano religioso è consacrato dal Signore. Questo è certo! Ho sentito dire che ci sono addirittura alcuni pastori che non credono che il Signore Gesù sia stato concepito per opera dello Spirito Santo. Non credono che “il concepimento per opera dello Spirito Santo” abbia alcuna base o che sia conforme alla scienza. È ancora meno probabile che queste persone ammettano che Cristo è la manifestazione di Dio. Se tali pastori fossero esistiti durante il tempo in cui operava il Signore Gesù, certamente non avrebbero accettato il Signore Gesù. Quindi come avrebbero considerato l’apparizione e l’opera di Dio incarnato negli ultimi giorni? Si sarebbero tutti comportati come i sommi sacerdoti ebrei, gli scribi e i Farisei, condannando e opponendosi furiosamente al Signore Gesù. Allora, i suddetti pastori e anziani sono persone che veramente obbediscono a Dio? Non credono neanche nel Dio incarnato e ancor meno riconoscono le verità espresse da Lui. Queste persone non sono degli anticristi? Quindi, il parere che “i pastori e gli anziani religiosi sono tutti consacrati e utilizzati dal Signore” è ancora sostenibile? Se insistiamo sul fatto che questi pastori e anziani sono consacrati e utilizzati da Dio, ciò non significa calunniare e bestemmiare Dio? Dio consacrerebbe e utilizzerebbe questi miscredenti e anticristi per guidare il popolo eletto di Dio? Un tale punto di vista non è del tutto assurdo, del tutto fallace? Questo non significa distorcere i fatti e confondere il bianco con il nero?

Dopo alcune comunioni, ora abbiamo tutti le idee chiare. Tutti coloro che sono consacrati e utilizzati da Dio hanno la Sua personale testimonianza, e hanno almeno la conferma e gli effetti dell’opera dello Spirito Santo, e possono aiutare il popolo di Dio a ottenere il nutrimento della vita e la vera pastura. Poiché Dio è giusto, santo, tutti coloro che sono consacrati e utilizzati da Dio sono certamente in linea con la volontà di Dio. Sicuramente non saranno Farisei ipocriti, e ancor meno saranno degli anticristi che odiano la verità e si oppongono a Dio. Quindi diamo un’occhiata ai pastori e ai capi religiosi di oggi. La maggior parte di loro sono istruiti presso scuole teologiche e non personalmente consacrati e utilizzati da Dio. Si limitano a studiare la teologia e la Bibbia. La loro opera e predicazione si concentra solo sul parlare della conoscenza della Bibbia, della teologia, o dei personaggi e delle storie bibliche, contesti storici, e così via. Inoltre, ciò che fanno è esclusivamente indottrinare le persone a praticare riti religiosi e seguire le regole. Non gli interessa mai comunicare la verità nelle parole di Dio, né guidare le persone a praticare e sperimentare le parole di Dio o a osservare i comandamenti di Dio. Non parlano mai di come conoscere sé stessi e delle esperienze reali di ingresso nella vita, e ancora meno discutono della vera conoscenza di Dio. È possibile che un tale lavoro e tali prediche realizzino l’opera dello Spirito Santo? Può tale servizio soddisfare le intenzioni di Dio? Può portarci a praticare la verità e a intraprendere la vera via della fede in Dio? Spiegando la Bibbia in questo modo, non stanno camminando sul loro proprio percorso, resistendo a Dio? Soprattutto, quando Dio Onnipotente esprime le verità e compie la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni, questi capi religiosi chiaramente sanno che le parole di Dio Onnipotente sono tutte verità e possono purificare e salvare le persone, eppure non le cercano né le accettano. Ancora più ripugnante è il fatto che non permettano ai credenti di leggere le parole di Dio Onnipotente o di ascoltare la voce di Dio. Per proteggere le loro posizioni e i loro mezzi di sussistenza, calunniano e condannano furiosamente Dio Onnipotente, collaborando anche con il PCC, il regime satanico, negli arresti e persecuzioni degli evangelisti. In che cosa si differenziano le azioni e la condotta di questi pastori e anziani da quelle dei Farisei che resistettero al Signore Gesù in passato? Non sono loro a mettere pietre di inciampo sulla nostra strada, per impedirci di accettare la vera via? Come potrebbero queste persone che odiano la verità e si oppongono a Dio essere consacrate e utilizzate da Dio? Dio nominerebbe queste persone che odiano la verità e ostacolano la volontà di Dio a guidare il popolo eletto da Dio? Certamente no. Questa è la verità!

Alcune persone insensate nei circoli religiosi spesso usano impropriamente le parole della Bibbia per inventare delle regole. Sostengono che i Farisei ipocriti e i pastori religiosi sono tutti consacrati e utilizzati da Dio. Questo non corrisponde forse a una grave resistenza e bestemmia contro Dio? Molte persone semplicemente non sanno come distinguere. Credono nel Signore ma non Lo magnificano, e preferiscono invece regali, posizione sociale e potere. Nel contempo credono ciecamente nei pastori e anziani, adorandoli. Non sono capaci di distinguere chi abbia l’opera dello Spirito Santo e la realtà della verità. Pensano semplicemente che basti avere un certificato da pastore, dei doni, la capacità di analizzare la Bibbia, e che questo corrisponda all’essere approvati e consacrati da Dio, e al poter esigere obbedienza. Alcune persone sono ancora più incoerenti e pensano che obbedire ai pastori e agli anziani significhi obbedire a Dio, e che resistere ai pastori e agli anziani significhi resistere a Dio. Se ci basiamo su tali nozioni, gli scribi, i Farisei e i sommi sacerdoti giudei che conoscevano la Bibbia e spesso spiegavano la Bibbia agli altri, ma resistevano e condannavano il Signore Gesù quando Egli apparve per operare, e perfino Lo crocifissero, erano persone consacrate e utilizzate da Dio? Se le persone seguivano i capi giudei nel resistere e condannare il Signore Gesù, vuol dire che stavano obbedendo a Dio? Diresti che coloro che rifiutavano i capi giudei e seguivano il Signore Gesù resistevano a Dio? Questo dimostra che l’idea che “obbedire ai pastori e agli anziani significa obbedire a Dio, resistere ai pastori e agli anziani significa resistere a Dio” è davvero del tutto assurda e fallace! Noi credenti in Dio dovremmo capire che, se i pastori e gli anziani religiosi resistono a Dio, e se la via sulla quale ci guidano tradisce la verità e si oppone a Dio, allora dovremmo stare dalla parte di Dio, smascherarli e respingerli. Questa è la vera obbedienza verso Dio. Questo significa abbandonare le tenebre per vedere la luce e soddisfare le intenzioni di Dio. Pertanto, per quanto riguarda come trattare i pastori e gli anziani, dovremmo perseguire la verità e capire le intenzioni di Dio. Se i pastori e gli anziani sono persone che amano la verità e perseguono la verità, allora essi possiedono sicuramente l’opera dello Spirito Santo e sono capaci di condurci a praticare e sperimentare le parole di Dio, di temere Dio e di abbandonare il male. Rispettare e seguire tali persone si accorda con le intenzioni di Dio! Se, invece, essi non amano la verità e si preoccupano solo di spiegare le loro conoscenze teologiche e teorie bibliche per mettersi in mostra ed esaltare se stessi, per far sì che li adoriamo e gli obbediamo, e non esaltano Dio, non rendono testimonianza a Dio e non ci conducono a praticare e sperimentare le parole di Dio, allora essi sono persone che sono state condannate e maledette da Dio e noi ci opporremo a Dio se continuiamo ad adorarli, seguirli e obbedirgli. Ciò sarebbe del tutto contrario alle intenzioni di Dio.

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

Cosa significa esattamente obbedire a Dio e seguirLo? Per quanto concerne questo aspetto della verità, leggiamo prima un passo delle parole di Dio Onnipotente: “Un elemento di capitale importanza nel seguire Dio è che tutto sia conforme alle parole di Dio oggi: che tu stia perseguendo l’accesso alla vita o l’attuazione della volontà di Dio, tutto va incentrato sulle parole di Dio oggi. Se ciò con cui sei in comunione e persegui non sono incentrati sulle parole di Dio oggi, sei estraneo alle parole di Dio e totalmente privo dell’opera dello Spirito Santo. […] Coloro che possono seguire l’attuale opera dello Spirito Santo e sono in grado di seguire le orme di Dio, andando perciò Dio ovunque Egli li conduca, sono persone benedette da Dio. Coloro che non seguono l’attuale opera dello Spirito Santo non hanno avuto accesso all’opera delle parole di Dio, e per quanto si sforzino o per quanto grande sia la loro sofferenza o per quanto corrano qua e là, nulla di tutto questo ha alcun significato per Dio, ed Egli non li elogia. […] ‘Seguire l’opera dello Spirito Santo’ significa capire la volontà di Dio oggi, essere in grado di agire in conformità con le attuali prescrizioni di Dio, essere in grado di obbedire e seguire il Dio di oggi e ottenere l’accesso in conformità con i nuovissimi discorsi di Dio. Soltanto così si può seguire l’opera dello Spirito Santo ed essere nella corrente dello Spirito Santo. Simili persone non soltanto sono in grado di ricevere la lode di Dio e di vedere Dio, ma sanno anche riconoscere l’indole di Dio dalla Sua opera più recente e sanno riconoscere le concezioni e la disobbedienza dell’uomo, nonché la natura e la sostanza dell’uomo, dalla Sua opera più recente; inoltre durante il servizio sono in grado di conseguire gradualmente una trasformazione della loro indole. Soltanto tali persone sono in grado di guadagnare Dio e hanno autenticamente trovato la vera via” (“Conoscere la più recente opera di Dio e seguire le Sue orme” in La Parola appare nella carne). Seguire Dio vuol dire prima di tutto seguire la Sua attuale opera, attenendosi alle Sue parole attuali e mettendole in pratica, rendendosi capaci di osservare i comandamenti di Dio, cercando la Sua volontà in tutte le cose, praticando conformemente alla parola di Dio e sottoponendosi in modo assoluto all’opera e alla guida dello Spirito Santo. In definitiva, ciò vuol dire diventare una persona che pratica la verità e osserva la volontà di Dio. Solo questo tipo di persona è una seguace di Dio, una che guadagna la Sua salvezza. Se nella nostra fede facciamo affidamento sulla Bibbia e la esaltiamo solo in apparenza, mentre in realtà la nostra pratica ed esperienza sono in accordo con le parole e gli insegnamenti degli umani nella Bibbia invece di sottometterci alla parola di Dio della Bibbia e metterla in pratica, e se non afferriamo le intenzioni di Dio ma aderiamo soltanto alle cerimonie e alle regole religiose, questo vuol dire seguire l’uomo. Se seguiamo e pratichiamo le parole delle persone della Bibbia come se queste fossero le parole di Dio, e ancora consideriamo il Signore Gesù come un semplice prestanome, ignorando le Sue parole e non facendo nulla per seguire i Suoi comandamenti, allora saremo sicuramente rifiutati e maledetti dal Signore Gesù, proprio come lo furono gli ipocriti farisei. Ci sono molte persone che hanno fede nel Signore, eppure adorano ciecamente le celebrità spirituali o i pastori e gli anziani – venerano gli ipocriti farisei. Qualunque cosa accada loro, corrono dai pastori e dagli anziani per cercare una guida, e fanno lo stesso quando si tratta di investigare la vera via. Di conseguenza, sono ingannati e fuorviati dagli ipocriti farisei e dai capi religiosi e si avviano lungo il sentiero della resistenza a Dio; queste sono le conseguenze e gli esiti del seguire l’uomo invece di Dio. L’unico modo per seguire veramente Dio è quello di basare la nostra fede esclusivamente sull’opera dello Spirito Santo, seguendo le attuali parole di Dio, seguendo le orme dell’opera dello Spirito Santo, dando il nostro massimo per adempiere ai nostri doveri. Soprattutto, mentre Dio compie la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni, il mondo religioso ha perso l’opera dello Spirito Santo ed è diventato desolato. Quando siamo costretti a cercare la vera via, dobbiamo volgere ancora di più la nostra attenzione sulla ricerca delle parole dello Spirito Santo per le Chiese; dobbiamo cercare le parole e le esternazioni di Dio e l’opera dello Spirito Santo. Se non cerchiamo le parole e l’opera dello Spirito Santo, se siamo incapaci di sentire la voce di Dio e di trarre il nutrimento dalle attuali parole di Dio, allora saremo eliminati, scartati durante l’opera di Dio negli ultimi giorni, precipitando nell’oscurità, piangendo e digrignando i denti. Le persone che seguono sinceramente Dio e Gli si sottomettono non verranno mai da Lui abbandonate. Coloro che venerano i pastori e gli anziani religiosi si sottomettono all’uomo e sono suoi seguaci. Queste persone saranno alla fine smascherate dall’opera di Dio – saranno eliminate e scartate.

Sebbene con le nostre bocche gridiamo che crediamo in Dio e che dovremmo soltanto seguirLo e sottometterci a Lui, ciò che accade in realtà non è lo stesso. Possiamo vederlo chiaramente dal modo in cui le persone di fede ebraica, nell’Era della Grazia, trattarono il Signore Gesù, contrariamente a come fecero Pietro, Giovanni e altri. Il Signore Gesù compì la Sua nuova opera, emanò la verità e portò la via del pentimento, ma, a quel tempo, la maggior parte del popolo ebreo ascoltava soltanto gli insegnamenti dei sommi sacerdoti e dei farisei. Non accettò l’opera e le parole del Signore Gesù, e di conseguenza perse la Sua salvezza. Apparentemente, credeva in Dio, ma in realtà credeva nei sommi sacerdoti, negli scribi e nei farisei. Tuttavia, Pietro, Giovanni, Matteo, Filippo e gli altri videro che le parole e l’opera del Signore Gesù possedevano autorità e potere, e che erano la verità. Videro che le parole e l’opera del Signore Gesù venivano da Dio e così Lo seguirono da vicino. Non erano affatto soggetti al controllo dei farisei, ed erano gli unici che seguivano sinceramente Dio e Gli obbedivano. Negli ultimi giorni, l’unico modo per seguire veramente Dio e sottomettersi a Lui è accettare e sottomettersi all’opera di giudizio di Dio Onnipotente, e questo adempie la profezia trovata nel Libro dell’Apocalisse: “Essi son quelli che seguono l’Agnello dovunque vada” (Apocalisse 14:4). Attualmente, i capi nel mondo religioso stanno interpretando il ruolo dei farisei ebrei, facendo ogni sforzo per esaltare le parole dell’uomo contenute nella Bibbia, ma tradiscono le parole del Signore Gesù. Cosa ancora più assurda, sfruttano la Bibbia citandone versetti fuori contesto per condannare l’opera che Dio compie negli ultimi giorni – lo fanno per ingannare, obbligare e controllare i credenti. Per esempio, il Signore Gesù affermò chiaramente che soltanto “chi fa la volontà del Padre Mio” entrerà nel Regno dei Cieli. Tuttavia, tra i capi del mondo religioso, alcuni dicono che tutto quello che bisogna fare nella propria fede è lavorare sodo e poi si può entrare nel Regno dei Cieli, e che il Regno dei Cieli è qualcosa che può essere afferrato con la forza. Il Signore Gesù ci richiese: “Adora il Signore Iddio tuo”; tuttavia, alcune cosiddette “celebrità spirituali” guidano i credenti a cercare il modo per diventare Dio o a cercare di diventare re ed esercitare il potere su tutte le nazioni e tutti i popoli, il che è totalmente assurdo. I capi nel mondo religioso apparentemente lavorano per il Signore e predicano sermoni, ma in realtà stanno solo diffondendo gli insegnamenti dell’uomo, promuovendo le loro stesse idee come se fossero la verità a cui dovremmo attenerci. Sono proprio come gli ipocriti farisei, e il loro è un cieco tentativo di guidare il cammino. Stanno resistendo a Cristo, cercando di opporsi a Lui alla pari; sono anticristo che lavorano per creare regni separati e indipendenti. Una volta che noi fedeli iniziamo a seguire i capi e le celebrità spirituali del mondo religioso, iniziamo a prendere la nostra strada e a deviare dalla via del Signore; questo è un esempio molto serio di resistenza a Dio e di tradimento nei Suoi confronti. Se non ci pentiremo, sicuramente saremo scartati ed eliminati da Dio.

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

Pagina precedente:Domanda 35: sebbene i pastori e gli anziani abbiano potere all’interno dei circoli religiosi e percorrano il sentiero degli ipocriti farisei, noi crediamo nel Signore Gesù, e non in loro, quindi come potete dire che anche noi percorriamo il sentiero dei farisei? Davvero non possiamo essere salvati grazie alla nostra fede all’interno della religione?

Pagina successiva:Domanda 18: un aspetto dell’opera di redenzione del Signore Gesù è stato perdonarci e assolverci dai nostri peccati, mentre un altro aspetto è stato quello di donarci pace, gioia e abbondante grazia. Questo ci ha mostrato che Dio è un Dio misericordioso e amorevole. Tuttavia, voi rendete testimonianza che Dio Onnipotente svolge l’opera di giudizio negli ultimi giorni, che esprime la verità, giudica e castiga l’uomo, lo pota e lo tratta, lo smaschera ed elimina ogni sorta di persone malvagie, spiriti maligni e anticristo, permettendo alle persone di capire che l’indole giusta di Dio non tollera alcuna offesa. Perché l’indole rivelata nell’opera del Signore Gesù è totalmente diversa da quella rivelata nell’opera di Dio Onnipotente? Come dovremmo interpretare esattamente l’indole di Dio?

Contenuti correlati