212 Un sincero pentimento

1 Nelle notti insonni, scene di ricordi tornano alla mente. Per tanti anni di fede nel Signore, ho continuato a seguire le tendenze mondane. Vivevo nel peccato, all’insegna della sregolatezza, e trovavo godimento nei piaceri della carne. Pensavo che, se avessi lavorato abbastanza sodo, non sarei stato abbandonato dal Signore. Poi ho sentito la voce di Dio e mi sono reso conto che il Signore era apparso. Pensavo che essere innalzato dinanzi a Dio mi avrebbe garantito un ruolo nel Regno dei Cieli. Non accettavo mai il giudizio e la rivelazione delle parole di Dio, né riflettevo su me stesso; seguivo i miei desideri e agivo caparbiamente, trattavo le Sue parole con disprezzo. Nelle condivisioni sulle parole di Dio, parlavo solo di dottrina, eppure sentivo di aver fatto bene. Quando venivo sottoposto alla potatura e al trattamento, opponevo resistenza e accampavo scuse; quando ero afflitto dalle prove, volevo sempre fuggire. Non riconoscevo la salvezza di Dio. Ora comprendo che non stavo affatto cercando la verità. Mi ero allontanato molto dalle parole di Dio ed ero caduto in un’oscurità infinita. Incapace di percepire la presenza di Dio, sono pieno di paura e inquietudine. Impaurito e tremante, mi chino dinanzi a Dio, timoroso di perderLo. Leggo le parole di Dio e Lo prego, anelando alla Sua misericordia.

2 O Dio! Riesci a sentire il mio cuore che grida pentito? Come è stato oscuro e doloroso perdere la Tua presenza! Senza le Tue parole, il mio cuore non conosce luce; vivo all’interno di un’indole corrotta e Satana si trastulla con me. O Dio! Desidero pentirmi, ricominciare da capo. Spero che Tu mi giudicherai e castigherai di più. Anche se giungeranno un affinamento più severo e prove più dure, finché posso vivere dinanzi a Te riuscirò a sopportare qualsiasi cosa. Sono così profondamente corrotto, non posso essere purificato senza il Tuo giudizio. Solo il giudizio può salvarmi da Satana. O Dio! Ho saggiato che il giudizio e il castigo sono amore. Le Tue parole sono la verità; solo Tu puoi salvarmi. Desidero fare tesoro delle Tue parole e vivere la mia vita rispettandole; non mancherò più di essere all’altezza del Tuo amore e dei Tuoi scrupolosi sforzi. Praticherò la verità e vivrò una sembianza umana, testimoniando il Tuo amore!

Pagina precedente: 211 C’è un dolore nel profondo del mio cuore

Pagina successiva: 213 Un cuore contrito

Sei disposto ad essere una pecora che ascolta la voce di Dio per accogliere il Suo ritorno?

Contenuti correlati

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro