Capitolo 95

Gli esseri umani immaginano che tutto sia estremamente semplice, quando in realtà non è così. Racchiusi in ogni cosa vi sono misteri nascosti, nonché la Mia sapienza e le Mie disposizioni. Nessun dettaglio viene lasciato al caso e tutto è da Me disposto. Il giudizio del gran giorno colpirà tutti coloro che non Mi amano sinceramente (ricordate, il giudizio del gran giorno è mirato a ogni persona che riceva questo nome) e causerà loro pianto e stridore di denti. Questo pianto proviene dall’Ade e dall’inferno; non sono gli esseri umani a piangere, ma i demoni. È il Mio giudizio a causare questo pianto, ad apportare agli esseri umani la salvezza finale del Mio piano di gestione. Nutrivo qualche speranza per alcuni. Ma guardando ora, devo abbandonare queste persone una dopo l’altra, poiché la Mia opera è giunta a questa fase e questa è una cosa che nessuno può modificare. Tutti coloro che non sono i Miei figli primogeniti o il Mio popolo devono essere abbandonati e stare lontani da Me! Dovete capire che in Cina, a parte i Miei primogeniti e il Mio popolo, tutti gli altri sono progenie del gran dragone rosso e vanno eliminati. Dovete tutti capire che la Cina dopo tutto è una nazione da Me maledetta, e alcuni tra il Mio popolo lì sono soltanto coloro che rendono servizio per la Mia opera futura. Per dirla in altro modo, a parte i Miei figli primogeniti, non vi è nessun altro: devono tutti perire. Non pensiate che Io sia eccessivo nei Miei atti: questo è il Mio decreto amministrativo. Coloro che subiscono le Mie maledizioni sono oggetto del Mio odio, e questo è scolpito nella pietra. Io non commetto errori; se vedo qualcuno che Mi arreca dispiacere lo getto fuori a calci; e questo basta a dimostrare che è maledetto da Me ed è un discendente del gran dragone rosso. LasciateMi ribadire che in Cina vi sono soltanto i Miei figli primogeniti (a parte il Mio popolo che rende servizio) e questo è il Mio decreto amministrativo. Ma i Miei primogeniti sono pochi e sono stati tutti da Me predestinati: Io so quello che faccio. Non temo la tua negatività e non temo che tu ti volga a morderMi, poiché ho i Miei decreti amministrativi e ho la Mia ira. Vale a dire, tengo in mano le grandi catastrofi e non temo nulla, poiché considero tutte le cose già realizzate, e quando arriverà quel giorno Mi occuperò di te come si deve. Non si può venire perfezionati o edificati dall’uomo per diventare Miei figli primogeniti, questo si basa interamente sulla Mia predestinazione. Chiunque Io dica che è un primogenito è un primogenito; non cercate di competere per ottenerlo né di appropriarvene. Tutte le cose dipendono da Me, il Dio onnipotente Stesso.

Un giorno consentirò a tutti voi di vedere che cosa siano i Miei decreti amministrativi e che cosa sia la Mia ira (tutti si inginocchieranno davanti a Me, tutti Mi adoreranno, tutti Mi imploreranno perdono e tutti permarranno nell’obbedienza; adesso consento solo ai Miei figli primogeniti di vederne una parte). Farò vedere a tutta la progenie del gran dragone rosso che ho selezionato molti da sacrificare (tutti tranne i Miei primogeniti) per perfezionare i Miei primogeniti, che ho fatto cadere il gran dragone rosso preda della sua stessa astuta macchinazione. (Nel Mio piano di gestione il gran dragone rosso invia coloro che Mi rendono servizio – ossia tutti tranne i Miei primogeniti – a intralciare il Mio piano di gestione; eppure è caduto preda della sua stessa astuta macchinazione e tutti rendono servizio per la Mia opera. Questa è una parte del vero significato del Mio mobilitare tutti per renderMi servizio.) Oggi, quando sono state realizzate tutte le cose, li eliminerò tutti, li schiaccerò sotto i Miei piedi, e in tal modo umilierò il gran dragone rosso e lo svergognerò completamente (cercano di cavarsela con l’inganno per guadagnare benedizioni, ma non avrebbero mai pensato di renderMi servizio): questa è la Mia sapienza. Ascoltando questo, gli esseri umani pensano che Io sia privo di sentimenti o di misericordia e che Io non abbia umanità. In effetti sono privo di sentimenti e di misericordia nei confronti di Satana e inoltre sono il Dio Stesso che trascende l’umanità. Come puoi dire che sono un Dio con umanità? Non sai che non sono di questo mondo? Non sai che sono al di sopra di tutte le cose? A parte i Miei primogeniti, non vi è nessuno come Me, nessuno che abbia la Mia indole (non un’indole umana ma un’indole divina) e nessuno che possieda le Mie qualità.

Quando l’ingresso al mondo spirituale sarà aperto, vedrete tutti i misteri, che vi consentiranno di entrare completamente in un mondo libero, di accedere al Mio abbraccio amorevole e alle Mie benedizioni perpetue. Le Mie mani hanno sempre sostenuto l’umanità. Ma vi è una parte dell’umanità che salverò e una parte che non salverò. (Dico “sostenuto” perché, senza il Mio sostegno, il mondo intero sarebbe da tempo precipitato nell’Ade.) Dovete capirlo chiaramente! Questo è il Mio piano di gestione. E qual è il Mio piano di gestione? Ho creato l’umanità, ma non ho mai progettato di guadagnare ogni singola persona, ma solo una piccola parte dell’umanità. E allora perché ho creato tante persone? Ho detto in precedenza che con Me tutto è libertà e autonomia, e Io faccio tutto ciò che desidero. Quando ho creato l’umanità, è stato solo perché vivesse una vita normale e poi potesse emergere una piccola parte dell’umanità costituita dai Miei primogeniti, dai Miei figli e dal Mio popolo. Si può dire che tutte le persone, gli avvenimenti e gli oggetti (a parte i Miei primogeniti, il Mio popolo e i Miei figli) siano tutti servitori e debbano perire tutti. In questo modo l’intero Mio piano di gestione sarà concluso. Questo è il Mio piano di gestione, costituisce la Mia opera e le fasi secondo cui agisco. Quando tutto sarà finito, sarò completamente a riposo. In quel momento tutto sarà buono; tutto sarà pacifico e sicuro.

Il ritmo della Mia opera è così rapido che nessun uomo può immaginarlo. Cambia giorno per giorno e chiunque non riesca a tenere il passo subirà la perdizione; è possibile soltanto attenersi alla nuova luce ogni giorno (anche se i Miei decreti amministrativi e le visioni e la verità che Io condivido non cambiano mai). Perché parlo ogni giorno? Perché ti illumino continuamente? Capisci il vero significato qui racchiuso? I più continuano ancora a ridere e scherzare e non sanno essere seri. Semplicemente non prestano alcuna attenzione alle Mie parole, ma provano soltanto un’ansia passeggera quando le ascoltano. Dopo di che, dimenticano presto le Mie parole e sono presto inconsapevoli della loro identità e diventano sconsiderati. Sai qual è la tua condizione? Che uno Mi renda servizio o sia predestinato ed eletto da Me è gestito solo dalle Mie mani; nessuno può modificare ciò: devo farlo Io Stesso, devo scegliere e predestinare Io Stesso. Chi osa dire che sono un Dio non sapiente? Ogni parola che dico e ogni cosa che faccio sono la Mia sapienza. Chi osa intralciare ancora una volta la Mia gestione o distruggere i Miei piani? Certamente non lo perdonerò! Il tempo è nelle Mie mani e non temo ritardi; non sono forse Colui che decide il momento in cui il Mio piano di gestione avrà fine? Non dipende forse tutto da un Mio unico pensiero? Quando dico che è compiuto, è compiuto, e quando Io dico che finisce, finisce. Non ho fretta e darò le disposizioni opportune. Le persone non devono ficcare il naso nella Mia opera e non devono fare le cose per Me a loro piacimento. Io maledico ogni ficcanaso: questo è uno dei Miei decreti amministrativi. Io Stesso eseguo la Mia opera e non ho bisogno di nessun altro (consento a questi servitori di agire, altrimenti non oserebbero agire in maniera sconsiderata o cieca). Tutta l’opera è da Me disposta e da Me decisa, poiché Io sono l’unico Dio Stesso.

Tutte le nazioni del mondo si contendono il potere e il profitto e combattono per le terre, ma non allarmarti, perché tutte queste cose sono al Mio servizio. Perché dico questo? Faccio le cose senza alzare un dito. Per giudicare i Satana, lascio prima che litighino tra loro e alla fine li porto alla rovina e li faccio cadere preda delle loro stesse astute macchinazioni (desiderano competere con Me per il potere, ma finiscono per renderMi servizio). Io parlo soltanto e do ordini, e ognuno fa ciò che gli dico di fare, altrimenti lo distruggerò subito. Queste cose fanno tutte parte del Mio giudizio, poiché Io comando tutte le cose, e tutte le cose sono da Me stabilite. Chiunque faccia qualcosa lo fa in maniera involontaria, per via della Mia disposizione, e spero che voi possiate essere colmi della Mia sapienza negli eventi che presto accadranno. Non abbiate un approccio sconsiderato, ma avvicinatevi più spesso a Me quando vi succedono le cose; siate più attenti e cauti sotto tutti gli aspetti per evitare di offendere il Mio castigo e per evitare di cadere preda delle astute macchinazioni di Satana. Dovete acquisire discernimento dalle Mie parole, sapere che cosa sono Io e vedere che cosa ho. Dovete fare le cose secondo i Miei sguardi significativi e non dovete agire da incoscienti. Fate ciò che faccio Io e dite ciò che dico Io. Vi dico queste cose in anticipo perché possiate evitare di commettere errori e di essere tentati. Che cosa sono il “Mio essere” e “ciò che possiedo”? Lo sapete davvero? Il dolore che provo fa parte del Mio essere, poiché fa parte della Mia normale umanità, e il Mio essere si ritrova anche nella Mia completa divinità: lo sapete? Il Mio essere è costituito da due aspetti: uno è quello della Mia umanità, l’altro quello della Mia completa divinità. Solo questi due aspetti messi assieme costituiscono il Dio Stesso completo. Ciò che è la Mia completa divinità include anche molte altre cose: Io non subisco limitazioni da parte di alcuna persona, questione o cosa; trascendo tutti gli ambienti; sono al di là di ogni restrizione di tempo o spazio o geografia; conosco veramente tutte le persone, le questioni e le cose come il palmo della Mia mano; eppure sono ancora carne e ossa, ed esisto in forma tangibile; agli occhi degli esseri umani sono ancora questa persona, ma la natura è cambiata: non è carne, bensì corpo. Queste cose ne sono soltanto una piccola parte. Anche tutti i Miei figli primogeniti saranno così in futuro; questo è il cammino che va percorso e coloro che sono stati condannati non possono sfuggire. Mentre faccio questo, tutti coloro che non sono stati predestinati saranno gettati fuori a calci (poiché questo è Satana che Mi tenta per vedere se le Mie parole sono precise). Coloro che sono predestinati non possono sfuggire, ovunque vadano, e vedrete allora i principi alla base di questo Mio atto. “Ciò che possiedo” si riferisce alla Mia sapienza, alla Mia conoscenza, alla Mia ingegnosità e a ogni parola che dico. Sia la Mia umanità sia la Mia divinità lo possiedono. Vale a dire, tutto ciò che viene fatto dalla Mia umanità e tutto ciò che viene fatto dalla Mia divinità è ciò che possiedo; nessuno può portar via queste cose né rimuoverle, sono in Mio possesso, e nessuno può modificarle. Questo è il Mio decreto amministrativo più severo (poiché nelle nozioni dell’uomo molte cose che faccio non sono conformi a tali nozioni e vanno al di là dell’umana comprensione; questo è il decreto che ogni singola persona viola con la massima facilità ed è anche il più severo. Perciò la sua vita in questo subisce una perdita). Lo ripeto: dovete affrontare coscienziosamente ciò che vi esorto a fare: non dovete essere sconsiderati!

Pagina precedente: Capitolo 94

Pagina successiva: Capitolo 96

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Capitolo 10

In definitiva, l’Età del Regno è diversa dalle epoche passate. Non riguarda il modo in cui agisce l’umanità; riguarda invece il mio essere...

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro