Coloro che obbediscono a Dio con cuore sincero saranno certamente guadagnati da Lui

L’opera dello Spirito Santo cambia di giorno in giorno. Sale più in alto a ogni passo e la rivelazione di domani sarà superiore a quella di oggi, innalzandosi sempre più, un gradino alla volta. Così è l’opera mediante la quale Dio perfeziona l’uomo. Chi non riesce a tenere il passo potrebbe essere cacciato in qualsiasi momento. Chi è privo di un cuore obbediente non sarà in grado di seguire fino all’ultimo. L’età precedente è passata; ci troviamo in un’età nuova, e in un’età nuova deve essere svolta un’opera nuova. Soprattutto nell’età conclusiva, quella che vedrà il perfezionamento dell’uomo, Dio svolgerà una nuova opera, e lo farà con più celerità. Ecco perché, se il loro cuore è privo di obbedienza, gli uomini avranno difficoltà a seguire le orme di Dio. Dio non Si attiene ad alcuna regola, né considera immutabili le fasi della Sua opera. Al contrario: l’opera che svolge è sempre più nuova e elevata. Ad ogni fase, essa diventa sempre più pratica, allineandosi sempre più alle reali esigenze dell’uomo. Gli uomini potranno raggiungere la trasformazione definitiva della loro indole solo dopo aver sperimentato quest’opera. La conoscenza che l’uomo ha della vita raggiunge livelli sempre più elevati, e l’opera di Dio altrettanto. Solo in questo modo l’uomo può essere portato a perfezione e diventare idoneo all’uso che Dio intende farne. Da un lato Dio opera in questo modo per confutare e ribaltare le concezioni dell’uomo, dall’altro invece lo fa per condurre l’uomo in uno stato più elevato e più realistico, nel più alto regno della fede in Dio, così che in ultimo possa essere fatta la volontà di Dio. Questa fase della celere e incessante opera di Dio determinerà l’espulsione di quanti sono disobbedienti di natura e oppongono intenzionalmente resistenza; solo chi è intenzionato a obbedire e si umilia di buon grado può procedere fino al termine fine del cammino. In questo tipo di opera dovreste imparare tutti come sottomettervi e accantonare le vostre nozioni. Dovete essere cauti ad ogni passo. Se sarete avventati, ingrosserete senz’altro le file di coloro che sono disdegnati dallo Spirito Santo, di coloro che intralciano l’opera di Dio. Prima che l’uomo fosse sottoposto a questa fase dell’opera, le sue regole e leggi del passato erano così innumerevoli che si è fatto prendere la mano, diventando presuntuoso e indecoroso. Questi sono tutti ostacoli che impediscono all’uomo di accettare la nuova opera di Dio; sono i nemici della sua conoscenza di Dio. Per gli uomini è pericoloso non avere in cuor loro né l’obbedienza né la brama di verità. Se ti sottometti solo a un’opera e a parole che sono semplici senza riuscire ad accettare nulla di più profondo, significa che sei uno che si aggrappa alle vecchie abitudini e non riesce a tenere il passo con l’opera dello Spirito Santo. L’opera svolta da Dio cambia da un periodo all’altro. Se dimostrerai una grande obbedienza all’opera di Dio in una fase, ma nella successiva avrai una scarsa obbedienza o sarai incapace di obbedienza, Dio ti abbandonerà. Se starai al passo con Dio mentre Egli salirà questo gradino, dovrai continuare a tenere il passo anche quando salirà il successivo. Solo allora si potrà dire che tu sia obbediente nei confronti dello Spirito Santo. Dal momento che credi in Dio, devi mantenerti costante nell’obbedire. Non puoi limitarti a farlo quando ti gira per poi disobbedire quando non ti va. Dio non apprezza questo modo di obbedire. Se non riesci a stare al passo con la nuova opera che Io condivido e continui a restare aggrappato a quanto detto in precedenza, come potrà esserci un avanzamento nella tua vita? L’opera di Dio deve nutrirti attraverso la Sua parola. Quando obbedirai e accetterai la Sua parola, lo Spirito Santo opererà certamente in te. Il modo in cui opera lo Spirito Santo corrisponde esattamente a ciò che dico: fa’ ciò che dico e lo Spirito Santo opererà prontamente in te. Io accendo una nuova luce perché la contempliate, portandovi nella luce del presente, e quando porrai piede in questa luce lo Spirito Santo opererà immediatamente in te. Alcuni potrebbero essere riottosi, dicendo: “Non ho intenzione di fare come dici Tu”. In tal caso ti dico che ormai sei giunto alla fine della strada. Ti sei inaridito e non hai più vita. Pertanto, nello sperimentare la trasformazione della tua indole, nulla è più cruciale di tenersi al passo con la luce attuale. Lo Spirito Santo opera non solo in alcuni uomini di cui si serve Dio, ma anche nella Chiesa. Potrebbe operare in chiunque. Potrebbe operare in te in questo momento, sicché tu sperimenterai quest’opera. Nel periodo successivo potrebbe compierla in qualcun altro. In tal caso devi affrettarti a seguire; più segui da vicino la luce attuale, più la tua vita può crescere. Qualunque genere di persona uno sia, se in lui opera lo Spirito Santo opera, devi seguire. Vivi di persona le sue esperienze e riceverai cose ancor più elevate. In tal modo progredirai ancora più velocemente. Questo è il cammino che conduce al perfezionamento dell’uomo e il modo in cui la vita cresce. Il cammino verso il perfezionamento si raggiunge attraverso l’obbedienza all’opera dello Spirito Santo. Non sai attraverso quale tipo di persona Dio opererà per perfezionarti, e neppure attraverso quale persona, evento o cosa Egli ti permetterà di guadagnare o comprendere delle cose. Se riesci a imboccare questa retta via, significa che puoi ben sperare di essere perfezionato da Dio. Se non ci riesci, significa che ti aspetta un futuro di desolazione, privo di luce. Una volta imboccata la retta via, guadagnerai la rivelazione in tutte le cose. Non importa cosa lo Spirito Santo riveli agli altri; se procederai sulla base della loro conoscenza per sperimentare personalmente, questa esperienza diventerà parte della tua vita e potrai servirtene per nutrire altre persone. Coloro che nutrono gli altri ripetendo parole a pappagallo sono uomini che non hanno avuto esperienze; prima di poter cominciare a parlare della tua esperienza e conoscenza devi imparare a trovare, attraverso la rivelazione e l’illuminazione altrui, un percorso che conduca alla pratica. La tua vita ne trarrà maggiore beneficio. Devi fare esperienza in questo modo, obbedendo a tutto ciò che viene da Dio. Devi cercare la volontà di Dio in tutte le cose e apprendere le lezioni che sono insite in tutte le cose affinché la tua vita possa crescere. È praticando così che si ottengono i progressi più veloci.

Lo Spirito Santo ti illumina attraverso le tue esperienze pratiche e ti perfeziona attraverso la fede. Sei veramente disposto a essere perfezionato? Se sei veramente disposto a essere perfezionato da Dio, avrai il coraggio di mettere da parte la carne, riuscirai a mettere in atto le parole di Dio e non sarai passivo o debole. Riuscirai a obbedire a tutto ciò che viene da Dio e tutte le tue azioni, che siano compiute in pubblico o in privato, saranno presentabili a Dio. Se sei una persona onesta e pratichi la verità in tutte le cose, sarai portato a perfezione. Gli uomini subdoli che agiscono in un modo davanti agli altri e in un altro alle loro spalle, non sono disposti a essere perfezionati. Sono tutti figli della perdizione e della distruzione; appartengono non a Dio, ma a Satana. Non sono il tipo di uomini prescelti da Dio! Se le tue azioni e il tuo comportamento non possono essere presentati al cospetto di Dio o giudicati dallo Spirito di Dio, è la prova del fatto che c’è qualcosa di sbagliato in te. Solo accettando il giudizio e il castigo di Dio e dando importanza alla trasformazione della tua indole sarai in grado di mettere piede sulla via che conduce al perfezionamento. Se davvero desideri essere portato a perfezione da Dio e fare la Sua volontà, devi obbedire a tutta l’opera di Dio, senza una sola parola di lamentela, senza avere la presunzione di valutarla o giudicarla. Sono questi i minimi requisiti per essere portati a perfezione da Dio. Il requisito necessario per coloro che cercano di essere perfezionati da Dio è questo: agire in tutte le cose con un cuore che ama Dio. Cosa significa “agire con un cuore che ama Dio”? Significa che tutte le tue azioni e il tuo comportamento sono presentabili al cospetto di Dio. E siccome le tue intenzioni sono giuste, indipendentemente dal fatto che le tue azioni siano giuste o sbagliate, non temi di mostrarle a Dio o ai tuoi fratelli e sorelle e hai il coraggio di fare un giuramento dinanzi a Dio. Devi presentare al cospetto di Dio ogni tua intenzione, ogni tuo pensiero e idea affinché Egli li esamini. Se praticherai e intraprenderai questo cammino, il progredire della tua vita sarà rapido.

Poiché credi in Dio, devi porre fede in tutte le parole di Dio e in tutta la Sua opera. In altre parole, poiché credi in Dio devi obbedirGli. Se non ci riesci, non importa se tu creda o meno in Dio. Se credi in Dio da molti anni ma non Gli hai mai obbedito e non accetti la totalità delle Sue parole, e Gli chiedi invece di sottometterSi a te e agire secondo le tue nozioni, sei tra tutti il più ribelle e un miscredente. Come possono obbedire all’opera e alle parole di Dio le persone che non sono conformi alle nozioni di uomo? I più ribelli in assoluto sono coloro i quali intenzionalmente sfidano e resistono a Dio. Sono i nemici di Dio, gli anticristi. Il loro è sempre un atteggiamento di ostilità verso la nuova opera di Dio; non hanno mai avuto la minima intenzione di sottomettersi e non hanno mai obbedito volentieri né umiliato sé stessi. Esaltano sé stessi di fronte agli altri senza mai dare segno di remissività. Davanti a Dio si considerano i migliori nel predicare la Parola e i più competenti nell’operare sugli altri. Non rinunciano mai ai “tesori” in loro possesso, trattandoli invece come cimeli di famiglia da adorare, su cui concionare, e li usano per fare predicozzi a quegli sciocchi che li idolatrano. In effetti c’è un certo numero di queste persone nella Chiesa. Li si potrebbe definire gli “indomiti eroi” che, generazione dopo generazione, soggiornano nella casa di Dio. Ritengono che predicare la parola (la dottrina) sia il loro dovere più alto. Un anno dopo l’altro e una generazione dopo l’altra, si adoperano con vigore per imporre il loro “sacro e inviolabile” dovere. Nessuno osa toccarli; non uno osa rimproverarli apertamente. Diventano i “re” nella casa di Dio e tiranneggiano gli altri attraverso i secoli con prepotenza. Questo branco di demoni cerca di unire le forze e demolire la Mia opera; come posso permettere a quei diavoli viventi di esistere davanti ai Miei occhi? Neppure coloro che obbediscono solo a metà possono proseguire fino alla fine, e tanto meno questi tiranni che non hanno nel cuore la benché minima traccia di obbedienza! Non è facile per l’uomo guadagnare l’opera di Dio. Pur profondendo tutta la forza di cui è capace può ottenerne solo una parte, che alla fine gli consente di essere portato a perfezione. Che dire poi dei figli dell’arcangelo che cercano di distruggere l’opera di Dio? Non hanno ancora meno speranza di essere guadagnati da Dio? Il Mio obiettivo nel compiere l’opera di conquista non è solo la conquista in sé e per sé, ma conquistare per rivelare la giustizia e l’ingiustizia, ottenere le prove per la punizione dell’uomo, condannare i malvagi e, inoltre, conquistare al fine di portare a perfezione coloro i quali obbediscono di buon grado. Alla fine, tutti saranno separati in base al genere di persona a cui appartengono, e verranno portati a perfezione coloro i cui pensieri e idee sono colmi di obbedienza. È questa l’opera che verrà portata a compimento in ultimo. Invece, coloro i quali invariabilmente agiscono in modo ribelle saranno puniti e mandati a bruciare tra le fiamme, oggetto di eterna maledizione. Quando arriverà quel momento, quei “grandi e indomiti eroi” delle età precedenti diventeranno i “deboli e impotenti codardi” più vili e disprezzati. Solo questo può illustrare ogni aspetto della giustizia di Dio e la Sua indole che non tollera alcuna offesa da parte dell’uomo, e solo questo può placare l’odio nel Mio cuore. Non convenite che sia del tutto ragionevole?

Non tutti coloro che sperimentano l’opera dello Spirito Santo possono ricevere la vita, e neppure tutti quelli che si trovano in questa corrente. La vita non è una proprietà comune condivisa da tutta l’umanità, e non tutti sono in grado di raggiungere facilmente dei cambiamenti dell’indole. La sottomissione all’opera di Dio deve essere tangibile e reale, e deve essere vissuta. Una sottomissione di facciata non è meritevole della lode di Dio, e limitarsi a obbedire agli aspetti superficiali della parola di Dio senza cercare una trasformazione della propria indole non è in sintonia con il Suo cuore. L’obbedienza a Dio e la sottomissione all’opera di Dio sono una sola cosa. Coloro che si sottomettono solo a Dio, ma non alla Sua opera, non possono essere considerati obbedienti, e tanto meno coloro che non si sottomettono davvero e sono manifestamente degli adulatori. Quanti si sottomettono davvero a Dio sono tutti in grado di guadagnare dall’opera e di arrivare a comprendere l’indole e l’opera di Dio. Solo loro Gli si sottomettono in modo autentico. Riescono a guadagnare nuove conoscenze dall’opera nuova e a sperimentare nuovi cambiamenti. Solo loro ottengono la lode di Dio, solo loro vengono portati a perfezione, e sono gli unici la cui indole è cambiata. Dio loda quanti si sottomettono di buon grado a Lui di buon grado e alla Sua parola e opera. Solo queste persone sono nel giusto; solo loro vogliono sinceramente Dio e Lo cercano sinceramente. Quanto a coloro i quali si limitano a parlare della loro fede in Dio ma nel profondo Lo maledicono, sono persone che si mascherano, che recano il veleno della serpe; sono tra tutti i più insidiosi. Presto o tardi a questi farabutti verrà strappata la loro ignobile maschera. Non è forse l’opera che si sta attuando oggi? I malvagi saranno sempre malvagi e non potranno mai sfuggire al giorno della punizione. I buoni saranno sempre buoni e saranno rivelati quando l’opera giungerà al termine. Nessuno dei malvagi sarà considerato giusto, né alcuno dei giusti sarà ritenuto malvagio. Permetterei mai che anche un solo uomo fosse accusato ingiustamente?

Con il progredire della tua vita, devi sempre avere un nuovo ingresso e un discernimento nuovo e più elevato, che si fa più profondo a ogni passo. È a questo che tutta l’umanità dovrebbe accedere. Attraverso la condivisione, l’ascolto dei sermoni, la lettura della parola di Dio o il trattare un argomento otterrai un nuovo discernimento e una nuova rivelazione, e non vivrai nel rispetto delle vecchie regole e dei tempi antichi. Vivrai sempre nella nuova luce e non ti allontanerai dalla parola di Dio. Ecco cosa significa intraprendere la retta via. Non basta pagare un prezzo sul piano superficiale. Giorno dopo giorno, la parola di Dio entra in una dimensione più elevata e appaiono nuove cose, e anche l’uomo deve fare un nuovo ingresso ogni giorno. Parlando, Dio porta a compimento tutto ciò che ha detto, e se non riesci a tenere il passo rimarrai indietro. Devi andare più a fondo nelle tue preghiere; non puoi nutrirti della parola di Dio in modo intermittente. Approfondisci le rivelazioni che ricevi, e le tue nozioni e fantasie per forza di cose, un po’ alla volta, non potranno che scemare. Devi anche rafforzare il tuo giudizio, e in qualunque cosa ti imbatta devi avere una tua opinione e vederla dal tuo punto di vista. Comprendendo alcune cose nello spirito, devi acquisire discernimento riguardo alle cose esteriori e afferrare il nocciolo di ogni questione. Se non disponi di tali mezzi, come farai a guidare la Chiesa? Se parli solo di lettere e dottrine prive di attinenza con la realtà e di un modo per praticare, riuscirai a tirare avanti solo per un breve periodo di tempo. È forse accettabile quando ci si rivolge a dei nuovi credenti, ma dopo qualche tempo, quando avranno avuto esperienze concrete, non sarai più in grado di nutrirli. Come puoi dunque essere idoneo a essere utilizzato da Dio? Non puoi operare senza una nuova illuminazione. Coloro i quali sono sprovvisti di una nuova illuminazione sono coloro i quali che non sanno come sperimentare, persone che non acquisiscono mai nuove conoscenze o esperienze. E quanto a fornire la vita, non potranno mai assolvere la loro funzione, né diventare idonei a essere utilizzati da Dio. Gli uomini di questo tipo sono dei buoni a nulla, nient’altro che perdigiorno. In verità sono del tutto incapaci di adempiere la propria funzione nell’opera e sono tutti buoni a nulla. Non solo non riescono a svolgere la propria funzione, ma infliggono alla Chiesa pesanti e inutili tensioni. Esorto questi “venerabili anziani” ad affrettarsi a lasciare la Chiesa, così che gli altri non siano più costretti a rispettarti. Questi uomini non hanno alcuna comprensione della nuova opera e sono infarciti di nozioni. Non svolgono alcuna funzione nella Chiesa, e invece seminano zizzania e diffondono negatività ovunque, al punto di abbandonarsi a ogni genere di scorrettezze arrecando fastidio nei modi più svariati alla Chiesa, e questo loro modo di fare confonde e sconcerta coloro che mancano di discernimento. Questi diavoli viventi, questi spiriti maligni, dovrebbero lasciare la Chiesa il prima possibile, per evitare che essa subisca danni a causa loro. Magari non temi l’opera di oggi, ma non hai paura della giusta punizione di domani? C’è un gran numero di persone nella Chiesa che sono scroccone, e un gran numero di lupi che cercano di intralciare la normale opera di Dio. Queste bestie sono tutte demoni inviati dal re demonio, lupi malevoli che cercano di divorare gli agnelli ignari. Se non verranno espulsi, questi cosiddetti uomini diventeranno parassiti della Chiesa, tignole che divorano le offerte. Presto o tardi giungerà il giorno in cui questi vermi spregevoli, ignoranti, vili e ripugnanti saranno puniti!

Pagina precedente: Dio perfeziona coloro che sono in sintonia con il Suo cuore

Pagina successiva: L’Età del Regno è l’Età della Parola

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Lavoro e ingresso (2)

La vostra opera e il vostro ingresso sono alquanto scarsi; l’uomo non attribuisce importanza all’opera, ed è ancor più approssimativo per...

L’esperienza

Le esperienze di Pietro si sono svolte tra mille prove. Gli uomini di oggi, pur essendo a conoscenza del termine “prova”, non hanno...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro