La Parola quotidiana di Dio: L'ingresso nella vita | Estratto 418

Ecco le nozioni fondamentali sulla preghiera:

1. Non dire acriticamente quello che ti viene in mente. Nel tuo cuore deve esserci un fardello, ossia devi avere un obiettivo quando preghi.

2. La preghiera deve contenere le parole di Dio; deve essere fondata sulle parole di Dio.

3. Quando preghi non devi tornare su questioni superate. Le tue preghiere devono riguardare le parole attuali di Dio e raccontare a Dio i tuoi pensieri più intimi.

4. La preghiera di gruppo deve ruotare attorno a un centro, che è necessariamente l’opera attuale dello Spirito Santo.

5. Tutti devono imparare a rivolgere preghiere di intercessione. È anche un modo di mostrare rispetto per la volontà di Dio.

La vita di preghiera personale si basa sulla comprensione del senso della preghiera e su una conoscenza di base della stessa. Nella vita di ogni giorno, prega spesso per i tuoi difetti, prega affinché si operi un cambiamento nella tua indole di vita, e prega sulla base della tua conoscenza delle parole di Dio. Ciascuno dovrebbe costruire una propria vita di preghiera, pregare per conoscere le parole di Dio, e pregare per cercare la conoscenza dell’opera di Dio. Metti a nudo davanti a Dio la tua situazione personale e sii autentico, senza curarti del modo in cui preghi; il punto è raggiungere un’autentica comprensione e acquisire un’autentica esperienza delle parole di Dio. Chi cerca l’ingresso nella vita spirituale deve saper pregare in molti modi. Preghiera silenziosa, meditazione sulle parole di Dio, arrivare a conoscere l’opera di Dio: sono tutti esempi del lavoro mirato di condivisione spirituale il cui scopo è ottenere l’ingresso nella vita spirituale normale, la quale migliora incessantemente gli stati dell’uomo dinanzi a Dio e spinge a progredire sempre più nella vita. In poche parole, tutto ciò che fai, che sia nutrirti delle parole di Dio, pregare silenziosamente o declamare ad alta voce, è finalizzato a metterti nella condizione di vedere chiaramente le parole di Dio, la Sua opera, e ciò che Egli desidera conseguire in te. Cosa ancora più importante, tutto ciò che fai è allo scopo di raggiungere i livelli che Dio richiede ed elevare la tua vita a nuove altezze. Il minimo che Dio richieda all’uomo è di riuscire ad aprirGli il proprio cuore. Se l’uomo affida a Dio il proprio cuore autentico dicendo cos’ha davvero dentro di esso, Dio è disposto a operare in lui. Ciò che Dio desidera non è il cuore contorto dell’uomo, ma un cuore puro e onesto. Se l’uomo non parla a Dio dal cuore, Dio non gli tocca il cuore né opera in lui. L’elemento cruciale della preghiera consiste pertanto nel parlare a Dio dal cuore, rivelandoGli i propri difetti o la propria indole ribelle, aprendosi completamente a Lui. Solo allora Dio Si interesserà alle tue preghiere, altrimenti ti nasconderà il Suo volto. Il criterio minimo per pregare è che tu sappia mantenere in pace il cuore dinanzi a Dio senza che esso si discosti da Lui. In questa fase può darsi che tu non acquisisca un discernimento nuovo o superiore, e allora usa la preghiera per mantenere lo status quo: non devi regredire. È il minimo che tu possa raggiungere. Se non riesci a raggiungere nemmeno questo, è la prova che la tua vita spirituale non è sulla strada giusta. Di conseguenza non riuscirai a tenere fede alla visione avuta in origine, perderai la fede in Dio e la tua determinazione inevitabilmente si dissolverà. Un segno del fatto che tu sia o meno entrato nella vita spirituale è dato dal vedere se le tue preghiere siano o meno sulla strada giusta. Tutti devono entrare in questa realtà; tutti devono compiere l’opera di allenamento alla preghiera in modo consapevole, non attendendo passivamente ma cercando in modo consapevole di essere toccati dallo Spirito Santo. Solo allora saranno persone che ricercano veramente Dio.

Quando cominci a pregare, non strafare sperando di ottenere tutto in un sol colpo. Non puoi avere pretese stravaganti e aspettarti di essere toccato dallo Spirito Santo non appena aprirai bocca o di ricevere l’illuminazione, o di essere inondato dalla grazia di Dio. Non è così che funziona: Dio non fa cose sovrannaturali. Egli risponde alle preghiere degli esseri umani a Suo tempo e a volte mette alla prova la tua fede per vedere se sei leale nei Suoi confronti. Quando preghi devi avere fede, perseveranza e determinazione. La maggior parte delle persone, quando cominciano ad allenarsi alla preghiera, si scoraggiano perché non vengono toccate dallo Spirito Santo. Così non va bene! Devi essere perseverante, devi concentrarti sul fatto di essere commosso dallo Spirito Santo, sulla ricerca e l’esplorazione. In certi casi può essere che il cammino della tua pratica sia sbagliato; altre volte le tue motivazioni e nozioni personali potrebbero non reggere dinanzi a Dio, con il risultato che il Suo Spirito non riesce a toccarti. Altre volte ancora, Dio cerca di capire se sei o meno fedele. In poche parole, questo allenamento prevede il pagamento di un prezzo più alto. Se ti accorgi di stare deviando dal cammino della tua pratica, puoi cambiare modo di pregare. Fintanto che porterai avanti la tua ricerca con cuore sincero, finché sarai desideroso di ricevere, lo Spirito Santo ti porterà certamente in questa realtà. Certe volte preghi con cuore sincero ma non ti senti particolarmente toccato. In momenti come questi devi confidare nella fede, nel fatto che Dio veglia sulle tue preghiere; devi avere perseveranza nelle preghiere.

Sii una persona onesta; prega Dio affinché ti liberi dell’inganno che hai nel cuore. Purificati sempre attraverso la preghiera, sii toccato dallo Spirito di Dio attraverso la preghiera, e la tua indole poco alla volta cambierà. La vera vita spirituale è una vita di preghiera, è una vita toccata dallo Spirito Santo. Il processo tramite cui si è toccati dallo Spirito Santo è il processo della trasformazione dell’indole umana. Una vita che non è toccata dallo Spirito Santo non è una vita spirituale, ma una vita di solo rituale religioso. Solo chi è spesso toccato dallo Spirito Santo e illuminato da Lui ha fatto ingresso nella vita spirituale. L’indole dell’uomo cambia costantemente in seguito alla preghiera. Più l’uomo è toccato dallo Spirito di Dio, più diventa intraprendente e obbediente. Perciò anche il suo cuore a poco a poco si purifica, e la sua indole gradualmente cambia. È questo l’effetto della preghiera autentica.

Tratto da “La Parola appare nella carne

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati