L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno (Selezioni)

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

Domanda: Ciò che avete appena detto mi ha permesso di capire che la nostra speranza nel ritorno del Signore e nel fatto di essere portati via derivava in realtà solo dalle idee e delle invenzioni dell’uomo. Abbiamo già tradito gravemente le parole del Signore. Detto questo, ora in che modo dovremmo attendere il ritorno del Signore e di essere portati via? Potreste parlarcene un po’ più in dettaglio?

Risposta: Le speranze dei santi di essere portati in cielo si basano principalmente sulle parole del Signore Gesù: “Io vo a prepararvi un luogo; e quando sarò andato e v’avrò preparato un luogo, tornerò, e v’accoglierò presso di me, affinché dove son io, siate anche voi” (Giovanni 14:2-3). Noi interpretiamo le parole del Signore Gesù in base alle nostre idee e alle nostre invenzioni. Pensiamo che, siccome il Signore Gesù è asceso in cielo su una nuvola, il luogo che il Signore ha preparato per l’umanità debba essere in cielo. Per questo, abbiamo atteso che il Signore Gesù ritorni e ci porti in cielo. In più, teniamo in particolare considerazione le parole di Paolo: “Poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insieme con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore” (1 Tessalonicesi 4:17). Per questo motivo, abbiamo iniziato a sperare che il Signore ci innalzasse in cielo al Suo ritorno. Ogni persona ha una comprensione diversa dell’essere portati in cielo. La maggior parte della gente pensa che quando il Signore ritornerà, innalzerà i santi in cielo per incontrarLo. Da molti anni attendiamo speranzosi questo tipo di evento. Ebbene, che cosa significa in realtà essere innalzati? La maggior parte della gente non ha le idee chiare in proposito. Il mistero dei santi che vengono portati in cielo è stato rivelato solo dopo l’arrivo di Dio Onnipotente. Dio Onnipotente dice: “‘Essere rapiti’ non significa essere portati da un luogo basso a uno alto come immaginano le persone. È un errore madornale. Essere rapiti implica la Mia predestinazione e selezione. Riguarda tutti coloro che ho predestinato e selezionato. […] Ciò è assolutamente incompatibile con le nozioni degli uomini. Coloro che avranno una parte nella Mia casa in futuro sono tutte persone che sono state rapite dinanzi a Me. Ciò è assolutamente vero, immutabile e non può essere confutato da nessuno. Questo è il contrattacco contro Satana. Chiunque Io abbia predestinato verrà rapito dinanzi a Me” (“Il centoquattresimo discorso” in La Parola appare nella carne). Le parole di Dio Onnipotente sono molto chiare. “Essere rapiti” non significa ciò che pensiamo, ossia essere portati in aria da terra per incontrare il Signore nelle nuvole. Né significa essere portati in cielo. Significa che quando Dio ritornerà sulla terra per proferire le Sue parole e svolgere la Sua opera, sentiremo la voce di Dio e riusciremo a seguirLo e a obbedire alla Sua opera negli ultimi giorni. Questo è il vero significato dell’essere portati davanti al trono di Dio. Tutti quelli che sanno distinguere la voce del Signore, trovare la verità nelle parole di Dio Onnipotente, accettare la verità e ritornare a Dio Onnipotente sono le vergini sagge. Sono l’oro, argento e le pietre preziose che sono stati “rubati” dal Signore e restituiti alla Sua casa perché sono tutti di buona qualità e possono comprendere e accettare la verità. Sanno riconoscere la voce di Dio. Sono coloro che sono stati realmente portati via. Sono i vincitori che saranno resi tali quando Dio svolgerà la Sua opera mentre discenderà in segreto sulla terra negli ultimi giorni. Da quando Dio Onnipotente ha iniziato la Sua opera degli ultimi giorni, sempre più persone che hanno una vera sete della venuta di Dio hanno riconosciuto la Sua voce nelle parole di Dio Onnipotente. Una dopo l’altra hanno accettato l’opera di Dio di giudizio negli ultimi giorni. Sono state portate davanti al trono di Dio per incontrarsi con Lui faccia a faccia e hanno accettato la provvigione e il nutrimento delle Sue parole. Hanno ottenuto la vera conoscenza di Dio. La loro indole corrotta è stata purificata e sono riuscite a vivere la realtà della verità nelle parole di Dio. Hanno già ottenuto l’abbondante salvezza di Dio. Esse sono già state rese vincitrici prima dell’arrivo delle grandi catastrofi. Sono state guadagnate da Dio come primizie. Coloro che non rinunciano alle loro concezioni e invenzioni e attendono ciecamente il ritorno del Signore che li porterà in cielo, coloro che rifiutano l’opera di Dio di giudizio negli ultimi giorni sono le vergini stolte. Sono quelli che saranno rifiutati da Dio. Sono destinati a soffrire durante i disastri. Piangeranno e digrigneranno i denti. Non ci sono dubbi.

dal copione del film “Il risveglio dal sogno”

Pagina precedente:Domanda 7: Se non accettiamo l’opera di giudizio di Dio Onnipotente, possiamo veramente fare la volontà del Padre celeste? Possiamo veramente entrare nel Regno dei Cieli?

Pagina successiva:Domanda : Credo che se siamo fedeli al nome del Signore Gesù e alla via del Signore e se non accettiamo l’inganno di falsi cristi e falsi profeti, se rimaniamo vigili mentre aspettiamo, allora il Signore sicuramente ci darà le rivelazioni quando Egli ritorna. Non abbiamo bisogno di ascoltare la voce del Signore per essere rapiti. Il Signore Gesù disse: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:23-24). Non avete riconosciuto l’inganno di falsi cristi e falsi profeti? E così, noi crediamo che tutti coloro che testimoniano la venuta del Signore siano sicuramente falsi. Non vi è alcun bisogno di cercare ed esaminare. Perché, quando il Signore verrà Egli si rivelerà a noi, e di certo non ci abbandonerà. Credo che questa sia la giusta attuazione. Che cosa ne pensate?

Contenuti correlati

Potrebbero interessarti anche