La Parola appare nella carne

Contenuti

Il primo discorso

Coloro che sono testimoni della Mia parola la accettano veramente? Mi conoscono veramente? Avete davvero appreso l’obbedienza? Vi impegnate sinceramente per Me? Mi avete realmente reso una testimonianza forte e inflessibile di fronte al gran dragone rosso? La vostra devozione umilia veramente il gran dragone rosso? Solo attraverso la prova della Mia parola posso conseguire il Mio obiettivo di purificare la chiesa e scegliere coloro che veramente Mi amano. Infatti, in quale altro modo potrebbero capirMi? Chi può capire la Mia maestà, la Mia ira e la Mia saggezza mediante la Mia parola? Terminerò ciò che ho cominciato, ma comunque sono Io a misurare il cuore degli uomini. In verità, nessun uomo Mi capisce pienamente, perciò Io li guido con la parola e in questo modo li conduco verso una nuova era. Alla fine porterò a termine tutta la Mia opera mediante la Mia parola e ricondurrò al Mio regno coloro che veramente ricambiano il Mio amore, affinché vivano davanti al Mio trono. La situazione non è quella di un tempo, e la Mia opera ha intrapreso un nuovo punto di partenza. Stando così le cose, vi sarà un nuovo metodo: coloro che leggono la Mia parola e la accettano come loro vita effettiva sono il popolo del Mio regno. Poiché si trovano nel Mio regno, sono il Mio popolo nel regno. Poiché sono guidati dalla Mia parola, anche se vengono chiamati il Mio popolo, questo appellativo non è affatto al di sotto di quello di Miei “figli”. In quanto Mio popolo, tutti devono essere fedeli nel Mio regno e compiere il proprio dovere, e coloro che violano i Miei decreti amministrativi devono subire la Mia punizione. Questo è il Mio monito a tutti.

Poiché ora viene utilizzato un nuovo metodo, non è necessario ridire tutto ciò che proviene dal passato. Tuttavia Io ho detto queste parole: ciò che ho detto deve essere preso in considerazione, ciò che è preso in considerazione deve essere portato a termine, e questo nessuno può modificarlo; è un assoluto. Che si tratti di ciò che ho detto nel passato o di ciò che dirò nel futuro, tutto avverrà, e tutta l’umanità lo vedrà. Questo è il principio alla base dell’opera della Mia parola. Poiché l’edificazione della Chiesa è già stata realizzata, questa ormai non è più l’era dell’edificazione della Chiesa, ma piuttosto l’era in cui viene costruito efficacemente il regno. Tuttavia, poiché voi siete ancora in terra, le vostre assemblee continueranno a chiamarsi chiesa. Nondimeno, l’essenza della chiesa non è uguale a prima e ha riscontrato un vero successo. Perciò dico che il Mio regno è disceso in terra. Nessuno può afferrare la radice della Mia parola, né può capire lo scopo che vi sta dietro. Mentre Io parlo oggi, voi potete sperimentare un’epifania. Forse alcuni scoppieranno a piangere; altri potranno temere che questo sia il modo in cui Io parlo. Alcuni potranno conservare un punto di vista antiquato riguardo a ogni Mia azione; alcuni potranno pentirsi delle loro lamentele o della loro resistenza nei Miei confronti; alcuni potranno gioire interiormente, poiché non si sono mai allontanati dal Mio nome e oggi sono rinvigoriti; forse alcuni molto tempo fa sono stati scossi dalla Mia parola e si librano fra la vita e la morte, abbattuti e depressi, e non hanno più il cuore di udire la parola che Io pronuncio anche se scelgo un diverso modo di espressione. Potranno esserci alcuni tanto devoti a Me da non essersi mai lamentati, da non aver mai dubitato, e oggi sono così fortunati da conseguire la liberazione e nel loro cuore provano per Me una gratitudine non esprimibile a parole. Ognuno rientra in misura variabile in queste categorie, ma poiché il passato è passato e adesso è il presente, non vi è più necessità di bramare il passato, né di preoccuparsi del futuro. Tra gli uomini, coloro che si oppongono alla realtà e non fanno le cose secondo la Mia guida non andranno incontro a una bella fine e attireranno su di sé soltanto guai. Di tutto ciò che avviene nell’universo, non vi è nulla in cui Io non abbia l’ultima parola. Che cosa esiste che non sia nelle Mie mani? Tutto ciò che dico avviene, e fra gli uomini chi vi è che possa farMi cambiare idea? Potrebbe forse essere il patto che ho stipulato in terra? Nulla può ostacolare il Mio progetto; Io sono onnipresente nella Mia opera così come nel Mio piano di gestione. Quale uomo potrà interferire? Non sono forse Io ad aver disposto tali preparativi? All’entrare oggi in questa situazione, comunque nulla si allontana dal Mio progetto o da ciò che Io ho previsto; tutto è stato stabilito da Me molto tempo fa. Chi fra voi può sondare il Mio progetto per questa fase? Il Mio popolo ascolterà la Mia voce, e ognuno di coloro che veramente Mi amano ritorneranno davanti al Mio trono.

20 febbraio 1992