La Parola appare nella carne

Contenuti

Pratica (8)

Troppe cose, nelle persone, sono deviate ed erronee, non riescono mai a gestire se stesse e pertanto è ancora necessario guidarle perché imbocchino il retto sentiero, ovvero quando saranno in grado di regolare la propria esistenza umana e spirituale, di mettere in pratica entrambi questi aspetti, e non ci sarà alcun bisogno per loro di essere spesso sostenute e guidate. Solo allora saranno in possesso di una statura morale autentica. Questo significherà che, in futuro, quando non ci sarà nessuno a guidarti, tu sarai comunque in grado di fare esperienza da solo. Se oggi sei arrivato a cogliere che cosa è cruciale e che cosa non lo è, in futuro sarai in grado di accedere alla realtà. Oggi, venite guidati sul retto sentiero e vi è permesso di comprendere molte verità, e in futuro sarete in grado di giungere più in profondità. Si potrebbe dire che ciò che è dato di comprendere alle persone ora è la via più pura. Oggi, vieni messo sul retto sentiero—e quando, un giorno, non ci sarà nessuno a guidarti, tu praticherai e avanzerai in profondità conformemente a questo, il più puro di tutti i sentieri. Ora è dato di comprendere ciò che è corretto e ciò che è deviante e, dopo aver compreso tali cose, in futuro le loro esperienze andranno più a fondo. Oggi, le cose che non comprendete vengono ribaltate, e il percorso dell’accesso positivo vi viene rivelato, dopo di che questo stadio dell’opera si concluderà, e voi comincerete a camminare sul percorso che dovreste percorrere in quanto esseri umani. A quel punto, la Mia opera finirà, e da quel momento in poi voi non Mi incontrerete più. Oggi la vostra statura morale è ancora troppo misera. Ci sono molte difficoltà che appartengono alla sostanza e alla natura dell’uomo, e così, anche, ci sono alcune cose profondamente radicate che non sono ancora state dissotterrate. La gente non comprende i dettagli più sottili della propria sostanza e della propria natura e ha ancora bisogno che Io gliele indichi; se no, non le sapreste. Quando sarà stato raggiunto un determinato punto e le cose all’interno delle vostre ossa e del vostro sangue saranno portate allo scoperto: questo è ciò che è conosciuto come castigo e giudizio. Solo quando la Mia opera sarà stata accuratamente e completamente portata a compimento, Io vi metterò fine. Più profondamente sarete stati messi a nudo, più conoscenza possiederete e ciò sarà di grande significato per la vostra futura testimonianza e perfezione. Solo quando l’opera di castigo e giudizio sarà stata accuratamente portata a compimento, ciò costituirà l’interezza della Mia opera, permettendo a tutti voi di conoscerMi dal Mio castigo e giudizio. Non solo conoscerete la Mia indole e la Mia giustizia, ma, cosa più importante, conoscerete il Mio castigo e giudizio. Molti tra voi hanno grandi concezioni circa la “novità” e la “minuziosità” che caratterizzano la Mia opera. Ciò nonostante dovreste vedere che la Mia opera è nuova e minuziosa e che Io vi insegno a praticare faccia a faccia, mano nella mano. Solo questo è di beneficio per la vostra pratica e per il vostro restare saldi in futuro; altrimenti, sareste come foglie in autunno, avvizzite, ingiallite e secche, senza il minimo valore. Dovreste sapere che Io conosco ogni cosa dei vostri cuori e spiriti; e lo stesso vale per l’opera che svolgo e per le parole che pronuncio con grande sottigliezza. In base alla vostra indole e al vostro calibro, voi dovreste essere gestiti in tal modo. Solo in questo modo la vostra conoscenza del Mio castigo e giudizio saranno più chiari e, anche se non ne avete conoscenza oggi, domani potreste averne. Ogni essere creato cadrà in mezzo alle Mie parole di castigo e di giudizio, poiché Io non tollero l’opposizione di nessuno.

Dovete tutti essere in controllo delle vostre vite. Ogni giorno potete organizzare qualsiasi cosa desideriate, siete liberi di fare qualsiasi cosa vi piaccia, potete leggere, ascoltare e scrivere, e se vi interessa, potete scrivere inni. Tutto ciò non costituisce forse una vita adeguata? Queste sono tutte cose che dovrebbero essere contenute in una vita umana. Le persone dovrebbero fare quel che viene loro naturale; solo dopo aver raccolto frutti nella propria umanità e vita spirituale, esse possono essere considerate ammesse alla vita normale. Oggi, tu non manchi soltanto di intuizione o di razionalità quando si tratta di umanità. Ci sono molte visioni che dovrebbero essere conosciute e di cui le persone dovrebbero essere fornite e qualunque lezione incontri, quella è la lezione che dovresti apprendere; devi essere in grado di osservare l’ambiente e adattarti ad esso. Il miglioramento del tuo livello di istruzione e alfabetizzazione deve essere intrapreso a lungo termine. Solo allora tu mieterai un raccolto. A proposito della vita in una umanità normale, ci sono ancora cose di cui ti devi equipaggiare e devi anche riuscire ad afferrare l’ingresso della tua propria vita. Fino ad oggi, ci sono molte cose dette in precedenza che tu non hai compreso—ma avendole lette di nuovo, oggi le comprendi e nel tuo cuore diventi molto più saldo. Anche questo è mietere un raccolto. Il giorno in cui ti nutrirai delle parole di Dio e in cui ci sarà in te un minimo di conoscenza, potrai liberamente condividerla con i tuoi fratelli e le tue sorelle. Non è questa la vita che dovresti avere? Talvolta, fai alcune domande o rifletti su un argomento e ciò ti rende migliore nel discriminare e ti dà più intuizione e saggezza, permettendoti di comprendere alcune verità—e non è questo il contenuto della vita spirituale di cui si parla oggi? Non è accettabile mettere in pratica un solo aspetto della vita spirituale; nutrirti delle parole di Dio, pregare e cantare inni, sono tutti aspetti della vita spirituale; e quando tu hai la vita spirituale devi anche avere una vita di umanità normale. Oggi, molto di ciò che viene detto ha lo scopo di dare razionalità e intuizione alle persone, per permettere loro di possedere una vita di umanità normale. Che cosa significa avere intuizione, che cosa significa avere relazioni interpersonali normali, come dovresti interagire con le persone—dovresti equipaggiare te stesso con queste cose, attraverso il nutrirti delle parole di Dio, e ciò che è richiesto da te è ottenibile mediante umanità normale. Dovresti equipaggiare te stesso con le cose che dovresti fare, ma non andare troppo oltre; alcune persone usano ogni modalità di parole e di vocabolario e, così facendo, si mettono in mostra. Ci sono anche altri che leggono ogni tipo di libri, il che significa dare libero sfogo ai desideri della carne. Essi persino studiano ed emulano le biografie e le citazioni di “grandi personalità del mondo” e leggono libri pornografici—questo è persino più risibile! Persone come queste non solo non conoscono il percorso per entrare nella vita, ma per giunta non conoscono l’opera odierna di Dio e non sanno come passare la giornata. Le loro vite sono così vuote! Sono del tutto ignari di ciò cui loro stessi dovrebbero accedere. Tutto quel che fanno è parlare e comunicare con altri, come se parlare prendesse il posto del loro stesso ingresso. Non sanno proprio che cosa sia la vergogna? Queste sono persone che non sanno come vivere e che non sono in grado di comprendere la vita umana; trascorrono l’intera giornata mangiando smodatamente e facendo cose del tutto prive di importanza—e che senso ha vivere in tal modo? Ho visto che per molte persone, a parte lo svolgere i propri compiti, mangiare, e vestirsi, durante tutta la giornata il loro preziosissimo tempo è occupato da cose senza importanza, che si tratti di spassarsela e folleggiare in giro, incontrare amici e spettegolare o dormire profondamente. Una vita simile è vita da santi? È questa una vita da persone normali? Potresti essere reso perfetto quando la tua vita è infima, retrograda e trascurata? Sei disposto a consegnare te stesso a Satana per niente? Quando la loro vita è facile e non c’è sofferenza nelle loro circostanze, le persone non sono in grado di fare esperienza. In circostanze confortevoli, è facile per le persone diventare depravate—mentre circostanze avverse ti fanno pregare con maggiore urgenza e ti fanno trovare il coraggio di non lasciare Dio. Più sono facili e spente le loro vite, più le persone sentono che non ha alcun significato vivere e che sarebbe meglio morire. Ecco quanto è corrotta la carne delle persone; possono ricevere benefici solo se sperimentano delle prove.

Lo stadio dell’opera di Gesù fu svolto in Giudea e in Galilea e i Gentili non ne erano consapevoli. L’opera che Egli svolgeva era altamente segreta e nessuna nazione, al di fuori di Israele, ne era al corrente. Solo quando Gesù ebbe completato la Sua opera e ciò ebbe causato un tumulto, la gente ne divenne consapevole, e a quel punto Egli Se ne andò. Gesù è venuto per svolgere uno stadio dell’opera, ha guadagnato un gruppo di persone e ha completato uno stadio dell’opera. In ogni stadio dell’opera svolta da Dio, ci sono molti che servono da contrappunto. Se essa fosse svolta unicamente da Dio Stesso, sarebbe priva di significato; ci devono essere persone che seguono Dio e svolgono questo stadio dell’opera fino alla fine. Solo quando l’opera di Dio Stesso è stata completata, le persone cominciano a svolgere l’opera commissionata da Dio, e solo allora l’opera di Dio comincia a diffondersi. Dio svolge solo l’opera di inaugurare una nuova era, e l’opera di portarla avanti è svolta dalle persone. Così, l’opera di oggi non durerà a lungo; la Mia vita con l’uomo non continuerà ancora per molto. Io completo solo la Mia opera, e faccio in modo che voi svolgiate il compito che dovreste svolgere, così che quest’opera e questo Vangelo possano diffondersi il più velocemente possibile tra i Gentili e le altre nazioni—solo allora il compito di voi esseri umani sarà completo. Il momento attuale è il più prezioso di tutti. Se ignori questo, tu sei uno di coloro che sono stolti; se, in queste circostanze, ti nutri di queste parole e sperimenti quest’opera eppure non hai alcuna intenzione di perseguirla e non percepisci alcuna sensazione di fardello, quali prospettive hai di cui parlare? Persone simili non saranno forse eliminate?