La Parola quotidiana di Dio | “Acquietare il cuore davanti a Dio” | Estratto 419

La Parola quotidiana di Dio | “Acquietare il cuore davanti a Dio” | Estratto 419

87 |05 Ottobre 2020

Nessuna azione è fondamentale al fine di accedere alle parole di Dio quanto acquietare il tuo cuore in Sua presenza. È una lezione che in questo momento tutti gli uomini hanno urgente bisogno di apprendere. Ecco i modi per entrare nella condizione di acquietare il proprio cuore davanti a Dio:

1. Allontana il tuo cuore dalle questioni esterne. Sii in pace dinanzi a Dio e dedica alla preghiera un’attenzione esclusiva.

2. Con il cuore in pace davanti a Dio nutriti e godi delle parole di Dio.

3. Pondera e contempla l’amore di Dio e medita in cuor tuo sulla Sua opera.

Comincia anzitutto dall’aspetto della preghiera. Prega con tutta la tua attenzione e in momenti prestabiliti. Indipendentemente dal fatto che tu possa avere poco tempo, essere indaffarato o da quello che ti capita, fai una consuetudine di pregare e nutrirti ogni giorno delle parole di Dio. Fintanto che ti nutri delle parole di Dio, proverai un grande godimento dello spirito indipendentemente da cos’hai intorno e resterai indisturbato dalle persone, gli eventi o le cose che ti circondano. Quando eserciti la consuetudine di contemplare Dio in cuor tuo, ciò che succede al di fuori non ti può infastidire. Questo è avere levatura. Inizia con la preghiera: pregare in silenzio davanti a Dio porta i migliori frutti. Fatto questo, nutriti delle parole di Dio, ricerca la luce contenuta nelle parole di Dio meditando su di esse, trova la via che conduce alla pratica, conosci lo scopo che Dio persegue nel pronunciare le Sue parole e comprendile senza discostartene. In genere dovrebbe risultarti normale riuscire ad avvicinarti a Dio nel cuore, a contemplare l’amore di Dio e meditare sulle Sue parole senza essere disturbato dalle cose esteriori. Quando il tuo cuore avrà raggiunto un certo grado di pace riuscirai a meditare silenziosamente e a contemplare l’amore di Dio dentro di te, avvicinandoti davvero a Lui indipendentemente da ciò che ti circonda, fino al punto in cui nel tuo cuore sgorgheranno le lodi; questo è meglio ancora della preghiera. A quel punto possiederai una certa levatura. Riuscire a raggiungere gli stati dell’essere appena descritti sarà la prova del fatto che il tuo cuore è davvero in pace davanti a Dio. Questa è la prima fondamentale lezione. Solo quando si riesce a essere in pace davanti a Dio si può essere toccati dallo Spirito Santo e riceverNe la luce e la rivelazione; e solo allora si riesce ad avere una autentica comunione con Dio oltre che a comprendere la Sua volontà e la guida dello Spirito Santo. Questo significa avere imboccato la retta via nella propria vita spirituale. Quando l’addestramento alla vita davanti a Dio raggiunge una certa profondità e si è in grado di rinunciare a se stessi, di disprezzare se stessi e di vivere nelle parole di Dio, il proprio cuore è davvero in pace davanti a Dio. Riuscire a disprezzare se stessi, maledire se stessi e rinunciare a se stessi è l’effetto conseguito dall’opera di Dio e non si può ottenere da soli. Pertanto, la pratica di acquietare il proprio cuore dinanzi a Dio è una lezione a cui si dovrebbe accedere immediatamente. Non solo alcuni non riescono a fare una consuetudine di essere in pace davanti a Dio: non riescono a acquietare il cuore davanti a Dio nemmeno pregando. Vuol dire essere troppo lontani dagli standard di Dio! Se il tuo cuore non riesce ad essere in pace davanti a Dio, puoi essere mosso dallo Spirito Santo? Se sei uno di quelli che non riescono a essere in pace davanti a Dio, tendi a essere distratto quando qualcuno ti passa accanto o gli altri parlano, e l’attività altrui rischia di sviare la tua attenzione, il che significa non vivere in presenza di Dio. Se il tuo cuore è realmente in pace davanti a Dio nulla di quanto accade nel mondo esterno può disturbarti e nessuna persona, evento o cosa distoglie la tua attenzione. Se hai accesso a questo, gli stati negativi e tutte le cose negative (nozioni umane, filosofie di vita, rapporti interpersonali anormali, idee, pensieri e via dicendo) svaniranno in modo naturale. Essendo tu sempre intento a meditare sulle parole di Dio ed essendo il tuo cuore in costante vicinanza a Dio e occupato dalle attuali parole di Dio, quelle cose negative ti scivoleranno via senza che tu te ne accorga. Quando sarai occupato da cose nuove e positive, le vecchie cose negative non troveranno spazio; dunque non prestare attenzione a quelle cose negative. Non devi fare alcuno sforzo per controllarle. Dovresti concentrarti sul fatto di essere in pace davanti a Dio, nutrirti delle Sue parole e goderne più che puoi, cantare a più non posso inni di lode a Dio e darGli l’opportunità di operare in te, perché in questo momento Dio desidera perfezionare gli uomini personalmente, e vuole guadagnare il tuo cuore; il Suo Spirito smuove il tuo cuore e se seguendo la guida dello Spirito Santo giungerai a vivere in presenza di Dio, Lo soddisferai. Se presterai attenzione al fatto di vivere nelle parole di Dio e ti dedicherai maggiormente alla condivisione sulla verità per guadagnare l’illuminazione e la rivelazione dello Spirito Santo, quelle nozioni religiose e la tua sicumera e presunzione scompariranno entrambe, e saprai come spenderti per Dio, come amarLo e soddisfarLo. E senza che tu te ne renda conto, le cose che sono estranee a Dio si dissiperanno del tutto dalla tua coscienza.

Tratto da “La Parola appare nella carne

Visualizza altri

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.

Rispondi

Condividi

Annulla