La Parola quotidiana di Dio | “Parole di Dio all’intero universo: Capitolo 15” | Estratto 241

Sulla terra, sono il Dio concreto nei cuori degli uomini; nei cieli, sono il Signore di tutta la creazione. Ho scalato monti e guadato fiumi, sono altresì andato e venuto fra gli uomini. Chi osa apertamente opporsi al Dio concreto? Chi osa sottrarsi alla sovranità dell’Onnipotente? Chi osa asserire che Mi trovo, senza ombra di dubbio, in cielo? E ancora, chi osa affermare che Mi trovo, senza la minima possibilità di errore, sulla terra? Non esiste nessuno in tutta l’umanità capace di enunciare con precisione i luoghi in cui dimoro. Forse che, quando sono in cielo, sono il Dio soprannaturale in persona? Forse che, quando sono sulla terra, sono il Dio concreto in persona? Che sia il Governatore di tutto il creato o che sperimenti le sofferenze del mondo umano – di certo questo non può determinare se sono o non sono il Dio concreto. Se l’uomo crede questo, non è forse ottenebrato contro ogni speranza? Sono in cielo e sono anche in terra; sono fra le miriadi di cose della creazione e anche fra le miriadi di persone. L’uomo può toccarMi ogni giorno, può vederMi ogni giorno. Per quanto riguarda l’umanità, sembra che talvolta Io sia nascosto e talvolta visibile; sembra che esista realmente e tuttavia sembra che non esista. In Me si annidano i misteri insondabili per l’umanità. È come se tutti gli uomini Mi scrutassero attraverso la lente di un microscopio per scoprire addirittura più misteri in Me, sperando così di dissolvere quello scomodo sentimento nei loro cuori. Anche se usassero un fluoroscopio, come potrebbe l’umanità svelare uno qualsiasi dei segreti racchiusi in Me?

Quando il Mio popolo, attraverso la Mia opera, sarà glorificato insieme a Me, allora il covo del gran dragone rosso verrà scoperto, il fango e lo sporco saranno spazzati via e l’acqua torbida, accumulatasi negli anni, si prosciugherà nei Miei fuochi ardenti, per non esistere più. Allora il gran dragone rosso perirà nel lago di fuoco e zolfo. Desiderate veramente rimanere sotto la Mia premurosa vigilanza per non essere strappati via dal dragone? Odiate veramente i suoi ingannevoli stratagemmi? Chi può renderMi una solida testimonianza? Per amore del Mio nome, per amore del Mio Spirito, per amore del Mio intero piano di gestione, chi può donare tutta la sua forza fisica? Adesso che il Regno è nel mondo degli uomini, sono venuto di persona in esso. Se così non fosse, qualcuno potrebbe scendere intrepido sul campo di battaglia per Mio conto? Cosicché il Regno possa prendere forma, il Mio cuore possa gioire? E ancora, cosicché possa venire il Mio giorno, giunga il tempo in cui le miriadi di cose della creazione sono rinate e crescono abbondanti, cosicché l’uomo possa essere salvato dal mare della sofferenza? Cosicché giunga il domani, possa essere meraviglioso e fiorire e proliferare? E ancora, cosicché il godimento del futuro possa avvenire, tutta l’umanità si sforzi massimamente, non risparmiandosi nel sacrificarsi per Me. Non è questo il segno che la vittoria è già Mia e il segno distintivo del completamento del Mio piano?

Più gli uomini dimoreranno negli ultimi giorni, più avvertiranno il vuoto del mondo e meno coraggio avranno per vivere la vita. Per questo motivo, innumerevoli persone sono morte nella delusione, innumerevoli altre sono state deluse nella loro ricerca e molte altre soffrono nell’essere manipolate nelle mani di Satana. Ne ho salvate e soccorse così tante e, così spesso, quando gli esseri umani hanno perso la luce, li ho riportati in un luogo di luce affinché potessero conoscerMi nella luce e goderMi nel cuore della felicità. Poiché la Mia luce splende, l’adorazione cresce nei cuori di coloro che dimorano nel Mio Regno, poiché Io sono un Dio amato dall’umanità, un Dio a cui l’umanità si aggrappa stringendo un profondo legame e il genere umano porta in sé un’impronta costante della Mia immagine. Ma, quando tutto è detto e fatto, nessuno comprende se è opera dello Spirito o una funzione della carne. Sperimentare accuratamente questo singolo aspetto nel corso della vita è di per sé sufficiente per l’uomo. Egli non Mi ha mai disprezzato nell’intimo del suo cuore; piuttosto, Mi rimane fedele nel profondo dello spirito. La Mia saggezza suscita la sua ammirazione, le meraviglie che compio sono una festa per i suoi occhi, le Mie parole lasciano di stucco la sua mente e, tuttavia, egli le desidera ardentemente. La Mia realtà rende l’uomo disorientato, sconcertato e perplesso e, tuttavia, egli desidera accettarla tutta. Non è precisamente la misura dell’uomo per com’è veramente?

Tratto dal capitolo 15 di “Parole di Dio all’intero universo”

Dio è in cielo ed anche sulla terra

I

Dio è concreto nel cuore degli uomini, quando Egli è sulla terra. In cielo, governa tutte le creature. Un tempo Dio ha percorso mari e monti, Si è sempre mosso dolcemente tra la razza umana.

II

Chi osa resistere in pubblico al Dio concreto Stesso? Chi osa sottrarsi al dominio dell'Onnipotente? Chi osa dire che Dio è in cielo al di là di ogni dubbio? E chi osa dire che Dio è sicuramente sulla terra? Nessun uomo può dire con certezza dove Dio realmente è. Nessun uomo può dire con certezza dove Dio è.

III

Quando è in cielo, Dio è soltanto l'Uno soprannaturale? Quando è sulla terra, Dio è soltanto l'Uno concreto? Il governo di Dio di tutte le cose e il Suo sperimentare le sofferenze dell'uomo, possono stabilire se Dio è il Dio concreto? Dio è in cielo, ma anche sulla terra. Dio è fra tutte le cose, e fra tutti gli uomini. Gli uomini possono essere in contatto con Dio ogni giorno, e gli uomini possono anche vedere Dio ogni giorno.

da "Seguire l'[email protected] cantare dei canti nuovi"

 

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati