La Parola quotidiana di Dio | “L’esperienza” | Estratto 450

Se non conosci in alcun modo l’opera di Dio, non puoi sapere come collaborare con Lui. Se non conosci i principi dell’opera di Dio e non sei consapevole di come Satana lavori sull’uomo, non troverai la via della pratica. Semplicemente perseguire con zelo non ti permetterà di raggiungere i risultati che Dio esige. Sperimentare in questo modo è simile allo sperimentare di Lorenzo: non fare nessuna distinzione e concentrarsi solo sull’esperienza, del tutto ignari di cosa siano il lavoro di Satana o l’opera dello Spirito Santo, dello stato in cui si trova l’uomo senza la presenza di Dio e del genere di persone che Dio vuole perfezionare. Quali principi adottare a seconda di chi si ha davanti, come cogliere la volontà di Dio nel presente, come conoscere l’indole di Dio e sapere quali persone, circostanze e età siano oggetto della misericordia, della maestà e della giustizia di Dio: queste sono tutte cose su cui l’uomo non ha alcun discernimento. Se non si hanno molteplici visioni a fondamento delle proprie esperienze, la vita è fuori discussione, e ancor di più l’esperienza; si può solo continuare a subire stoltamente e a sopportare ogni cosa. È molto difficile perfezionare gli uomini di questo stampo. Si può affermare che la mancanza in te anche solo di una delle visioni menzionate sia la schiacciante prova che sei un cretino, sei come una statua di sale che si erge immobile in Israele. Gli uomini di questo genere sono inutili, buoni a nulla! C’è chi si sottomette ciecamente, sa sempre chi è e di fronte a nuove situazioni ricorre invariabilmente allo stesso modo di comportarsi, o si appella alla “saggezza” per affrontare questioni futili che non vale nemmeno la pena di menzionare. Queste persone sono prive di discernimento ed è come se rassegnarsi ad essere vittime appartenesse alla loro natura. Sono sempre uguali, invariabili: stolti privi di qualsiasi traccia di discernimento. Non si sforzano mai di adeguare le loro misure a persone o circostanze diverse. Sono privi di esperienza. Ho visto persone talmente prese dalla conoscenza di sé che chinano il capo confessando i loro peccati quando hanno a che vedere con individui posseduti dal lavoro degli spiriti malvagi, troppo deboli per opporvisi e condannarli, mentre quando si trovano in presenza dell’indubbia opera dello Spirito Santo non osano obbedire: convinti che anche gli spiriti malvagi siano nelle mani di Dio, non hanno il benché minimo coraggio di opporre resistenza. Queste persone recano disonore a Dio, e sono del tutto incapaci di portare un pesante fardello per Lui. Gli stolti come loro non fanno distinzioni di sorta. Ecco perché questo modo di sperimentare va eliminato, poiché è insostenibile agli occhi di Dio.

Tratto da “La Parola appare nella carne

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp