La Parola quotidiana di Dio | “Lavoro e ingresso (8)” | Estratto 195

Ho detto innumerevoli volte che l’opera di Dio degli ultimi giorni serve a trasformare lo spirito di ogni uomo, a trasformarne l’anima per riformare il suo cuore gravemente danneggiato dal trauma, salvando così la sua anima profondamente danneggiata dal male; serve a risvegliare lo spirito degli uomini, a scongelare il loro freddo cuore e recare loro ringiovanimento. Questa è la suprema volontà di Dio. Mettete da parte i discorsi sul livello di nobiltà o profondità della vita e delle esperienze dell’uomo; quando il cuore degli uomini si sarà risvegliato, quando gli uomini si saranno destati dai loro sogni e saranno del tutto consapevoli del danno inflitto dal gran dragone rosso, l’opera del ministero di Dio sarà compiuta. Il giorno in cui si compie l’opera di Dio è anche il giorno in cui l’uomo imbocca ufficialmente il corretto cammino della fede in Dio. In quel momento, il ministero di Dio sarà giunto alla fine: l’opera di Dio fattoSi carne sarà stata ultimata e l’uomo comincerà ufficialmente a svolgere il dovere che è tenuto a svolgere: espleterà il suo ministero. Sono queste le fasi dell’opera di Dio. Pertanto, dovreste andare alla ricerca della vostra strada per trovare l’ingresso a partire dalla conoscenza di queste cose. Non c’è altro che dobbiate comprendere. L’ingresso dell’uomo migliorerà solo quando saranno avvenuti cambiamenti profondi nel suo cuore, poiché l’opera di Dio consiste nella sua piena salvezza, la salvezza dell’uomo che è stato redento, che ancora vive sotto le forze delle tenebre e che non si è mai sollevato, da questo assembramento di demoni; si compie affinché gli uomini possano essere liberati da millenni di peccato ed essere amati da Dio, annientando il gran dragone rosso, fondando il Regno di Dio e affrettando il momento in cui il cuore di Dio potrà riposare; si compie per dar sfogo, senza riserve, all’odio che vi gonfia il petto, per estirpare quei germi ammuffiti, per permettervi di lasciare questa vita che non è diversa da quella di un bue o di un cavallo, per non essere più schiavi, per non essere più arbitrariamente calpestati o comandati a bacchetta dal gran dragone rosso; non apparterrete più a questa nazione fallita, non più all’odioso gran dragone rosso, non più ridotti da esso in schiavitù. Il covo dei demoni verrà sicuramente fatto a pezzi da Dio e voi sarete accanto a Dio: voi appartenete a Dio e non a questo impero di schiavi. Da molto Dio detesta questa società di tenebra fin nel midollo. Egli digrigna i denti, ansioso di mettere sotto i piedi questo malvagio, orribile vecchio serpente, così che non si possa mai più risollevare e non maltratti più l’uomo; Egli non perdonerà le azioni da esso compiute in passato, non tollererà l’inganno da esso perpetrato ai danni dell’uomo, e salderà il conto per ciascuno dei peccati da esso commessi di epoca in epoca; Dio non la farà passare liscia a questo caporione di tutti i malvagi, e lo annienterà completamente.

Tratto da “La Parola appare nella carne

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati