La Parola quotidiana di Dio | “Discorsi di Cristo al principio: Capitolo 108” | Estratto 223

Nel mondo, sono i terremoti a segnare l’inizio della catastrofe. Per prima cosa, Io faccio cambiare il mondo, vale a dire la terra, e poi seguono pestilenze e carestie. Questo è il Mio piano e queste sono le Mie fasi, e mobiliterò qualsiasi cosa affinché faccia al caso Mio per l’ultimazione del Mio piano di gestione. Pertanto l’intero universo mondo verrà distrutto, persino senza il Mio intervento diretto. Quando sono diventato carne per la prima volta e sono stato inchiodato alla croce, la terra ha tremato terribilmente, e sarà così quando giungerà la fine. I terremoti avranno inizio nel momento esatto in cui dalla carne farò ingresso nel regno spirituale. Dunque i figli primogeniti non soffriranno affatto del disastro, mentre chi non è nato primogenito verrà lasciato a soffrire tra un disastro e l’altro. Pertanto, dal punto di vista umano, tutti sono disposti a essere figli primogeniti. Nelle premonizioni degli uomini lo scopo non è godere delle benedizioni, ma scampare alla sofferenza provocata dal disastro. Questa è la macchinazione del gran dragone rosso, ma Io non gli permetterò mai di farla franca: farò in modo che patisca la Mia severa punizione e quindi che si alzi in piedi e Mi renda servizio (questo si riferisce al fatto di rendere completi i Miei figli e il Mio popolo). Farò in modo che sia per sempre ingannato dai suoi stessi complotti, che accetti per sempre il Mio giudizio e che sia bruciato per sempre da Me. È questo il vero significato di fare in modo che i servitori Mi lodino (utilizzarli per rivelare la Mia grande potenza). Non consentirò al gran dragone rosso di intrufolarsi nel Mio Regno e non gli concederò il diritto di lodarMi! (Perché non ne è degno, non ne sarà mai degno!). Farò solo in modo che il gran dragone rosso Mi renda servizio in eterno! Gli consentirò soltanto di prostrarsi davanti a Me. (Coloro che vengono distrutti sono più avvantaggiati di coloro che si trovano in uno stato di dannazione: la distruzione è solo una forma temporanea di severa punizione, mentre coloro che si trovano in uno stato di dannazione subiranno eternamente punizioni severe. Per questo uso la parola “prostrarsi”. Visto che queste persone si intrufolano nella Mia casa, godono di gran parte della Mia grazia e hanno una certa conoscenza di Me, ricorro a punizioni severe. Per quanto riguarda coloro che si trovano al di fuori della Mia casa, si potrebbe dire che gli ignoranti non soffriranno.) Secondo le loro nozioni, gli uomini ritengono che coloro che vengono distrutti siano in una condizione peggiore di coloro che si trovano in uno stato di dannazione ma, al contrario, questi ultimi devono essere puniti severamente per sempre e coloro che sono distrutti ritorneranno al nulla per tutta l’eternità.

da “La Parolaappare nella carne”

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp