2. In precedenza i pastori predicavano spesso che quando fosse venuto il Signore saremmo stati rapiti e innalzati al cielo prima delle catastrofi, ma ora vediamo catastrofi di ogni genere colpire la terra e noi non siamo stati rapiti. Secondo i pastori, il fatto che non siamo stati rapiti significa che il Signore non è ancora ritornato, che il Signore Si manifesterà a noi tra le catastrofi e noi saremo rapiti e innalzati al cielo durante tali catastrofi. Non capisco: saremo rapiti prima o durante le catastrofi?

Risposta:

Sulla questione dei credenti che verranno innalzati quando verrà il Signore, molti pastori e commentatori della Bibbia hanno stabilito che il Signore verrà e i credenti saranno innalzati prima del verificarsi delle catastrofi. Oggi però le grandi catastrofi sono arrivate e le persone del mondo religioso non sono state innalzate; questo ha confuso molti e su tale argomento i pastori religiosi dicono: “Il fatto che non siamo stati innalzati prima delle catastrofi indica che il Signore non è venuto prima delle catastrofi. Noi asseriamo che il Signore sicuramente Si manifesterà a noi durante le catastrofi, perciò aspetteremo di essere innalzati durante le catastrofi”. Questa è l’argomentazione più diffusa nella religione. Queste opinioni sono giuste? Hanno fondamento nelle parole di Dio? Possibile che, non essendo state innalzate le persone del mondo religioso prima delle catastrofi e non avendo esse visto il Signore venire su una nube bianca, questo dimostri che il Signore non è venuto? Quando il Signore Gesù Si manifestò e compì la Sua opera, i sommi sacerdoti, gli scribi e i farisei dell’ebraismo non Lo riconobbero e negarono la Sua manifestazione e la Sua opera; non accolsero il Messia, perciò dissero che ancora non era venuto. Gli attuali pastori religiosi non stanno forse commettendo lo stesso errore dei farisei di tanti anni fa? Non interpretano forse in modo errato la Bibbia quando stabiliscono arbitrariamente quando verrà il Signore in base a uno o due versetti delle Sacre Scritture? Oggi, poiché le catastrofi sono già arrivate, il Signore in effetti non è giunto pubblicamente su una nube bianca: questo è un dato di fatto. Però abbiamo visto che in Oriente alcuni testimoniano la manifestazione e l’opera di Dio Onnipotente, testimoniano e diffondono tutte le verità espresse da Dio Onnipotente e, come una grande luce, si sono rapidamente diffusi dall’Oriente in tutto l’Occidente, provocando una veemente repressione e una persecuzione da parte del regime del PCC e gettando scompiglio in tutto il mondo. Davvero nessuno del mondo religioso sa vedere questo dato di fatto? In tal modo si avvera con precisione la profezia del Signore Gesù: “Infatti, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo” (Matteo 24:27).

Che il Signore Si manifesti e compia la Sua opera prima delle catastrofi è indubitabile. Nel libro dell’Apocalisse è detto: “All’angelo della chiesa di Filadelfia scrivi: queste cose dice il Santo, il Veritiero, colui che ha la chiave di Davide, colui che apre e nessuno chiude, che chiude e nessuno apre: ‘Io conosco le tue opere. Ecco, ti ho posto davanti una porta aperta, che nessuno può chiudere, perché, pur avendo poca forza, hai serbato la mia parola e non hai rinnegato il mio nome. Ecco, ti do alcuni della sinagoga di Satana, i quali dicono di essere Giudei e non lo sono, ma mentono; ecco, io li farò venire a prostrarsi ai tuoi piedi per riconoscere che io ti ho amato. Siccome hai osservato la mia esortazione alla costanza, anch’io ti preserverò dall’ora della tentazione che sta per venire sul mondo intero, per mettere alla prova gli abitanti della terra. Io vengo presto; tieni fermamente quello che hai, perché nessuno ti tolga la tua corona. Chi vince io lo porrò come colonna nel tempio del mio Dio, ed egli non ne uscirà mai più; scriverò su di lui il nome del mio Dio e il nome della città del mio Dio (la nuova Gerusalemme che scende dal cielo da presso il mio Dio) e il mio nuovo nome’” (Apocalisse 3:7-12). Queste parole si sono tutte avverate. Durante gli ultimi giorni la Chiesa di Filadelfia è la Chiesa che viene innalzata prima delle catastrofi, e tutti coloro che vengono innalzati sono coloro che si presentano dinanzi a Dio perché hanno letto molti discorsi di Dio Onnipotente e hanno udito la Sua voce. In tal modo si avverano le parole di Dio: “Verso mezzanotte si levò un grido: ‘Ecco Lo sposo, uscitegli incontro!’” (Matteo 25:6). “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce e Io le conosco, ed esse Mi seguono” (Giovanni 10:27). “Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me” (Apocalisse 3:20). Queste persone che accolgono Dio Onnipotente si nutrono ogni giorno delle parole di Dio e siedono al banchetto di nozze dell’Agnello. Tutti coloro che amano e ricercano la verità hanno sperimentato il giudizio, il castigo, le prove e l’affinamento da parte di Dio e sono stati resi vincitori: sono le vergini savie che accolgono il Signore. Coloro che si rifiutano di accogliere Dio Onnipotente, invece, sono le vergini stolte; non riconoscono la voce di Dio, hanno sprecato l’occasione di accogliere l’avvento del Signore e così vengono abbandonati e precipitati nelle catastrofi. Ma quando cominciano ad abbattersi le catastrofi alcuni in mezzo a tali catastrofi odono la voce di Dio, contemplano la testimonianza della manifestazione e dell’opera di Dio Onnipotente e Lo accolgono. Oggi molte persone religiose stanno esaminando l’opera di Dio Onnipotente, riconoscono che le parole di Dio Onnipotente sono la voce di Dio e sempre più persone accolgono Dio Onnipotente. Sono coloro che vengono innalzati durante le catastrofi.

Pagina precedente: 1. Dice la Bibbia: “Poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre con il Signore” (1 Tessalonicesi 4:17). Noi crediamo che quando il Signore arriverà verremo rapiti e innalzati sulle nuvole del cielo a incontrarLo. Voi testimoniate che il Signore è ritornato, e allora perché non siamo stati rapiti?

Pagina successiva: 1. Voi dite che dobbiamo accogliere l’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni, poiché soltanto allora la nostra indole satanica sarà purificata e trasformata e soltanto allora entreremo nel regno di Dio. Allora, come richiede il Signore, noi siamo umili e tolleranti, amiamo i nostri nemici, portiamo la nostra croce, discipliniamo il nostro corpo, rinunciamo alle cose mondane, lavoriamo e predichiamo per il Signore e così via. Non sono forse tutti cambiamenti che si sono verificati in noi? State forse dicendo che questo non basta per entrare nel regno dei cieli? Io credo che se continuiamo a impegnarci in questo modo diventeremo santi ed entreremo nel regno dei cieli.

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger