262 Guadagno così tanto dal giudizio e dal castigo di Dio

I

Dio, quando mi tratti con gentilezza

provo conforto e piacere,

e quando mi castighi

la gioia e il conforto aumentano.

Seppur io sia debole e sopporti un dolore indicibile,

seppur io pianga e sia triste,

sai che la mia tristezza deriva

dalla mia debolezza e disobbedienza.

Non posso soddisfare le Tue richieste e il Tuo volere,

provo rimorso e sofferenza.

Farò tutto ciò che posso

per compiacerTi e raggiungere questo regno.

Sono protetto dal Tuo castigo:

è la miglior salvezza che abbia ricevuto.

Il Tuo giudizio eclissa la pazienza.

Mi aiuta a goder della Tua grazia.

Oggi vedo che il Tuo amore

trascende il cielo, supera tutto.

Il Tuo amore non è solo pietà,

è castigo ed è giudizio.

Entrambi mi hanno dato tanto.

Senza di essi, nessuno può essere purificato

né avere esperienza dell’amore del Creatore.

Sono protetto dal Tuo castigo:

è la miglior salvezza che abbia ricevuto.

Il Tuo giudizio eclissa la pazienza.

Mi aiuta a goder della Tua grazia.

Sono protetto dal Tuo castigo:

è la miglior salvezza che abbia ricevuto.

Il Tuo giudizio eclissa la pazienza.

Mi aiuta a goder della Tua grazia.

Mi aiuta a goder della Tua grazia.

Pagina precedente: 261 Voglio dedicare tutta la mia vita a Dio

Pagina successiva: 263 Ho visto l’amore di Dio nel castigo e nel giudizio

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

210 Come cercare le orme di Dio

ⅠPer trovare le orme di Dio,dobbiamo cercare la Sua volontà,cercar le parole e i discorsi di Dio.Dove ci son le Sue nuove parole,là c’è la...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger