La Parola quotidiana di Dio: L'incarnazione | Estratto 132

18 Agosto 2020

Questa volta Dio viene a compiere l’opera non in un corpo spirituale ma in uno assai ordinario. Inoltre, non è soltanto il corpo della seconda incarnazione di Dio, ma anche il corpo attraverso cui Dio ritorna nella carne. È una carne assai ordinaria. Non puoi vedere nulla che Lo distingua dagli altri, ma puoi guadagnare da Lui verità mai udite in precedenza. Questa carne insignificante è ciò che personifica tutte le parole di verità provenienti da Dio, che intraprende l’opera di Dio negli ultimi giorni, e che esprime l’intera indole di Dio perché l’uomo comprenda. Non desideri intensamente vedere il Dio in cielo? Non desideri intensamente capire il Dio in cielo? Non desideri intensamente vedere la destinazione dell’umanità? Egli ti rivelerà tutti questi segreti che nessun uomo è mai stato in grado di rivelarti, e ti dirà anche delle verità che tu non capisci. Egli è la tua porta verso il Regno, la tua guida verso la nuova età. Una carne così ordinaria racchiude molti misteri insondabili. I Suoi atti ti risulteranno imperscrutabili, ma il fine dell’intera opera da Lui compiuta è sufficiente a farti capire che Egli non è semplice carne, come credono gli uomini. Egli, infatti, rappresenta la volontà di Dio nonché l’attenzione dimostrata da Dio verso l’umanità negli ultimi giorni. Anche se non puoi udire le Sue parole che sembrano scuotere i cieli e la terra né vedere i Suoi occhi come fiamme di fuoco, e anche se non puoi ricevere la disciplina della Sua verga di ferro, puoi comunque udire dalle Sue parole che Dio è iroso e sapere che Dio mostra compassione per l’umanità; puoi vedere l’indole giusta di Dio e la Sua sapienza e, inoltre, renderti conto della premura di Dio per l’intera umanità. L’opera di Dio negli ultimi giorni consiste nel consentire all’uomo di vedere il Dio in cielo che vive fra gli uomini in terra, e permettere all’uomo di conoscere, obbedire, riverire e amare Dio. Ecco perché è ritornato nella carne per una seconda volta. Sebbene ciò che l’uomo vede oggi sia un Dio che è uguale all’uomo, un Dio con un naso e due occhi e un Dio poco degno di nota, alla fine, Dio vi mostrerà che, se quest’uomo non esistesse, il cielo e la terra subirebbero una trasformazione spaventosa; se quest’uomo non esistesse, il cielo si oscurerebbe, la terra precipiterebbe nel caos e l’intera umanità vivrebbe fra carestie e pestilenze. Vi mostrerà che, se Dio incarnato non venisse a salvarvi negli ultimi giorni, Dio avrebbe da tempo distrutto l’intera umanità nell’inferno; se questa carne non esistesse, sareste per sempre arcipeccatori e cadaveri. Dovreste sapere che, se questa carne non esistesse, l’intera umanità affronterebbe un’inevitabile calamità e troverebbe impossibile sfuggire a una punizione ancor più severa che Dio le infligge negli ultimi giorni. Se questa carne ordinaria non fosse nata, tutti voi sareste in una condizione in cui supplichereste per la vita senza poter vivere e preghereste per la morte senza poter morire; se questa carne non esistesse, oggi non sareste in grado di guadagnare la verità e giungere davanti al trono di Dio, sareste, invece, puniti da Dio per via dei vostri gravi peccati. Sapevate che, se non fosse per il ritorno di Dio nella carne, nessuno avrebbe possibilità di salvezza, e che, se non fosse per la venuta di questa carne, Dio da tempo avrebbe posto fine alla vecchia età? Stando così le cose, potete ancora respingere la seconda incarnazione di Dio? Poiché potete trarre un così grande profitto da quest’uomo ordinario, perché non Lo accettate di buon grado?

Tratto da “La Parola appare nella carne

Ogni nazione adora Dio Onnipotente

L'opera di Dio negli ultimi giorni consente all'uomo di vedere il Dio del cielo vivere in terra, permette all'uomo di conoscerLo, di amarLo e venerarLo. Ecco perché Si è incarnato ancora.

Ciò che l'uomo vede oggi è un Dio uguale a sé; con un naso e due occhi, un Dio umile. Dio dimostrerà che, senza quest'uomo, il cielo e la terra sarebbero stati diversi. Senza Lui il cielo sarebbe offuscato, la terra nel caos, l'umanità fra carestie ed epidemie. Senza la salvezza di Dio l'uomo sarebbe un peccatore all'inferno, sareste tutti corpi senza vita. Alla fine, ogni nazione adorerà e ringrazierà questo uomo irrilevante e Lo seguirà, perché Lui ha donato la verità, la vita e la via per salvare l'umanità.

Senza quest'uomo, l'umanità affronterebbe una catastrofe e non potrebbe sfuggire alla punizione più severa di Dio; senza la nascita di quest'uomo ordinario, tutti voi sareste in un limbo, tra la vita e la morte; senza l'esistenza di quest'uomo, non sareste in grado di aver verità e di giungere davanti a Dio, sareste puniti per i vostri peccati. Alla fine, ogni nazione adorerà e ringrazierà questo uomo irrilevante e Lo seguirà, perché Lui ha donato la verità, la vita e la via per salvare l'umanità.

Se Dio non fosse tornato nella carne, nessuno avrebbe possibilità di salvezza (di salvezza). E se non fosse per l'avvento di questo uomo, l'era antica sarebbe finita da tempo (finita da tempo). È perché Dio vive nella carne che voi potete vivere ancora. Avete ottenuto questa buona sorte grazie alla venuta di quest'uomo ordinario. Alla fine, ogni nazione adorerà e ringrazierà questo uomo irrilevante e Lo seguirà, perché Lui ha donato la verità, la vita e la via per salvare l'umanità.

Lui riduce il conflitto tra Dio e uomo, li avvicina maggiormente, Lui comunica pensieri fra Dio e uomo, è Lui che ha portato maggior gloria a Dio. Perché Lui ha donato la verità, la vita e la via per salvare l'umanità. Non è forse degno di fiducia e adorazione? Non è forse adatto ad essere chiamato Cristo, espressione di Dio? Non è forse Lui che aiuta l'uomo a evitare ogni disastro, che è degno del tuo amore e di essere da te tenuto caro?

da "Seguire l'Agnello e cantare dei canti nuovi"

Visualizza altri

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Rispondi

Condividi

Annulla

Connettiti con noi su Messenger