La Parola appare nella carne

Contenuti

Un problema gravissimo: il tradimento (1)

La Mia opera sta volgendo al termine. I molti anni che abbiamo trascorso assieme sono divenuti insostenibili ricordi del passato. Ho continuato a ripetere le Mie parole e non ho smesso di portare avanti la Mia nuova opera. Naturalmente il Mio consiglio è un componente necessario di ogni parte dell’opera che compio. Senza il Mio consiglio, tutti voi vi allontanereste dalla retta via e sareste ancora più smarriti. Adesso, la Mia opera sta per finire, giungendo alla conclusione; desidero ancora svolgere una certa opera nel fornire indicazioni, ossia offrire parole di consiglio che possiate ascoltare. Spero soltanto che non vanifichiate i Miei attenti sforzi e inoltre che possiate capire tutta la cura e il pensiero che ho investito, e siate in grado di porre le Mie parole a fondamento del vostro modo di comportarvi da esseri umani. Siano esse parole che siete disposti ad ascoltare oppure no, parole che accettate con gioia oppure con disagio, dovete prenderle sul serio. Altrimenti, la vostra indole e la vostra condotta indifferenti e noncuranti Mi turberanno realmente e, ancor più, Mi disgusteranno. Spero moltissimo che tutti voi possiate leggere le Mie parole ripetutamente – migliaia di volte – e perfino impararle a memoria. Solo in questo modo non deluderete le Mie aspettative nei vostri confronti. Tuttavia, adesso nessuno di voi vive così. Al contrario, siete tutti immersi in una vita depravata, fatta di mangiare e bere a sazietà e nessuno di voi usa le Mie parole per arricchire il proprio cuore e la propria anima. Questo è il motivo per cui ho dedotto che la vera caratteristica dell’umanità consista nel tradirMi sempre e che nessuno possa essere assolutamente fedele alle Mie parole.

“L’uomo è stato tanto corrotto da Satana che non ha più un aspetto umano”. Adesso, questa frase ha ottenuto un certo riconoscimento da parte della maggioranza delle persone. Viene detto così perché, in questo caso, il “riconoscimento” è soltanto una constatazione superficiale, anziché una vera conoscenza. Poiché nessuno di voi può valutare accuratamente o analizzare a fondo se stesso, nei confronti delle Mie parole siete sempre divisi a metà tra fede e dubbio. Ma, questa volta, utilizzo dati di fatto per spiegare un vostro problema gravissimo: il tradimento. Conoscete tutti bene la parola “tradimento”, perché la maggior parte delle persone ha già avuto l’esperienza di tradire altri, come un marito che tradisce la moglie, una moglie che tradisce il marito, un figlio che tradisce il padre, una figlia che tradisce la madre, uno schiavo che tradisce il padrone, amici che si tradiscono a vicenda, parenti che si tradiscono a vicenda, venditori che tradiscono gli acquirenti e così via. Tutti questi esempi racchiudono l’essenza del tradimento. Insomma, il tradimento è una forma di comportamento in cui non si mantiene una promessa, si violano principi morali o si va contro l’etica umana, e che dimostra una perdita di umanità. In quanto essere umano, e non importa se non ti rammenti di avere mai fatto qualcosa per tradire un’altra persona o se hai già tradito gli altri molte volte, in generale, se siete nati in questo mondo avete fatto qualcosa per tradire la verità. Se sei capace di tradire genitori o amici, sei capace di tradire gli altri e anche di tradire Me e di fare cose che disprezzo. In altri termini, il tradimento non è solo una forma di comportamento superficialmente immorale, ma anche qualcosa che è in conflitto con la verità. Proprio questo genere di cose costituisce la fonte della resistenza e della disobbedienza dell’umanità nei Miei confronti. Ecco perché ho riassunto il concetto nell’affermazione seguente: il tradimento è la natura dell’uomo. Questa natura è il nemico caratteristico di ogni persona che sia in armonia con Me.

Il comportamento di chi non può assolutamente obbedirMi è tradimento. Il comportamento di chi non può essere leale verso di Me è tradimento. ImbrogliarMi e utilizzare menzogne per ingannarMi è tradimento. Essere colmi di concezioni e diffonderle dappertutto è tradimento. Non proteggere le Mie testimonianze e i Miei interessi è tradimento. Simulare un sorriso quando nel cuore una persona Mi ha abbandonato è tradimento. Questi comportamenti sono tutte cose di cui siete sempre capaci e sono anche diffuse tra voi. Nessuno di voi penserà che sia un problema, ma Io non la penso così. Non posso considerare il tradimento una questione trascurabile, e non posso nemmeno ignorarla. Ora, sto operando fra voi ma voi siete ancora così. Se un giorno non ci sarà nessuno a prendersi cura di voi e a sorvegliarvi, non diventerete forse tutti dei re della collina?[a] Allora, quando avrete causato un’enorme catastrofe, chi rimetterà le cose a posto? Potreste pensare che alcuni atti di tradimento siano soltanto un evento occasionale anziché un comportamento ripetuto e non dovrebbero essere menzionati in maniera così seria, facendovi perdere la faccia. Se davvero lo credete, vi manca sensibilità. Più si pensa in questo modo, più si diventa un archetipo di ribellione. La natura dell’uomo è la sua vita, è un principio a cui egli si affida per sopravvivere e che non è in grado di modificare. Proprio come la natura del tradimento: se riesci a fare qualcosa per tradire un parente o un amico, ciò dimostra che esso fa parte della tua vita e della tua natura congenita. Nessuno lo può negare. Per esempio, se una persona ama rubare i beni degli altri, questo “amare il furto” fa parte della sua vita. Solo che talvolta ruba e talvolta no. Che rubi o no, questo non può dimostrare che il suo atto sia solo un tipo di comportamento. Invece, dimostra che il furto è parte integrante della sua vita, ossia della sua natura. Alcuni domanderanno: essendo questa la sua natura, perché talvolta vede cose belle ma non le ruba? La risposta è molto semplice. Ci sono tanti motivi per non rubare, per esempio l’oggetto è troppo grande da portar via di nascosto sotto uno sguardo vigile, o non si presenta il momento adatto per agire, o l’oggetto è troppo prezioso e troppo attentamente sorvegliato, o la persona non è particolarmente interessata a una cosa bella del genere, oppure non ha ancora pensato a come utilizzarla, e così via. Tutti questi motivi sono possibili. Ma, comunque stiano le cose, che la rubi o no, questo non può dimostrare che tale pensiero gli passi in testa solo per un momento. Al contrario, è una parte della sua natura che è difficile da riformare. Un tale individuo non è soddisfatto di rubare una volta sola, ma, ogni volta che si imbatte in qualcosa di bello o in un’occasione favorevole, nutre il pensiero di rivendicare come propri i beni altrui. Ecco perché dico che questo pensiero non emerge di tanto in tanto, ma deriva dalla natura di tale persona.

Chiunque può usare parole e azioni per rappresentare il proprio vero aspetto. Questo vero aspetto è naturalmente la sua natura. Se sei uno che parla in maniera assai tortuosa, hai una natura disonesta. Se la tua natura è molto astuta, il modo in cui fai le cose è scaltro e furbo, e con grande facilità riesci a ingannare gli altri. Se la tua natura è particolarmente sinistra, le tue parole potranno essere piacevoli da ascoltare, ma le tue azioni non possono nascondere i tuoi modi sinistri. Se la tua natura è molto pigra, tutto ciò che dici mira a scansare colpe e responsabilità per via della tua superficialità e della tua pigrizia, le tue azioni saranno molto lente e meccaniche, e ottime per nascondere la verità. Se la tua natura è molto empatica, le tue parole saranno ragionevoli e anche le tue azioni saranno ben conformi alla verità. Se la tua natura è assai leale, le tue parole dovranno essere sincere e il modo in cui fai le cose dovrà essere realistico, senza offrire al tuo padrone qualcosa che possa indurlo a diffidare di te. Se la tua natura è particolarmente lussuriosa o avida di denaro, il tuo cuore sarà spesso colmo di queste cose e involontariamente compirai atti devianti e immorali che gli altri difficilmente dimenticheranno e da cui, inoltre, saranno disgustati. Proprio come ho detto, se il tradimento fa parte della tua natura, difficilmente potrai districartene. Non contate sulla fortuna di non possedere il tradimento per natura, solo perché non avete fatto torto a nessuno. Se è questo che pensi, sei davvero rivoltante. Le parole che ho pronunciato in ogni occasione sono rivolte a tutti, non a un’unica persona o a un solo tipo di persona. Solo perché non Mi hai tradito in una cosa, ciò non dimostra che tu non possa tradirMi in qualcos’altro. In caso di difficoltà matrimoniali, alcuni perdono fiducia nel cercare la verità. Altri abbandonano il proprio obbligo di esserMi leali durante una rottura familiare. Altri Mi abbandonano, allo scopo di cercare un momento di gioia e di entusiasmo. Altri ancora preferirebbero precipitare in un oscuro burrone piuttosto che vivere nella luce e guadagnare la gioia dell’opera dello Spirito Santo. Alcuni ignorano i consigli degli amici allo scopo di soddisfare la propria brama di ricchezza, e perfino adesso non sanno riconoscere i propri errori e fare marcia indietro. Alcuni vivono solo temporaneamente sotto il Mio nome per ricevere la Mia protezione, mentre altri hanno una dedizione solo parziale, perché sono legati alla vita e temono la morte. Queste e altre azioni immorali, e per di più non dignitose, non sono forse soltanto comportamenti con cui le persone da tempo Mi tradiscono nel profondo del loro cuore? Naturalmente so che il tradimento di tali persone non era pianificato in anticipo, ma è un’espressione naturale della loro natura. Nessuno vuole tradirMi e, inoltre, nessuno è felice perché ha fatto qualcosa per tradirMi. Al contrario, tutti tremano di paura, giusto? Quindi, state forse pensando a come redimere questi tradimenti e modificare la situazione attuale?

Note a piè di pagina:

a. Detto cinese, il cui significato letterale è “banditi che occupano le montagne e si autoproclamano re”.