Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

La Parola appare nella carne

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Array

La ricerca non ha prodotto risultati

`

Interpretazione del quarantunesimo discorso

Come opera Dio sull’uomo? Lo comprendi? È chiaro? E come opera nella Chiesa? Che ne pensi? Hai mai preso in considerazione queste domande? Che cosa spera Dio di conseguire attraverso la Sua opera nella Chiesa? È tutto chiaro ormai? Se non lo è, allora tutto ciò che fai è inutile, vuoto e privo di valore! Queste parole ti toccano il cuore? Tutto ciò che serve per attuare il desiderio di Dio è forse soltanto avere un progresso proattivo, non essere negativi e non desistere? La cieca collaborazione è sufficiente? Che devi fare se vi è ancora una nube di ambiguità riguardo alla visione? È giusto non ricercare? Dio dice: “Una volta intrapresi una grande impresa fra gli uomini, ma non se ne accorsero, e così dovetti usare la Mia parola per rivelargliela. Eppure l’uomo ancora non riusciva a capire le Mie parole e rimaneva ignaro dell’obiettivo del Mio progetto”. Che significa? Hai mai considerato lo scopo di tutto questo? Dio forse agisce in maniera cieca e senza scopo? E in tal caso che senso ha? Se lo scopo non è chiaro, e se l’uomo non capisce, come può davvero collaborare? Dio dice che le attività degli esseri umani si perdono nell’infinità del mare, entro parole e dottrine vane. Non sei nemmeno capace di dire in quale categoria rientrino le vostre attività. Che cosa vuole conseguire Dio nell’uomo? Devi fare chiarezza su tutto questo. Si tratta forse solo di svergognare il gran dragone rosso sotto l’aspetto negativo? Possibile che dopo avere svergognato il gran dragone rosso Dio poi viva da eremita a mani vuote? Allora che cosa vuole Dio? Vuole realmente il cuore degli uomini? O la loro vita? O le loro ricchezze e i loro averi? A che servono? A Dio non servono a nulla. Dio ha fatto tanto nell’uomo solo per poterlo usare come prova della Sua vittoria su Satana e per dare una dimostrazione della Sua potenza? Questo non Lo farebbe forse apparire meschino? Dio è davvero quel genere di Dio? Proprio come un bambino che trascini gli adulti nella mischia? Che significato ha? L’uomo ha sempre esaminato Dio attraverso le proprie concezioni. Dio ha detto: “L’anno ha quattro stagioni, e in ogni stagione ci sono tre mesi”. L’uomo ha ascoltato e ha rammentato le Sue parole e ha continuato a dire che in ogni stagione ci sono tre mesi e in ogni anno quattro stagioni. E poi, quando Dio ha domandato: “Quante stagioni ci sono in un anno? E quanti mesi in ogni stagione?”, gli uomini hanno risposto all’unisono: “Quattro stagioni, tre mesi”. L’uomo cerca sempre di definire Dio in base a insiemi di regole. Oggigiorno nell’epoca di “tre stagioni per anno, quattro mesi per stagione”, l’uomo è ancora inconsapevole, apparentemente cieco, e cerca di assegnare regole a tutto, e adesso l’uomo sta cercando di applicare queste regole a Dio! È davvero cieco! Non vede che non vi è “inverno” ma solo “primavera, estate e autunno”? L’uomo è davvero sciocco! Nella situazione attuale, l’uomo è ancora inconsapevole di come conoscere Dio. È proprio come le persone degli anni Venti del Novecento, le quali pensavano che i trasporti fossero scomodi, perciò andavano a piedi o prendevano un asino, oppure pensavano di dover usare le lampade a olio o altri modi di vivere primitivi. Non sono tutte concezioni derivanti dalla mente degli uomini? Allora perché parlare ancora oggi di misericordia e amore? A che serve? Come una vecchietta che parla a vanvera, raccontando il suo passato, a che servono queste parole? Dopo tutto, il presente è il presente; si può riportare indietro l’orologio di venti o trent’anni? Gli esseri umani seguono sempre la corrente; perché è così difficile per loro comprenderlo? Nell’attuale era del castigo, a che servono questi discorsi di misericordia e amore? Come se tutto ciò che vi fosse in Dio fossero misericordia e amore? Come mai in questa epoca di “farina e riso” gli esseri umani servono sempre bucce e verdure amare? Dio è riluttante, ma l’uomo Lo sopprime forzatamente. Se Dio dovesse resistere, verrebbe definito “controrivoluzionario”, e anche se venisse detto ripetutamente che Dio non è misericordioso né amorevole, chi ascolterebbe? L’uomo è troppo assurdo. Sembra che la parola di Dio non abbia effetto. Gli uomini vedono sempre le Mie parole in una luce diversa. Dio subisce sempre le prepotenze degli esseri umani, e sembra che persone innocenti si trovino ad affrontare un’accusa infondata; chi agirà in accordo con Dio? Voi siete sempre disposti a vivere nella misericordia e nell’amore di Dio, e allora che cosa si può fare? Dio deve subire gli insulti dell’uomo; tuttavia spero che voi possiate comprendere come opera lo Spirito Santo, prima di discutere con Dio. Comunque vi esorto a comprendere il significato originario della parola di Dio. Non credere di essere bravo, e non pensare che la parola di Dio contenga impurità. Non è necessario! Chi sa dire quanta “impurità” vi sia nella parola di Dio? A meno che Dio non lo dica direttamente o lo indichi con chiarezza. Non avere un’opinione così elevata di te stesso. Se dalle Sue parole sei capace di vedere il cammino per la pratica, allora soddisfi i requisiti. Che altro vuoi vedere? Dio ha detto: “Non ho più alcuna misericordia per la debolezza dell’uomo”. Perfino queste parole semplici e distinte non possono essere interpretate, e allora a che serve ricercare e investigare ulteriormente? Senza nemmeno la conoscenza meccanica fondamentale, come potrebbe l’uomo avere i requisiti per costruire un razzo? Non è forse soltanto uno che ama vantarsi? L’uomo non ha i requisiti per compiere l’opera di Dio; è solo che Dio lo esalta. Senza sapere che cosa Egli ama, che cosa odia, Lo serve e basta. Non è forse una ricetta per la catastrofe? Gli uomini non capiscono sé stessi, ma pensano di essere straordinari. Chi credono di essere! Sono davvero ciechi verso la differenza tra bene e male. Ripensa al passato e guarda avanti verso il futuro. Che ne pensi? Poi impegnati a conoscere te stesso.

Dio ha rivelato parecchio riguardo all’intento e finalità dell’uomo. Dio ha detto: “Fu in questo momento che vidi l’intento e le finalità dell’uomo. Dalla foschia sospirai: perché l’uomo deve sempre agire per i propri interessi? I Miei castighi non sono forse volti a renderlo perfetto? Sto forse cercando di scoraggiarlo?” Che cosa apprendete riguardo a voi stessi da queste parole? Le finalità e intento dell’uomo sono davvero scomparse? Avete mai controllato? Potreste anche presentarvi davanti a Dio e imparare che cosa provoca in voi la Sua opera di castigo? L’avete riassunta? Forse quasi per nulla, altrimenti da tempo vi sareste abbandonati all’esagerazione. Che cosa vi chiede di conseguire Dio? Delle parole che vi sono state espresse, quante ne avete messe in pratica? Quanto è stato detto invano? Agli occhi di Dio, poche Sue parole vengono effettivamente attuate, perché l’uomo non può mai decifrarne il significato originario e ne accetta soltanto l’eco di ritorno. In tal modo può forse conoscere la mente di Dio? Nel prossimo futuro, Dio avrà dell’altra attività per l’uomo; può l’uomo realizzare tale attività con la scarsa levatura che possiede ora? Se non erroneo, l’uomo è assurdo, o forse arrogante, poiché questa è la natura dell’uomo. È davvero incomprensibile: con tutto quello che ha detto Dio, come mai l’uomo non lo prende a cuore? Possibile che la parola di Dio sia soltanto uno scherzo, non intesa ad avere alcun effetto? E tutto allo scopo di vedere l’uomo recitare un dramma di “felicità, ira, afflizione e gioia”? Per far sì che l’uomo sia felice per un momento e pianga un momento dopo, andando poi dietro le quinte a badare ai propri affari? Quale effetto avrebbe? “Come mai le Mie richieste per l’uomo sono sempre inconcludenti? È come se chiedessi a un cane di arrampicarsi su un albero? Sto forse cercando di creare guai dal nulla?” Le parole pronunciate da Dio hanno come bersaglio l’effettiva condizione dell’uomo. Si potrebbe anche analizzare i propri sentimenti e vedere chi stia vivendo secondo la parola di Dio. “E ancora adesso, gran parte del terreno continua a cambiare. Se un giorno o l’altro la terra davvero si trasformerà in un tipo diverso, prontamente la accantonerò; non è forse questa la fase in cui Mi trovo attualmente nella Mia opera?” In effetti, Dio adesso è nel pieno di questa opera; tuttavia, quando Dio indica: “…prontamente la accantonerò”, si riferisce al futuro, poiché tutto è un processo. Vedete che questa è la tendenza nell’attuale opera di Dio? Per via del difetto nell’intento dell’uomo, gli spiriti impuri colgono l’occasione per manifestarsi. Al presente, “la terra si trasformerà in un tipo diverso” e gli esseri umani in quel momento cambieranno dal punto di vista qualitativo, ma la loro essenza rimarrà la stessa. Questo perché sulla terra vi è qualcos’altro quanto a miglioramento. In altri termini, la terra originaria era inferiore, e una volta migliorata può essere utilizzata. Tuttavia, quando è stata usata per un certo periodo e poi non viene più usata, gradatamente ritorna alla sua forma originaria. Questo è un riassunto della fase successiva dell’opera di Dio. L’opera futura di Dio sarà più complessa, perché è ora di classificare i vari tipi di persone. Nel luogo di incontro finale vi sarà un enorme caos e l’uomo sarà privo di una visione ben definita. Proprio come ha detto Dio: “Gli uomini sono tutti attori che seguono il gruppo”. Proprio perché gli uomini hanno la capacità recitativa di seguire il gruppo, Dio usa questo difetto per la fase successiva della Sua opera, per poter indurre l’intera umanità a correggere questo difetto. Gli uomini vengono facilmente influenzati perché non hanno una vera levatura. Se l’avessero, sarebbero alberi imponenti. Dio intende usare una parte dell’opera degli spiriti maligni per perfezionare una parte dell’umanità, affinché tali persone possano non farsi ingannare dagli atti dei demoni, e consentire a tutti di capire veramente i propri antenati. Soltanto allora gli esseri umani potranno liberarsi completamente, abbandonando non soltanto la posterità dei demoni, ma ancor più i loro antenati. Questo è l’intento originario di Dio nello sconfiggere completamente il gran dragone rosso, per far sì che l’intera umanità conosca la vera forma del gran dragone rosso, strappandogli via completamente la maschera e vedendone la vera forma. Questo è ciò che Dio vuole conseguire ed è il Suo obiettivo finale in terra, per il quale ha compiuto un’opera così grande: mira a conseguire tutto questo nell’intera umanità. Ciò è definito manovrare tutte le cose per gli scopi di Dio.

Vi è chiaro come sarà compiuta l’opera futura? Tutto questo va capito. Per esempio: come mai Dio dice che gli uomini non compiono mai il loro dovere? Perché dice che molte persone non sono riuscite a terminare i compiti per casa da Lui assegnati? Come si possono conseguire queste cose? Avete mai preso in considerazione tali domande? Sono diventate l’argomento delle vostre comunicazioni? Per questa fase dell’opera, l’uomo deve capire le attuali intenzioni di Dio. Una volta conseguito questo, si può discutere del resto, va bene? Ciò che Dio spera di conseguire nell’uomo deve essere spiegato esplicitamente, altrimenti non serve. Gli esseri umani saranno incapaci di accedervi, e sarà ancora meno probabile che lo conseguano; è tutto opinabile. Avete trovato un cammino per mettere in pratica ciò che Dio ha detto attualmente? Gli esseri umani osservano la parola di Dio con un sentimento di paura. Non riescono a comprenderla e temono di offendere Dio. Quante delle modalità di nutrirsi e dissetarsi ora esposte hanno trovato? I più non sanno nutrirsi; come si può risolvere questo? Avete trovato una maniera per riuscirci nel discorso di oggi? In che modo avete cercato di collaborare? E quando tutti voi avete compreso le parole, con quali metodi discutete le vostre impressioni? L’uomo non dovrebbe forse fare così? Come dovete prescrivere la giusta medicina? Avete ancora bisogno della voce diretta di Dio? È necessario tutto questo? Come si possono eliminare completamente questi problemi? Vedete semplicemente se siete davvero in grado di collaborare con lo Spirito Santo nei fatti. Se vi sarà una collaborazione adatta, lo Spirito Santo compirà una grande opera. Se non vi sarà una collaborazione adatta ma piuttosto confusione, lo Spirito Santo non sarà in condizione di essere d’aiuto. “Se conosci il tuo nemico e conosci te stesso, emergerai sempre vittorioso”. Indipendentemente da chi in origine abbia pronunciato queste parole, sono particolarmente adatte a voi. Insomma, dovete prima conoscere voi stessi per poi poter conoscere i vostri nemici, e alla fine sarete in grado di vincere ogni battaglia. Tutti voi dovete essere capaci di farlo. Qualunque cosa Dio ti chieda, devi soltanto dare tutto te stesso. Si spera che alla fine tu sia in grado di dimostrare la tua lealtà verso Dio davanti a Lui e, finché puoi vedere il sorriso gratificato di Dio sul Suo trono, anche se è il momento della tua morte, devi essere in grado di ridere e sorridere mentre hai gli occhi chiusi. Devi compiere il tuo dovere finale per Dio durante il tuo periodo in terra. Nel passato, Pietro fu crocifisso a testa in giù per Dio; tuttavia, tu alla fine devi soddisfare Dio ed esaurire tutte le tue energie per Dio. Che cosa può fare per Dio una creatura? Così devi donarti alla mercé di Dio al più presto. Finché Dio è contento e soddisfatto, lasciaGli fare ciò che vuole. Che diritto hanno gli uomini di lamentarsi?

Pagina precedente:Interpretazione del quarantesimo discorso

Pagina successiva:Interpretazione del quarantaduesimo discorso

Potrebbero interessarti anche