La Parola quotidiana di Dio: L'indole di Dio e ciò che Egli ha ed è | Estratto 251

22 Agosto 2020

Dio Si è umiliato a un livello tale che compie la Sua opera in queste persone immonde e corrotte, e che perfeziona questo gruppo di persone. Dio non soltanto Si è fatto carne per vivere e mangiare tra gli uomini, per pascerli e per fornire loro ciò di cui hanno bisogno. Ciò che conta maggiormente è che compie la Sua poderosa opera di salvezza e conquista su questi uomini insopportabilmente corrotti. È arrivato al cuore del gran dragone rosso per salvare questi uomini sommamente corrotti affinché tutti gli uomini possano essere cambiati e rinnovati. Le immense avversità che Egli affronta non sono soltanto le avversità affrontate dal Dio incarnato, ma soprattutto il fatto che lo Spirito di Dio patisca un’estrema umiliazione: Si rende umile e Si nasconde al punto da divenire una persona comune. Dio Si è incarnato e ha assunto la forma della carne affinché gli uomini vedano che ha una normale vita umana e normali bisogni umani. Questo è sufficiente a dimostrare che Dio Si è reso umile in grande misura. Lo Spirito di Dio Si realizza nella carne. Sebbene il Suo Spirito sia così elevato e grande, Egli assume la forma di un essere umano comune, di un uomo insignificante per compiere l’opera del Suo Spirito. La levatura, la comprensione, il senno, l’umanità e la vita di ognuno di voi dimostrano che siete proprio indegni di accettare una simile opera di Dio. Siete veramente indegni nel lasciare che Dio sopporti simili avversità per voi. Dio è così grande. Egli è così supremo, e gli uomini sono così meschini; eppure, Egli opera comunque su di loro. Non solo Si è incarnato per provvedere agli uomini, per parlare agli uomini, ma addirittura vive insieme a loro. Dio è così umile, così amabile.

Tratto da “La Parola appare nella carne

La fede in Dio è cercare di conoscere Dio

A prescindere da ciò che tu cerchi, tutto ha lo stesso fine: esser perfezionato da Dio, sperimentarNe la parola, per soddisfare il Suo cuore e per scoprir la Sua bellezza. È per cercare un sentiero in una reale esperienza, per poterti sbarazzare della tua indole ribelle. Sia che cerchi da Dio la perfezione o di rendere a Lui testimonianza, tu lo fai per conoscerLo, affinché la Sua opera in te non sia inutile e alla fine per conoscere la realtà di Dio e la Sua grandezza, ma soprattutto la Sua umiltà e segretezza e la grande opera che Egli compie in te.

A prescindere da ciò che tu cerchi, tutto ha lo stesso fine: che tu possa raggiungere un normale stato dentro te, conformarti del tutto alla volontà di Dio, per diventar corretto e avere giusta motivazione in tutto ciò che fai. La ragione di tutte queste cose è conoscere Dio e ottener crescita di vita. Sia che cerchi da Dio la perfezione o di rendere a Lui testimonianza, tu lo fai per conoscerLo, affinché la Sua opera in te non sia inutile e alla fine per conoscere la realtà di Dio e la Sua grandezza, ma soprattutto la Sua umiltà e segretezza e la grande opera che Egli compie in te.

Sebbene tu sperimenti la parola di Dio, ossia dei fatti reali, persone, le cose e le questioni del tuo ambiente, alla fine sai conoscere Dio e sei in grado di esser perfezionato da Lui. Sia che cerchi da Dio la perfezione o di rendere a Lui testimonianza, tu lo fai per conoscerLo, affinché la Sua opera in te non sia inutile e alla fine per conoscere la realtà di Dio e la Sua grandezza, ma soprattutto la Sua umiltà e segretezza e la grande opera che Egli compie in te.

da "Seguire l'Agnello e cantare dei canti nuovi"

Visualizza altri

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Rispondi

Condividi

Annulla

Connettiti con noi su Messenger