11. Le notifiche di YouTube mi hanno ricongiunta al Signore

di Li Lan, Corea del Sud

A volte, i casi fortuiti della vita possono avere conseguenze impreviste. Qualcosa di inaspettato e sorprendente mi è accaduto alcuni mesi fa: Le notifiche di YouTube mi hanno ricongiunta al Signore.

Una mattina di giugno mi sono svegliata presto e ho iniziato a sfogliare con calma la Bibbia che tengo vicino al cuscino, e ho letto ciò che il Signore Gesù ha detto quando ha rimproverato i farisei: “‘La Mia casa sarà chiamata casa di preghiera’, ma voi ne fate un covo di ladri” (Matteo 21:13). Dopo averlo letto, non ho potuto fare a meno di preoccuparmi per la situazione nella mia chiesa, che è diventata identica a quella nel tempio verso la fine dell’Età della Legge: nella mia chiesa, i pastori e gli anziani ci predicavano spesso di amarci l’un l’altro, ma loro stessi in realtà accettavano piccolo dono in denaro quando pregavano per i membri della loro comunità, e a volte l’ammontare della somma determinava per quanto tempo avrebbero pregato per il donatore. La chiesa dovrebbe essere un luogo in cui le persone adorano Dio, eppure era diventata solo un posto dove i credenti si sposavano. I fedeli diminuivano di giorno in giorno, e i pastori e gli anziani non mettevano molto impegno nei loro sermoni, né cercavano il modo migliore per pascere il gregge del Signore e si dilettavano, invece, a celebrare riti nuziali. Non ho potuto fare a meno di pensare: “I pastori e gli anziani si sono allontanati dalla via del Signore, e la chiesa ormai non è affatto differente dal mondo esterno. È diventata un covo di ladri, proprio come il tempio alla fine dell’Età della Legge. Il Signore Si manifesterà ancora in una chiesa come questa al Suo ritorno?”

“Bip, bip, bip…” La sveglia ha interrotto il filo dei miei pensieri. Ho preso il cellulare e l’ho spenta e, per caso, ho visto sullo schermo una notifica inviata da YouTube. Le parole in apparenza familiari “La Chiesa di Dio Onnipotente” hanno catturato la mia attenzione: mi pareva di averle già sentite da qualche parte, ma in quel momento non riuscivo a localizzarle. Ero davvero perplessa e ho pensato: “Non mi sono mai iscritta al canale della Chiesa di Dio Onnipotente su YouTube, quindi perché YouTube mi ha inviato una notifica riguardo a questa Chiesa?” D’un tratto mi sono ricordata che, circa un mese prima, un’amica mi aveva portata alla Chiesa di Dio Onnipotente per ascoltare uno dei loro sermoni. Avevo trovato quel sermone originale e illuminante, in armonia con la Bibbia e per me molto confortante. Mi sarebbe piaciuto approfondire l’argomento, ma la mia amica mi aveva detto che la Chiesa di Dio Onnipotente attestava che il Signore era già ritornato come Dio Onnipotente incarnato, e che Egli stava svolgendo una nuova fase dell’opera negli ultimi giorni e pronunciando molte verità. La mia amica mi aveva anche informato che i credenti della Chiesa di Dio Onnipotente leggevano tutti le parole proferite da Dio Onnipotente, non la Bibbia, perciò avevo pensato: “Spesso, alle nostre riunioni, i pastori e gli anziani dicono che le parole di Dio sono tutte nella Bibbia, e che non può proprio esserci alcuna parola o opera di Dio al di fuori della Bibbia. Per di più, i credenti nel corso dei secoli hanno tutti creduto nel Signore attraverso la Bibbia – avere fede nel Signore significa avere fede nella Bibbia, dunque come ci si può allontanare dalla Bibbia e credere ancora nel Signore?” La mia amica mi aveva invitato ad andare ad ascoltare altri sermoni presso La Chiesa di Dio Onnipotente, ma io avevo sempre rifiutato. Guardando la notifica sul mio cellulare, non ho potuto fare a meno di chiedermi: “Non mi sono mai iscritta al loro canale di video, eppure ho ricevuto una notifica riguardo alla Chiesa di Dio Onnipotente. Forse è stato il Signore a disporre tutto questo?” Tuttavia, poiché ero attaccata alle mie nozioni, non ho aperto il link e non ho guardato il video della Chiesa di Dio Onnipotente.

Con mia sorpresa, però, nei giorni successivi ho ricevuto spesso notifiche da YouTube che mi segnalavano nuovi filmati e video di inni caricati dalla Chiesa di Dio Onnipotente. Ho pensato tra me: “Forse il Signore mi sta davvero guidando? È la volontà del Signore che io guardi i video della Chiesa di Dio Onnipotente?” Così, ho detto una preghiera al Signore: “Caro Signore, perché sto ricevendo notifiche riguardo alla Chiesa di Dio Onnipotente sul mio cellulare? Loro attestano che Tu sei già ritornato, ma è proprio vero? Dovrei guardare questi video? O Signore, Ti prego, guidami”. Poi ho pensato alle parole del Signore Gesù: “Beati i poveri in spirito, perché di loro è il Regno dei Cieli” (Matteo 5:3). “Sì”, mi sono detta. “La venuta del Signore è davvero importante. Ora che ho appreso la notizia che il Signore è ritornato, dovrei cercare con mente aperta, indagare sul serio, essere saggia nel mio discernimento e capire se Dio Onnipotente è davvero il Signore Gesù ritornato o no. Se non cerco o indago e poi il caso vuole che il Signore sia realmente tornato, non avrò perso l’occasione di ricongiungermi al Signore?” Pensando questo, ho deciso di guardare i video della Chiesa di Dio Onnipotente. Sia ringraziato il Signore! Se non li avessi guardati, non lo avrei mai saputo. Solo dopo aver visto i video ho scoperto che il canale YouTube della Chiesa di Dio Onnipotente ha tutto quello che si potrebbe desiderare, e in abbondanza! Ci sono film evangelici, esibizioni corali, video musicali, inni e altro. Tutti i vari film evangelici e le canzoni hanno catturato immediatamente la mia attenzione e, in particolare, mi ha profondamente commosso il video musicale dell’inno “Mio amato, Ti prego aspettami”. Quando l’ho visto, non ho potuto fare a meno di pensare alle mie esperienze negli ultimi anni, mentre cercavo ovunque una Chiesa con l’opera dello Spirito Santo per sopperire alla desolazione all’interno della mia. Più video guardavo, più volevo vederne. Mi sentivo incredibilmente rinfrancata, e desideravo capire ed esaminare ancora di più la Chiesa di Dio Onnipotente.

Un giorno ho guardato un videoclip straordinario intitolato “Qual è la relazione tra Dio e la Bibbia?” tratto dal film evangelico “Chi è il mio Signore”. Un passaggio delle parole di Dio Onnipotente in questo video mi ha lasciato un’impressione molto profonda: “Credono nella Mia esistenza solo nell’ambito della Bibbia. Per loro, Io sono equivalente alla Bibbia; senza Bibbia Io non ci sono, e senza di Me non c’è Bibbia. Non prestano attenzione alla Mia esistenza e alle Mie azioni, ma dedicano piuttosto un’attenzione estrema e speciale a ogni minima parola della Scrittura, e molti di loro credono perfino che Io non debba fare alcunché di ciò che desidero se non è stato predetto dalla Scrittura. Assegnano alla Scrittura un’importanza eccessiva. Si può dire che assegnino un’importanza eccessiva a parole ed espressioni, al punto che utilizzano versetti della Bibbia per misurare ogni parola che dico e per condannarMi. Ciò che ricercano non è la via per essere in armonia con Me o la via per essere in armonia con la verità, ma la via per essere in armonia con le parole della Bibbia, e credono che tutto ciò che non si conforma alla Bibbia, senza eccezione, non sia opera Mia. Queste persone non sono forse i degni discendenti dei farisei? I farisei ebraici adoperavano la legge di Mosè per condannare Gesù. Non ricercavano l’armonia col Gesù dell’epoca, ma seguivano diligentemente alla lettera la legge, tanto che alla fine inchiodarono alla croce l’innocente Gesù, dopo averLo accusato di non seguire la legge dell’Antico Testamento e di non essere il Messia. Qual era la loro essenza? Non era forse che non ricercavano la via per essere in armonia con la verità? Si ostinavano su ogni minima parola della Scrittura, non prestando attenzione alla Mia volontà e ai passaggi e metodi della Mia opera. Non erano persone che cercavano la verità, ma persone che si attenevano rigidamente alle parole; non erano persone che credevano in Dio, ma persone che credevano nella Bibbia. Sostanzialmente erano i gelosi custodi della Bibbia” (“Devi ricercare la via per essere in armonia con Cristo” in “La Parola appare nella carne”). Le parole di Dio Onnipotente hanno palesato con assoluta chiarezza il nostro atteggiamento verso la Bibbia. Nel mio cuore, consideravo davvero la Bibbia al di sopra di ogni altra cosa; credevo che le parole del Signore fossero tutte all’interno della Bibbia e che di conseguenza la Bibbia rappresentasse il Signore, che avere fede nel Signore implicasse avere fede nella Bibbia, e che allontanarsi dalla Bibbia significasse non credere affatto nel Signore. Tuttavia c’era qualcosa che non capivo: la Bibbia è una testimonianza del Signore, costituisce il fondamento della nostra fede, noi cristiani abbiamo basato la nostra fede nel Signore sulla Bibbia per duemila anni, e nessuno ha mai separato la Bibbia dalla fede nel Signore – perché allora nelle parole di Dio Onnipotente si diceva che la Bibbia non può essere assimilata a Dio? Che cosa significava?

Ho continuato a guardare il video e, in seguito, un fratello della Chiesa di Dio Onnipotente ha tenuto una condivisione, dicendo: “Cerchiamo di riflettere insieme: Che cosa significa credere nel Signore? Che cosa significa credere nella Bibbia? Qual è il rapporto tra la Bibbia e il Signore? Che cosa è venuta prima, la Bibbia o il Signore? Allora chi è che svolge l’opera di salvezza? Dunque, la Bibbia può sostituire il Signore nello svolgere la Sua opera? Può la Bibbia rappresentare il Signore? Se le persone hanno fede incondizionata nella Bibbia e adorano la Bibbia, significa che credono in Dio e che Lo adorano? Aggrapparsi alla Bibbia equivale al praticare e sperimentare la parola di Dio? Aggrapparsi alla Bibbia significa necessariamente seguire la via del Signore? Quindi, se le persone mettono la Bibbia prima di ogni altra cosa, significa che adorano il Signore al punto di essere timorosi e obbedienti al Signore? […] Da migliaia di anni, le persone adorano ciecamente la Bibbia e mettono la Bibbia e il Signore sullo stesso piano. Alcuni addirittura usano la Bibbia per sostituire il Signore e la Sua opera, ma nessuno conosce veramente il Signore ed è obbediente a Lui. I farisei si aggrappavano alla Bibbia, ma comunque inchiodarono il Signore Gesù alla croce. Qual era il problema? Comprendere la Bibbia significa conoscere Dio? Aggrapparsi alla Bibbia significa seguire la via del Signore? I farisei erano esperti di esegesi biblica, ma non conoscevano Dio. Invece, inchiodarono alla croce il Signore Gesù che ebbe espresso la verità ed ebbe svolto l’opera di redenzione. Abbiamo veramente dimenticato tutto questo? Che cosa significa esattamente conoscere veramente Dio? Essere soltanto in grado di interpretare la Bibbia e di comprenderla ci abilita a conoscere Dio? Se questo è il caso, perché i farisei avrebbero dovuto condannare e opporsi al Signore Gesù anche mentre interpretavano la Bibbia? Il punto cruciale nel capire se si è in grado di conoscere veramente e obbedire a Dio sta nel conoscere e obbedire al Cristo incarnato”.

Mentre riflettevo sulle domande del fratello, ho trovato le risposte nel mio cuore: “Senza dubbio il Signore viene prima della Bibbia, e la Bibbia non può compiere l’opera di salvezza dell’umanità. La Bibbia è la Bibbia, e il Signore è il Signore. Ho sempre creduto che la Bibbia rappresentasse il Signore, dunque non l’ho forse considerata al di sopra del Signore?” Nel pormi questa domanda mi sono allarmata e ho pensato: “Poiché il Signore è il Signore e la Bibbia è la Bibbia, ho praticato secondo la volontà del Signore seguendo quel che dicono i pastori e gli anziani, idolatrando la Bibbia e considerandola al di sopra di ogni altra cosa?” Ma poi ho pensato: “Come potrebbe la fede nel Signore definirsi vera fede nel Signore se una persona si allontana dalla Bibbia? Abbiamo forse sbagliato restando attaccati alla Bibbia nella nostra fede nel Signore?” In quel momento, mi sono venute in mente queste parole proferite dal Signore Gesù: “Voi investigate le Scritture perché pensate di avere per mezzo di esse vita eterna, ed esse sono quelle che rendono testimonianza di Me; eppure non volete venire a Me per avere la vita!” (Giovanni 5:39-40). Meditando su queste parole, mi sono resa conto che la Bibbia era solo una testimonianza di Dio e che se una persona voleva guadagnare l’approvazione del Signore e ottenere la vita, allora doveva cercare il Signore! “Sembra come se la Bibbia non possa rappresentare davvero il Signore” ho pensato. “L’Unico che provvede alle nostre vite è il Signore, non la Bibbia, e aver fede nella Bibbia non significa che uno abbia fede nel Signore o che segua il Signore. Se continuo ad aggrapparmi ciecamente alla Bibbia e a idolatrarla, e non cerco la nuova opera di Dio né mi sottometto a essa, allora molto probabilmente finirò come i farisei e inchioderò Gesù sulla croce ancora una volta! Le parole di Dio Onnipotente possiedono la verità e sono in grado di chiarire le mie nozioni e le mie perplessità. Devo indagare e cercare sul serio, in modo da non perdere la mia occasione di accogliere la venuta del Signore”. Pensando questo, ho deciso di chiedere alla mia amica di portarmi alla Chiesa di Dio Onnipotente perché potessi conoscerla più a fondo.

Quando siamo arrivate alla Chiesa di Dio Onnipotente, i fratelli e le sorelle ci hanno dato un caloroso benvenuto e poi, con pazienza, hanno tenuto una condivisione con noi. Ho detto: “Di recente ho tratto molto beneficio guardando i film e i video sul sito web della vostra Chiesa, e capisco che le parole di Dio Onnipotente possiedono la verità, che possono risolvere i miei problemi e le mie perplessità e consentirmi di comprendere la verità. Ma c’è qualcosa che ancora non capisco. I pastori e gli anziani ci dicono spesso che le parole di Dio sono tutte contenute nella Bibbia, che la Bibbia è il fondamento della nostra fede in Dio e che i credenti nel Signore non possono discostarsi dalla Bibbia. Eppure voi professate che il Signore Gesù è ritornato come Dio Onnipotente, e che Egli sta compiendo una nuova fase dell’opera negli ultimi giorni ed esprimendo nuove parole – cosa significa tutto questo? Potete condividere con me a questo proposito, per favore?”

A quel punto, sorella Zhou ha risposto alla mia domanda proiettando un magnifico videoclip intitolato “Nella Bibbia ci sono tutte le parole e l’opera di Dio?” tratto dal film “Chi è il Mio Signore”. Nel filmato, il predicatore teneva una condivisione, dicendo: “Tutti lo sappiamo, il Nuovo e l’Antico Testamento della Bibbia sono solo una documentazione delle due fasi dell’opera di Dio. Per quanto riguarda le parole e l’opera di Dio durante l’Età della Legge e l’Età della Grazia, qualcuno qui oserebbe dire che la Bibbia contiene una documentazione completa? C’è qualcuno qui che oserebbe dire che tutte le parole di Dio espresse per mezzo dei profeti durante l’Età della Legge e tutte le parole del Signore Gesù durante l’Età della Grazia sono documentate nella Bibbia? In realtà, siete tutti ben consapevoli che molte delle parole del Signore Gesù non sono documentate nella Bibbia. Le parole del Signore Gesù documentate nella Bibbia sono solo la punta di un iceberg! Inoltre, molti dei libri dei profeti nell’Età della Legge non sono inclusi nella Bibbia. Questo è comunemente riconosciuto! Come potete dire che tutte le parole e le opere di Dio sono documentate nella Bibbia? Non è questo in palese contraddizione con il fatto? In questo senso, voi non siete forse dei bugiardi? Il Signore Gesù predisse molte volte che sarebbe venuto di nuovo. Come potrebbero le parole del Signore Gesù ritornato essere documentate nella Bibbia in anticipo? Dobbiamo essere molto chiari. La Bibbia è una documentazione delle opere passate di Dio. Tantissimi anni dopo la Scrittura dell’Antico Testamento, il Signore Gesù venne e realizzò l’opera di redenzione durante l’Età della Grazia. Non è vero? Ditemi, le parole del Signore Gesù potevano automaticamente essere scritte nella Bibbia? Le parole e le opere di Dio dovevano essere compilate prima di poter diventare il testo nella Bibbia. Negli ultimi giorni, Dio Onnipotente è venuto a svolgere l’opera di giudizio cominciando dalla casa di Dio, e ha espresso tutte le verità per purificare e salvare l’umanità. Potrebbero queste verità comparire automaticamente nella Bibbia? La Chiesa di Dio Onnipotente compila tutte le verità espresse da Dio Onnipotente nella Bibbia dell’Età del Regno, cioè, “La Parola appare nella carne”. Questa Bibbia dell’Età del Regno contiene solo l’espressione di Dio, non vi è alcuna parola dell’uomo. Si potrebbe dire che “La Parola appare nella carne” è la via della vita eterna donata all’uomo da Dio negli ultimi giorni. Quindi l’opinione che le parole e le opere di Dio siano tutte documentate nella Bibbia e che le parole e le opere di Dio non appariranno altrove al di fuori della Bibbia è erroneo, assurdo e completamente prodotto delle nozioni e delle immaginazioni dell’uomo”.

Dopo aver ascoltato la condivisione del predicatore, ho sentito che quel che aveva detto si atteneva ai fatti: la Bibbia può essere per noi un testo di consultazione nella nostra fede in Dio, ma non può rappresentare il Signore, tanto meno rappresentare le Sue parole o la Sua opera. Ho capito che dovevo adottare un corretto approccio alla Bibbia e non equipararla al Signore, tanto meno limitare l’opera e le parole di Dio alle pagine della Bibbia. La Bibbia è un mero resoconto delle due fasi precedenti dell’opera di Dio, e riporta l’opera di Dio nell’Età della Legge e nell’Età della Grazia. Ma Dio è talmente grande e traboccante: come potrebbe quest’unico libro, la Bibbia, contenere tutto quel che riguarda Dio? Il Vangelo di Giovanni dice: “Ora vi sono ancora molte altre cose che Gesù ha fatte; se si scrivessero a una a una, penso che il mondo stesso non potrebbe contenere i libri che se ne scriverebbero” (Giovanni 21:25). Sembrava ormai che l’opera e le parole del Signore Gesù non fossero tutte riportate nella Bibbia, eppure mi ero attenuta alle interpretazioni fornite dai pastori e dagli anziani del mondo religioso, e avevo creduto che non c’erano parole o opera di Dio al di fuori di quelle contenute nella Bibbia – come sono stata stupida e cieca, aggrappandomi alle nozioni e alle fantasie dell’uomo! Era una posizione semplicemente insostenibile!

Ho continuato a guardare il video, e il predicatore ha letto ad alta voce vari passaggi delle parole di Dio Onnipotente: “Tutto ciò che è documentato nella Bibbia è limitato e incapace di rappresentare tutta l’opera di Dio. I quattro Vangeli hanno meno di cento capitoli complessivi, in cui è narrato un numero circoscritto di eventi, per esempio Gesù che maledice il fico; Pietro che rinnega il Signore tre volte; Gesù che appare ai discepoli dopo la crocifissione e la risurrezione; gli insegnamenti sul digiuno, sulla preghiera, sul divorzio; la nascita e la genealogia di Gesù, la nomina dei discepoli da parte di Gesù e così via. Tuttavia, l’uomo li considera tesori, addirittura cercando in essi conferma dell’opera di oggi. Crede persino che Gesù abbia fatto soltanto un determinato numero di cose nel periodo dopo la Sua nascita. È come se credesse che Dio possa fare solo un determinato numero di cose, che non ci possa essere un’opera ulteriore. Non è assurdo?” (“Il mistero dell’incarnazione (1)” in “La Parola appare nella carne”). “All’epoca, Gesù Si era limitato a pronunciare ai Suoi discepoli una serie di sermoni nell’Età della Grazia, per esempio su come fare pratica, come riunirsi, come chiedere nella preghiera, come trattare gli altri, e così via. L’opera che Egli portò a termine era quella dell’Età della Grazia ed Egli spiegò soltanto ai discepoli e a coloro che Lo seguivano come dovessero fare pratica. Svolse soltanto il lavoro dell’Età della Grazia, e nulla che fosse degli ultimi giorni. […] L’opera di Dio in ogni epoca ha dei confini ben delineati; Egli svolge soltanto l’opera dell’epoca attuale e non svolge mai in anticipo la fase successiva dell’opera. Solo in questo modo, la Sua opera rappresentativa di ciascun periodo può essere portata in primo piano. Gesù aveva parlato unicamente dei segni degli ultimi giorni, di come essere pazienti e di come essere salvati, come pentirsi e confessarsi, nonché come portare la croce e sopportare la sofferenza; non parlò mai di come l’uomo negli ultimi giorni dovesse accedere, o come cercare di soddisfare la volontà di Dio. Di conseguenza, non sarebbe errato cercare nella Bibbia l’opera di Dio degli ultimi giorni? Che cosa puoi comprendere tenendo semplicemente in mano la Bibbia? Che sia un commentatore o un predicatore della Bibbia, chi può prevedere l’opera di oggi?” (“Come può l’uomo che ha delimitato Dio nelle sue concezioni ricevere le rivelazioni di Dio?” in “La Parola appare nella carne”). “Se desideri comprendere il lavoro dell’Età della Legge e vedere come gli Israeliti seguirono la via di Jahvè, devi leggere l’Antico Testamento; se vuoi capire l’opera dell’Età della Grazia, invece, devi leggere il Nuovo. Ma come fai a scorgere l’operato degli ultimi giorni? Devi accettare la guida del Dio odierno ed entrare nell’opera attuale, perché questo è il nuovo compito mai annotato da nessuno, in precedenza, nella Bibbia. Attualmente, Dio Si è fatto carne e ha scelto altri eletti in Cina. Egli agisce in queste persone, prosegue il Suo operato sulla terra, continua l’opera dell’Età della Grazia. Il lavoro odierno è un cammino che l’uomo non ha mai percorso e una via che nessuno ha mai visto. È un compito che non è mai stato svolto prima: è l’ultima opera di Dio sulla terra. […] Come potrebbe la Bibbia contenerne espressa annotazione? Chi avrebbe potuto documentare ogni singolo tratto dell’operato attuale, senza omissioni, in anticipo? Chi potrebbe mettere per iscritto in un vecchio libro ammuffito quest’opera più potente, più saggia, che sfida le convenzioni? Il lavoro odierno non è storia e, come tale, se desideri percorrere il nuovo cammino attuale, devi allontanarti dalla Bibbia, andare oltre i libri di profezie o la storia biblica. Solo in quel momento potrai percorrere il nuovo cammino adeguatamente, ed entrare nel nuovo regno e nella nuova opera” (“In merito alla Bibbia (1)” in “La Parola appare nella carne”).

Dopo che il predicatore aveva completato la lettura delle parole di Dio, un fratello nel filmato ha tenuto una condivisione, dicendo: “La parola di Dio Onnipotente è completamente in linea con la realtà. La Bibbia è solo una documentazione delle parole e delle opere di Dio durante l’Età della Legge e l’Età della Grazia. Le parole e le opere di Dio negli ultimi giorni non potrebbero essere state scritte nella Bibbia in anticipo. Prima affermavamo che tutte le parole e le opera di Dio possono essere trovate solo dentro la Bibbia. Ma questo in realtà non è coerente con il fatto dell’opera di Dio”. Dopo aver ascoltato le parole di Dio e la condivisione del fratello non ho potuto fare a meno di annuire in segno di assenso. Ho pensato tra me: “È giusto. Come avrebbe potuto chiunque riportare nella Bibbia l’opera che Dio doveva ancora compiere? Solo ora comprendo il capitolo 5, versetto 5 dell’Apocalisse che recita: ‘Ma uno degli anziani mi disse: “Non piangere; ecco, il leone della tribù di Giuda, la radice di Davide, ha vinto per aprire il libro e i suoi sette sigilli”’. Qui si dice che il libro chiuso con sette sigilli può essere aperto solo quando il Signore ritorna negli ultimi giorni, quindi ciò non dimostra forse che il Signore ha ancora parole da dire e opera da svolgere che non sono registrate nella Bibbia?” Pensando questo, ho rimpianto di non aver indagato prima sulla Chiesa di Dio Onnipotente. Non avrei proprio dovuto seguire ciecamente i pastori e gli anziani e delimitare l’opera di Dio facendo affidamento sulle mie nozioni e fantasie!

È stata poi sorella Zhou a condividere, dicendo: “Sorella, ora che abbiamo visto questo video, comprendiamo che la Bibbia è solo un resoconto della precedente opera di Dio e una testimonianza della Sua opera, e non può sostituirsi a Dio nel compiere l’opera per salvare l’umanità negli ultimi giorni. L’opera di Dio prosegue sempre, e oggi Dio Onnipotente sta svolgendo una nuova fase dell’opera – vale a dire l’opera di utilizzare le parole per giudicare e castigare nell’Età del Regno – sulla base dell’opera di redenzione del Signore Gesù. Ciò adempie interamente le profezie bibliche: ‘Se uno ode le Mie parole e non le osserva, Io non lo giudico; perché Io non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi Mi respinge e non riceve le Mie parole ha chi lo giudica; la parola che ho annunciata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno’ (Giovanni 12:47-48). ‘Infatti è giunto il tempo in cui il giudizio deve cominciare dalla casa di Dio’ (1 Pietro 4:17). Le parole e l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni non negano la Bibbia, bensì sono a un livello più elevato e profondo delle parole e dell’opera di Dio nell’Età della Legge e nell’Età della Grazia, e l’opera di Dio Onnipotente è più adatta alle nostre necessità attuali. Le parole di Dio Onnipotente costituiscono la Bibbia dell’Età del Regno – ‘La Parola appare nella carne’. Queste parole sono la via della vita eterna che Dio offre all’umanità negli ultimi giorni, rivelano il mistero delle tre fasi dell’opera di Dio e il mistero della incarnazione di Dio, ed esprimono la Sua indole, ciò che Egli ha ed è, nonché la Sua onnipotenza e saggezza. Tra le altre cose, mostrano anche il cammino per esaltare, testimoniare e servire Dio, il cammino per entrare nella realtà della verità, e il cammino per ottenere la piena salvezza ed essere perfezionati. Solo quando accettiamo l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni, quando procediamo di pari passo con l’opera di Dio e ci procuriamo nutrimento dalle Sue parole odierne, possiamo guadagnare l’opera dello Spirito Santo. Se restiamo sempre aggrappati alla Bibbia e rifiutiamo di accettare l’opera e i discorsi di Dio negli ultimi giorni o di seguire i passi della Sua opera, allora saremo incapaci di ottenere il nutrimento dell’acqua viva di vita che Dio ci dona, e saremo semplicemente scartati e abbandonati. Al momento, tutte le religioni e le confessioni stanno diventanto sempre più desolate. Poiché non sono andate di pari passo con l’opera di Dio degli ultimi giorni, non hanno ottenuto nutrimento dalle parole odierne di Dio, e così si ritrovano perse nel deserto senza alcuna via d’uscita…”

Attraverso la condivisione tenuta dai fratelli e dalle sorelle presso La Chiesa di Dio Onnipotente, mi sono resa conto che l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni concorda pienamente con le profezie bibliche e non si discosta affatto dalla Bibbia. Piuttosto, Dio compie una fase più nuova e più elevata dell’opera secondo le nostre esigenze, così che noi possiamo liberarci una volta per tutte dalle catene del peccato, essere purificati e salvati da Dio e ottenere da Lui la verità e la vita. Sono anche arrivata a comprendere perché il mondo religioso sta diventando sempre più desolato e svilito, e perché sento il mio spirito sempre così inaridito. È perché siamo arroganti e presuntuosi e ci aggrappiamo alle nostre nozioni, limitando le parole e l’opera di Dio alle pagine della Bibbia, senza cercare o accettare la nuova opera di Dio negli ultimi giorni, e senza tenerci al passo con l’Agnello. In seguito i fratelli e le sorelle hanno condiviso con me ogni sorta di verità e le parole di Dio hanno risolto, una alla volta, le mie difficoltà e perplessità. Ho acquisito l’assoluta certezza che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato, e il mio cuore è colmo di gratitudine per il Signore.

Dopo aver accettato l’opera di Dio degli ultimi giorni ho preso parte attiva alla vita della Chiesa e, attraverso il nutrimento delle parole di Dio e la condivisione con i fratelli e le sorelle, sono arrivata a capire molte verità e misteri che prima non avevo mai compreso, e il mio spirito era contento. Sentivo che mi stavo avvicinando sempre più a Dio, che il mio cuore si stava riempiendo di una luce sempre maggiore, e ogni giorno provavo pace e gioia in abbondanza. A volte, quando pensavo a come ero attaccata alla Bibbia, a come avevo limitato le parole e l’opera di Dio alle pagine della Bibbia e mi ero rifiutata di cercare o esaminare l’opera di Dio degli ultimi giorni, mi sentivo incredibilmente piena di rimorso e in debito con Dio – ho visto quanto ero stata cieca e ignorante! Se Dio non avesse avuto pietà di me e non mi avesse salvata servendoSi di YouTube per inviarmi le notifiche riguardo alla Chiesa di Dio Onnipotente, conducendomi così ad ascoltare la voce di Dio, starei ancora seguendo ciecamente i pastori e gli anziani, e non avrei cercato o esaminato l’opera di Dio degli ultimi giorni. In quel caso, avrei potuto leggere la Bibbia per cent’anni e non sarei stata comunque in grado di accogliere il ritorno del Signore. Il fatto che io oggi sia in grado di ricevere la salvezza di Dio negli ultimi giorni è dovuto interamente alla Sua direzione e alla Sua guida, ed è la mirabile salvezza di Dio. Sia ringraziato Dio!

Pagina precedente : 10. Il Regno dei Cieli è in realtà sulla terra

Pagina successiva : 12. Il mistero della Trinità rivelato

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

10. Il Regno dei Cieli è in realtà sulla terra

Un giorno, mi recai a casa di mia sorella per sapere come stava nostra madre. Prima di andarmene, mia sorella mi diede un libro, raccomandandosi che lo leggessi con attenzione. Pensai tra me e me: “Il libro che mi ha dato mia sorella è di sicuro un’opera spirituale. Il caso vuole che il mio spirito si senta molto inaridito in questo momento; non ho la sensazione che il Signore sia con me, né mi sento illuminata dalla lettura della Bibbia. Al mio ritorno, dovrò leggere questo libro con attenzione.

4. Il risveglio di uno spirito ingannato

Nacqui in una piccola cittadina nel nord della Cina. Nel 2010 seguii i miei familiari in Brasile. Lì feci la conoscenza di un amico cristiano. Mi portava in chiesa ad ascoltare i sermoni. Ma, nelle tre occasioni in cui ci andai, non assimilai mai nulla. In seguito, poiché il mio lavoro mi impegnava molto, non tornai in chiesa fino a un giorno del 2015, quando il mio amico mi ci riportò.

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Linea Spazio

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro