331 È forse volontà di Dio farti vivere nella carne?

1 Gli esseri si stanno prendendo gioco di Dio; tutti sanno assumere degli altri integratori alimentari, ma non si sentono in ansia per via di Dio; e questo significa forse servire Dio? Significa forse amare Dio? Non meraviglia che trascorrano l’intera giornata senza alcuna preoccupazione al mondo, oziosi e inattivi. Ma, ciò nonostante, alcuni non sono ancora soddisfatti e si creano una propria afflizione. Questo è ciò che si chiama essere troppo sentimentali con se stessi! È Dio a farti sentire afflitto? Non è forse che stai causando afflizione a te stesso? Nessuna delle grazie di Dio ha i requisiti per essere la fonte della tua felicità? In ogni momento, non hai badato alla volontà di Dio e sei stato negativo, fiacco e angosciato: come mai?

2 È forse volontà di Dio farti vivere nella carne? Sei ignaro della volontà di Dio, a disagio nel tuo stesso cuore, brontoli e ti lamenti e trascorri l’intera giornata in stato di avvilimento, e la tua carne patisce dolore e tormento. Chiedi agli altri di lodare Dio nel pieno del castigo, di emergere dal castigo e di esserne libero; eppure tu ci sei caduto dentro e non riesci a sfuggirne. Ci vogliono anni per emulare questo “spirito di abnegazione”. Quando predichi parole e dottrine, non provi vergogna? Conosci te stesso? Ti sei fatto da parte? Ami veramente Dio? Hai accantonato le tue prospettive e il tuo destino?

Adattato dal capitolo 40 di “Interpretazione dei misteri delle ‘Parole di Dio all’intero universo’” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 330 Avete mai percepito le speranze che Dio ha per voi?

Pagina successiva: 332 Quattro massime

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro