“Il Salvatore è già ritornato su una ‘nuvola bianca’” | Estratto 70

Per svariate migliaia di anni, l’uomo ha desiderato di essere testimone dell’arrivo del Salvatore, e di vedere Gesù il Salvatore su di una nuvola bianca nel momento in cui Egli discenderà personalmente tra coloro che Lo hanno bramato e Lo hanno agognato per migliaia di anni. L’uomo ha voluto fortemente che il Salvatore tornasse e Si riunisse con il popolo, ovvero che Gesù il Salvatore ritornasse dalle persone dalle quali è stato separato per migliaia di anni. E gli uomini sperano che Egli possa portare a compimento ancora una volta l’opera di redenzione che aveva realizzato tra gli Ebrei, che sia compassionevole e amorevole con loro, che perdoni i loro peccati, che Si faccia carico di tutte le loro trasgressioni e dei loro peccati, e che li liberi dal peccato. Bramano che Gesù il Salvatore sia lo stesso di prima – un Salvatore amabile, affettuoso e venerabile, che non è mai adirato con loro e non li rimprovera mai. Questo Salvatore perdona e Si fa carico di tutti i peccati degli uomini, e addirittura muore sulla croce per loro ancora una volta. Dal momento della dipartita di Gesù, i discepoli che Lo hanno seguito, e tutti i santi che sono stati salvati grazie al Suo nome, hanno sentito tanto la Sua mancanza e Lo hanno aspettato. Tutti coloro che sono stati salvati dalla grazia di Gesù Cristo durante l’Età della Grazia hanno desiderato ardentemente l’arrivo di quel giorno gioioso negli ultimi giorni, quando Gesù il Salvatore arriverà su di una nuvola bianca e apparirà tra gli uomini. Ovviamente, questo è anche il desiderio collettivo di tutti quelli che accettano il nome di Gesù il Salvatore nel tempo presente. In tutto l’universo, coloro che sono a conoscenza della salvezza di Gesù il Salvatore hanno agognato disperatamente l’arrivo improvviso di Gesù Cristo, perché si compiano le parole pronunciate da Gesù quando era sulla terra: “Io arriverò nello stesso modo in cui sono andato via”. L’uomo crede che, dopo la crocifissione e la resurrezione, Gesù sia tornato nei cieli su di una nuvola bianca, e abbia preso il Suo posto alla destra dell’Altissimo. Allo stesso modo, è convinto che Gesù discenderà nuovamente su di una nuvola bianca (questa nuvola si riferisce alla nuvola su cui era Gesù quando ritornò in cielo), tra coloro che hanno desiderato fortemente il Suo ritorno per migliaia di anni, e pensa che Egli porterà l’immagine e le vesti degli Ebrei. Dopo essere apparso agli uomini, elargirà loro del cibo, farà in modo che l’acqua viva zampilli per loro, e vivrà con loro, pieno di grazia e amore, vivo e reale e così via. Ma Gesù il Salvatore non agì in questo modo; fece l’esatto opposto di ciò che pensava l’uomo. Egli non arrivò tra coloro che bramavano il Suo ritorno, e non apparve a tutti gli uomini su di una nuvola bianca. Egli è già arrivato, ma l’uomo non Lo conosce e continua a ignorare il Suo arrivo. Lo sta solo aspettando senza scopo, ignaro del fatto che Egli è già disceso su di una “nuvola bianca” (la nuvola che è il Suo Spirito, le Sue parole, la Sua intera indole e tutto ciò che Egli è), e in questo momento Si trova in un gruppo di vincitori che Egli creerà durante gli ultimi giorni. L’uomo non è a conoscenza di ciò: sebbene il santo Gesù Salvatore sia pieno di benevolenza e di amore verso l’umanità, come potrebbe operare in “templi” pieni di sudiciume e abitati da spiriti impuri? Anche se l’uomo sia rimasto in attesa del Suo arrivo, come poteva Egli apparire a coloro che mangiano la carne, bevono il sangue e indossano gli abiti degli ingiusti, a coloro che credono in Lui ma non Lo conoscono, e a coloro che Lo ricattano costantemente? L’uomo sa soltanto che Gesù il Salvatore è pieno d’amore e di compassione, e che è l’offerta sacrificale per il peccato piena di redenzione. Ma l’uomo non ha idea che Egli sia anche Dio Stesso, che trabocchi di giustizia, maestà, collera e giudizio, che possieda autorità e che sia pieno di dignità. E così, sebbene l’uomo abbia agognato ansiosamente e desiderato ardentemente il ritorno del Redentore, e perfino il Cielo sia commosso dalle sue preghiere, Gesù il Salvatore non appare a coloro che credono in Lui ma non Lo conoscono.

Tratto da “La Parola appare nella carne

Dio è disceso in mezzo a un gruppo di vincitori

Per migliaia di anni l'uomo ha anelato a vedere il Salvatore giungere in Persona, a vedere Gesù scender su una nube bianca tra coloro che Lo hanno desiderato struggendosi. L'uomo desidera che il Salvatore torni e Si ricongiunga con l'umanità. L'uomo spera che Egli compirà di nuovo la Sua opera di redenzione proprio come fece tra i Giudei. Lui è arrivato ma l'uomo non Lo conosce e ignora che Lui è sulla terra. L'uomo attende senza scopo, non sa che Lui è ormai giunto su una nube bianca. La nube è il Suo Spirito e le Sue parole, tutta la Sua indole, ciò che Lui è. E ora Lui è in mezzo ai vincitori che creerà negli ultimi giorni.

Gli uomini sperano che Egli abbia ancora compassione e che sia amorevole con loro, che li perdoni e Si sobbarchi i loro peccati e che li liberi dal peccato. Gesù non ha seguito le idee degli uomini, anzi ha fatto esattamente l'opposto. Lui non è giunto tra chi Lo anelava e non è apparso su una nube bianca. Lui è arrivato ma l'uomo non Lo conosce e ignora che Lui è sulla terra. L'uomo attende senza scopo, non sa che Lui è ormai giunto su una nube bianca. La nube è il Suo Spirito e le Sue parole, tutta la Sua indole, ciò che Lui è. E ora Lui è in mezzo ai vincitori che creerà negli ultimi giorni.

Sebbene il santo Salvatore lo ami, l'uomo non sa come il Salvatore possa compiere la Sua opera in templi pieni di sporcizia dove vagano spiriti impuri. Sebbene l'uomo attenda sempre il Suo arrivo, Lui non apparirà a coloro che bevono il sangue e indossano gli abiti degli ingiusti che credono senza conoscerLo e Lo estorcono. Lui è arrivato ma l'uomo non Lo conosce e ignora che Lui è sulla terra. L'uomo attende senza scopo, non sa che Lui è ormai giunto su una nube bianca. La nube è il Suo Spirito e le Sue parole, tutta la Sua indole, ciò che Lui è. E ora Lui è in mezzo ai vincitori che creerà negli ultimi giorni.

L'uomo sa che Gesù è amore, cura e redenzione; non sa che Lui è Dio Stesso, giusto, maestoso, con la Sua ira e il Suo giudizio, e che ha autorità e dignità. L'uomo anela al ritorno del Redentore e le sue preghiere commuovono il Cielo. Ma Gesù non appare a coloro che in Lui credono senza conoscerLo. Lui è arrivato ma l'uomo non Lo conosce e ignora che Lui è sulla terra. L'uomo attende senza scopo, non sa che Lui è ormai giunto su una nube bianca. La nube è il Suo Spirito e le Sue parole, tutta la Sua indole, ciò che Lui è. E ora Lui è in mezzo ai vincitori che creerà negli ultimi giorni.

da "Seguire l'Agnello e cantare dei canti nuovi"

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati