Inno di Chiesa - Tempo

17 Novembre 2020

Un'anima solitaria ha viaggiato da lontano,

esplorando il futuro, cercando il passato,

lavorando duramente e inseguendo un sogno.

lavorando duramente e inseguendo un sogno.

Essa non sa da dove venga o dove vada.

Nata in lacrime e languendo nell'angoscia,

nata in lacrime e languendo nell'angoscia,

seppur calpestata, essa ancora resiste.

La Tua venuta mette fine a una triste vita alla deriva.

Io scorgo la speranza e accolgo la luce dell'alba.

Scruto nella distanza nebbiosa, vedo di sfuggita la Tua forma.

È la radiosità del Tuo volto.

Ieri vagavo in terra straniera, ma oggi ho ritrovato la via di casa.

Pieno di ferite, non sembro umano

e piango che la vita sia un sogno.

La Tua venuta mette fine a una triste vita alla deriva.

Non sono più sperduto, non vado più errando, ora sono nella mia casa.

Vedo la Tua tunica bianca e la radiosità del Tuo volto.

La Tua venuta mette fine a una triste vita alla deriva.

Non sono più sperduto, non vado più errando, ora sono nella mia casa.

Vedo la Tua tunica bianca e la radiosità del Tuo volto.

Molti cicli di rinascita, così tanti anni d'attesa,

ora l'Onnipotente è giunto.

L'anima solitaria ha trovato la sua strada e non è più triste.

Un sogno di migliaia di anni.

da "Seguire l'Agnello e cantare dei canti nuovi"

Arrangiatore: Ma Bin

Compositore: Fang Yuan

Direttori: En Ze, Chen Yu

Cantante: Zhang Ruiqi

Piano: Tian Na

#InnodiChiesa #canticoevangelico #musicacristiana #canzonedichiesa #musicadichiesa

Visualizza altri

Sei fortunatoad accederea questo sito Web,avrai l’opportunitàdi accogliere il Signoree trovare la viaper sbarazzarti della sofferenza. Vuoi guadagnare questa benedizione di Dio?

Altri tipi di video

Rispondi

Condividi

Annulla