La Parola quotidiana di Dio: L'ingresso nella vita | Estratto 417

Come si accede all’autentica preghiera?

Quando preghi, il tuo cuore dev’essere in pace dinanzi a Dio, e sincero. Sei in un’autentica comunione con Dio e stai pregando insieme a Lui: non devi cercare di lusingarLo ricorrendo a belle parole. La preghiera deve essere incentrata su ciò che Dio intende portare a compimento ora. ChiediGli di illuminarti di più, porta la tua vera condizione e i tuoi problemi in Sua presenza quando preghi, compreso il proponimento che hai fatto dinanzi a Lui. Pregare non è seguire una procedura, ma ricercare Dio con un cuore sincero. Chiedi a Dio di proteggere il tuo cuore, di far sì che sia spesso in pace davanti a Lui, che nell’ambiente in cui Egli ti ha collocato tu conosca te stesso, disprezzi te stesso e rinunci a te stesso, così da poter avere un rapporto normale con Dio e diventare davvero una persona che Lo ama.

Qual è il significato della preghiera?

La preghiera è uno dei modi in cui l’uomo coopera con Dio, è un mezzo tramite il quale l’uomo Lo invoca, ed è il processo mediante cui l’uomo viene toccato dallo Spirito di Dio. Si può dire che coloro i quali sono senza preghiera siano dei morti svuotati dello spirito, e questo dimostra che manca loro la facoltà di essere toccati da Dio. Senza preghiera sarebbe impossibile condurre una normale vita spirituale, e ancor meno tenersi al passo con l’opera dello Spirito Santo. Essere senza preghiera significa troncare il proprio rapporto con Dio, per cui sarebbe impossibile ottenere la Sua lode. Più un credente in Dio prega, ossia più è toccato da Lui, più è risoluto e in grado di ricevere nuova illuminazione da Dio. Ne consegue che questo tipo di persone possono essere perfezionate molto velocemente dallo Spirito Santo.

Quale effetto deve produrre la preghiera?

Sebbene gli uomini riescano a svolgere la pratica della preghiera e a comprenderne l’importanza, non è semplice far sì che la preghiera abbia un’efficacia. Pregare non vuol dire limitarsi a fare le cose in modo meccanico, seguire le procedure o recitare le parole di Dio. In altre parole, pregare non vuol dire ripetere certe parole a pappagallo e non vuol dire imitare gli altri. Nella preghiera bisogna raggiungere la condizione in cui il proprio cuore si consegna a Dio, in cui il proprio cuore viene aperto per poter essere toccato da Lui. Per poter essere efficaci, le tue preghiere devono basarsi sulla lettura delle parole di Dio. Solo se la preghiera si svolge all’interno delle parole di Dio si può ricevere una maggiore illuminazione. Le manifestazioni di una preghiera autentica sono: avere un cuore che anela a tutto ciò che Dio chiede, oltre a desiderare di compiere ciò che Egli vuole; detestare ciò che Dio detesta e poi, a partire da questo fondamento, ottenerne una parziale comprensione e avere una conoscenza abbastanza chiara delle verità spiegate da Dio. Dove ci sono risolutezza, fede, conoscenza e un cammino di pratica che segue la preghiera, solo allora si può parlare di autentica preghiera, e solo questo genere di preghiera può essere efficace. La preghiera va però fondata sul godimento delle parole di Dio, deve erigersi sul fondamento della comunione con Lui nelle Sue parole, e il cuore deve essere capace di cercare Dio e di entrare in pace davanti a Lui. La preghiera, quando è così, ha già raggiunto la fase della vera comunione con Dio.

Tratto da “La Parola appare nella carne

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati