Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Continuazione di La Parola appare nella carne (Selezioni)

Recital-latest-expression-2
Continuazione di La Parola appare nella carne (Selezioni)

Categorie

Discorsi-di-Cristo-degli-Ultimi-giorni
Discorsi di Cristo degli ultimi giorni (Selezioni)

Dio è la fonte di vita per tutte le cose (II)

Parte 4

2. Il cibo e le bevande quotidiane che Dio prepara per l’umanità

DimMi, c’è una cosa che Dio fa, sia essa grande o piccola, che non abbia un valore o un significato? Certo che no. Parliamone partendo da un problema di cui le persone parlano spesso: è nato prima l’uovo o la gallina? Come rispondete? La gallina è nata per prima, non c’è dubbio! Perché? Perché non potrebbe essere nato prima l’uovo? La gallina non nasce dall’uovo? Dalle uova che si schiudono nascono le galline e le galline covano le uova. Dopo che l’uovo è stato covato per 21 giorni nasce la gallina. Poi essa depone le uova, da cui nascono altre galline. Dunque, è nato prima l’uovo o la gallina? (La gallina.) Rispondete “la gallina” con sicurezza. Perché? (La Bibbia dice che Dio ha creato gli uccelli e gli animali.) Questa risposta si basa sulla Bibbia. Voglio che parliate delle vostre conoscenze per vedere se comprendete davvero le azioni di Dio. Siete certi della vostra risposta oppure no? (Perché tutte le cose create da Dio si rafforzano e si limitano a vicenda e dipendono l’una dall’altra. Dio ha creato la gallina, che è in grado di deporre le uova e la chioccia deve covarle. C’è una notevole necessità e praticità in tutto questo.) Alcuni fratelli e sorelle hanno riso. Perché non intervenite? (Dio ha creato la gallina, poi le ha dato la capacità di riprodurre la vita.) Quale capacità? (Quella di covare le uova e di far sì che la vita continui.) Ehm, questa spiegazione è proprio esatta. Qualcuno degli altri fratelli o sorelle ha un’opinione in merito? Prendete pure la parola e comunicate. Questa è la casa di Dio, la Chiesa. Se avete qualcosa da dire, ditelo. (Ecco cosa penso: Dio ha creato tutte le cose e tutto ciò che ha creato è buono e perfetto. La gallina è una creatura organica e ha la capacità di produrre e di covare le uova. Questo è perfetto. Pertanto, prima è nata la gallina e poi l’uovo. È questo l’ordine giusto.) (Prima la gallina e poi l’uovo.) Questo è sicuro. Non è un mistero molto profondo, ma le persone di tutto il mondo lo considerano tale e usano la filosofia per il loro ragionamento. Alla fine non sono ancora arrivate a una conclusione. È simile alla situazione in cui l’uomo non sa che la gallina è stata creata da Dio. Non conosce questo principio e non sa se debba nascere prima l’uovo o la gallina. Non ha le idee chiare sull’argomento, perciò non è in grado di trovare la risposta. Dunque diteMi: sarebbe dovuto nascere prima l’uovo o la gallina? È normale che nasca prima la gallina. Se l’uovo fosse nato prima della gallina, questo sì che sarebbe anomalo! La gallina è sicuramente nata prima. È una cosa molto semplice. Non richiede di essere particolarmente esperti. Dio ha creato tutto questo. La Sua intenzione iniziale era che l’uomo ne godesse. Una volta che esiste la gallina, l’uovo viene naturalmente. Non è ovvio? Se l’uovo fosse stato creato per primo, non avrebbe avuto comunque bisogno della gallina per essere covato? Creare direttamente la gallina è molto più facile. Così Dio ha proceduto in questo modo e la gallina ha potuto deporre le uova e anche covare i pulcini, mentre l’uomo ha potuto mangiare anche la carne di pollo. Non è comodissimo? Il modo in cui Dio fa le cose è conciso e tutt’altro che goffo. L’uovo ha anche un antenato: la gallina. Ciò che Dio ha creato era una cosa vivente! L’umanità corrotta è veramente assurda e ridicola, resta sempre aggrovigliata in queste cose semplici e alla fine si inventa persino un mucchio di credenze erronee e insensate. È così infantile! Il rapporto tra l’uovo e la gallina è chiaro: è nata prima la gallina. Questa è la spiegazione più corretta, il modo migliore per interpretare la questione e la risposta più precisa. È giusto.

All’inizio abbiamo parlato dell’ambiente di vita dell’umanità e di ciò che Dio ha fatto, predisposto e orchestrato per tale ambiente, oltre ai rapporti tra tutte le cose che Egli ha preparato per l’uomo e di come Si sia occupato di questi rapporti per impedire a tutte le cose di danneggiarlo. Dio ha anche dissolto i vari elementi portati da tutte le cose e gli influssi negativi che essi avevano sull’ambiente dell’uomo, ha permesso a tutte le cose di massimizzare la loro funzione, ha donato all’umanità un ambiente favorevole e ha reso benefico ogni elemento, consentendo agli uomini di adattarsi a un simile ambiente e di continuare normalmente il ciclo della vita e della riproduzione. Poi è arrivato il cibo necessario per il corpo umano: gli alimenti e le bevande quotidiani. Anche questa è una condizione necessaria per la sopravvivenza umana. Vale a dire che il corpo umano non può vivere soltanto respirando, disponendo solo della luce solare, del vento o di temperature adeguate. Gli uomini hanno anche bisogno di riempirsi lo stomaco. Anche le cose destinate a svolgere questa funzione sono state interamente preparate da Dio per l’umanità. È questa la fonte del cibo umano. Dopo aver visto questi prodotti ricchi e abbondanti le fonti degli alimenti e delle bevande dell’uomo, puoi dire che Dio è la fonte di approvvigionamento per l’umanità e per tutte le cose? Certamente. Se Egli avesse creato solo gli alberi e l’erba o solo varie cose viventi quando ha creato tutte le cose, e se gli uomini non avessero potuto cibarsene, sarebbero stati in grado di sopravvivere finora? E se le varie cose viventi e le piante tra tutte le cose che Dio ha creato fossero tutte destinate all’alimentazione dei bovini e degli ovini o delle zebre, dei cervi e di altri tipi di animali, per esempio, i leoni mangiano zebre e cervi, le tigri si nutrono di agnelli e di maiali, ma non ci fosse neppure una cosa commestibile per l’uomo? Funzionerebbe? No. Se così fosse, l’umanità non sarebbe stata in grado di continuare a sopravvivere. E se gli esseri umani mangiassero solo le foglie degli alberi? Funzionerebbe? Lo stomaco umano non riuscirebbe a sopportarlo. Non lo sai finché non provi ma, una volta che l’avrai fatto, te ne renderai conto molto bene. Potresti dunque mangiare l’erba preparata per i bovini e gli ovini? Potrebbe andare bene se ne assaggiassi solo un po’ ma, se continui a mangiarla per un lungo periodo, non durerai molto. Alcune cose sono commestibili per gli animali ma, se gli esseri umani se ne cibano, restano intossicati. Ci sono cose velenose che gli animali consumano senza alcuna conseguenza, ma gli esseri umani non possono fare lo stesso. Dio ha creato gli uomini, dunque Egli conosce perfettamente i principi e la struttura del corpo umano e ciò di cui le persone hanno bisogno. Conosce benissimo la composizione e il contenuto del corpo umano, ciò di cui necessita, il funzionamento degli organi interni deputati all’assimilazione, all’espulsione e al metabolismo. Le persone non hanno le idee chiare al riguardo e a volte consumano alimenti e integratori alla cieca. Esagerano con gli integratori e finiscono per causare uno squilibrio. Se mangi queste cose che Dio ha preparato per te e le consumi e le assapori normalmente, non avrai nulla che non va. Anche se ogni tanto sei di cattivo umore e hai un ristagno di sangue, non importa. Ti basta mangiare un certo tipo di pianta e il ristagno passerà. Dio ha predisposto tutte queste cose. Ai Suoi occhi l’uomo è molto al di sopra di ogni altra cosa vivente. Egli ha preparato gli ambienti di vita per tutti i tipi di piante, e cibo e ambienti di vita per tutte le specie di animali, ma soltanto i requisiti dell’ambiente di vita degli esseri umani sono molto severi e non ammettono negligenze. Altrimenti gli uomini non sarebbero in grado di continuare a svilupparsi, a riprodursi e a vivere normalmente. In cuor Suo, Dio lo sa benissimo. Quando ha fatto questa cosa, le ha attribuito più importanza che a qualunque altra. Forse non riesci a percepire l’importanza di alcune delle cose insignificanti che vedi e usi, o di qualcosa con cui sei nato e di cui puoi godere, ma Dio le aveva già preparate per te molto tempo fa. Egli ha eliminato e cancellato il più possibile tutti i fattori negativi che sono sfavorevoli all’umanità e che possono nuocere al corpo umano. Questo che cosa evidenzia? Questa volta mette in luce l’atteggiamento di Dio verso l’uomo quando l’ha creato? Quale è stato questo atteggiamento? Dio Si è mostrato serio e rigoroso e non ha tollerato l’interferenza di alcun fattore, di alcuna condizione o di alcuna forza nemica oltre a Sé Stesso. Questa volta, da questo puoi dedurre il Suo atteggiamento quando ha creato l’umanità e quando la gestisce. Qual è questo atteggiamento? Dall’ambiente di vita e di sopravvivenza di cui gli uomini godono, e dal cibo, dalle bevande e dalla soddisfazione delle esigenze quotidiane, deduciamo l’atteggiamento di Dio nell’assicurare la riproduzione e la vita del genere umano, la responsabilità che Egli ha nei suoi confronti e la Sua determinazione a salvarlo questa volta. Possiamo vedere l’autenticità di Dio attraverso queste cose? Possiamo vedere la Sua mirabilità? La Sua insondabilità? La Sua onnipotenza? Egli Si avvale semplicemente del Suo modo onnipotente e saggio di provvedere all’umanità intera e a tutte le cose.

A proposito, dopo che ho parlato così a lungo, siete in grado di dire che Dio è la fonte di vita per tutte le cose? (Sì.) Assolutamente! Non c’è dubbio. Il fatto che Egli provveda a tutte le cose basta per dimostrare che è la loro fonte di vita, perché è la fonte di approvvigionamento che ha permesso loro di esistere, di vivere, di riprodursi e di andare avanti. Oltre a Lui non ne esistono altre. Dio provvede all’esigenza di tutte le cose e dell’umanità, a prescindere che si tratti dei bisogni più elementari, di ciò di cui le persone necessitano ogni giorno o del dono della verità allo spirito degli uomini. Da tutti i punti di vista, quando si tratta dell’identità di Dio e della Sua condizione per l’umanità, solo Dio Stesso è la fonte di vita per tutte le cose. Questo è assolutamente certo. Dio è il Sovrano, il Padrone e l’Approvvigionatore di questo mondo materiale che le persone possono vedere con gli occhi e percepire. Non è questa l’identità di Dio per il genere umano? Certo che sì. Così, quando vedi gli uccelli volare nel cielo, dovresti sapere che Dio ha creato delle cose che sanno volare. Però ci sono cose viventi che nuotano nell’acqua e anch’esse sopravvivono in diversi modi. Gli alberi e le piante che vivono nel terreno germogliano in primavera, danno frutti, perdono le foglie in autunno e, dopo essere rimaste completamente spoglie, affrontano l’inverno. Questo è il loro modo di sopravvivere. Dio ha creato tutte le cose, ciascuna delle quali vive sotto diverse forme e in modi diversi e usa metodi differenti per mostrare la propria forza e forma di vita. A prescindere dal metodo, è tutto governato da Dio. Qual è lo scopo del governo di Dio su tutte le diverse forme di vita e su tutti gli esseri viventi? La sopravvivenza dell’umanità, forse? (Sì.) Egli controlla tutte le leggi della vita nell’interesse della sopravvivenza del genere umano. Ciò dimostra quanto essa sia importante per Lui. Ora riesci a capirlo?

Il fatto che gli esseri umani siano in grado di sopravvivere e di riprodursi normalmente è della massima importanza per Dio. Perciò Egli provvede costantemente a loro e a tutte le cose. Lo fa in diversi modi e, mentre preserva la sopravvivenza di tutte le cose, consente all’umanità di continuare a progredire per garantirne la normale esistenza. Questi sono i due aspetti che stiamo comunicando oggi. Quali sono? (Dalla macro prospettiva, Dio ha creato l’ambiente di vita per l’umanità. Questo è il primo aspetto. Inoltre, Egli ha preparato queste cose materiali di cui gli uomini hanno bisogno e che possono vedere e toccare.) Abbiamo comunicato il nostro argomento principale tramite questi due aspetti. Qual è questo argomento? (Dio è la fonte di vita per tutte le cose.) Ormai dovresti avere una certa comprensione del perché ho comunicato tale contenuto nell’ambito di questo argomento. C’è stata qualche discussione slegata dall’argomento principale? Nessuna, vero? Forse, dopo aver sentito queste cose, alcuni di voi potrebbero comprendere e intuire che queste parole sono molto importanti, ma altri potrebbero avere solo un po’ di comprensione letterale e l’impressione che esse non contino. Comunque le interpretiate ora, nel corso della vostra esperienza arriverà un giorno in cui la vostra comprensione raggiungerà un certo livello, cioè, quando la vostra conoscenza delle azioni di Dio e di Dio Stesso arriverà a un determinato grado, userete le vostre parole pratiche per rendere una testimonianza vera e profonda delle Sue azioni.

Credo che adesso la vostra comprensione sia ancora piuttosto semplice e letterale ma, dopo aver ascoltato la Mia comunicazione riguardo a questi due aspetti, siete almeno in grado di riconoscere i metodi che Dio usa per provvedere all’umanità o quali cose le dona? Avete un’idea e una comprensione di base? Ma questi due aspetti hanno a che fare con la Bibbia? (No.) Con il giudizio e il castigo di Dio nell’Età del Regno? (No.) Allora perché li ho comunicati? Forse perché le persone devono comprenderli per conoscere Dio? (Sì.) È indispensabile conoscerli e anche capirli. Non limitarti alla Bibbia né al giudizio e al castigo dell’uomo da parte di Dio per comprendere ogni cosa sul Suo conto. Perché sono uscito dall’ambito della comunicazione della Bibbia e ho sconfinato dalle parole di Dio nell’Età del Regno? Per informare le persone che Dio non è soltanto il Dio dei Suoi eletti. Attualmente tu Lo segui ed Egli è il tuo Dio, ma per coloro che non Lo seguono, è il loro Dio? È il Dio anche di coloro che non Lo seguono? (Sì.) Allora è il Dio di tutte le cose? (Sì.) Dunque svolge la Sua opera e compie le Sue azioni solo su coloro che Lo seguono? (No.) L’ambito della Sua opera è l’intero universo. Ragionando in piccolo, esso è costituito dall’umanità intera e da tutte le cose. Ragionando in grande, è formato dall’universo intero. Così possiamo dire che Dio svolge la Sua opera e compie le Sue azioni tra tutti gli uomini. Ciò basta per far conoscere alle persone ogni cosa di Dio Stesso. Se vuoi conoscerLo e arrivare veramente a capirLo e a comprenderLo, non limitarti alle tre fasi della Sua opera e alle storie riguardanti l’opera che Egli ha compiuto in passato. Se provi a conoscerLo in questo modo, Lo confini entro un certo limite. Lo consideri troppo insignificante. A quali influssi ti esporrebbero tali conseguenze? Non saresti mai in grado di conoscere la mirabilità e la supremazia di Dio, il potere, l’onnipotenza e la portata della Sua autorità. Una simile comprensione inciderebbe sulla tua capacità di accettare la verità secondo cui Dio è il Sovrano di tutte le cose e sulla tua conoscenza della Sua vera identità e condizione. In altre parole, se la tua comprensione di Dio ha una portata limitata, anche ciò che puoi ricevere è limitato. È per questa ragione che devi ampliare l’ambito e allargare i tuoi orizzonti. A prescindere che si tratti dell’ambito dell’opera di Dio, della Sua gestione e del Suo governo o di tutte le cose governate e gestite da Lui, devi arrivare a conoscere tutto quanto e a cogliere le Sue azioni. Tramite questo modo di comprendere, sentirai inconsciamente che Dio governa su tutte le cose, che le gestisce e che vi provvede. Allo stesso tempo sentirai anche chiaramente di essere una parte e un membro di tutte le cose. Poiché Dio provvede a tutte le cose, accetti anche il Suo governo e la Sua provvidenza. Questo è un fatto innegabile. Tutte le cose sono soggette alle proprie leggi, che sono sottoposte al governo di Dio e hanno la propria regola di sopravvivenza, a sua volta sottoposta al Suo governo, e il destino e le esigenze dell’umanità sono anch’esse strettamente legate al Suo governo e al Suo provvedere. È per questo motivo che, sotto il dominio e il governo di Dio, l’umanità e tutte le cose sono interconnesse, interdipendenti e intrecciate. Questo è lo scopo e il valore della creazione di tutte le cose da parte Sua. Ora lo comprendete? (Sì.) Se avete capito, finiamo qui la nostra comunicazione di oggi. Arrivederci!

00:00
00:00

0Risultato della ricerca