1019 Dio crea un domani migliore per l’umanità

Preferirei donare i Miei frutti preziosi agli zelanti contadini di Canaan, che accolgono con entusiasmo il Mio ritorno.

1 Preferirei donare i Miei frutti preziosi agli zelanti contadini di Canaan, che accolgono con entusiasmo il Mio ritorno. Desidero solo che i cieli durino in eterno e, ancor più, che l’uomo non invecchi mai, che i cieli e l’uomo siano a riposo per sempre e che quei “pini e cipressi” accompagnino Dio per l’eternità, e accompagnino per l’eternità i cieli quando entreranno insieme nell’era ideale.

2 Poiché non sono ben accetto dall’uomo ed egli non Mi ha mai atteso, posso solo dirgli addio e assegnargli la destinazione del genere umano, lasciare agli uomini tutte le Mie ricchezze, spargere la Mia vita in mezzo a loro, piantare il seme della Mia vita nel campo del cuore dell’uomo, lasciargli ricordi eterni, lasciare all’umanità tutto il Mio amore e dare all’uomo tutto ciò che di Me gli è caro.

3 Io ho già elargito tutto Me Stesso al genere umano. Ho già lasciato l’intera Mia vita all’uomo e, senza una parola, ho lavorato duro per dissodare una “bella terra d’amore” per l’umanità; Io non ho mai fatto alcuna equa richiesta all’uomo, e non ho fatto altro che sottostare semplicemente ai piani predisposti dall’uomo e creare un domani migliore per il genere umano.

Adattato da “Lavoro e ingresso (10)” in “La Parola appare nella carne”

Pagina precedente: 1018 I simboli della vittoria di Dio

Pagina successiva: 1020 Tutto il popolo di Dio manifesta i propri sentimenti

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro

Connettiti con noi su Messenger