Discorsi di Cristo degli ultimi giorni (Selezioni)

Contenuti

Come conoscere la realtà

Dio è il Dio della realtà: tutta la Sua opera è reale, tutte le parole che Egli pronuncia sono reali e tutte le verità che Egli esprime sono reali. Tutto ciò che non è la Sua parola è vuoto, inesistente e malsano. Oggi, lo Spirito Santo ha il compito di guidare le persone dentro la parola di Dio. Se le persone perseguono l’ingresso nella realtà, allora devono cercare la realtà e conoscere la realtà, dopo di che devono sperimentare la realtà e vivere la realtà. Più la gente conosce la realtà, più è in grado di dire se le parole degli altri sono reali; più la gente conosce la realtà, meno concezioni ha; più la gente sperimenta la realtà, più conosce le opere del Dio della realtà, più è facile che abbandoni la propria corrotta e satanica indole; più la gente possiede la realtà, più conosce Dio e più detesta la carne e ama la verità; più la gente possiede la realtà, più si avvicina ai requisiti richiesti da Dio. Le persone che vengono guadagnate da Dio, sono coloro che sono in possesso della realtà e conoscono la realtà; coloro che vengono guadagnati da Dio, hanno imparato a conoscere le opere reali di Dio attraverso l’esperienza della realtà. Più cooperi effettivamente con Dio e disciplini il tuo corpo, più acquisirai l’opera dello Spirito Santo, tanto più otterrai la realtà e sarai illuminato da Dio – e quindi maggiore sarà la conoscenza delle opere reali di Dio. Se sei in grado di vivere alla luce attuale dello Spirito Santo, l’attuale percorso da praticare ti sarà più chiaro e sarai più in grado di allontanarti da concezioni religiose e vecchie pratiche del passato. Oggi la realtà è il punto focale: più realtà la gente possiede, più sarà chiara la sua conoscenza della verità e maggiore sarà è la sua comprensione della volontà di Dio. La realtà può superare tutte le norme e le dottrine, può superare ogni teoria e competenze, e più le persone si concentrano sulla realtà, più ameranno sinceramente Dio e avranno fame e sete delle Sue parole. Se ti concentri sempre sulla realtà, la tua filosofia di vita, le concezioni religiose e il carattere naturale saranno naturalmente eliminati attraverso l’opera di Dio. Coloro che non perseguono la realtà e non hanno alcuna conoscenza della realtà, sono più facilmente attratti da ciò che è soprannaturale e saranno facilmente ingannati. Lo Spirito Santo non ha modo di lavorare in queste persone, e così esse si sentono vuote e le loro vite non hanno alcun significato.

Lo Spirito Santo può funzionare in te solo quando effettivamente ti alleni, ricerchi realmente, preghi realmente e sei disposto a soffrire per amore della ricerca della verità. Coloro che non cercano la verità non hanno altro che norme e dottrine e la vuota teoria, e coloro che sono senza la verità hanno naturalmente molte concezioni riguardo a Dio. Persone come queste desiderano unicamente che Dio trasformi il loro corpo fisico in un corpo spirituale, in modo che possano tornare al terzo cielo. Che stoltezza! Tutti coloro che dicono queste cose non hanno alcuna conoscenza di Dio, o della realtà; persone come queste non possono assolutamente collaborare con Dio e possono solo aspettare passivamente. Se lo scopo è che le persone capiscano la verità e vedano chiaramente la verità e se, inoltre, devono entrare nella verità e metterla in pratica, devono effettivamente allenarsi, effettivamente cercare ed essere effettivamente affamati e assetati. Quando hai fame e sete e quando effettivamente cooperi con Dio, lo Spirito di Dio sicuramente ti toccherà e lavorerà dentro di te, il che ti darà una maggiore illuminazione e una maggiore conoscenza della realtà e sarà di maggiore aiuto per la tua vita.

Se le persone devono conoscere Dio, è necessario che prima sappiano che Dio è il Dio pratico e che conoscano le parole di Dio, l’apparizione reale di Dio nella carne e l’effettiva opera di Dio. Solo dopo aver preso conoscenza del fatto che tutta l’opera di Dio è reale sarai in grado di collaborare effettivamente con Dio e solo attraverso questo percorso sarai in grado di far crescere la vita. Tutti coloro che non hanno alcuna conoscenza della realtà non hanno modo di sperimentare le parole di Dio, sono intrappolati nelle loro concezioni, vivono nella loro immaginazione e, pertanto, non hanno alcuna conoscenza delle parole di Dio. Maggiore è la tua conoscenza della realtà, più sei vicino a Dio e più sei intimo con Lui; più cerchi la vaghezza, l’astrazione e la dottrina, più ti allontanerai da Dio e quindi più sentirai che sperimentare le parole di Dio è faticoso e difficile, più sarai incapace di entrare. Se desideri entrare nella realtà delle parole di Dio e percorrere la strada giusta della tua vita spirituale, è necessario che tu conosca la realtà e che prenda le distanze dalle cose vaghe e soprannaturali, vale a dire, in primo luogo è necessario che tu comprenda come lo Spirito Santo effettivamente illumina e guida dall’interno. In questo modo, se riesci veramente a cogliere l’effettiva opera dello Spirito Santo in te, sei sulla strada giusta per essere reso perfetto da Dio.

Oggi, tutto comincia dalla realtà. L’opera di Dio è la più reale e può essere tangibile per le persone; è ciò che le persone possono sperimentare e realizzare. Nelle persone c’è molto di vago e di soprannaturale, e ciò impedisce loro di conoscere l’attuale opera di Dio. Così, nelle loro esperienze esse deviano sempre e si sentono sempre in difficoltà e tutto ciò è causato dalle loro concezioni. Le persone non sono in grado di cogliere i princìpi dell’opera dello Spirito Santo, non conoscono la realtà e quindi sono sempre negative nel loro percorso di ingresso. Guardano le richieste di Dio da lontano, incapaci di soddisfarle; si limitano a vedere che le parole di Dio sono davvero buone, ma non riescono a trovare il percorso di ingresso. Lo Spirito Santo opera secondo questo principio: attraverso la cooperazione delle persone, attraverso il fatto che, attivamente, preghino, cerchino e si avvicinino a Dio, è possibile ottenere dei risultati e le persone possono essere ispirate e illuminate dallo Spirito Santo. Non che lo Spirito Santo o l’uomo agiscano unilateralmente. Entrambi sono indispensabili e tanto più le persone collaborano e perseguono il raggiungimento del livello dei requisiti richiesti da Dio, maggiore è il lavoro dello Spirito Santo. Solo la reale cooperazione delle persone, unita all’opera dello Spirito Santo, è in grado di produrre esperienze reali e la conoscenza sostanziale delle parole di Dio. Gradualmente, attraverso questo tipo di esperienza viene infine generata una persona perfetta. Dio non compie cose soprannaturali; nelle concezioni della gente, Dio è onnipotente e tutto è fatto da Dio – con il risultato che la gente aspetta passivamente, non legge le parole di Dio né prega, bensì si limita a attendere il tocco dello Spirito Santo. Chi ha una corretta comprensione, tuttavia, crede questo: le azioni di Dio possono spingersi solo fin dove c’è la mia collaborazione, e l’effetto che l’opera di Dio ha in me dipende da come collaboro. Quando Dio parla, devo fare tutto il possibile per ricercare e tendere verso le parole di Dio; questo è quello che dovrei realizzare.

Tra Pietro e Paolo, potete vedere chiaramente che era Pietro colui che poneva più attenzione alla realtà. Dalla vita di Pietro, si può capire che le sue esperienze si basavano sulle lezioni di coloro che avevano fallito in passato e che egli aveva fatto suoi i punti di forza dei santi che lo avevano preceduto – e da questo si può notare quanto le esperienze di Pietro fossero reali e tali da consentire alle persone di toccarle con mano, ed essere in grado di realizzarle e che esse fossero ottenibili dalle persone. Paolo, invece, era diverso: tutto ciò di cui parlava era vago e invisibile, trattando di cose come andare al terzo cielo, l’ascesa al trono e la corona di giustizia. Egli si concentrava su ciò che era esteriore: sulla condizione e il rimproverare la gente, sul far valere la propria anzianità, l’essere stato toccato dallo Spirito Santo e così via. Nulla di ciò che perseguiva era reale, e in gran parte frutto della fantasia, così ci rendiamo conto di come tutto ciò sia soprannaturale – come ad esempio in che misura lo Spirito Santo tocca le persone, la grande gioia che esse provano, andare al terzo cielo, o formarsi regolarmente e goderne in una certa misura, leggere le parole di Dio e goderne in una certa misura – nulla di tutto questo è reale. Tutta l’opera dello Spirito Santo è normale e reale. Quando leggi le parole di Dio e preghi, dentro di te sei luminoso e fermo, il mondo esterno non può interferire con te, dentro di te sei disposto ad amare Dio, sei disposto ad impegnarti in cose positive e detesti il mondo del male; questo è vivere in Dio e non è, come si dice, un gran divertimento – questi discorsi non sono reali. Oggi, tutto comincia dalla realtà. Tutto ciò che Dio fa è reale e nelle tue esperienze dovresti prestare attenzione a conoscere realmente Dio e cercare le orme dell’opera di Dio e il mezzo con cui lo Spirito Santo tocca e illumina le persone. Se mangi e bevi le parole di Dio e preghi e cooperi in un modo più reale, assimilando ciò che era buono e rifiutando ciò che era male dei tempi passati, come fece Pietro, se ascolti con le tue orecchie e osservi con i tuoi occhi e preghi spesso e mediti nel tuo cuore e fai tutto il possibile per collaborare con l’opera di Dio, allora Dio sicuramente ti guiderà.