La Parola quotidiana di Dio | “Solamente affrontando prove dolorose puoi conoscere l’amabilità di Dio” | Estratto 505

Quanto ami Dio esattamente? E quanto conosci esattamente tutto ciò che Egli ha operato in te? Queste sono le cose che dovresti sapere. Quando Dio arriva sulla terra, tutte le cose che ha compiuto nell’uomo e ciò che gli ha permesso di vedere, sono tali che l’uomo Lo amerà e Lo conoscerà veramente. Che l’uomo possa soffrire per Dio e che sia potuto arrivare fino a questo punto è dovuto, da un lato, all’amore di Dio e, dall’altro, alla Sua salvezza; inoltre, è dovuto all’opera di giudizio e di castigo che Dio ha compiuto nell’uomo. Se siete senza il giudizio, il castigo e le prove di Dio, e se Dio non vi ha fatto soffrire, allora, onestamente, non amate veramente Dio. Maggiore è l’opera di Dio nell’uomo, maggiore è la sofferenza dell’uomo, più è in grado di mostrare quanto l’opera di Dio sia significativa, e più il cuore dell’uomo è in grado di amarLo veramente. Come imparate in che modo amare Dio? Senza il tormento e l’affinamento, senza prove dolorose e se, per di più, tutto ciò che Dio ha dato all’uomo fosse grazia, amore e misericordia, riusciresti a raggiungere il vero amore di Dio? Da una parte, nelle prove di Dio l’uomo arriva a conoscere le sue mancanze e nota che è insignificante, misero e spregevole, che non ha nulla e non è nulla; dall’altra, nelle Sue prove Dio crea contesti diversi per l’uomo, che lo rendono più capace di sperimentare l’amabilità di Dio. Malgrado il dolore sia grande, a volte insormontabile, e raggiunga persino il livello di una pena opprimente, l’uomo provandolo vede quanto sia amabile l’opera di Dio in lui e soltanto su questa base nasce nell’uomo il vero amore verso Dio. Oggi l’uomo realizza che solo con la grazia, l’amore e la misericordia di Dio è incapace di conoscersi veramente, tantomeno è in grado di conoscere la propria essenza. Solamente attraverso l’affinamento e il giudizio di Dio, soltanto durante questo processo, puoi conoscere le tue mancanze e renderti conto che non hai nulla. Così l’amore dell’uomo verso Dio si costruisce sulla base della raffinazione e del giudizio di Dio. Se godi soltanto della grazia di Dio, con una vita familiare serena o con benedizioni materiali, allora non Lo hai guadagnato e la tua fede in Lui non può essere considerata valida. Dio ha già completato una fase dell’opera di grazia nella carne e ha già elargito benedizioni materiali all’uomo, ma l’uomo non può essere reso perfetto soltanto con la grazia, l’amore e la misericordia. Nelle sue esperienze l’uomo incontra parte dell’amore di Dio e vede il Suo amore e la Sua misericordia, eppure, dopo averli sperimentati per un periodo di tempo, l’uomo si rende conto che la grazia di Dio, il Suo amore e la Sua misericordia sono incapaci di renderlo perfetto, non sono in grado di rivelare ciò che è corrotto nell’uomo, né sono in grado di liberarlo dalla sua indole corrotta o di rendere perfetti il suo amore e la sua fede. L’opera della grazia di Dio è stata l’opera di un’epoca e l’uomo non può contare sul godimento della Sua grazia per conoscerLo.

Tratto da “Solamente affrontando prove dolorose puoi conoscere l’amabilità di Dio”

Solo attraverso le difficoltà e le prove puoi davvero amare Dio

Quanto ami Dio, oggi? Quanto sai di tutto quel che ha fatto in te? Impara queste cose. Quando Dio arriva sulla terra, quel che ha fatto nell’uomo e che all’uomo ha fatto poi vedere fa sì che questi ami Dio e Lo conosca davvero. L’uomo sa soffrire per Dio ed è arrivato a questo punto grazie all’amore di Dio e alla Sua salvezza, ma anche al giudizio e al castigo di Dio in lui. Se siete senza il giudizio, le prove e il castigo di Dio ed Egli non vi ha fatto soffrire, non Lo amate veramente. Tanto più grandi sono l’opera di Dio e la sofferenza nell’uomo, tanto più vedrete quanto significativa è l’opera di Dio e il cuore dell’uomo potrà amarLo. Come imparereste ad amare Dio senza affinamento e prove dolorose? Se Dio concedesse solo grazia e misericordia, sapreste forse amarLo davvero?

Quando Dio mette alla prova, l’uomo arriva a conoscere le proprie mancanze; si vede indegno, insignificante e misero, che non ha nulla e non è nulla. E, quando Dio mette alla prova, crea il contesto giusto perché l’uomo sperimenti la Sua amabilità.

Anche nel dolore grande e a volte insopportabile, fino alla pena opprimente, l’uomo vede l’amabilità dell’opera di Dio in lui. È solo così che nasce il vero amore per Dio nell’uomo. Se siete senza il giudizio, le prove e il castigo di Dio ed Egli non vi ha fatto soffrire, non Lo amate veramente. Tanto più grandi sono l’opera di Dio e la sofferenza nell’uomo, tanto più vedrete quanto significativa è l’opera di Dio e il cuore dell’uomo potrà amarLo. Come imparereste ad amare Dio senza affinamento e prove dolorose? Se Dio concedesse solo grazia e misericordia, sapreste forse amarLo davvero?

da “Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi”

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati